News Recensioni Recensioni smartphone Video

BlackBerry Z10: recensione completa e approfondimento novità OS 10.2.1

Mar 4, 2014

BlackBerry Z10: recensione completa e approfondimento novità OS 10.2.1

blackberry-z10-design-hands-front-cover

Perché recensire BlackBerry Z10 ad un anno dall’uscita sul mercato italiano? Il motivo è presto detto e va ricercato nella presenza di un nuovo sistema operativo, sempre più aggiornato e gradevole, nonché stabile ed affidabile, ma anche nell’ attuale posizionamento di mercato del terminale. Difatti, complice l’anno di vita, finalmente questo smartphone è arrivato al più allettante prezzo orientativo tra i 200 ed i 300€, oltre la metà in meno rispetto a quanto era richiesto ai consumatori lo scorso anno.

Il BlackBerry Z10 finalmente può fregiarsi del nuovo sistema operativo, proprietario della società RIM (Research-In-Motion), giunto alla interessante versione 10.2.1, che finalmente aggiunge moltissimo sia in tema di personalizzazione del dispositivo, sia in fatto di supporto di applicazioni Android. In particolare questa recensione verterà molto sulle novità portate in tema di sistema operativo su BlackBerry Z10, in grado di allungare il ciclo di vita di questo prodotto.

Tra le specifiche hardware troviamo, nonostante il periodo di uscita, un dispositivo che può dire la sua nel periodo attuale grazie ad un display da 4.2 pollici dotato di risoluzione HD, abbinato ad una fotocamera da 8 Megapixel, con un cuore Qualcomm Snapdragon di tipo Dual Core ad alta frequenza. Queste caratteristiche tecniche, abbinate al sistema operativo BlackBerry OS 10.2.1 permettono di avere un terminale abbastanza fluido, capace soprattutto di unire il lato business a quello consumer di intrattenimento.

blackberry-z10-display

Considerato che BlackBerry Z10 arrivò come smartphone della rivoluzione di casa RIM, anche per via dell’utilizzo di una versione molto più recente del sistema operativo, ma soprattutto per la decisione di utilizzare uno smartphone full touchscreen, privo della famosissima tastiera QWERTY fisica propria della casa. Cosa doveva mantenere? La funzionalità e il supporto al lato business, abbinandosi perfettamente al lato consumer. Ci è riuscito? Scopriamolo in questa recensione completa.

Design

blackberry-z10-design-back-cover

Iniziamo, nell’analisi completa di BlackBerry Z10, con la descrizione del design. Come abbiamo avuto modo di scoprire, la casa BlackBerry si è negli ultimi tempi evoluta assieme al mercato, abbandonando leggermente quelle che sono sempre state le linee guida dei proprio terminali, a favore di aspetti più moderni e al passo con i tempi.

Il risultato è, in questo specifico caso, un dispositivo di richiamo spiccatamente moderno e che ricorda nelle linee prettamente stilistiche il design di iPhone 5. Tale somiglianza, però, va intesa solo per quanto riguarda la forma arrotondata degli angoli e quella un po’ più rigida, invece, della parte laterale. Leggermente diverse, invece, appaiono le dimensioni, che nel caso di Z10 testimoniano 130×65.6×9 mm, affiancate da un peso di 136 grammi. Lo spessore è sicuramente un punto a favore di questo smartphone, anche se, affiancato al materiale di cui si costituisce la parte posteriore, penalizza la presa e la tenuta del dispostivo, il quale appare talvolta scivoloso.

blackberry-z10-design-borders-3 blackberry-z10-design-borders-4

Vediamo nel dettaglio le parti costituenti il design di BB Z10.

Lo sportello posteriore rimovibile, contenente la batteria, è interamente costituito in plastica resa non perfettamente liscia da un disegno geometrico ‘a rete’ appena visibile in controluce. Tale disegno, oltre a spezzare esteticamente la finitura, ha il vantaggio di aumentare la presa del dispositivo in mano. Tale superficie è dominata dal logo della casa produttrice BlackBerry, mentre alla Fotocamera Principale da 8 MP è riservato lo spazio in alto a sinistra, dove la troviamo posizionata accanto al Flash.

