CONDIVIDI

Crosscall è un’azienda francese nota nel suo territorio, appena sbarcata in Italia con una distribuzione che prevederà la disponibilità dei suoi prodotti anche da noi. E aggiungo: per fortuna! Il motivo è presto detto: a differenza di molti altri smartphone cinesi e di molti altri brand, lo smartphone di oggi, il Crosscall Trekker X3, porta una peculiarità importante: è rugged e ha una architettura hardware davvero importante. Purtroppo è importante anche il prezzo visto che Crosscall Trekker X3 viene venduto ad una cifra superiore ai 500€. Il prezzo è alto, ma ciò che offre è diverso dal solito. Il motivo principale per l’acquisto: la resistenza e l’affidabilità, anche a fronte di qualche bug software che spero verrà eliminato col tempo.

crosscall-trekker-x3 (8)

Claudia lo ha utilizzato parecchio prima di esprimere il suo giudizio e per questo vi invito a vedere il video che trovate in apertura di recensione per non perdere le piccole chicche e le spiegazioni più specifiche.

 

Crosscall Trekker X3 è certificato IP67

Crosscall Trekker X3 si fa notare per le sue dimensioni generose, difatti l’armatura che indossa e che lo protegge da urti e dall’acqua, sebbene al tatto testimonia al 100% la sua indistruttibilità, lo rende al tempo stesso molto ingombrante e poco adatto alla vita da ufficio. Questo smartphone nasce assolutamente per l’avventura, per il trekking o per i lavori difficili: è difficile pensare che possa essere utilizzato da altre persone. Se siete devoti a queste attività, allora vi consiglio di rimanere qui e non perdervi la recensione.  E’ doveroso raccontarvi che Crosscall Trekker X3 è certificato IP67, quindi è assolutamente in grado di resistere ai liquidi (acqua dolce o salata – sì, anche al mare! – oppure anche olio o acqua con cloro) ed anche alla polvere. Per accedere alla back cover bisogna usare una brucola che troverete nella confezione di vendita, ma questa vi permetterà di accedere esclusivamente allo slot per la nanoSIM, non alla batteria. Si tratta di una chiusura un po’ scomoda effettivamente da aprire e chiudere, ma questo totale isolamento evita qualsiasi tipo di pericolo, ad esempio, a contatto con l’acqua. Il peso è comunque importante, poiché si parla di 230 grammi spalmati in 155,7 x 81,8 x 14,3 mm di volume. Dimenticate l’utilizzo ad una mano o la compattezza: per avere quelle certificazioni bisogna rinunciare a qualcosa e ricordarsi che Crosscall Trekker X3 è uno smartphone rugged vero! Tutto è studiato per le escursioni e mi sono trovato molto bene anche con la ricezione, ottima in ogni circostanza (ndr: anche se sicuramente in parte dovuta al nostro operatore telefonico).

crosscall-trekker-x3 (3)

Si vede sicuramente che Crosscall ha posto un’attenzione particolare alla costruzione di uno smartphone, che, nel suo genere, mantiene un certo stile nel design. Spesso, soprattutto nei modelli cinesi, gli smartphone rugged appaiono completamente privi di senso estetico. Nel caso di Trekker X3, invece, non si è voluto rinunciare al gusto e al design, anche nei materiali di fabbricazione: pochissima plastica e spazio assoluto all’acciaio e alla gomma per il rivestimento esterno dello smartphone. In definitiva, è sicuramente, come detto, uno smartphone adatto a chi faccia un certo stile di vita, ma al tempo stesso non deve essere usato solo nelle condizioni estreme. L’assetto hardware e tutte le sue caratteristiche ne fanno uno smartphone pratico e ben ottimizzato, che non necessariamente deve essere riservato all’utilizzo per le “gite di sabato e domenica”

 

Display e Fotocamera: multimedialità buona ma senza lode

crosscall-trekker-x3 (6)

Crosscall Trekker X3 possiede una buona architettura hardware ed anche il pannello IPS LCD da 5 pollici non rinuncia ad una generosa risoluzione (1920 x 1080 pixel) in modo da non perdere in nitidezza quando si usa anche all’aria aperta. Mi aspettavo qualcosa in più in termini di luminosità, specialmente perché va usato nelle escursioni e nella vita “da avventura”. Una peculiarità di Crosscall Trekker X3 è che può essere utilizzato con le mani umide o bagnate, in modo da non avere difficoltà se usato anche in caso di pioggia. Questo aspetto è piuttosto funzionale all’utilizzo dello smartphone in generale e lo è tanto più se si pensa al lato multimediale. La fotocamera principale è dotata di un sensore da 16 MP, purtroppo non in grado di offrire risultati strabilianti a nostro avviso ma piuttosto modesta se consideriamo il costo complessivo dello smartphone. Se il vostro scopo è comunque visualizzare filmati in alta risoluzione, allora l’obiettivo può essere completato senza difficoltà sul Crosscall Trekker X3.

crosscall-trekker-x3 (7)

Sul lato destro dello smartphone è presente il tasto di accesso rapido alla Fotocamera, molto utile in subacquea, ad esempio, per scattare foto in immersione. La possibilità di usare lo smartphone con le mani umide, inoltre, facilita l’esecuzione di scatti in ogni condizione.

