News Tablet

Apple iPad Mini: opinioni sui dettagli, sulle specifiche, sul prezzo e data di uscita

Ott 25, 2012

Apple iPad Mini: opinioni sui dettagli, sulle specifiche, sul prezzo e data di uscita

Apple iPad Mini: opinioni sui dettagli e sulle specifiche

Se ne sono dette di tutti i colori subito dopo la presentazione del nuovo iPad Mini, soprattutto in relazione al presunto parere negativo di Steve Jobs: eclettico e sempre compianto uomo simbolo dell’azienda della mela morsicata. C’è chi si è subito sperticato in favolosi elogi di questo tablet e chi invece ha iniziato la campagna anti-Apple: noi vogliamo cercare di dare uno sguardo ad iPad Mini senza cadere in facili sillogismi o schierarci prima di averlo analizzato nel dettaglio. E’ ovvio che fino alla nostra recensione completa, si tratta di un parere e di una opinione generale, che potrete condividere o meno, magari discutendone anche nel nostro nuovo forum.

Apple ha davvero innovato quando, per la prima volta, Steve Jobs si è presentato sul palco presentando iPad e le sue potenzialità ed è inutile dire che il mercato ne è rimasto tanto affascinato da rendere questo tablet leader del mercato per molti anni di seguito. In questo fase congiunturale, il primato di iPad sui tablet Android da 10 pollici è ancora indubbio, specie grazie al nuovissimo, e rivoluzionario RETINA display, ma Google ed i principali competitors della casa di Cupertino hanno investito molto in un software sempre più performante accompagnato da tablet di più ridotte dimensioni, in particolar modo si è creata una fascia economica di tablet low-cost. Era necessaria una presenza di Apple in questa fascia e così è stato: unico cavillo che è stato riconosciuto quasi da tutti? Un prezzo fuori dalla norma, sicuramente superiore a quello che invece sta facendo le “meraviglie” di Google e dei principali competitors.

Andiamo con ordine: iPad Mini è un ottimo tablet, le cui principali caratteristiche tecniche le abbiamo presentate in questo articolo, e ve le ricordiamo in breve.

Le specifiche di iPad Mini

  • Display da 7.9 pollici
  •  Tecnologia IPS LCD
  • Risoluzione da 1024 x 768 pixel e densità da 162 ppi
  • Processore dual core A5 (lo stesso di iPad 2 e iPhone 4)
  • GPU PowerVR SGX543MP2
  • Memoria RAM da 512 MB
  • Fotocamera iSight da 5 Megapixel
  • Fotocamera anteriore da 1.2 Megapixel per videochiamate con FaceTime
  • Supporto LTE, Wi-Fi a/b/g/n, HSUPA+
  • Sistema operativo iOS 6
  • 200 x 134.7 x 7.2 mm per 312 grammi

Cosa va in questo tablet?

A prima vista è chiaro che si tratti di un dispositivo convincente ed interessante, capace di accarezzare il palato più fine dei consumatori grazie ad un mix hardware/software piuttosto convincente. Inutile girarci intorno: quasi tutti i prodotti Apple finiscono per diventare degli status symbol apprezzati dalla stragrande maggioranza delle persone per l’estrema semplicità di uso.

I punti di forza di iPad Mini sono chiaramente il sistema operativo iOS 6, sempre più mobile e stabile, nonché fluido e reattivo, arricchito di una moltitudine di funzionalità che spesso vanno anche al di là di ciò che facciamo abitualmente con un tablet. Ma ogni cosa in più va premiata e questo è il caso di un ottimo sistema operativo. Questo software è elegantemente raccolto in un iDevice che sta in una mano e che grazie ad un mix di alluminio e vetro è anche molto leggero e resistente. Il design infatti riprende le linee del fratello maggiore, l’iPad 3 di cui vi ricordiamo la nostra recensione completa, completando l’eleganza del dispositivo grazie a delle linee morbide e soprattutto alla solidità donata dall’alluminio. Il look è chiaramente di tipo premium, esattamente ciò che ti aspetti dai prodotti Apple, grazie ad una cura maniacale nei dettagli, tanto da rendere i tablet Android economici dei prodotti frettolosamente affrettati. Nonostante le dimensioni del display siano poi maggiori di quelle del Nexus 7, il peso è davvero ridotto e pari a 312 grammi.

