News Recensioni Recensioni smartphone Video

BlackBerry Z30: recensione dello smartphone per il business

Giu 9, 2014

BlackBerry Z30: recensione dello smartphone per il business

blackberry-z30-intro

BlackBerry Z30 è uno smartphone che sicuramente incontra le esigenze delle persone che si dedicano agli affari, regalando da subito un impatto positivo circa il top di gamma della casa canadese. Questo smartphone è arrivato un po’ in sordina sul mercato italiano, forse non adeguatamente assistito dalla pubblicità come ci si sarebbe aspettato invece per un modello simile.

Dopo aver iniziato la nostra prova, abbiamo approfondito diversi temi e abbiamo preso coscienza che si tratta di un modello sicuramente indicato per il business, ma che ammicca in modo sensuale anche all’utenza consumer, offrendo una più che dignitosa esperienza multimediale.

Prima di approfondire, in questa recensione completa, tutti i vantaggi e svantaggi del nuovo BlackBerry Z30 ricordiamo quali sono le principali specifiche tecniche.

Il device di punta di BlackBerry infatti si dota di un ampio display da 5 pollici con risoluzione HD, abbinato ad un processore dual core targato Qualcomm Snapdragon che sembra non avere problemi di potenza, grazie al buon ausilio di 2 GB di RAM e di una affidabile scheda grafica GPU.

Ricordando che BlackBerry spesso viene associato alla utenza business, non può mancare una connettività all-around che ovviamente supporta le reti 4G LTE, il Wi-Fi con molti protocolli e altro ancora. Importante la dotazione anche di una fotocamera da 8 Megapixel che, almeno sulla carta, sembra voler proporre il salto di qualità alla casa canadese.

BlackBerry Z30 è quindi uno smartphone “tuttofare” che arriva con un prezzo ambizioso, ma che può essere acquistato online a cifre molto più accessibili. Scopriamo quali sono i pro ed i contro di Z30 in questa recensione completa.

Design

blackberry-z30-design-back

L’impressione prima che si ha prendendo in mano BlackBerry Z30 è di trovarsi di fronte ad uno smartphone possente, impegnativo,  che tiene a sottolineare la sua presenza. Le dimensioni ufficiali testimoniano 140.7 x 72 x 9.4 mm, il che rende Z30 più grande di un Nexus 5, ad esempio.

Il terminale occupa, per una tenuta sicura, l’intera mano e pertanto non è possibile utilizzarlo senza usare entrambe le mani, soprattutto se si pensa anche al peso di 170 grammi, non di certo dei più esigui. Le linee appaiono piuttosto dolci, caratterizzate da angoli smussati e la banda color acciaio che troviamo nella parte alta della facciata richiama vagamente lo stile del filone HTC One, anche se è in BlackBerry Z10 che questi richiami si fanno decisamente più espliciti. La superficie posteriore si compone di uno sportello rimovibile in policarbonato, decorato con un piccolo motivo geometrico che rende la superficie leggermente scabra, che nasconde la batteria e i vani per MicroSIM e MicroSD. Sul retro troviamo chiaramente la Fotocamera principale, con accanto in Flash, e lo sportello è impreziosito dal logo B di BlackBerry, posto al centro.

blackberry-z30-jack-auricolari blackberry-z30-speaker

La fascia laterale metallizzata costituisce un punto di continuità con la parte inferiore della facciata anteriore ed è proprio questo dettaglio a caratterizzare Z30. Tale fascia laterale è occupata solamente ai lati destro e sinistro, dove sono posti, rispettivamente, tre tasti, volume +, standby, volume –, e due microfoni (destra) e slot per MicroHDMI e MicroUSB (sinitra), mentre in alto e in basso la superficie risulta liscia. La facciata anteriore, eccezion fatta per la già citata fascia inferiore metallizzata, è interamente occupata dal display, contorniato da una piccola cornice, su cui sono inseriti,in basso, il logo completo BlackBerry e, in alto, altoparlanti, Camera secondaria e sensori (a destra e a sinistra di essa). Nel design non trovano posti tasti fisici, né tantomeno soft-touch, che vengono invece adattati direttamente nell’interfaccia.

blackberry-z30-design-bordi-micro-hdmi blackberry-z30-design-bordi-1

BlackBerry Z30 si fregia quindi di un design ricercato, sicuramente solido ed elegante anche se sicuramente importante in termini di dimensioni e peso.

