Guide Guide tecniche

Come leggere una chiavetta USB con Android

Mar 16, 2015

author:

Come leggere una chiavetta USB con Android

come leggere chiavetta usb android

Come leggere una chiavetta USB con Android: la nostra guida

L’evoluzione nel mondo della telefonia mobile negli ultimi anni non poteva non toccare il settore della memoria. Dai primi dispositivi con pochi mega si è passati agli smartphone che come il Saygus V2, hanno una capienza da far invidia ai migliori computer. Anche l’invenzione della MicroSD ha dato un notevole impulso riguardo questo fondamentale aspetto. Ma c’è un elemento che pochi conoscono: l’USB OTG (On-The-Go).

A cosa serve il supporto all’USB OTG?

La possibilità di espandere la memoria del proprio device con un supporto USB non è però sempre indirizzata all’aumento della memoria interna dello smartphone semplicemente perché sarebbe poco pratico avere un supporto removibile sempre collegato al proprio dispositivo.

L’utilizzo di questa funzione può essere, invece, indirizzata per altri aspetti: un joypad per poter giocare comodamente con il proprio smartphone o anche collegare una fotocamera oppure una tastiera per scrivere con maggiore comodità o addirittura per godersi un film. Insomma le vie degli utilizzi di OTG sono davvero infinite.

Come verificare se il nostro dispositivo supporta l’USB OTG?

Prima di comprare un supporto di questo genere bisogna controllare la compatibilità del proprio device.

Ma come facciamo a capire se il nostro smartphone è compatibile con OTG? Anche in questo caso l’infinito mondo delle app ci viene incontro. Si chiama USB Host Check e serve appositamente per fornire una diagnostica completa della compatibilità con i supporti USB. L’app si trova sul Play Store, anche se purtroppo richiede i permessi di ROOT. L’utilizzo è molto semplice e prevede le due spunte verdi nel caso che il device sia compatibile e nel caso contrario, due X di colore rosso. Al “semaforo verde” dell’app non ci resta che acquistare il cavetto, anche su Amazon, e collegarlo allo smartphone.

Quali dispositivi USB si possono collegare tramite l’USB OTG?

Se vi aspettate che tutti i dispositivi USB siano collegabili allo smartphone, potreste rimanere fortemente delusi. Tastiere, mouse, chiavette, hard disk esterni ed altri prodotti sono per la maggior parte collegabili agli smartphone, ma non in tutti i casi. I fattori che determinano la “leggibilità” di un dispositivo sono tanti e riguardano vari aspetti tra cui la data di fabbricazione.

L’adattatore OTG

adattatore usb OTGL’installazione è molto semplice e non prevede nessun tipo di configurazione; tutto ciò di cui bisogna disporre è di una chiavetta USB di qualsiasi capacità e naturalmente di un adattatore OTG. Per quanto riguarda quest’ultimo, al momento dell’acquisto bisogna tenere presente che dovrà essere “femmina“. Il primo passo è collegare la chiavetta alla presa USB e successivamente la presa MicroUSB allo smartphone. A questo punto apparirà sullo schermo del device una scritta nell’apposita barra delle notifiche indicante la scritta “Preparazione scheda SD“.

Se non appare questo messaggio niente paura, basta recarsi sulla voce “Impostazioni” per poi cliccare sull’opzione “Archiviazione” per controllare che il dispositivo USB sia effettivamente collegato e che la memoria sia realmente disponibile dallo smartphone. Se non è ancora “montata” basta cliccare sulla voce “Monta” o, in inglese, su “Mount“.

Se a questo punto, però, il dispositivo removibile non viene letto dallo smartphone, possiamo ricorrere, anche in questo caso, alle app. StickMount è l’applicazione che permette di rilevare i dispositivi connessi e “montarli” in automatico, anche in questo caso, purtroppo, sono indispensabili i permessi di ROOT.

Ora tutti i file nel dispositivo removibile verranno letti dallo smartphone con la possibilità di trasferirli e copiarli a proprio piacimento.