News Smartphone

Anteprima – Apple iPhone 5 all’Apple Store di Covent Garden – Londra

Set 22, 2012

author:

Anteprima – Apple iPhone 5 all’Apple Store di Covent Garden – Londra

 

iPhone 5 si presenta a Londra: racconto del nostro inviato

 

Il meteo è quello tipico del primo autunno londinese: cielo leggermente coperto, sprazzi di sole e aria fresca che penetra nelle aperture del giubbino; non piove e questo è già un punto in nostro favore. Come avrete capito, siamo a Londra e ci stiamo dirigendo verso uno dei due Apple Store presenti nel centro città, quello di Covent Garden. Arriviamo in orario d’apertura e sin dall’uscita della metropolitana si intravedono sullo sfondo due file di persone, non molto lunghe per la verità, incanalate tra le transenne e sapientemente intrattenute dagli “uomini in blu” della Apple (così chiamati per il colore della loro divisa di lavoro). L’una è predisposta per coloro che desiderino prendere l’iPhone 5 senza contratto, l’altra, nettamente più folta e rumorosa, è  per coloro che hanno deciso di optare per prendere l’iPhone 5 appoggiandosi ad un operatore telefonico.

 

Prova e test dal vivo

La curiosità di provare dal vivo il nuovo melafonino è tanta, e subito sgaiattoliamo tra le due file nella ricerca del pertugio giusto per coloro che non devono comprare nulla, ma sono li solamente per fare un giro nel negozio. In pochi secondi siamo dentro, ed eccoli lì, nelle ormai classiche versioni nero e bianco, l’iPhone 5 ci attende. Amore a prima vista? No. Disprezzo al primo impatto ? Nemmeno. Sicuramente questo nuovo iPhone ha uno style che colpisce, sembra essere molto più raffinato del 4S e possiamo confermarvi che è decisamente più leggero, sottile e con uno schermo di dimensioni superiori rispetto ai modelli precedenti. A questo punto, dopo averlo girato e rigirato tra le mani, non resta che provare ad analizzarlo al suo “interno”, soprattutto laddove si attendevano delle novità. Un primo “giro” all’interno dello smartphone ed appare evidente come il nuovissimo sistema operativo iOS 6, reso compatibile con le ridotte dimensioni dell’iPhone 5, sia una vera e propria “bomba” in termini di rapidità ed efficienza, ma di certo non è su questo punto che si potevano nutrire dei dubbi. Mettiamoci dunque a scattare qualche foto, e vediamo se davvero la nuova fotocamera iSight è cosi performante come annunciato grazie al suo sensore retroilluminato da 8 Megapixel, un  apertura f/2.4 ed un filtro IR ibrido. Prova superata, senza alcun dubbio gli scatti fatti con il nuovo melafonino sono pregevoli: l’immagine è nitida e la definizione ottimale. Abbiamo fatto anche un rapidissimo video, anch’esso ben riuscito. Anche l’esame fotocamera è stato brillantemente superato. E passiamo ora alle due novità più “clamorose” di questo iPhone 5, ovverosia le nuove applicazioni Maps e Video che vanno a sostituire Google Maps e Youtube. Difatti come ben sapete il contratto di fornitura gratuita delle suddette applicazioni per tutti i possessori di iPhone è scaduto, e non è stato rinnovato. In sostituzione la Apple ha previsto delle applicazione da lei stessa prodotte e che ad un primo impatto sembrano reggere bene l’urto con quelle del colosso Google. Ovviamente il nostro giudizio positivo si basa su quei pochi dati che si possono collezionare testando entrambe le applicazioni per pochi minuti dentro un Apple Store, sarà senza dubbio molto più interessante andare a vedere nella vita di tutti i giorni come esse andranno a comportarsi e questo tipo di informazioni saranno presenti nella nostra recensione completa, in arrivo dopo l’uscita in Italia. Per ora il loro style e la loro praticità hanno passato senza dubbio il test. Concludendo il nostro rapidissimo check up dell’iPhone 5 dobbiamo purtroppo confermare due suoi classici difetti, il primo è l’assenza di Widget, il che costringerà i possessori del nuovo smartphone Apple ad utilizzare una applicazione per qualsiasi cosa debba esser fatta sul proprio cellulare, il che è decisamente poco piacevole, il secondo è l’assenza di aggiornamenti automatici delle applicazioni, cosa che sinceramente stentiamo a comprendere, vista la praticità di tale opzione e vista la tecnologia di base che servirebbe per aggiungerla al nuovo iPhone, tecnologia che Apple indubbiamente possiede.

 