Display

blackberry-z30-display-1

BlackBerry Z30, come già accuratamente descritto nel paragrafo relativo al design, non propone la nota tastiera qwerty fisica tipica di molti smartphone di questa casa, bensì si orienta per offrire una esperienza full touch dato che il sistema operativo BB OS 10 non necessita di comandi fisici. Il display misura 5 pollici di diagonale, arricchiti da una risoluzione HD da 1280 x 720 pixel, il che significa che si può raggiungere la più che sufficiente densità di pixel per pollice di 295 ppi. In un contesto assoluto, possiamo confermarvi la bontà del dispositivo, che ha ottimi angoli di visione ma soprattutto si fregia della tecnologia Super AMOLED.

blackberry-z30-display-2

Quest’ultima rende il BlackBerry Z30 un terminale che sfrutta colori davvero profondi, con neri davvero ben contrastati e ve ne renderete bene conto se potrete metterlo vicino ad uno smartphone IPS LCD. La luminosità, così come la dimensione del carattere o il calore del bianco, sono solo alcune delle opzioni facilmente impostabili tramite le impostazioni di sistema. La resa dei colori è davvero ricca e capace di cogliere praticamente tutta la gamma cromatica che siamo abituati a vedere ad occhio nudo, inoltre la leggibilità al sole è davvero di ottimo livello poiché non abbiamo bisogno dell’aiuto di una seconda mano a coprire oppure gli angoli di visione non alterano i colori.

blackberry-z30-in-mano

Quello che lascia un po’ a bocca asciutta, in questo caso, è l’assenza della risoluzione Full HD che, invece, avrebbe permesso allo Z30 di competere adeguatamente con i top di gamma attuali.

Hardware e connettività

Una delle principali differenze tra un sistema operativo ed un altro, come avviene ad esempio quando si confronta iOS di iPhone ed uno smartphone Android, oppure un Windowsphonino, è proprio rappresentata dall’architettura hardware a disposizione. Spesso un sistema operativo diverso ha requisiti notevolmente differenti, nonché ovviamente prestazioni molto diverse.

In quest’ottica si comprende in parte come effettivamente il BlackBerry Z30 monti un processore dual-core mentre il resto del mercato può disporre di processori più avanzati. Entrando nel dettaglio, BlackBerry Z30 è basato su un chip Qualcomm Snapdragon S4 Pro, con due core da 1.7 GHz, abbinati a 2 GB di memoria RAM, ad una GPU Adreno 320 e un comparto di memoria interna da 16 GB, divisi in 2 GB per installazione di app e giochi, mentre 12 sono dedicati all’archiviazione. Questi possono essere ulteriormente ampliati, come un device business richiede, attraverso una microSD card.

Di primo impatto, se lo compariamo ad un top di gamma Android, notiamo che è dedicata molta importanza al multitasking, effettivamente veloce, rapido ed intuitivo nell’utilizzo del sistema operativo. Ogni applicazione, quando viene chiusa, rimane in memoria e semplicemente con uno swype può essere richiamata in modo praticamente istantaneo: tutto questo grazie ai 2 GB di memoria RAM. Si possono aprire fino ad 8 app in contemporanea.

Grazie poi ad un sistema operativo sapientemente ottimizzato, le operazioni quotidiane sono svolte  molto bene, specialmente la navigazione web che però non riesce a raggiungere i risultati di rapidità ottenuti con gli smartphone top di gamma Android (vedi LG G2, Galaxy S4, ecc) a causa appunto di potenza hardware.

