1 commento

Android Jelly Bean: tutte le novità del dopo Ice Cream Sandwich

di del 28/06/2012
 

android 4 1 jelly bean Android Jelly Bean: tutte le novità del dopo Ice Cream Sandwich

 

L’ultima versione di Android, Ice Cream Sandwich, è stata tra le più innovative: intuitivo, veloce, fluido e personalizzabile, oltre ad introdurre numerose funzionalità (come il Face Unlock o Android Beam), scaturendo in molti possessori di smartphone e tablet Android un irrefrenabile desiderio di aggiornare il sistema operativo. Nonostante siano ancora molti i dispositivi in attesa di aggiornamento ad ICS, ecco arrivare la nuova versione: Android 4.1 Jelly Bean, pronto a mostrare tutte le nuove funzionalità nell’attesissimo tablet di Google, Nexus 7, il primo dispositivo ad essere dotato nativamente di Android Jelly Bean.

Quali sono le novità introdotte da Jelly Bean? Scopriamo insieme.

Google Now

Google Now si presenta come una delle migliori novità introdotte da Android Jelly Bean: è la risposta di Google a Siri. Non si tratta però di un assistente vocale ma di un’interfaccia di ricerca, o meglio di “assistenza”, che a partire dalla nostra posizione, l’orario, il calendario e le nostre precedenti ricerche ci fornisce informazioni e suggerimenti utili in tempo reale: ad esempio se dobbiamo prendere l’autobus Google Now ci dirà l’orario della prossima corsa, o ancora se dobbiamo prendere un volo ci consiglierà l’orario in cui avviarci verso l’aeroporto, a partire dal tempo che ci occorre per raggiungerlo, informandoci inoltre su eventuali ritardi del volo. Insomma, le card si popolano a seconda delle nostre attività, e interagiscono sia tra loro che altri servizi (traffico e orario): un sistema dalle enormi potenzialità, anche se sono da vedere le reali funzionalità in Italia.

Tastiera

La tastiera di Android Jelly Bean è ancora più intuitiva: a partire dalle prime parole digitate, Android tenterà di predire le parole successive, mostrandole come opzioni. Migliorata anche la funzione di dettatura vocale, che consente di scrivere messaggi o effettuare ricerche con la sola voce. La novità qui è nel fatto che funziona anche offline, ovvero senza connessione internet, a differenza di Ice Cream Sandwich dove il servizio è utilizzabile solo online. Purtroppo però questa funzione sarà disponile solo in lingua inglese mentre il supporto delle altre lingue sarà disponibile solo in futuro.

Notifiche

Il sistema di notifiche in Jelly Bean non ha la sola funzione di visualizzazione, ma offre la possibilità di effettuare tutte le azioni direttamente dal menu delle notifiche. Ad esempio, se abbiamo ricevuto una chiamata sarà possibile chiamare il numero direttamente dalla finestra, così come è possibile rispondere immediatamente ad un messaggio o ad una mail di Gmail senza aprire l’apposita applicazione. Lo stesso vale per gli avvisi dei social network, evitandoci il passaggio da un’applicazione all’altra. Ciascuna notifica è espandibile facendo uno swipe con due dita verso il basso, con la prima delle notifiche che viene mostrata espansa di default, mostrando tutte le azioni disponibili. Al solito, ogni notifica è eliminabile con uno swipe laterale.

Android Beam

Android Beam è una funzionalità già introdotta con Ice Cream Sandwich. Ma la nota applicazione per la condivisione dei dati tramite NFC ha mostrato i suoi limiti, soprattutto dopo la presentazione di S Beam, disponibile con il Samsung Galaxy S3. In Jelly Bean però è arricchito con nuove interessanti funzionalità. Ora è possibile scambiare foto e video con altri dispositivi con supporto NFC, semplicemente toccandoli. Inoltre ora con Android Beam sarà possibile accoppiare i dispositivi, come ad esempio un set di auricolari o speaker, facendoli semplicemente toccare con il nostro smartphone o tablet. Davvero semplice ed immediato, che di sicuro favorirà la diffusione sempre più ampia di questa modalità di trasferimento.

Camera

Potevano non mancare novità nella fotocamera? Come ogni aggiornamento che si rispetti anche l’applicazione camera ha subito delle interessanti novità. L’estetica non è cambiata, così come le funzionalità e le impostazioni, ma a rinnovarsi è il sistema di visualizzazione, condivisione ed eliminazione delle immagini. Tramite un semplice swipe verso destra sarà infatti possibile visualizzare l’ultima foto scattata e continuando con gli swipe è possibile accedere alla galleria delle foto scattate in precedenza, con la possibilità di visualizzare una particolare immagine in maniera ancora più rapida.

