News Recensioni Recensioni smartphone Video

Asus Zenfone 2 Laser (ZE500KL) da 5 pollici: la recensione completa

Nov 21, 2015

Asus Zenfone 2 Laser (ZE500KL) da 5 pollici: la recensione completa

IMG_9988

Asus fa smartphone? Magari molti sono stupiti di questa scelta, ma l’entrata in scena del produttore in ambito smartphone è stata in punta di piedi ormai un po’ di tempo fa, mentre ora si tratta di una realtà affermata che lancia sempre di più la filosofia ZenFone. Asus ZenFone 2 Laser da 5 pollici rappresenta una ulteriore variante di un modello che ha riscosso un successo importante nei mesi scorsi, caratterizzata principalmente dal focus sulla fotocamera e capace di configurarsi come una variante molto ricca in termini di contenuti.

Con chi va a competere Asus ZenFone 2 Laser? Sicuramente nella fascia di prezzo inferiore ai 200€ non trova terreno fertile perché i concorrenti sono agguerriti ed il Moto G 2015 vuole tenersi stretta la sua corona. La scelta di Asus invece sembra pagare perché stiamo parlando di uno smartphone che si focalizza sul comparto fotografico, tallone di Achille del modello di Motorola, e su linee di design molto curate.

IMG_9991

Ecco la nostra recensione completa di Asus Zenfone 2 Laser (ZE500KL), non perdetela perché si tratta di uno smartphone che vuole davvero farsi notare nella fascia più economica.

 

Videorecensione di Asus Zenfone 2 Laser

Design

IMG_9995

Esteticamente è davvero difficile andare a riconoscere le differenze tra i modelli di Asus ZenFone 2 e questo può sicuramente rendere difficoltoso il riconoscimento del modello Laser, ma per quel che ci interessa nella recensione completa siamo pronti a rassicurarvi sulla qualità dei materiali e sulla robustezza costruttiva. Entriamo nel merito: Asus Zenfone 2 Laser è un prodotto molto curato poiché abbiamo materiali plastici che offrono un feeling molto meno economico di quello che potrebbe sembrare.

Zenfone 2 Laser, quasi andando controtendenza rispetto agli altri smartphone Android, offre anche la removibilità della batteria, ormai da segnalare accuratamente tra i pro di un prodotto.

IMG_9989

La configurazione dei tasti segue quanto già visto su altri modelli LG con il bilanciere del volume posto nella back cover sotto alla fotocamera; invece i tasti virtuali di menù, back e home sono posizionati in una cornice piuttosto ampia sotto al display.

Il design non è perfetto però, alcuni accorgimenti potevano essere curati con maggior accortezza: il pulsante di standby è posto centralmente sul bordo superiore ed è di difficile raggiungimento quando si utilizza lo smartphone.

Le dimensioni ufficiali di Asus Zenfone 2 Laser sono  143,7 x 71,5 x 10,5 mm distribuiti in 140 grammi di peso: lo spessore è piuttosto consistente ma è dovuto soprattutto alla forma del bordo che aiuta l’ergonomia.

IMG_9990

Zenfone 2 Laser si configura come uno smartphone ben studiato e comodo da usare, con una qualità costruttiva molto buona.

 

Display

IMG_9993

Ora esageriamo: se Zenfone 2 Laser fosse stato costruito con una tecnologia IPS LCD probabilmente sarebbe stato il vincitore della categoria sotto ai 200€. Il display è una unità LCD di tipo classico, ossia TFT, il che implica una luminosità un po’ inferiore rispetto a quanto siamo abituati con altri modelli e questa scelta paga dazio in occasioni di giornate particolarmente assolate.

I colori impostati in automatico non fanno gridare al miracolo, ma in questo viene incontro Asus che, in modo simile a quanto visto sugli ultimi smartphone con chip MediaTek, offre una interessantissima possibilità di settare la temperatura di colore del display direttamente dalle impostazioni. Si possono impostare i colori in modalità vivace, il che permette di aumentare la resa e l’apprezzamento del display di Zenfone 2 Laser.

