MWC News Smartphone

Crosscall Trekker-X3: proviamo un rugged phone che non si rompe davvero!

Mar 2, 2017

author:

Crosscall Trekker-X3: proviamo un rugged phone che non si rompe davvero!

Al Mobile World Congress abbiamo avuto l’occasione di conoscere un’Azienda francese che non conoscevamo e che si è specializzata nella costruzione di Rugged Phone, ovvero smartphone con struttura rinforzata in grado di resistere agli stress più estremi: stiamo parlando di Crosscall.

In occasione della fiera di Barcellona, Crosscall ha presentato al mondo il suo nuovo modello Trekker-X3, disponibile anche sul territorio italiano, al prezzo di 549€. Sicuramente, non si tratta di pochi soldi, per questo lo consiglio vivamente solo a chi sia in grado di farne un uso veramente specifico, per il quale è progettato, ma anche le caratteristiche interne, in fatto di hardware e non solo, giustificano bene questo prezzo.

Crosscall Trekker-X3: le specifiche tecniche

Sul design di Trekker-X3, l’Azienda si è soffermata molto, nel tentativo di costruire uno smartphone super resistente e, al tempo stesso, che non sembrasse solo un “mattoncino”. Nel complesso, questo modello non sembra eccessivamente pesante e la struttura metallica, rivestita in gomma, che lo rinforza riesce a conciliarsi abbastanza bene con uno spessore che non è eccessivo, per la categoria a cui appartiene.

thumb__DSC1163_1024

 

Anche dal punto di vista tecnico, Crosscall non ha voluto rinunciare a dotare lo smartphone di specifiche al passo con i tempi. Il display da 5 pollici, per iniziare, regala un ottimo effetto, grazie alla risoluzione FHD ed è progettato per funzionare anche in condizioni di estrema umidità o se chi lo usa ha le mani bagnate. Inoltre, è protetto da vetro Gorilla Glass 4. Dal punto di vista hardware, il processore si accompagna a 3GB di RAM, per una buona fluidità complessiva, e 32GB per l’archiviazione.

Crosscall sa che, in un mondo sempre più social, nei momenti di escursionismo, di sport acquatici e sport in generali, gli utenti non vogliono perdere l’occasione di immortalare i momenti più belli e, per questo, Trekker-X3 è dotato di fotocamera principale da 16MP e frontate da 8MP, che funzionano anche immerse nell’acqua, grazie alla certificazione IP67.

La batteria è un altro aspetto focale nella costruzione di Trekker-X3. Grazie alla sua capacità di 3500 mAh, riesce a garantire l’utilizzo quotidiano, anche immerso in acqua. Inoltre, è dotata di tecnologia di ricarica rapida e ricarica wireless, con l’apposito supporto realizzato con la confezione di vendita.

thumb__DSC1162_1024

Crosscall Trekker-X3: i commenti dopo la prova

Crosscall Trekker-X3 è uno smartphone che mi ha convinta e che è destinato secondo me a diventare un top nella sua categoria. Sicuramente, l’avanzamento nel design si vede: ho provato altri Rugged Phone e ho sembra avuto la sensazione che fossero troppo grandi, ingombranti.. e anche un po’ brutti. In questo caso, invece, si sente molto la resistenza e la robustezza di questo dispositivo, ma al tempo stesso il giudizio estetico non è negativo.

Anche l’aspetto tecnico mi ha piacevolmente sorpresa, perché non mi aspettavo che si ponesse così tanta attenzione anche alle prestazioni effettive.

thumb__DSC1159_1024

 

Che Trekker-X3 sia uno smartphone “tecnico” è dimostrato anche dalla presenza degli X3-sensors, ovvero i sensori appositamente costruiti dall’Azienda per controllare molteplici aspetti del terminale, dalla temperatura, all’umidità, fino alla pressione.

Non conoscevo Crosscall, ma devo dire che mi ha davvero fatto un’ottima impressione. Su Trekker-X3 non mi aspettavo forse un prezzo così alto, però quando ho appreso poi che, oltre alla robustezza fisica, ci sono delle caratteristiche che si trovano su smartphone venduti a 450/500€, ho capito che effettivamente ne può valere la pena. Ripeto, però, che non lo ritengo adatto a chi non abbiamo modo di usarlo per gli scopi specifici per cui è stato prodotto.

Per Trekker-X3 vi consiglio vivamente di guardare il video della nostra prova dal Mobile World Congress, dove abbiamo potuto testare direttamente anche la sua resistenza all’acqua e l’utilizzo della fotocamera immersa.

Sempre in cerca di qualcosa di nuovo da scoprire, trova nella tecnologia un'eterna fonte di ispirazione. Attenta all'ambiente e al mondo che la circonda, è determinata a seguire le sue passioni.