blackberry-z10-design-back-hands

La banda laterale, fabbricata in policarbonato liscio, racchiude tutti i tasti e gli slot di utilizzo pragmatico del dispositivo. In materiale di fabbricazione, in particolare, costituisce un elemento di continuità con la parte anteriore, poiché proprio in alluminio sono realizzate le due bande superiore e inferiore allo schermo. Per andare nello specifico però, sul lato sinistro troviamo, posizionati al centro, due porte: una USB, utilizzabile anche per il collegamento dell’ alimentatore, e una micro HDMI per la connessione con proiettore o altri dispostivi. La parte laterale destra ospita invece, in alto, i tasti per la regolazione del volume, tra i quali troviamo posizionato il tasto Mute, per la messa in silenzioso dei suoni del dispositivo. È solo nella fascia superiore, invece, che troviamo il tasto di standby, affiancato dal jack per l’ inserimento degli auricolari. Una particolarità nel design risiede nella diversa scelta dei colori, in quanto i tasti sopracitati, non sono neri e bianchi, secondo il modello, ma di colore argenteo.

blackberry-z10-design-borders-2 blackberry-z10-design-borders-1

La facciata anteriore di BlackBerry Z10, come già accennato, si compone di una cornice in acciaio attorno allo schermo, su cui troviamo posizionati solamente gli altoparlanti. Incastrato in questa cornice, invece, troviamo il comparto display. Attorno ad esso è possibile notare una seconda cornice, contraddistinta dal colore, che rimane nero anche nel caso del modello bianco, e dove si collocano il LED di notifica e la Fotocamera secondaria, in alto, e il logo esteso BlackBerry. La mancanza di adattamento alla colorazione del modello costituisce una piccola nota di demerito perché tale seconda cornice si fonde perfettamente nel caso in cui il dispositivo sia nero, mentre spezza forse eccessivamente nella variante in bianco, come quella da noi testata per la recensione completa.

Particolare è la totale assenza di tasti fisici sulla facciata, in quanto tutte le operazioni per l’utilizzo del dispositivo, compaiono nell’interfaccia.

 

Display

blackberry-z10-display-frontale

Le fortune di BlackBerry, omonima casa produttrice di BlackBerry Z10, furono affidate a questo terminale privo di tastiera QWERTY fisica, ponendo questo display da 4.2 pollici come fulcro del nuovo smartphone e della nuova esperienza utente. Il display occupa gran parte della facciata frontale e si caratterizza per la sua risoluzione HD da 1280 x 768 pixel che gli conferisce 355 ppi di densità di pixel per pollice. Non stiamo parlando della stessa qualità osservabile su un display Full HD, ma complice la densità molto elevata possiamo constatare che non si riescono ad inviduare, ad occhio nudo, i singoli pixel.

blackberry-z10-display-2-angles

La qualità del display è favorita da un’ottima luminosità, facilmente gestibile attraverso le impostazioni dedicate allo schermo che permettono non solo di livellare in alto o in basso quest’ultima, ma anche di gestire la dimensione del carattere sia nei menù che in qualsiasi altro tipo di contenuto. Sempre dalle impostazioni si può addirittura stabilire il calore del bianco, quindi scegliere se virare verso tonalità più fredde (bianco verso il blu) o più calde (un bianco verso il giallo) a seconda della nostra preferenza.

Uno dei principali pregi di BlackBerry Z10 e del suo display è quello di avvalersi di una diagonale non eccessivamente ampia, capace di permettere l’utilizzo ad una mano con una ottima reattività del pannello touchscreen sottostante.

blackberry-z10-display-focus-ppi

I colori sono molto verosimili, con un buon angolo di visione che ci permette comunque di vedere, posto un livello minimo di luminosità, il nostro smartphone anche in angolazioni non esattamente perpendicolari rispetto al nostro occhio.

Hardware e connettività

Il cuore del BlackBerry Z10 è un chipset Qualcomm Snapdragon MSM8960 caratterizzato da un processore dual core di tipo Krait che può spingersi fino a 1.5 GHz. Come sempre abbiamo sottolineato nelle nostre recensioni, non si possono fare confronti diretti tra processori dual core e octa core, proprio perché si deve valutare in base all’architettura software utilizzata su di esse. Proprio per questo, il BlackBerry Z10 risulta piuttosto gradevole e fluido, anche se i tempi di caricamento o di apertura delle app non sono sempre fulminei. Andando con ordine ricordiamo che è montata una GPU Adreno 225, più che sufficiente per far girare su questo smartphone anche giochi abbastanza complessi come Real Racing 3. Chiaramente qualche micro-lag o perdita di frame-rate può essere presente, soprattutto nei primi avvii.

La memoria RAM è da 2 GB ed uno dei punti di forza di questo terminale è rappresentato da questa, poiché effettivamente il multitasking è gestito in maniera eccellente, supportato in modo corretto dal sistema operativo, permettendo di mantenere in background le varie applicazioni e riaprendole in tempi davvero rapidi.

