News Recensioni Recensioni smartphone Video

Asus Zenfone Selfie (ZD551KL): la recensione completa

Feb 3, 2016

author:

Asus Zenfone Selfie (ZD551KL): la recensione completa

asus_zenfone_Selfie

Abbiamo parlato più e più volte della famiglia Zenfone 2 di Asus, che nel tempo si è arricchita di un gran numero di modelli, ognuno dalle proprie caratteristiche, ma tutti più o meno destinato al pubblico di fascia media. La recensione di oggi si concentra su Asus Zenfone Selfie, uno degli ultimi arrivati nella gamma, fin da subito notato dal pubblico per le sue caratteristiche. Come dice il nome stesso, Zenfone Selfie punta prima di tutto sul comparto fotografico e proprio questo è uno degli aspetti che ci ha più interessati nella nostra prova. Ci avrà convinti? Non vi resta che scoprirlo insieme a noi!

IMG_6263 copy

Ma non è finita: display IPS da 5.5 pollici, processore Octa-Core con ben 3 GB di RAM ed un prezzo che lo pone nella fascia medio-alta sono solo alcune delle specifiche che caratterizzano Asus Zenfone Selfie e questi, ma non solo, sono gli aspetti che andremo a sviscerare nella nostra recensione completa.

IMG_6240 copy

Videorecensione di Asus Zenfone Selfie

Design

Il design caratteristico di tutta la gamma Zenfone 2 non poteva di certo essere abbandonato in questo dispositivo e, se non fosse per alcuni piccoli dettagli, sarebbe davvero difficile distinguere tra loro tutti i modelli di questa famiglia. Cosa caratterizza Zenfone Selfie? Beh, ancora una volta il suo nome viene in aiuto: la fotocamera anteriore, quella dedicata appunto ai selfie. Se non fosse per questa (per la sua grandezza e per il Flash che la affianca), c’è da dirlo, questo smartphone potrebbe tranquillamente essere confuso con i suoi fratelli di dimensioni comparabili.

IMG_6323 copy

Le classiche linee Zenfone si trovano prima di tutto nel posizionamento dei tasti di utilizzo: tipica la collocazione sul retro del tasto per la regolazione del volume, così come quella del tasto di standby, centrale sul lato superiore. Questa soluzione è, a mio parere, comoda e non ostacola l’utilizzo dei tasti con una sola mano.

IMG_6324 copy

Le dimensioni ufficiali di Asus Zenfone Selfie testimoniano 156.5×77.2×10.8 mm, per 170 grammi di peso, e, certamente, lo smartphone si fa ben sentire, Questi numeri non così esigui, in realtà, soprattutto per quanto riguarda i quasi 160 cm di lunghezza del dispositivo, sono dovuti a scelte puramente estetiche del design, come la (anch’essa) classica banda che si trova al di sotto del testi soft-touch: elemento estetico che dona carattere allo smartphone ma intacca decisamente sulle sue dimensioni. Il rapporto superficie/display, infatti, non gioca esattamente a favore di quest’ultimo.

IMG_6325 copy

La facciata anteriore di Zenfone Selfie, oltre a contenere la suddetta banda e i tasti soft touch non retroilluminati, è dominata dalla fotocamera frontale, accompagnata da Flash e altoparlante, e ospita anche il led di notifica. Sul retro, invece, troviamo la Camera principale, con doppio Flash LED, i tasti di regolazione del volume, il classico logo Asus e l’altoparlante principale. La back cover removibile in policarbonato, che compone la facciata posteriore e avvolge anche le superfici laterali, risulta un po’ dura nella rimozione e bisogna forzare non poco per riuscire a toglierla: non abbiate paura di romperla!

In generale, dal punto di vista estetico il design di Asus Zenfone Selfie è premiato a pieni voti. Le vivaci varianti colore di cui si tinge la back cover, inoltre, arricchiscono il carattere e la piacevolezza dello smartphone.