Se approfondiamo le prestazioni in ambito gaming possiamo osservare come il BlackBerry World, market di BB, non sia molto ricco di giochi o app native: questo da un lato ha il limite di non avere grande scelta, ma dall’altro non ci sono applicazioni o giochi in grado di mettere in difficoltà il BlackBerry Z30. I dettagli grafici sono curati, la riproduzione delle texture 3D va di pari passo e durante le nostre sessioni di videogioco non abbiamo evidenziato lag o microscatti fastidiosi.

Purtroppo stavolta non siamo in grado di offrirvi test al benchmark molto approfonditi e scaricando quelli per Android si risente della differenza di sistema operativo, offrendo risultati non facilmente comparabili.

blackberry-z30-geekbench

La connettività invece è un punto di forza importante di BlackBerry Z30, poiché si può sfruttare quella 4G LTE arrivando a velocità importanti se abilitata l’opzione con l’operatore. Analoghe prestazioni si ottengono con il Wi-Fi che risulta stabile ed affidabile grazie al Dual Band (2.4 GHz e 5 GHz) con protocolli 802.11 a/b/g/n, che consentono navigazione web molto fluida.

Troviamo poi il Bluetooth 4.0 o il chip NFC per trasferire i files da distanza ravvicinata, senza avere particolari impatti sulla batteria e non abbiamo avuto problemi di compatibilità con i device che abbiamo provato a mettere in comunicazione.

Il GPS invece è un’altra nota piacevole del BlackBerry Z30 poiché effettivamente durante la nostra prova abbiamo ravvisato una precisione nella posizione che raramente riscontriamo: preciso anche durante gli spostamenti e davvero paragonabile ad uno dei più noti navigatori offline. In questo senso si respira tutta la sensazione di affidabilità che vuol trasmettere BlackBerry all’utenza business.

Se infatti volete rendere partecipi colleghi o amici di ciò che vedete a schermo, potete anche sfruttare l’uscita microHDMI disponibile sul bordo dello Z30, in modo da collegare il vostro smartphone alla TV HD.

Se da un lato troviamo che il comparto hardware, soprattutto in rapporto al prezzo, poteva essere addirittura superiore, effettivamente dall’altro lato riscontriamo una buona potenza di calcolo che non fa sentire gravi lacune nell’utilizzo quotidiano.

Fotocamera

blackberry-z30-fotocamera

Una delle noti dolenti di BlackBerry è stata sempre la fotocamera, un componente mai in grado di rivaleggiare davvero con i terminali WP, Android o iPhone, tanto da lasciare spesso l’amaro in bocca nell’utente. Finalmente BlackBerry ha deciso di dotare il suo Z30 di una fotocamera piuttosto interessante, dotata di sensore da 8 Megapixel (come anche il Nexus 5 di Google). La fotocamera utilizza poi 5 lenti per trasmettere l’immagine sul sensore, che dovrebbero garantire una buona resa dei dettagli, un’apertura f/2.2 che invece si occupa di garantire l’ingresso di molta luce anche in caso di condizioni difficili come gli scatti notturni. E’ presente ovviamente l’autofocus (non di tipo touch to focus) e il Flash LED.

Sulla carta si tratta quindi di un dispositivo interessante, che specialmente negli scatti con luce diurna offre buone prestazioni. Potrete quindi scattare foto a oggetti, persone o paesaggi senza difficoltà notando una buona riproduzione dei colori, molto simile a quella che potete osservare con i vostri occhi, perdendo di tanto in tanto nei dettagli dove invece con qualche zoomata si nota la presenza di un po’ di rumore digitale. Di notte invece conviene sicuramente fare qualche tentativo in più, perché il Flash LED offre prestazioni altalenanti e talvolta gli scatti risultano più che buoni, ma si ha una perdita nei toni e nei colori.