Facilitata anche l’eliminazione e la condivisione di una foto, operazioni effettuabili con un rapido tap, risparmiando qualche passaggio rispetto ad Ice Cream Sandwich, con la possibilità inoltre di ripristinare rapidamente l’immagine in caso di eliminazione accidentale. Insomma, chi si aspettava qualche funzione innovativa nell’applicazione camera potrà rimanere deluso, ma non si può non apprezzare l’intuitività e l’immediatezza di tutte le operazioni.

Più veloce, fluido e reattivo

Quando esce un nuovo sistema operativo, ci si limita spesso ad elencare le sole novità introdotte, in termini di funzionalità e potenzialità. Nella presentazione di Android 4.1 Jelly Bean però, si è parlato anche di “Project Butter” (letteralmente “Progetto Burro”), che segna un ulteriore passo in avanti in termini di fluidità e reattività dell’interfaccia. Questa è possibile grazie ad una nuova interazione tra processore (CPU) e unità di elaborazione grafica (GPU), grazie a 3 novità:

Triplo buffering, con cui CPU, GPU e display vengono sincronizzati per rendere disponibili le risorse hardware e migliorare l’esperienza d’uso;
Vsync, in grado di spingere la grafica fino a 60 fps (frame per secondo);
Risposta al tocco, migliorata rendendo disponibili il massimo delle risorse non appena tocchiamo il display;

Grazie al Project Butter è incredibilmente fluido e reattivo, minimizzando i lag anche con hardware non di primissimo piano.

Aggiornamento delle applicazioni più veloce

Con Ice Cream Sandwich quando uno sviluppatore rende disponibile un aggiornamento di un’applicazione installata sul nostro dispositivo rende disponibile l’intero APK. In Jelly Bean invece, gli aggiornamenti sono solo una parte delle applicazioni. Questo consente agli aggiornamenti di essere più leggeri da installare, dato che lo spazio occupato dall’aggiornamento è pari a circa un terzo di quello occupato dall’intera applicazione.

Smart Widgets

Quante volte appare la frase “spazio esaurito nella home”? In Jelly Bean i widget delle applicazioni vengono ridimensionate automaticamente. Spostando infatti un widget di grandi dimensioni, le altre applicazioni si sistemeranno automaticamente se lo spazio presente non è sufficiente.

Valutazione finale

In definitiva Jelly Bean introduce funzionalità davvero interessanti, volte però a migliorare l’esperienza d’uso di Android piuttosto che stupire con funzionalità innovative. La nostra impressione è che nonostante Android, iOS e Windows Phone siano profondamente diversi sia a livello di interfaccia che di filosofia alla base, dall’altra sembrano andare verso direzioni molto simili, con funzionalità sempre più simili tra loro.

All’assistente vocale Siri, Android risponde con Google Now, che aiuta l’utente nella vita quotidiana, con un sistema basato sulle “card” che somiglia a quelle che appaiono in Siri quando poniamo una domanda. La visualizzazione dell’ultima foto scattata e più in generale della gallerie delle foto, tramite semplici swipe, è una funzionalità ereditata non solo da alcune personalizzazioni di Android (HTC Sense) ma anche da iOS 5 e Windows Phone Mango.

Lo stesso dicasi anche per il focus sempre maggiore all’NFC: dopo gli Smart Tags di Sony, ‘etichette’ NFC preprogrammate e personalizzabili con sequenze di azioni da far eseguire al telefono, S Beam del Galaxy S3, e i pagamenti NFC anche in Windows Phone 8, era ovvio come Android Beam necessitasse di una rivisitazione.

Insomma, è difficile nascondere una lieve delusione per la mancanza di elementi realmente innovativi in Android Jelly Bean. Voi che ne pensate di questa nuova versione di Android?

avatar1 Android Jelly Bean: tutte le novità del dopo Ice Cream Sandwich

Hiroshi Andrea

Appassionato di tutto il mondo della tecnologia e dell'elettronica, soprattutto consumer. Sogna di non aver più bisogno di dormire per riuscire a dedicare il giusto tempo alle proprie passioni.

Leggi tutti gli Articoli

  • http://www.facebook.com/dhoi.blanc Dhoi Blanc

    se arrivasse su galaxy s2 potrei parlarne????????