Display

Asus Zenfone Selfie monta un pannello IPS da 5.5 pollici, in risoluzione Full HD 1080×1920 pixels. Nel complesso, ci troviamo di fronte ad un display certamente equilibrato, con una piacevolissima visualizzazione e colori brillanti e vividi.

zenfone5

Tra le tante funzionalità che Asus mette a disposizione degli utenti c’è la possibilità di scegliere la Modalità di colore dello schermo (tramite l’applicazione Asus Splendid), che può passare da bilanciato, a filtro colore blu, a vivace, fino a personalizzato, e permette di modificare anche la temperatura del colore. Si tratta di una funzionalità probabilmente utile e sfruttabile dai più esperti, ma anche mantenendo la tonalità bilanciata non si ha nessun calo di qualità e la visualizzazione resta sempre di ottimo livello.

Screenshot_2016-01-28-15-10-30

Lo schermo è protetto da vetro Corning Gorilla Glass 4, che soffre un po’ le “ditate” ma è facilissimo da pulire e soprattutto protegge ampiamente il display in caso di caduta accidentale.

Hardware

Per quanto riguarda il comparto hardware, Asus Zenfone Selfie integra processore Qualcomm Snapdragon 615, a 64-bit, con CPU Octa-Core. Certamente niente male, se si pensa che il tutto si arricchisce di ben 3 GB di RAM. Nella pratica quotidiana di certo la fluidità e la velocità non mancano. 32 sono invece i GB per l’archiviazione interna, di cui effettivamente disponibili circa 25, e non manca la possibilità di espandere la memoria tramite MicroSD.

Per quanto riguarda i test benchmark, dobbiamo dire che vista l’architettura dello smartphone forse ci aspettavamo qualcosa di più. Asus Zenfone Selfie raggiunge 31835 punti su AnTuTu, mentre su Vellamo totalizza 1609 punti nella sezione MultiCore e 2311 nel testi Browser. Vi ricordiamo, come sempre, che AnTuTu ha cambiato la scala dei valori e il risultato non può essere paragonato con quello ottenuto su modelli più vecchi.

Screenshot_2016-01-28-22-52-46Screenshot_2016-01-29-14-57-40Screenshot_2016-01-29-15-05-42

Buona l’esperienza di gaming. La grafica di Zenfone Selfie è affidata a GPU Adreno 405, ma è soprattutto la frequenza della GPU ad aiutare molto in questo senso. I 3 GB di RAM disponibili rendono infatti il gioco fluido, anche nei casi più pesanti e complessivamente questo smartphone fa un ottimo lavoro, anche ovviamente nel multitasking.

Screenshot_2016-01-29-15-42-00

Connettività

Asus Zenfone Selfie arricchisce il suo spettro di specifiche grazie al supporto Dual SIM, che costituisce, in ambito di connettività, certamente un punto che può interessare e allargare il bacino di utenza. La tecnologia su cui si basa questo dispositivo è Dual SIM Dual Standby e supporta in entrambi gli slot il formato MicroSIM. Le due utenze sono dotate di supporto LTE, il che certamente costituisce un vantaggio, per la navigazione alla massima velocità in ogni condizione.

Il Bluetooth 4.0 dà buoni risultati di accoppiamento con dispositivi predisposti. Abbiamo, ad esempio, collegato lo smartphone ad una SoundBar senza alcun problema. Assente la connettività NFC, ma alla fine questa tecnologia stenta fortemente a decollare.

Fotocamera

Il comparto fotografico di Asus Zenfone Selfie è forse l’aspetto che più cattura l’attenzione di chi decida di acquistarlo e, anche per questo, merita un focus particolare nella nostra recensione.

Iniziamo dalle caratteristiche tecniche: sia posteriormente che frontalmente, Asus si affida ad un sensore da 13 MP, affiancato, in entrambi i casi, da doppio Flash LED. Nella camera principale, a questo si aggiunge il laser autofocus, mentre la camera “secondaria” allarga il proprio raggio grazie ad apertura focale f/2.2.

IMG_6291 copy

La qualità non è da mettere in dubbio, in entrambi i comparti. Ottima luce e ottima resa dei colori, in molteplici condizioni.

Ma andiamo per gradi. Partendo dalla camera principale, se proprio dobbiamo trovare una pecca, va nominata la velocità di scatto. I tempi di ripresa tra uno scatto e l’altro risultano leggermente lunghi e non sempre si riescono a scattare foto in sequenza immediata, mantenendo il focus. E’ certamente, questo, un peccato in quanto non sempre la foto riesce a rispecchiare nella pratica il potenziale che il comparto ha.