L’interfaccia è però un punto a favore dell’applicazione fotocamera, poiché è semplice ed intuitiva, ma anche in grado di offrire un buon numero di opzioni. Si può scegliere il rapporto della foto, la modalità di scena (che include ovviamente anche il famigerato HDR per la miglior gestione dei colori), e ovviamente la possibilità di switchare velocemente tra fotocamera anteriore, quella posteriore e la videocamera (in grado di registrare video a 1080p).

IMG_20140606_182725_hdr IMG_20140525_113007_hdr IMG_20140525_112604
IMG_20140608_112108 IMG_20140606_182744_hdr IMG_20140606_204257

Sistema operativo

Con l’arrivo di Z30, BlackBerry fa un balzo in avanti anche con il Sistema Operativo, aggiornando il proprio OS personalizzato alla versione 10.2.1, che già abbiamo avuto modo di approfondire in questo articolo. Le funzionalità incrementate sono molte, così come troviamo anche elementi del tutto nuovi rispetto alle versioni precedenti.

A partire dalla schermata di blocco, ad esempio, in cui OS 10.2.1 introduce le notifiche pop-up quando il telefono è il blocco, oppure in cui viene introdotto la password a immagine per consentire uno sblocco più rapido. A livello di interfaccia, l’unico elemento che sembra aver subito un incremento è la tastiera, resa più fluida e intuitiva, e proprio su di essa spezziamo una lancia poiché effettivamente i tasti appaiono ben distanziati grazie anche ad una linea di spaziatura che emula quella fisica di BB Q10.

Sono le funzionalità Hub e BBM, il famoso messenger di BlackBerry, a suscitare maggior interesse. Grazie a BlackBerry Priority Hub si possono gestire in modo veloce e immediato le applicazioni di maggior utilizzo e accedere ai Messaggi, ad esempio, semplicemente scorrendo nella schermata di qualsiasi pagina verso destra. BBM è invece la funzionalità che consente di ricevere messaggi push su qualunque schermata, per rimanere sempre a contatto con le proprie notifiche.

blackberry-z30-menu-1 blackberry-z30-impostazioni-os10.2.1 blackberry-z30-galleria

Il nuovo sistema operativo comporta anche una ottimizzazione di energia e un consumo ridotto di batteria, con conseguente blackberry-z30-impostazioni-displayestensione dell’autonomia dello smartphone. Anche la navigazione browser è resa più veloce è immediata, grazie a funzionalità che permettono di salvare e ricaricare successivamente pagine, quando si è offline. Infine, OS 10.2.1 incrementa anche l’esperienza musicale, permettendo, solo su Z30, Q10 o Q5, di ascoltare la Radio anche senza essere connessi alla rete. In questo senso le app dedicate a Musica e Video non hanno una interfaccia particolarmente curata, molto scarna e minimal, ma sicuramente funzionale ed efficace. Abbiamo poi apprezzato enormemente la possibilità di impostare il numero di impostazioni preferite nella barra delle notifiche, così come il numero di impostazioni accessibili da menù è veramente ampio e superiore agli altri smartphone testati finora.

Tante nuove funzionalità da scoprire, quindi, che portano BlackBerry ad un livello sicuramente avanzato, nella corsa alla concorrenza con gli OS più utilizzati dagli altri dispositivi.

Batteria e autonomia

blackberry-z30-batteria

La batteria è uno dei punti di forte di questo terminale, perché appare addirittura più che adeguata rispetto al comparto hardware che deve sostenere. Difatti si tratta di una batteria da 2.880 mAh che non ha grandi difficoltà a superare la giornata lavorativa e, a seconda dell’intensità del vostro utilizzo, può assicurare anche una giornata e mezzo, se non due, senza avere la necessità di collegare il BlackBerry Z30 al suo caricabatterie.

L’autonomia è un importante vantaggio di questo smartphone BB che deve ovviamente saper far fruttare l’elevata capacità della batteria, a maggior ragione se consideriamo che il suo utilizzo non si può distinguere da quello business cui mira chiaramente l’azienda.