La memoria interna è invece da 16 GB, espandibile ulteriormente fino a 64 GB con una microSD, in modo da non sentire l’esigenza ulteriore di spazio per archiviazione dati o per le applicazioni.

Questo tipo di architettura hardware permette a BlackBerry Z10 di essere utilizzato sia per lavoro che per intrattenimento, potendo riprodurre anche filmati DivX/XviD/MP4/WMV/H.263/H.264 in modo nativo ad alta risoluzione e senza difficoltà. Lato giochi invece segnaliamo la possibilità di giocare anche APK provenienti dal sistema operativo Android, in questo caso con qualche micro-lag in più rispetto alle controparti che potrete giocare sui portabandiera di altre case produttrici, ma si tratta di una ulteriore possibilità.

I tempi di apertura delle app sono pressoché rapidi, ma se sfrutterete molto il BlackBerry Hub, novità di questa versione firmware, vi accorgerete che spesso a fronte di una apertura rapida (ad esempio di un tweet su Twitter), avrete qualche rallentamento rispetto all’utilizzo finale (quindi proprio nel rispondere magari a quel tweet). Per comprendere al meglio cosa intendiamo, vi consigliamo di visualizzare la nostra videorecensione, la troverete come ultimo paragrafo di questa recensione.

blackberry-z10-os10.2.1-antutu-geekbench

Abbiamo sottoposto poi il Blackberry Z10 ad una serie di test al benchmark, il risultato più significativo è stato ottenuto con GeekBench 3, in grado di valutare le prestazioni in ambito grafico e spiegando le modalità di gestione del 3D. Il risultato ottenuto è di 913 per i compiti multi-core e di 467 per quelli single-core, che lo pongono in competizione con gli smartphone Android come Xperia T, Xperia V o HTC One X. Abbiamo poi installato AnTuTu Benchmark, che invece ha raggiunto il punteggio di 11.630 punti, ma questo punteggio va valutato con le pinze non essendo l’applicazione compatibile al 100% con il sistema operativo in questione.

La connettività è invece ottima, poiché BlackBerry Z10 include anche il chip NFC per gli scambi ravvicinati (lo abbiamo provato anche sulla nostra mini-stampante NFC e funziona correttamente), si avvale del Bluetooth 4.0. Tra le novità più interessanti che lo rendono soprattutto ancora attuale e più che futuribile va considerato il supporto alle reti 4G LTE, mentre in 3G può arrivare fino a 21 Mbps, fermo restando che la soluzione ideale è sempre quella di avere un operatore che garantisce una ottima copertura. Non manca il Wi-Fi con protocolli a/b/g/n, con una buona ricezione del segnale anche quando il modem è lontano. Rispetto ai precedenti firmware, si segnala una ricezione più stabile del segnale wireless.

 

Fotocamera

blackberry-z10-camera-8-megapixel

Piacevole sorpresa del BlackBerry Z10 è stata la fotocamera che seppur arrivando “solo” a 8 Megapixel di sensore, si può avvalere di una ottima qualità complessiva in ambito fotografico. La fotocamera si avvale di un Flash LED posto esattamente a fianco del sensore, in grado di fornire una buona luminosità in caso cali eccessivamente la luminosità nell’ambiente circostante.

L’applicazione dedicata alla fotocamera non è particolarmente accativante in quanto ad opzioni fornite, inoltre ogni tanto ci si scontra con il fastidioso problema che per scattare si deve “tappare” direttamente sul display e non c’è un pulsante dedicato: questo vuol dire che talvolta se vorrete entrare nelle impostazioni, vi capiterà di effettuare qualche scatto non voluto. Come rovescio della medaglia, questa meccanica di scatto permette al BlackBerry Z10 di utilizzare comodamente anche la fotocamera posteriore come fotocamera per autoscatti e selfie.

La qualità delle foto, specialmente in termini di riproduzione dei colori, è veramente buona poiché molto vicina alla realtà con colori saturi, vivaci e senza una particolare grana digitale. Al calare della notte, con il Flash, si riesce comunque ad ottenere qualche buono scatto, fermo restando che talvolta vi capiterà di fare più tentativi per avere il miglior risultato possibile. Come sempre, cliccate sulle foto per visualizzarle in dimensioni originali:

IMG_20140222_164647 IMG_20140222_164703 IMG_20140219_134852 IMG_20140215_234743
IMG_00000012 IMG_00000009 IMG_00000001 IMG_20140219_160351

Il BlackBerry Z10 inoltre può registrare in formato Full HD da 1920 x 1080 pixel, con video abbastanza puliti e un effetto blur non eccessivo. Anche la registrazione dell’audio è più che valida, il microfono riesce ad isolare il rumore di fondo.