La vera punta di diamante di questo dispositivo è la Selfie-Camera. A partire dai numeri, infatti, ci troviamo di fronte ad un comparto senza precedenti, che non solo si basa su sensore da 13 MP, ma che permette di scattare autoscatti con la stessa accuratezza con cui si scattano normali fotografie, grazie alla presenza del doppio Flash LED. Anche in questo caso, abbiamo trovato qualche difficoltà nello scatto sequenziale, perdendo in qualche occasione il focus.

zenfone6

Ad arricchire però le opportunità e la qualità del comparto fotografico di Zenfone Selfie ci pensa la applicazione dedicata alla Fotocamera e le tante, tantissime (anche troppe) funzionalità di scatto donate da Asus.

Sono ben 17, infatti, le modalità tra cui scegliere per eseguire gli scatti, sia frontalmente che posteriormente: Automatica, Manuale, HDR, Ritocco fotografico (sbiancamento pelle, correzione pelle, rossore, correzione occhi, effetto guance scavate), Risoluzione super, Luce bassa, Notturna, Profondità di campo, Effetto, Animazione Gif, Panorama, Miniatura, Indietro nel tempo, Rimozione int. (per eliminare oggetti indesiderati dallo sfondo), Sorriso, Rallentamento, Rallentatore (per i video).

Screenshot_2016-01-29-15-43-59

L’utilizzo di tutte queste funzionalità è di certo divertente e permette davvero di personalizzare ogni foto in base all’esigenza dello scatto, ma d’altra parte è anche una feature “da smanettoni” ed esperti, che rischia di non essere sfruttata al massimo da ogni utente.

Per parlare comunque della resa generale delle foto scattate con Asus Zenfone Selfie, le aspettative sono state mantenute, anche se ancora non si è raggiunta la “perfezione”. Di seguito, vi mostriamo i nostri scatti, realizzati con diverse modalità:

P_20160126_100716 P_20160126_100509 P_20160122_103330 P_20160126_100807_DF
P_20160128_171937 P_20160121_191726 P_20160129_103321_SR P_20160129_104356_BF

Sistema operativo

Nonostante Asus abbia fatto totale affidamento su Android per la gestione del Sistema Operativo, in versione Lollipop 5.0.2, è l’interfaccia ZenUI a dominare qualsiasi funzione e l’utilizzo di Zenfone Selfie. Tantissime le App Asus preinstallate e tantissime, “troppe” le funzionalità messe a disposizione.

Screenshot_2016-01-29-15-43-30

La personalizzazione dello smartphone è possibile tramite l’applicazione dei Temi: 3 sono le configurazioni già predisposte sullo smartphone, ma molti altri sono i temi scaricabili dal web.

Un aspetto che ho trovato un po’ scomodo è la “razionalizzazione automatica delle App” che sfrutta Asus, nel senso che nel Menù delle applicazioni esse vengono raggruppate in cartelle automatiche. Chiaramente, non è una funzione fissa e tutte queste App possono essere facilmente “liberate”.

Screenshot_2016-01-29-15-51-39

Tra le applicazioni preinstallate, utili per il controllo e la gestione dello smartphone sono Auto-Start Manager, che permette di controllare le applicazioni aperte in back ground, Clean Master, che monitora lo stato della memoria, e Asus Mobile Manager, per incrementare la potenza del dispositivo. Per la gestione delle foto, invece, citiamo ZenCircle, il social network targato Asus che permette di editare e condividere gli scatti di Zenfone Selfie.

Screenshot_2016-01-29-15-43-12

La possibilità di impostare varie gesture di utilizzo è affidata alla ZenMotion, tra cui troviamo la Modalità ad una mano (attivabile con doppio tap sulla home o dal Menù rapido). Come dice il nome stesso, questa feature trasmette “in piccolo” lo schermo dello smartphone, permettendo di utilizzarlo, appunto, con una sola mano.

IMG_6285 copy

Asus plasma questo Zenfone Selfie secondo le sue linee guida: nulla è lasciato al caso e l’utente è guidato in ogni gesto quotidiano dalle molteplici funzionalità messe a disposizione.

Asus Zenfone Selfie è predisposto e pronto per accogliere l’aggiornamento ad Android Marshmallow.

