News Smartphone

5 motivi per NON acquistare il Galaxy S3

Mag 5, 2012

5 motivi per NON acquistare il Galaxy S3

 

Samsung Galaxy S3: 5 motivi per non comprarlo. Ma lo acquisteremo lo stesso!

 

Il Samsung Galaxy S3 è finalmente stato presentato al pubblico ed è stato un successo senza precedenti. Una cosa che in molti hanno notato è che Samsung ha puntato il dito in segno di sfida verso Apple, difatti come mossa di marketing, ha deciso di presentare il suo portabandiera, il suo vero top di gamma, in un evento solitario, diversi mesi dopo il Mobile World Congress di Barcellona di fine Febbraio. Questo ha un duplice significato: avvicinare l’uscita tra mercato europeo e mercato statunitense, ma anche concentrare l’attenzione dei media e dei potenziali consumatori verso un singolo evento riguardante solo ed esclusivamente il Galaxy S3.

Galaxy S3 può essere considerato lo smartphone Android del futuro, perché come abbiamo elencato nelle specifiche ufficiali, Samsung non ha puntato su un hardware extraterrestre, ma in una serie di potenzialità vere ed utili. Però una cosa Samsung l’ha fatta: non ha citato direttamente il sistema operativo Android in tutto il suo elenco di feature. Dalla fotocamera a SmartStay, da S Voice a S Beam si tratta di piccole funzionalità che sono state evolute e migliorate, ma prendono spunto direttamente dal sistema operativo di Google. Samsung non è stata originale, ma ha creato un mix mescolato sapientemente per proporre un terminale di elevata qualità e questo i consumatori lo apprezzeranno. Vi avevamo proposto 5 motivi secchi per acquistare il Galaxy S3, oggi proviamo ad elencare 5 motivi per cui NON acquistare il Galaxy S3. Senza dimenticare il confronto sull’acquisto tra Galaxy S3 e iPhone 4S.

Trovare 5 motivi per cui davvero non vale la pena comprare questo terminale è difficile, ma noi abbiamo voluto evidenziare 5 potenziali contro di questo Galaxy S3, tenendo sempre a mente che si tratta del potenziale miglior smartphone Android del 2012.

 

  • Display con matrice PenTile. Grazie ai ragazzi di Engadget siamo riusciti ad ottenere una primissima analisi al microscopio del display di questo nuovo terminale e ve la abbiamo proposta in questo articolo di confronto. Ciò che è venuto fuori ha stupito chiaramente perché la tecnologia Super AMOLED HD del nuovo portabandiera Samsung non è la migliore che la casa asiatica ha introdotto su un display. La scelta è stata giustificata per utilizzare la stessa sul Galaxy Note e soprattutto per permettere l’utilizzo di pennini capacitivi, di guanti e quant’altro per migliorare l’esperienza d’uso del display. Però lo mettiamo come contro in quanto comunque, nonostante l’elevato standard di qualità, il display ha la matrice più economica PenTile (che differenza c’è tra una matrice PenTile e una RG-BG?) che, con un occhio davvero attento, si nota che il bianco non è un bianco purissimo. Apprezziamo molto il contrasto, i colori vivaci e i neri, ma ci si aspettava un display Super AMOLED “Plus” HD, come vi avevamo raccontato in questa notizia di rumors.

 

 

  • Materiali plastici, sono stati croce e delizia del Galaxy S2. Principale motivo di scontro rispetto ai più blasonati smartphone HTC (in fatto di costruzione e assemblaggio), ma anche di iPhone. Sicuramente si tratta di materiali che hanno il loro pro, ossia quello di rendere più leggero e resistente il terminale, soprattutto a fronte di una dimensione complessiva molto più grande, però al tempo stesso lo rendono meno pregiato e ricercato. Il Galaxy S3 doveva arrivare con le scocche di ceramica e policarbonato, in modo da essere leggero, pregiato e resistente. Invece Samsung ha scelto nuovamente le plastiche per questo terminale, solo il tempo (ed i crash test) ci diranno se ne è valsa la pena.

