News Smartphone

Come aiutare una persona anziana con uno smartphone e Doro Connect&Care

Mar 5, 2015

author:

Come aiutare una persona anziana con uno smartphone e Doro Connect&Care

Spesso ci si interroga sulla reale necessità di uno sviluppo tecnologico così rapido dandosi a volte una risposte negativa ed a volte una risposta positiva. Quello di cui vi parleremo oggi sicuramente ci da una risposta positiva alla questione visto e considerato come la Doro con il suo programma di Connect&Care e con uno smartphone come il Doro Liberto 820 Mini viene incontro a chi voglia assistere i proprio anziani per il tramite di strumenti tecnologici. Scopriamo insieme di cosa si tratta il servizio di assistenza Doro Connect&Care.

Doro Connect&Care

Come potete capire anche dalla visione di questo video di presentazione Doro Connect & Care è un vero e proprio servizio digitale di telefonia realizzato con lo scopo di assistere gli anziani. Si tratta di un servizio che è stato ben presentato proprio durante il Mobile Word Congress 2015 di Barcellona e che inzierà già a partire dall’estate prossima. Ma come funzionerà il Doro Connect & Care?

Vi basterà avere un telefono di fascia “senior” di Doro con tanto di app dedicata al servizio in oggetto ed il gioco sarà fatto proprio perché con questa app sarà possibile mettere in comunicazione tutti gli smartphone collegati, Android ed iOS che siano, ed entrare in contatto con una lista di volontari per chiedere aiuto per i proprio anziani.

Come funziona Doro Connect&Care?

Il funzionamento è molto semplice: un utente pagherà 3€ mensili, poi gli altri 4 collaboratori potranno fruire gratis di questo servizio. Una volta attivato il servizio, ci saranno diverse funzionalità a disposizione: se lo smartphone non si muove (secondo la localizzazione GPS) per un tot di ore, si accende un semaforo (quindi verde se c’è spostamento dello smartphone, arancione se è rimasto fermo un tot di ore, rosso se invece è un tempo molto elevato e quindi può essere sorto un problema).

Lo stesso sistema del semaforo è valido anche nel caso in cui l’anziano si deve apprestare a svolgere una operazione magari più a rischio, come può essere una doccia. Si fissa un timer, se entro (ad esempio) 30 minuti non si stoppa il timer, parte un’allarme che ricorda all’anziano il timer e in seguito invece parte la chiamata per gli assistenti.

Sicuramente è un servizio che va provato nel dettaglio, ma l’idea di fondo è decisamente piacevole e probabilmente adatta a tutte le persone che vivono sole e che vogliono avere anche un supporto da parenti, amici o badanti.

Il periodo di lancio del servizio è previsto per la prossima estate e basterà, come detto, avere il telefono Doro Liberto per la persona più anziana e uno smartphone Android o iPhone per i collaboratori, in modo da scaricare l’app da Play Store.

La fiera #MWC15 non è stata solo tecnologia a livello di dispositivi, ma ha mostrato anche un interessante approccio nell’avvicinarsi alle persone e agli utilizzi più quotidiani della tecnologia.

Si divide tra Roma e Londra, sempre alla ricerca del modo migliore per fare soldi senza lavorare, si dedica all'alchimismo nutrizionale e alla costante ricerca della dieta magica che gli consenta di mangiare chili di gnocchi ai 4 formaggi senza ingrassare. Nel tempo libero appassionato di smartphone, PS3, diritto, finanza, ogni tipo di sport e... Snoopy.