News OS

Android Jelly Bean: 5 motivi per volere l’aggiornamento

Giu 30, 2012

Android Jelly Bean: 5 motivi per volere l’aggiornamento

Jelly Bean: 5 divertenti nuove funzioni

 

Jelly Bean è l’ultimissima release di Android, nome in codice versione 4.1. Se Ice Cream Sandwich è stata sicuramente la versione che ha portato più novità in assoluto nel panorama Android, unificando il sistema operativo tra smartphone e tablet, questa dovrebbe essere la release della consacrazione per Android. Noi vi abbiamo presentato le principali novità di questo upgrade firmware in questo articolo che vi consigliamo di leggere. Cosa fa la differenza tra uno smartphone e un cellulare? Sicuramente la presenza di un sistema operativo, la presenza delle applicazioni e delle potenzialità in più, per cui siamo consapevoli che Jelly Bean potrebbe rappresentare un vero valore aggiunto per gli utenti. Ma se molti utenti si lamentano di non aver ancora ricevuto l’aggiornamento a ICS, ci sono davvero dei buoni motivi per spingersi oltre e desiderare l’ultima versione di Android? Se siete appassionati di tecnologia sicuramente si. Noi vi presentiamo 5 buoni motivi per volere l’aggiornamento a Jelly Bean:

  1. Interfaccia più fluida e reattiva. Siamo entrati nel Project Butter, letteralmente Progetto Burro, per segnalare l’intento di Google di rendere gli smartphone estremamente più fluidi e reattivi, per non avere nulla da invidiare ad iPhone o ai Windows Phone. La realizzazione è possibile grazie ad una nuova interazione tra GPU e CPU, grazie a 3 novità: triplo buffering, con cui CPU, GPU e display vengono sincronizzati per aumentare le risorse hardware disponibili, la grande novità grafica Vsync, in grado di spingere la grafica fino a 60 fps (frame per secondo), un eccezionale risposta al tocco del display touchscreen.
  2. Offline Voice Input. E’ un’ottima feature in più che permette di usare la dettatura vocale dei messaggi invece che quella manuale. Se Siri e S Voice sembrano ancora piuttosto “work in progress” rispetto all’utilizzo che tutti sogniamo di fare, questa caratteristica è stata limata e migliorata completamente da Google, arrivando persino a renderla offline, quindi senza bisogno di essere connessi a reti 3G oppure a una rete Wi-Fi. Potenzialmente spettacolare.
  3. Google Search. Questa caratteristica ha sempre rappresentato un punto focale delle strategie di Google in quanto presente dal primo giorno. Dopo tanti dubbi circa la sua reale utilità e vista l’uscita di Siri di Apple, Google ha deciso di puntare forte ed ha introdotto una grafica totalmente ridisegnata che serve per dare un tocco di nuovo ad una feature già vista. Invece con Google Search sono state introdotte notevoli informazioni a partire dalla propria posizione: in questo modo riuscirete a sapere quali sono i punti importanti vicini a voi, che cosa c’è da fare in termini di luoghi di svago o meno. E ovviamente le ricerche su Google in quanto tali.
  4. La barra delle notifiche. Queste, a nostro avviso, rappresentano un valore aggiunto non indifferente perchè se prima si dovevano sempre aprire le appliocazioni apposite per poter rispondere a un SMS o ad un email, ora invece si agisce direttamente dalla barra delle notifiche che, ad ogni aggiornamento, assume una importanza sempre maggiore. Jelly Bean ridisegna la barra non solo come grafica quindi, ma anche come funzioni e questa porta una notevole comodità nella user experience di tutti i giorni. Cancellare una notifica? Semplice, swype laterale e via.
  5. Widget ridimensionabili. Questa caratteristica sembra non da poco, invece per chi ama arricchire la propria Home con tanti widgets è ben consapevole che è parecchio fastidioso quando non si riescono ad inserire tutti i widget che si vogliono. Risultato? Jelly Bean permette di rimensionarli, sia in modo automatico che manuale, e se ne possono mettere molti di più (anche grazie alle risoluzioni molto maggiori dei tempi passati).

 

Jelly Bean è un minor upgrade, come lo fu Gingerbread per Froyo, però porta tantissime novità al seguito. Volendo trovargli dei difetti non possiamo non citare il problema della frammentazione di Android, dei tempi lunghissimi che si dovranno aspettare per averlo sul proprio smartphone, ma anche il fatto che iOS, Android e Windows Phone ora stanno percorrendo delle rette che vanno in una unica direzione. Il consumatore medio cosa desidera di più? Nuove funzioni? Innovazioni? Dite la vostra. Vi lasciamo con una breve preview video di Jelly Bean.

 

 

via

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.