Di seguito, le foto scattate con Trekker X3. Alcune di queste, sono state effettuate in condizioni di pioggia fitta, per mostrare i risultati nelle peggiori condizioni climatiche.

IMG_20170325_151317 IMG_20170402_091434_1 IMG_20170402_091932
IMG_20170402_101517 PANO_20170402_101539 IMG_20170325_154919

La potenza dei sensori X3

Crosscall Trekker X3 è uno smartphone dotato di sensori sviluppati appositamente per questo dispositivo, il che implica una comodità importante quando si è fuori per una escursione o per una semplice avventura. La dotazione è di primo livello: termometro, l’igrometro, il barometro e l’altimetro offrono tutte le informazioni sul clima, per sapere che tipo di ambiente si può trovare in outdoor. A questo proposito abbiamo poi la comodità dell’accelerometro, del magnetometro, del GPS e di un giroscopio, in modo da avere tutte le coordinate e le informazioni relative alle nostre escursioni. I sensori sono accessibili tutti attraverso l’App preinstallata X3-Sensors integrata nel sistema operativo, già disponibile alla prima accensione.

Pollice alto per i sensori di Trekker X3!

La batteria di Crosscall Trekker X3

crosscall-trekker-x3 (1)

Trekker X3 ha batteria integrata da 3500 mAh, che supporta il caricamento veloce e wireless. Per quanto riguarda l’autonomia, abbiamo voluto testare bene questo aspetto perché quando si decide di fare escursioni e gite è fondamentale poter contare su uno smartphone duraturo. Effettivamente, questo dispositivo ha una buona affidabilità. Con un uso molto intenso e comparabile con quello che se ne potrebbe fare in casi avventurosi (navigazione internet, gps, fotocamera, uso dei sensori) si arriva con buon margine di carica residua a sera.

Un po’ meno adatto alle situazioni “estreme” è il sistema di ricarica wireless. A funzionare da supporto di carica senza fili è, infatti, la scatola di Trekker X3 che grazie al cavo USB Type-C può essere direttamente collegata all’alimentatore, per aumentare, a sua volta, il terminale, che va poggiata sulla scatola stessa. Certamente non è pensabile portare tutta questa attrezzatura in giro, ma può essere utile, ad esempio, lasciare la scatola sulla scrivania o su un mobile e poggiare lo smartphone all’occorrenza, quando ci serve caricarlo.

La tecnologia quick charge, inoltre, permette di completare il caricamento in circa un’ora.

 

Il sistema operativo e la sua interfaccia

crosscall-trekker-x3 (8)

L’esperienza regalata da Trekker X3 è quella pura di Android. Il sistema operativo è aggiornato alla versione Marshmallow 6.0 (non si prevede per il momento un aggiornamento a Nougat), in versione stock, senza nessun tipo di contaminazione o personalizzazione. Al di là della presenza di applicazioni “tecniche” per l’utilizzo dello smartphone, come quella dedicata ai sensori, il sistema è gestito in gran parte dalle Google Apps.

Crosscall Trekker X3 è uno smartphone dedicato a pochi utenti: piacerà sicuramente a chi vive una vita avventurosa, a chi pratica escursionismo più o meno estremo e a chi cerca la solida affidabilità che può offrire la sua armatura. E' uno smartphone consigliato solo a chi davvero ha queste necessità, soprattutto perché il prezzo non lo fa ritenere un piccolo "desiderio di straforo" ma lo colloca in una fascia estremamente competitiva come quella dei top di gamma. Praticate una vita avventurosa? Allora Crosscall Trekker X3 è lo smartphone rugged che fa per voi.
Design7.5
Display7
Prestazioni7.5
Autonomia8
Fotocamera6.5
Sistema7.5
PRO
I sensori X3 sono eccellenti
L'autonomia offre affidabilità nelle escursioni
Resiste davvero a caduti, urti e liquidi!
CONTRO
Lo smartphone è davvero ingombrante
La fotocamera è stata deludente
Solo per utenti di nicchia
7.3