La batteria è quindi un pro molto importante da considerare prima dell’acquisto, in grado di garantire molte ore di navigazione web, intrattenimento multimediale con filmati HD e anche ovviamente le operazioni quotidiane come telefonate e messaggistica.

Disponibilità e prezzo

blackberry-z30-unboxing

BlackBerry Z30 è arrivato sul finire del 2013 in Italia all’ambizioso prezzo di 599€. Come accade molto spesso, nel caso di case piuttosto rinomate, è possibile acquistare questo smartphone anche in abbonamento con alcuni operatori telefonici, ma non sempre la scelta risulta conveniente.

Come sempre, è disponibile online a cifre molto più accessibili, ad esempio sul noto portale e commerce amazon.it, è possibile acquistarlo a circa 430€, decisamente più convenienti e bilanciati rispetto all’hardware messo a disposizione. Vi ricordiamo qui il link per l’acquisto: BlackBerry Z30 in offerta su Amazon.it

Il BlackBerry Z30 viene venduto in un box che contiene:

  • lo smartphone
  • Guide rapide
  • Certificato di garanzia
  • Auricolari audio molto buoni con gommini di riserva
  • Alimentatore da parete
  • Caricatore microUSB-USB

 

Conclusioni

blackberry-z30-conclusioni

Siamo arrivati alle tanto attese conclusioni: BlackBerry Z30 effettivamente porta molti miglioramenti rispetto allo Z10 che avevamo avuto modo di provare in passato. Il display più ampio comporta un cospicuo aumento delle dimensioni, ma favorisce moltissimo l’utilizzo sia per la multimedialità che per la fruizione delle doti business di questo terminale. Il vero limite è rappresentato dal prezzo, piuttosto elevato, che lo mette a confronto con dei top di gamma, specialmente Android, che lo condizionano molto.

Per voler sintetizzare molto, vi proponiamo i pro ed i contro che abbiamo osservato durante la nostra prova quotidiana di Z30.

Pro:

  • Display ampio e con tecnologia AMOLED che dona brillantezza ai colori, adatto all’uso esterno.
  • La batteria è incredibile, si può arrivare a coprire due giornate intere.
  • Le apps dedicate al business sono effettivamente precise ed affidabili.
  • Menù impostazioni molto ricco.
  • Tastiera virtuale QWERTY veramente eccezionale in precisione e comodità.
  • Sistema operativo fluido, facilmente accessibile ed intuitivo (OS 10.2.1).
  • Connettività completa, soprattutto ottimo Wi-Fi e 4G.

Contro:

  • Risoluzione HD. Si poteva ambire ad una Full HD.
  • Design importante, in termini di dimensioni e peso.
  • BlackBerry World ancora troppo carente nell’offerta delle applicazioni.
  • Specifiche non all’altezza se comparate ai top di gamma Android.
  • Fotocamera carente nelle foto notturne.

Cosa pensate della nostra recensione completa di BlackBerry Z30? Condividete i vantaggi e gli svantaggi che abbiamo osservato nella prova? Fatevi conoscere la vostra opinione attraverso i commenti o sulle nostre pagine social.

Videorecensione di BlackBerry Z30

Infine chiudiamo con il video della prova che vi riassumerà in circa 10 minuti tutti i punti salienti di questa recensione. In particolare offriremo una visione approfondita di design, display, test al benchmark, prova di navigazione web e videogaming, concludendo con un’analisi del sistema operativo, della fotocamera e della batteria.

Anche in questa recensione è presente l’unboxing video. Se vi piace, iscrivetevi al nostro canale RedazioneTecnologici per non perdere i nostri numerosi video.

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.
  • Andrea

    Dopo avere provato Blackberry, IOs, Android ritengo il primo il miglior sistema operativo mai utilizzato (anche se ho provato solo le versioni precedenti alla 10).
    Lo Z30 ormai non è più nuovissimo, ma magari proprio per questo una recensione adesso sarebbe più che veritiera.
    Sarebbe possibile avere dei giudizi attuali?