News Recensioni

Caricatore a 6 porte Aukey: Quick Charge e potenza per tutti

Giu 22, 2016

Caricatore a 6 porte Aukey: Quick Charge e potenza per tutti

DSC00535

Ormai le nostre vite tecnologiche sono legate a doppio filo con i caricabatterie che, volenti o nolenti, rappresentano i nostri fidati compagni per non lasciare a secco la nostra dotazione hardware.
Questo porta a sovraffollare le prese di casa, con multi-prese stracolme o accessori simili.

DSC00536

Aukey ci viene in soccorso con un caricabatterie multiplo a 6 porte, in grado di erogare 60W di potenza massima.

Le 6 USB sono configurate in modo molto intelligente: 4 porte a 2.4A e 2 porte Quick Charge 3.0.
Le prime permettono di ricaricare qualsiasi dispositivo che supporti i 5V (da un iPhone ad una macchinetta digitale, passando per un tablet), erogando sempre la potenza ideale per il device collegato.
Le 2 porte QC 3.0 supportano invece la tecnologia di ricarica rapida di casa Qualcomm, compatibile con moltissimi prodotti Android.
Ovviamente il sistema è retrocompatibile con Quick Charge 1.0 e 2.0, quest’ultima diffusissima sul mercato (tutti gli smartphone di fascia alta di casa Samsung, HTC, LG, Sony, Motorola, ecc).
Le due porte possono comunque essere sfruttare per ricaricare dispositivi non provvisti di questa funzione.

Il funzionamento complessivo di questo caricabatterie è ineccepibile e, stranamente, riesce anche a mantenersi su temperature non molto alte (anche con molti device collegati).

La costruzione è buona e non presenta scricchiolii di sorta.
Anche le porte Usb hanno una buona tenuta ed i cavi si inseriscono/disinseriscono in modo abbastanza contrastato.

Il caricabatterie si alimenta con un cavo da 0.8 metri, dotato del classico attacco a 2 poli utilizzato, ad esempio, sulle stampanti.

Dimensioni complessive: 103 x 71 x 26 mm, 206.8g.

In confezione troverete anche un cavo MicroUSB di ottima qualità da 1m.

 

DSC00534

Malato di smartphone, tablet e gadget tecnologici. Alla spasmodica ricerca di qualcosa di nuovo che possa catturare la mia attenzione.