IMG_9992

La risoluzione HD, da 1280×720 pixel, invece fa molto comodo perché l’impatto è davvero minimale sulla batteria senza però mostrare il fianco in termini di qualità visiva visto che la densità di pixel si avvicina ai famosi 300 ppi, vista la diagonale da 5 pollici, che rendono indistinguibili i singoli pixel da distanza ravvicinata.

Purtroppo va segnalato che il sensore di luminosità si imposta Screenshot_2015-11-18-13-38-59sempre un filo sotto al necessario, conviene impostare quest’ultima in modo manuale per due motivi: avrete sempre la luminosità desiderata (sempre vicina al massimo, specie d’estate) e risparmierete anche in termini di autonomia e batteria. Sempre continuando sui limiti di questo display, bisogna segnalare che non è stato curato con uno strato olefobico accurato e pertanto le impronte tendono a rimanere sul display, scelta opinabile visto che poi troviamo un ottimo Gorilla Glass a protezione degli urti e dei graffi.

 

Hardware e prestazioni

Asus Zenfone 2 Laser è uno smartphone Android che, a differenza di altri prodotti, sempre della casa taiwanese, monta un chip Qualcomm Snapdragon. Il chip è lo Snapdragon 410, di recente molto utilizzato in vari modelli in commercio, che sfrutta sapientemente una architettura a 64 bit (ndr: che lo rende futuribile), che offre prestazioni buone senza eccellere come avviene con i processori di fascia più alta. Se però il desiderio del possibile acquirente è quello di avere uno smartphone adattabile a varie condizioni, in grado di giocare, navigare e usare i social network, ovviamente con Zenfone 2 Laser si può.

Il resto dell’architettura è caratterizzato da 2 GB di RAM e 16 GB di memoria interna, un binomio che è davvero difficile trovare in questa fascia di prezzo e che lo rende attraente per chi ama archiviare più dati possibile sul proprio smartphone. Qualche piccolo rallentamento si soffre quando il numero di app aperte in background supera la decina,ma si tratta di una limitazione piuttosto accettabile secondo noi. La GPU, invece, è l’unità di elaborazione grafica che si occupa della grafica 3D e dei giochi in generale e, come da prassi, è una Adreno 306: se vi piace passare il tempo con lo smartphone, allora non ci sono problemi perché sarete in grado di riprodurre anche giochi come Real Racing 3 e Dead Trigger 2, piuttosto importanti dal punto di vista computazionale; se invece siete amanti dei videogame e non volete perdervi un frame, Zenfone 2 Laser magari potrebbe non essere la soluzione più opportuna per voi. Assolutamente nessuna difficoltà di riproduzione per i filmati in formato Full HD su questo smartphone, confermando la qualità generale di un processore considerato ormai rodato ed affidabile nella fascia di prezzo inferiore ai 200€.

Nei test al benchmark, rilevati su AnTuTu Benchmark, Vellamo Browser abbiamo ottenuto risultati in linea con le aspettative: col primo le indicazioni complessive sono di 23.306 punti, una media di 1900 punti ottenuti invece su Vellamo per avere indicazioni sui browser (ndr: in particolare Google Chrome).

Screenshot_2015-11-06-06-43-05 Screenshot_2015-11-06-07-16-58 Screenshot_2015-11-18-08-36-49

Il volume dell’altoparlante posteriore non è molto alto, il che limita un po’ la fruizione dei contenuti multimediali. In generale, il consiglio è quello di ascoltare filmati o altro con auricolari e/o cuffie.

 

Connettività

Zenfone 2 Laser si configura come un prodotto dalla buona connettività, caratterizzato sia dal supporto dual SIM (ndr: da sottolineare la presenza di due MicroSIM e microSD), sia dal supporto alle reti 4G. La navigazione web che ne consegue è molto buona ed è più il processore a fare la differenza, almeno nelle nostre prove. Troviamo poi il Wi-Fi supportato nei protocolli b/g/n, anche se dispiace la mancanza del supporto dual band (ndr: che stiamo apprezzando sempre più su alcuni nuovi dispositivi).

Il GPS funziona bene e rapidamente, con un fix dei satelliti piuttosto rapido che si concretizza in qualche secondo dopo il primo avvio.