Sistema operativo

blackberry-z10-os10.2.1

Vera grande novità su cui vorremmo soffermarci in questa recensione di BlackBerry Z10 è la nuova versione 10.2.1 del sistema operativo. L’interfaccia è rimasta pressoché similare a quella che sicuramente avrete avuto modo di vedere in passato, con un menù disposto in griglia da 4×4 icone. Lo scorrimento avviene tuttora in orizzontale e swypando verso sinistra andrete invece al BlackBerry Hub, vero fulcro di questo sistema operativo. Questa applicazione funge da Hub, vi consente difatti di raccogliere tutte le notifiche, anche seconda la priorità che potrete determinare voi (Priority Hub) di social network, E-mail, chiamate, appuntamenti, ecc. Va specificato che si può rispondere anche direttamente dall’Hub in modo da aprire, solo quando necessario, anche l’app di riferimento.

La chiusura delle app viene effettuata con uno swype verso l’alto, una volta effettuato si aprirà una finestra aggiuntiva, dedicata invece al multitasking, da cui potrete accedere a tutte le app in background e riaprirle in una manciata di secondi. Tra le novità offerte dal sistema operativo troviamo sicuramente delle impostazioni più curate e personalizzabili, basti pensare alla barra delle notifiche da cui si possono selezionare le impostazioni rapide. Proprio tra le impostazioni c’è la possibilità di controllare molteplici funzionalità, come ad esempio quelle relative al display di cui vi abbiamo già parlato nei precedenti paragrafi di questa recensione, oppure la gestione delle applicazioni, relativamente a quelle che consumano maggiore batteria o richiedono un maggior ausilio di CPU.

Proseguendo il viaggio nella versione 10.2.1 di BlackBerry Z10 abbiamo apprezzato una cosa più di tutte: la compatibilità dello smartphone con le applicazioni Android. Non le scaricherete da Play Store, come avviene con gli smartphone dotati di questo sistema operativo, ma dovrete scaricare direttamente gli .apk (in pratica quello che sono i file eseguibili .exe per i PC) e li caricherete comodamente sul vostro Z10.  Nella videorecensione troverete un esempio di questo processo, che viene anche chiamato Side-Load, ma che in questa versione è reso ancora più semplice e vicino alla gestione nativa delle app.

blackberry-z10-os10.2.1_v2

Purtroppo invece BlackBerry World, il mercato di applicazioni proprio di BlackBerry, tarda ad arrivare ai livelli dei più blasonati store, offrendo si molte applicazioni ma pagando l’assenza dei servizi Google (tanto per citare YouTube, ad esempio, sarete costretti o a scaricare l’apk, oppure ad utilizzare SuperTube, un client di terze parti che appunto vi permetterà di visualizzare i video direttamente senza accedervi da web).

Come sempre ritroviamo BlackBerry Maps, funzionale in caso di navigazione, ma anche la gestione del lato business non è lasciata al caso, grazie alla presenza di Documents To Go che vi permetterà di utilizzare e modificare i vostri file Word, Excel e PowerPoint.

Menzione d’onore va alla tastiera QWERTY virtuale del sistema operativo BlackBerry, davvero affidabile, veloce e in grado di funzionare sia con lo swype sui tasti, sia attraverso la semplice digitazione tasto per tasto, ma con un vocabolario molto ampio ed un sistema predittivo molto affidabile e semplice da utilizzare.

BlackBerry OS, giunto alla versione 10.2.1, si dimostra un sistema affidabile, anche piuttosto solido. Paga forse in qualche ritardo di troppo,  specialmente quando si tratta di passare dal BlackBerry Hub alle app.

 

Batteria

blackberry-z10-battery-teardown

Come già accennato nella sezione dedicata al Design, BlackBerry Z10 è dotato di batteria rimovibile, tramite la rimozione dello sportello posteriore. Tale batteria è una unità da 1.800 mAh, che garantisce, stando alle specifiche, una durata fino a 10 ore in conversazione e fino a 13 giorni in standby.

La pratica dei nostri giorni di prova, tuttavia, ci ha delusi in tale ambito, poiché abbiamo riscontrato un dispositivo non sempre in grado di supportare il lavoro e lo stress richiesti dall’utilizzo quotidiano. Oggigiorno cerchiamo sempre più la massima resa al minimo sforzo, in ambito tecnologico, equivalente ad un basso consumo energetico in batteria a fronte di una pressione maggiore di utilizzo.

