News Smartphone

Altro black-out per WhatsApp: il secondo in meno di due mesi #Whatsappdown

Apr 3, 2014

author:

Altro black-out per WhatsApp: il secondo in meno di due mesi #Whatsappdown

Down-Whatsapp

#WhatsAppdown, ancora una volta, e a quanto è noto non si è trattato di un pesce d’aprile del giorno dopo. La società WhatsApp, da poco acquistata da Facebook per la storica cifra di 19 miliardi di dollari, aveva in suguito reso pubblico su Twitter la notizia di aver processato la cifra record di 64 miliardi di messaggi nel giorno solare che va dal 1° al 2 aprile.  Solo poche ore dopo però, è tornato l’allarme sul social network Twitter, da parte di molti utenti, che hanno usato l’ hashtag  #whatsappdown. Per la seconda volta nel giro di due mesi infatti il servizio di messaggistica istantanea, ha cessato di funzionare per oltre un’ora (dalle 14.20 alle 15.30 circa), impedendo la possibilità di ricevere ed inviare messaggi.

I primi malfunzionamenti sono comparsi già verso l’ora di pranzo, con un impossibilità di stabilire una connessione tra l’applicazione e i server e per ora sono ancora ignoti i motivi dell’interruzione. Sulla questione tace anche l’account Twitter ufficiale WhatsApp Status, ma probabilmente come è già successo nello scorso mese di febbraio, il giorno 22 per la precisione, la causa del blackout potrebbe essere un sovraccarico del sistema dovuto all’ intenso traffico.whatsapp-down-620x3501-520x293

Per device Android, una nota ufficiale è stata diramata alle 15.22 dallo staff di WhatsApp in cui si afferma:  “Ci dispiace, ma purtroppo in questo momento il nostro servizio ha un problema. Contiamo di risolverlo velocemente. Ci scusiamo per il disagio”.  In seguito al blocco di tre ore subito dal servizio meno di 2 mesi fa, molti utenti avevano cercato applicazioni alternative per comunicare gratis in maniera istantanea. A questo è dovuta la fortuna di LINE, che proprio in questi giorni ha raggiunto quota 400 milioni di utenti registrati , dichiarando su Twitter agli utenti: “Vi aspettiamo a braccia aperte”. Non dimenticatevi il nostro articolo.

Un altro agguerrito concorrente di WhatsApp è Telegram, creato dal trentenne russo Pavel Durov, fondatore anche del social network VKontakte (recentemente abbandonato però, sembra a causa delle pressioni del presidente Putin) e già installato sugli smartphone di milioni di utenti, di cui vi abbiamo parlato anche in questo articolo. L’ennessimo down di Whatsapp vi convincerà a cambiare app di messaggistica?

Eterno sognatore, sportivo e dinamico, appassionato di tecnologia, sempre di corsa fra una partita a calcetto con gli amici ed una passeggiata col cane e lo smartphone alla mano. Ingegnere, ma non del tipo alla "pupa e il secchione”, cuoco improvvisato grazie al web e pessimo cantante di karaoke, appena possibile vorrebbe scappare a Londra con la sua Ludovica, sognando la California.