Assente il chip NFC che era invece presente su altri modelli. Si tratta di una tecnologia che al momento attuale non ha offerto molti spunti interessanti, ma sicuramente diverrà più rilevante grazie all’avvento di Android 6.0 Marshmallow.

 

Fotocamera

IMG_9997

Il Laser che determina il nome di Asus Zenfone 2 Laser è riferito alla fotocamera che sfrutta il puntamento laser per una messa a fuoco rapidissima in fase di scatto delle fotografie. La fotocamera è il comparto più interessante dello smartphone e per metterlo alla prova in questa recensione lo abbiamo utilizzato per scattare foto ricordo di una gita. Il risultato è stato piuttosto interessante perché le specifiche tecniche sono complete e la qualità degli scatti è stata buona, anche se non ottima. La fotocamera è da 8 MP con dual Flash LED dual tone.

Analizziamo passo dopo passo la situazione: l’app fotocamera è il punto di maggior valore aggiunto di Zenfone 2 Laser vista la molteplice quantità di modalità e funzionalità messe a disposizione dell’utente. In modo rapido e intuitivo si può accedere alle modalità più disparate: HDR è quella più classica, che però a volte mette in difficoltà la qualità fotografica sovraesponendo leggermente i risultati, automatica, quella manuale che invece permette di impostare manualmente ogni tipo di opzione (temperatura del bianco, ISO, apertura del diaframma, ecc), modalità Bassa Luce che invece permette, in modo simile a quanto si fa con la Notturna, di aumentare gli ISO ma riducendo la risoluzione (e quindi diminuendo i problemi di grana) fino a 2 MP.

Il dettaglio delle foto è di ottimo livello di giorno, permettendo di giocare anche con la messa a fuoco selezionando l’apposita modalità. Le foto vanno in difficoltà quando cala sensibilmente la luce circostante oppure se ci sono condizioni particolari (tipo soggetto al buio in area illuminata), ma considerato che stiamo parlando di uno smartphone la resa è piuttosto buona e, anche per qualche foto ricordo, Zenfone 2 Laser si comporta in modo eccellente.

Qui di seguito vi mostriamo gli scatti ottenuti, in modo che possiate farvi una idea ragionata.

P_20151108_141716_DF P_20151107_174509_1_HDR_p P_20151107_164421_1_HDR_p
P_20151107_132234_1_HDR_p P_20151107_121306_DF P_20151107_114318_1_HDR_p
P_20151107_113653_1_HDR_p P_20151107_061411_1_p P_20151107_063352_p

I video possono essere registrati in full HD con una buona resa qualitativa, anche se l’assenza di stabilizzatore OIS si fa sentire quando ci si muove.

 

Sistema operativo

Il sistema operativo di Asus Zenfone 2 Laser è ovviamente Android 5.0.2, piuttosto indietro rispetto alle più recenti release ma sembra che Asus si occuperà dell’aggiornamento di questo prodotto ad Android Marshmallow (ndr: news comunque in attesa di verifica). Il sistema è fortemente personalizzato dal produttore grazie alla ZenUI, che si caratterizza per essere una delle interfacce più complete e personalizzate che abbiamo avuto modo di testare.

Screenshot_2015-11-18-13-39-44 Screenshot_2015-11-18-13-41-12 Screenshot_2015-11-18-13-37-28

Se da un lato graficamente si può snellire molto (non segue molto lo stile Material Design), dall’altro è ricca di app preinstallate. Moltissime purtroppo sono inutili, ma qualcuna invece può risultare divertente e di uso quotidiano. Si possono sfruttare le gestures a schermo spento (ZenMotion), i temi per la personalizzazione grafica del dispositivo, una barra delle notifiche davvero ricca di opzioni e funzionalità di accesso rapido o anche l’AutoStart Manager che invece permette di gestire tutte le app in background.

Screenshot_2015-11-18-13-37-54 Screenshot_2015-11-06-15-33-24 Screenshot_2015-11-18-13-35-29

E’ interessante rilevare come nonostante la pesante personalizzazione, Asus sia riuscita a rendere il sistema comunque rapido e veloce, grazie ad una buona interazione tra software e hardware.