Cosa non va in questo tablet?

La scelta di utilizzare un display più ampio dei 7 pollici ci sta, siamo onesti: su un tablet un pollice in più va sicuramente apprezzato per la migliore visibilità, e questo è stato giustamente sottolineato più volte durante la presentazione (soprattutto da Phil Schiller, che indubbiamente sa vendere, almeno più del nuovo CEO Tim Cook), vantando percentuali migliorative in ogni modo sul tablet di Google. Ma iPad Mini sfrutta una risoluzione non eccellente, lontana dai fasti del RETINA display e appena pari a quella di iPad 2: in un mondo a così rapida obsolescenza di sicuro si gradisce difficilmente un ritorno al passato.

Se è vero che l’ecosistema Apple è basato principalmente su affidabilità e stabilità, ci può stare la scelta di una risoluzione già verificata e supportata, che completa la piena compatibilità con oltre 275mila apps di App Store, ma al tempo stesso con una risoluzione che abbassa di molto la densità di pixel: immagini molto grandi ma sicuramente meno definite di come le vedremmo su un competitor Android. E se è vero che per la risoluzione si chiude un occhio, la memoria RAM è un qualcosa che ci ha stupito: il multitasking è la vera esigenza dei moderni consumatori, sempre alle prese con più stimoli e quindi… perché dotare iPad Mini di un blocco da 512 MB?

Il prezzo è poi nota dolente, perchè si parte dai 329$ per il modello da 16 GB con solo modulo Wi-Fi fino ad arrivare ai 659€ per il modello da 64 GB con Wi-Fi + 3G.

Impressioni e pareri

Purtroppo in generale l’impressione è che iPad Mini sia un dispositivo più adatto oltreoceano che qui da noi, soprattutto per via di una compatibilità alle reti LTE (che cosa sono e quale è lo stato di sviluppo in italia?) che lo rende un terminale accattivante, ma qui da noi poco sfruttabile. Per il resto, abbiamo imparato che di fronte alle presentazioni di Apple non bisogna mai lasciarsi ingannare dalle specifiche hardware: è il software a fare la differenza e questo iOS 6 che stiamo imparando sempre più a conoscere potrebbe essere davvero intrigante su un tablet così portatile.

Però rimane un po’ di amaro in bocca, soprattutto per via di una serie di scelte surrogate nel tempo dalla casa della mela morsicata: un rapporto qualità/prezzo non certo eccezionale (alzi la mano chi si aspettava un tablet Wi-Fi+3G a un prezzo almeno competitivo con i tablet Android? Noi… ci speravamo!), presentazioni che fanno il bello ed il cattivo tempo ma stanno mancando di meraviglia, quel senso di wow che tutti vorremmo quando assistiamo ad un evento di elevata fattura tecnologica.

Non pensiamo che il problema sia la morte prematura di Steve Jobs: semplicemente iPad Mini insegue i desideri del mercato, dotato di un gusto sempre più sopraffino e, in preda alla crisi dei consumi, anche molto attento al prezzo. iPad Mini sarà un successo? Per noi di Tecnologici.Net sicuramente si, ma aspettiamo le prossime presentazioni per poter rimanere abbagliati dai nuovi prodotti Apple e per vedere davvero quel “qualcosina in più”. Nel frattempo aspettiamo la sua comparsa nei negozi a partire dal 2 Novembre 2012 per i modelli Wi-Fi e circa 2 settimane dopo per i rimanenti modelli.

E a voi piace il nuovo iPad Mini? Venite a discuterne nel nostro nuovo forum.

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.