Il dispositivo non sempre ha risposto all’esigenza di un utilizzo giornaliero ed è questo che occorre aspettarsi dall’ autonomia che esso può offrire, soprattutto per via delle esigenze lato business di questo terminale. Abbiamo infatti incentrato il nostro utilizzo su e-mail, documenti e vari account sincronizzati in push, mentre il lato intrattenimento verteva principalmente su video (su SuperTube), musica e più raramente giochi.

Disponibilità e prezzo

BlackBerry Z10 Smartphone, Display da 4.2 Pollici, Touchscreen, Fotocamera 8 Megapixel, Memoria Ampliabile 16 GB, 4G LTE, Nero [Germania]
Prezzo consigliato: 629€
Risparmi: 509.1€ (81%)
Prezzo: 119.9€

Il dato principale di BlackBerry Z10 che aveva un po’ sconcertato al momento dell’annuncio da parte del produttore era stato proprio il prezzo, ponendolo addirittura a 699€. Il dispositivo è arrivato sul mercato italiano con la colorazione di bianco e nero, con diversi operatori pronti ad inserirlo a catalogo. Successivamente, visto anche lo scarso numero di pezzi venduti, ha superato diversi tagli ed ora, in combinazione con l’uscita della versione 10.2.1 dell’OS, si può trovare a prezzi più che concorrenziali anche sui siti ecommerce o nei centri commerciali.

Tra le offerte più interessanti segnaliamo che un noto store (eprice) lo ha posto a 229€ più spese per la versione con garanzia italiana, un prezzo che rilancia sicuramente le ambizioni di questo terminale. Il prezzo medio oscilla tra i 229€ ed i 299€. Ricordiamo che nel box di vendita è compreso il caricatore UK, quello standard per l’Italia, il cavo microUSB-USB 2.0, gli auricolari più una serie di guide rapide multi-lingua e, al tempo stesso, gli importanti certificati di garanzia.

 

Conclusioni

blackberry-z10-design-intro

BlackBerry Z10 simboleggiava un anno fa il rilancio di BlackBerry e delle sue aspettative. A distanza di un anno la situazione rimane comunque difficile, ma complice un nuovo cambio al vertice e complice l’uscita del sistema operativo 10.2.1 possiamo affermare che il tentativo di rilancio è sicuramente ambizioso ma, al tempo stesso, basato su solide basi.

Il terminale, pur non avendo un hardware all’avanguardia, dimostra che la solidità e la compattezza con cui è costruito non lo vede ancora alla fine del suo ciclo di vita. Abbiamo infatti apprezzato le dimensioni del display, abbinate ad una risoluzione HD che gli permette di offrire una buona visibilità. Al di là dell’ottimo upgrade firmware che riteniamo centrale per poterlo nuovamente considerare tra i possibili acquisti, riteniamo che anche la fotocamera sia il componente più interessante di questo smartphone, quasi a sorpresa.

Il principale limite, vissuto almeno in questa esperienza d’uso durata diversi giorni, risiede nell’autonomia, dove non sempre la batteria si dimostra capace di sostenere le esigenze d’uso e questo rappresenta un problema, soprattutto considerato l’obiettivo di BlackBerry di rendere complementari il lato business e il lato consumer.

BlackBerry Z10 in conclusione rimane uno smartphone ancora attuale, capace di collimare le esigenze sia degli utenti più smanettoni (anzi, forse gli va ulteriormente incontro con la versione 10.2.1) sia quello degli utenti che vogliono l’affidabilità offerta in ambito business grazie ad una buona gestione di questo lato e ad una tastiera che, ad oggi, rimane una delle migliori.

Videorecensione di BlackBerry Z10 con OS 10.2.1

Come promesso, in questa pagina finale della recensione, vi proponiamo la videorecensione di BlackBerry Z10, già aggiornato alla versione 10.2.1. In questo video vi mostreremo in breve (ndr: molto brevemente, considerato che si tratta di un device disponibile nei negozi già da lungo tempo) le sue caratteristiche tecniche in merito a design e display, approfondendo però le principali novità di questo upgrade firmware.

Tenete conto che l’aggiornamento a OS 10.2.1 è arrivato leggermente in ritardo per i BlackBerry Z10 targati Vodafone, ma da circa metà Febbraio dovrebbe essere disponibile su ogni smartphone BB.

Nel video vi mostreremo anche come si installa un apk direttamente sul vostro smartphone, tenete conto che noi lo avevamo inizialmente salvato sull’account Dropbox, ma potete comunque inserirlo all’interno della microSD. Buona visione e non mancate di iscrivervi al nostro canale RedazioneTecnologici per non perdervi alcuna prova.

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.