Le impressioni del pubblico inglese

Dopo un breve giro all’interno dell’Apple Store, immersi tra tutti gli altri prodotti della casa di Cupertino, decidiamo di uscire a prendere una boccata d’aria, dopo questa full immersion di tecnologia. Guardando le persone in fila, iniziamo a chiederci cosa realmente le spinga a fare tutto ciò, e decidiamo di “piazzarci” all’uscita del negozio pronti ad intervistare coloro che dopo ore di fila possono finalmente uscire felici e contenti dall’Apple Store con la qualifica ufficiale di “possessori di un iPhone 5”. L’attesa non è molto lunga, e come sempre accade in una città glamour come Londra, le persone sono ben felici di essere intervistate. Il primo ad uscire, con un sorriso stampato sulle labbra, è David, uno studente universitario di Liverpool, che si dice subito entusiasta del suo nuovo “diamond”, così lo ha chiamato lui, e ci spiega che ha preferito comprarlo senza contratto perché in realtà lui è un vero e proprio collezionista di ogni prodotto Apple. Proviamo a chiedergli pregi e difetti del nuovo iPhone, ma la sua risposta, prevedibile, è che il termine difetto non si addice a questo prodotto, mentre ci fa un elenco di pregi spropositato, di cui forse è meglio ricordare solo la leggerezza, lo style e l’evoluzione del sistema operativo, perché a scriverli tutti non basterebbero due articoli. Molto più equilibrato il giudizio di Jess, un signore sulla cinquantina, che è al suo terzo iPhone e che ammette candidamente di comprarlo solo per vantarsene con i suoi amici, e non perché ne sia particolarmente innamorato, anzi preferirebbe avere uno smartphone meno costoso, ma la qual cosa lo farebbe sentire inferiore agli altri. Tralasciamo ogni considerazione di ordine sociologico e passiamo al nostro terzo intervistato, pardon terza, si chiama Valentine, ed è in vacanza a Londra con la sua famiglia. Ha deciso proprio all’ultimo di volersi regalare questo iPhone, il primo per lei che finora ha sempre posseduto smartphone griffati Android. Ci dice che aveva voglia di cambiare, di provare un qualcosa di nuovo e che ad un primo impatto trova decisamente “fashion” lo stile del telefono mentre ci fa notare come l’eccessiva leggerezza ha i suoi risvolti negativi per una persona sbadata come lei, che una volta ha centrifugato il suo cellulare, non essendosi accorta che si trovasse ancora nella tasca dei pantaloni. Non poteva mancare l’italiano, per la precisione un pasticciere:  Carlo. Senza pochi giri di parole ci racconta di aver fatto 3 ore di fila per prendere l’iPhone 5 a contratto, dato che lui vive a lavora a Londra da 4 anni, e che sinceramente lo trova un telefono straordinario anche se è preoccupato per l’assenza di Youtube. Avrebbe voluto attendere un paio di mesi, per comprarlo comodamente on-line oppure al negozio sotto casa, ma proprio 2 giorni addietro il suo vecchio smartphone HTC ha smesso di funzionare. Quale migliore occasione per comprare l’iPhone 5? Aspettiamo qualche minuto in attesa che esca il prossimo cliente e nel frattempo notiamo come sia pieno di passanti curiosi che si fermano a chiacchierare con la gente in fila, sicuramente desiderosi di porgli le stesse domande che ci poniamo noi. Pochi minuti ed ecco uscire dal negozio Sam e Jane, una coppia di ragazzi giovani. Oggi è il giorno del loro anniversario e dunque lui ha deciso di regalarle un nuovissimo iPhone 5, bianco, e con un contratto telefonico di due anni con l’operatore telefonico O2. Parlando con i due ragazzi veniamo a scoprire come entrambi siano da sempre possessori di melafonini, in quanto fans del compianto Steve Jobs, di cui conservano sempre su ogni nuovo iPhone  il famosissimo discorso fatto ai laureandi a Stanford (ndr: per chi non lo conoscesse, la famosa citazione “Stay hungry, stay foolish” è disponibile anche su Youtube). Si dicono soddisfatti del nuovo smartphone anche se si sarebbero aspettati qualcosa di più sotto il profilo delle dimensioni dello schermo, che secondo loro dovrebbe raggiungere i 5 pollici. Subito dopo di loro esce Donald, ad occhio e croce neo maggiorenne, che si è appena comprato un iPhone nero, senza contratto. E’ di poche parole, ma molto esaustive: è il miglior telefono del mondo, anche se costasse 1000 £ non ptrei farne a meno, soprattutto per iTunes. E scappa via. Decidiamo di aspettare qualche altro minuto, giusto il tempo di parlare con Evan e Kate, coppia americana in viaggio in U.K. ovviamente loro non hanno comprato l’iPhone 5, dato che gli sarebbe stato sconveniente, ma ci confidano di averlo già ordinato negli States in quanto credono sia arrivato il momento di sostituire il loro 4S del quale non si dicono molto soddisfatti. Del nuovo iPhone dicono di apprezzare molto la fotocamera e la rapidità di iOS 6.

 

iPhone 5: successo assicurato?

Giungiamo così al termine di questa nostra mattinata londinese passata dentro e fuori l’Apple Store di Covent Garden a scrutare il nuovo iPhone 5 ed a parlare con chi ne è appena entrato in possesso. L’impressione che ci lascia questa nostra esperienza è senza dubbio che il nuovo prodotto di casa Apple sia ben riuscito, ed ad un primo impatto possa tener fede alle promesse fatte durante la conferenza stampa di presentazione. Ora la palla passa al suo uso nella quotidianità, per questo, mentre ci dirigiamo all’interno del mercatino di Covent Garden per sorseggiare una squisita cioccolata calda, vi invitiamo seguirci ogni giorno, per avere sempre news fresche sul nuovo iPhone, aspettare la nuova recensione completa ed a discuterne con noi sul nostro forum.

Si divide tra Roma e Londra, sempre alla ricerca del modo migliore per fare soldi senza lavorare, si dedica all'alchimismo nutrizionale e alla costante ricerca della dieta magica che gli consenta di mangiare chili di gnocchi ai 4 formaggi senza ingrassare. Nel tempo libero appassionato di smartphone, PS3, diritto, finanza, ogni tipo di sport e... Snoopy.