 

Batteria e autonomia

La batteria è da 2.070 mAh e nonostante le aspettative fosseroScreenshot_2015-11-18-13-41-06 comunque bassine, siamo riusciti ad osservare un comportamento piuttosto buono nella vita quotidiana. Al di là dell’uso intenso, dove comunque siamo riusciti ad arrivare a sera, con un uso più “normale”, fatto delle normali operazioni quotidiane, costituite da navigazione web, riproduzione video su YouTube, qualche gioco passatempo sui mezzi pubblici, messaggistica istantanea e social network, siamo riusciti ad arrivare a 5 ore di schermo acceso e lasciando comunque autonomia residua a sera (circa il 15%).

Di rilevante importanza abbiamo osservato la presenza della modalità di risparmio energetico, impostabile nelle opzioni che preferiamo nella modalità “Personalizzato” (ad esempio scegliendo quali sono le connessioni da disabilitare per risparmiare batteria).

Considerato che spesso con questa tipologia di batteria si arriva difficilmente a sera, osservare questo tipo di autonomia su Zenfone 2 Laser ci ha davvero colpito.

 

Disponibilità e prezzo

IMG_9987

Zenfone 2 Laser è disponibile in più varianti e formati, quello che abbiamo analizzato nella nostra recensione, è il modello ZE500KL e viene venduto su Amazon.it a circa 150€, un prezzo davvero aggressivo se consideriamo la qualità dello smartphone.

E’ disponibile in nero o argento, inoltre all’interno della confezione troverete, come di consueto, auricolari, caricatore da parete, cavo microUSB-USB, manuale/guida rapida e certificato di garanzia. Va segnalato anche che Asus ha messo a disposizione per questo smartphone, e altri della serie Zenfone, alcuni accessori come OlloFlash e ZenFlash per sfruttare al meglio il comparto fotografico e garantire un maggiore intrattenimento.

 

Conclusioni

Scopri la migliore offerta su Amazon.it  

Zenfone 2 Laser è uno smartphone Android che ci ha piuttosto convinti nella prova quotidiana, grazie ad alcuni plus che ormai stanno un po’ sparendo su altri prodotti Android, come il supporto Dual SIM e microSD non esclusivo, oppure la batteria removibile. Al di là di questo tipo di caratteristiche, l’affidabilità di Zenfone 2 Laser è garantita da un processore molto snello e rodato, coadiuvato da una memoria interna che è in grado di contenere un numero elevato di scatti fotografici.

La fotocamera che doveva essere il punto forte dello smartphone è molto buona, ma forse non eccellente come ci si sarebbe aspettato invece da uno smartphone che ne fa il focus principale. In realtà il Laser va inteso come “smartphone punta e scatta” per avere immagini e soggetti sempre ben messi a fuoco.

Zenfone 2 Laser punta a competere con il Moto G 2015 e lo sfida puntando su altri elementi caratteristici interessanti, come la fotocamera e la stabilità del sistema. Questo è il punto chiave su cui Asus punta e il messaggio che vuole trasmettere.

PRO

✔ Removibilità della batteria
✔ Chip Snapdragon 410 rodato ed affidabile
✔ Binomio da 2 GB/16 GB tra RAM e memoria interna
✔ App fotocamera ricca di funzionalità

CONTRO

✖ Pulsante di standby in posizione scomoda
✖ Display che trattiene le impronte
✖ Troppe app preinstallate da Asus

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.
  • Luca

    Concordo con la recensione, ma il mio smartphone ha un fix del gps molto lento e perde facilmente il segnale. La situazione cambia totalmente se lo monto sul portatelefono attaccato al parabrezza, infatti ho fatto perugia-pisa, andata e ritorno e non ho perso un colpo.
    Ha perso il segnale dopo aver ricevuto una telefonata in vivavoce ma lo ha ripreso dopo un km a 100 km/h. Questo comportamento è normale o ha un gps un po pigro? Grazie Luca.

    • Ciao Luca, non abbiamo ravvisato questi problemi durante la nostra prova. Lo abbiamo utilizzato anche in macchina durante un viaggio nei dintorni di Roma e segnava correttamente la posizione (fermo restando qualche ovvio buco durante le gallerie).