Screenshot_2016-01-19-15-41-03

Batteria e autonomia

IMG_6275 copy

Sul fronte autonomia, lo dico subito, mi sarei aspettata qualcosa in più. Asus Zenfone Selfie monta batteria removibile con capacità di 3000 mAh e si spinge davvero a fatica oltre l’utilizzo giornaliero. Chiaramente influenzata dall’utilizzo che si fa dello smartphone, l’autonomia cala in fretta quando lo si usa in maniera “spinta”, per navigazione e gaming. Raramente si superano le 4h di accensione del display e in media il dispositivo resiste circa 12 ore.

In aiuto a questi fattori c’è sicuramente la removibilità della batteria, che è ancora un punto di forza per molti smartphone, ma soprattutto intervengono le modalità di risparmio energetico messe a disposizione da Asus: modalità prestazioni, bilanciata, risparmio intelligente e risparmio energia massimo. La cosa più interessante in questo senso è la possibilità di impostare l’auto-switch tra una modalità all’altra. Si può, infatti, scegliere di passare automaticamente al risparmio Ultra quando il livello di batteria scenda al di sotto del 25 o 15%, oppure impostare l’orario di switch tra le modalità desiderate. Questa feature può sicuramente venire incontro nella gestione razionale della carica.

Screenshot_2016-01-21-10-32-56

Un punto di pregio sul fattore batteria di Zenfone Selfie è, invece, la velocità di ricarica. Caricando il dispositivo a partire da un livello di batteria attorno al 10%, basterà circa un’ora e mezza per arrivare a carica completa.

Disponibilità e prezzo

Come detto all’inizio di questa recensione, Asus Zenfone Selfie è uno degli ultimi arrivati nella famiglia Zenfone, uscito lo scorso Agosto 2015. Il prezzo di lancio è di 299€ e, attualmente, lo si può facilmente trovare online ad un costo attorno ai 260/270€ (ndr: parliamo sempre della versione 3GB/32GB, ma ricordiamo che esiste anche da 2GB/16GB). Potete trovare Zenfone Selfie anche su Amazon al seguente link.

Il rapporto qualità/prezzo nel complesso è buono, soprattutto nella fascia di prezzo in cui lo si trova attualmente. Siamo davanti ad uno smartphone completo, con ottime specifiche tecniche e un utilizzo quotidiano che rispetta le esigenze della fascia di pubblico a cui si rivolge.

IMG_6287 copy

La confezione di vendita è piuttosto basilare: all’interno della scatola troviamo cavo USB per il collegamento, l’alimentatore Asus, una breve guida per l’utente e gli auricolari (non presenti nel nostro sample di prova).

Asus Zenfone Selfie è, infine, uno smartphone super colorato, disponibile nelle variante Pink, Aqua Blu e White.

Conclusioni

Alla fine delle nostre classiche due settimane di utilizzo, mi sento di affermare che la mia esperienza con Asus Zenfone Selfie è stata nel complesso positiva. Il funzionamento quotidiano non mi ha mai tradita e molti aspetti messi insieme mi hanno permesso di condurre una soddisfacente esperienza d’uso. L’aspetto che ho trovato più limitante è stato quello della batteria, che è risultata un po’ altalenante, chiaramente in relazione all’utilizzo che ne ho fatto. Complessivamente, su 14 giorni di utilizzo, solo in 3/4 occasioni sono riuscita a spegnere lo smartphone la sera con una piccola percentuale di carica residua.

IMG_6286 copy

Per esprimere, però, un giudizio finale, mi sento di promuovere questo smartphone con un discreto parere positivo, anche se il vero limite è posto in un prezzo di acquisto forse un po’ troppo elevato rispetto alle aspettative.

PRO

✔ Fotocamera anteriore da 13 MP con doppio Flash LED
✔ 3 GB di RAM non fanno mai tentennare la fluidità
✔ Supporto Dual SIM
✔ Ampia memoria interna
✔ Prossimo all’arrivo di Mashmallow

CONTRO

✖ Qualche problema di focus negli scatti
✖ La batteria non convince fino in fondo, utilizzo medio quotidiano
✖ Tasti soft-touch non retroilluminati
✖ Rapporto superficie/display non equilibrato

Sempre in cerca di qualcosa di nuovo da scoprire, trova nella tecnologia un'eterna fonte di ispirazione. Attenta all'ambiente e al mondo che la circonda, è determinata a seguire le sue passioni.