 

  • Interfaccia personalizzata Samsung TouchWiz Nature UX: caratteristica fondamentale di Android 4.0 (Ice Cream Sandwich) è una veste grafica rinnovata e davvero bella da vedere. Chiunque abbia avuto la possibilità di provare la nuova versione del sistema operativo è rimasto piacevolmente colpito dallo stile e dalla bellezza grafica; pertanto stavolta ci si aspettava una interfaccia più pulita. Così è stato, ma per gli amanti della grafica stock di ICS sicuramente un’interfaccia non può essere considerata come un punto di forza. Noi vi proponiamo un video hands on della nuova Nature UX:

 

  • Accessori non integrati: il Galaxy S3 è stato presentato come un terminale che si può ricaricare tramite wireless, una delle opzioni davvero più futuristiche ed interessanti, ma al tempo stesso è stato detto che l’accessorio per la ricarica sarà venduto separatamente. Samsung ha infatti annunciato tantissimi accessori che verranno venduti separatamente dalla vendita del terminale. Se è vero che il prezzo di Galaxy S3 sarà da vero top di gamma, avremmo gradito sicuramente ricevere almeno uno degli interessanti accessori incluso nel prezzo. Stiamo parlando di un bel pennino capacitivo ad esempio. A tal proposito vi elenchiamo  gli accessori disponibili al lancio: una flip cover, lo stand per la ricarica batteria, la batteria aggiuntiva, un dock bar, un altro stand docking metallico e un adattatore HDMI, S Pebble.

 

  • Fotocamera rinnovata, ma migliorata? Siamo ben consapevoli che i parametri di confronto di una fotocamera sono tantissimi e sicuramente il numero di megapixel conta relativamente poco. Però per il Samsung Galaxy S3 ci aspettavamo una bella ottimizzazione che portasse il confronto con gli altri concorrenti molto più su un piano pratico di elevata qualità degli scatti. Invece siamo venuti a sapere che nella fotocamera sono presenti il sensore retroilluminato BSI con apertura focale F/2.6, sono state aggiunte diverse modalità come l’HDR (high-dynamic-range), la modalità panorama e altre features. Il punto è: cosa è migliorato a livello hardware rispetto a quella del Galaxy S2? Ci sono numerose novità software che migliorano lo scatto, come l’opzione di scattare simultaneamente 8 foto scegliendo automaticamente la migliore, oppure la possibilità di condividere e taggare aumaticamente ogni foto sui social network. Si tratta di tutte belle funzionalità, ma forse ci aspettavamo, oltre al miglioramento software, un passo in avanti da quello hardware o magari meglio pubblicizzato.

 

Il Samsung Galaxy S3 è un terminale davvero bello ed è stata dura trovare cinque difetti, siamo ben consapevoli che non si tratta di veri difetti, bensì di speculazioni che diventano pro o contro a seconda delle proprie esigenze. Di sicuro siamo rimasti affascinati da questo bello smartphone, noi lo prenderemo al lancio.

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.
  • secondo me il fattore “materiali” non è di second’ordine. Forse l’Iphone è troppo perfetto, ma ho potuto fare un confronto reale tra i due in uno studio professionale molto “in” (come si dice) e l’eleganza dell’ iP era insuperabile, per qualcuno sarà un fattore del tutto inutile, ma con un prezzo del genere l’eleganza diventa importante, più che avere la possibilità di metterlo silenzioso coprendolo col palmo di una mano. Ovviamente è un’opinione del tutto personale.

  • ghildef

    Io aggiungerei: assenza di un tasto dedicato per scattare le foto. Fare il tap sullo schermo mi fa venire tutte le foto un po’ mosse!

  • Sebastiano

    Io ne aggiungerei un sesto: il prezzo. L’Italia, non si sà il perchè, forse perchè siamo tutti ricchi, è l’unico paese d’Europa dove lo si venderà a 699,00 euro. E’ un buon motivo… o sbaglio?