Guide Guide tecniche

Disinstallare app di sistema in Android: perché è meglio non farlo

Mar 18, 2015

author:

Disinstallare app di sistema in Android: perché è meglio non farlo

perchè-non-rimuovere-app-sistema-android

Il problema dello “spazio insufficiente” sui dispositivi con 4GB di memoria

Le app consentono di espandere il comparto funzionale del sistema operativo, connetterci ai social network o leggere le notizie senza aprire il browser.

L’infinito universo di app e giochi gratuiti offerto dal Play Store è un invito al download spensierato di un’applicazione dopo l’altra. Ora, non sussiste alcun problema per chi ha dispositivi da 16 o 32GB, molti dei quali possono sfruttare anche l’espansione della microSD su cui trasferire i contenuti multimediali.

Ma chi ha un dispositivo con memoria interna da 4GB, che lascia poco più di 2GB all’utente per l’installazione di app (che vi ricordiamo è sconsigliato installare su microSD esterna), conoscerà bene il problema di “spazio insufficiente”, che si presenta puntualmente dopo aver installato qualche app o gioco di troppo.

La tentazione: disinstallare le app di sistema

E’ proprio davanti a questo problema che si può cedere nella tentazione di puntare il dito contro le app preinstallate, non solo di dubbia utilità, ma a questo punto “dannose” per la quantità di memoria che occupano sullo smartphone e che potremmo utilizzare per altro. Purtroppo però le app di sistema, che siano quelle di Google, o quelle pre-installate dai produttori, non sono eliminabili.

Siete sicuri che disinstallare le app di sistema su un dispositivo Android sia una buona idea?

In questa breve guida non vogliamo spiegarvi come disinstallare le app di sistema ma i motivi per cui ve lo sconsigliamo, per due motivi:

Disinstallare queste applicazioni può comportare instabilità nel sistema

E’ possibile che disinstallando le app di sistema vengano rimossi file funzionali alla corretta esecuzione del sistema stesso; se proprio siete convinti di disinstallare le app preinstallate, almeno premunitevi di effettuare un backup, in modo da mettervi al riparo da eventuali errori nel processo di disinstallazione o da situazioni spiacevoli nel funzionamento del sistema operativo. Titanium Backup è l’applicazione più indicata per questo procedimento. E’ possibile scaricarla da Google Play in due versioni distinte: una gratis con funzionalità limitate ed una a pagamento (4,99 euro) con un maggior numero di funzioni.

I rischi associati alla procedura di root del dispositivo

Per “pulire” il dispositivo da queste applicazioni è necessario di “rootare” lo smartphone. Cosa significa ottenere i permessi di ROOT sul proprio telefono? Vuol dire ottenere i privilegi di amministratore su Android. Saremo in grado di realizzare backup completi del dispositivo, di installare ROM custom, ed appunto cancellare o spostare le app preinstallate. Quali sono il rischi associati al root?
1) Perdita irreversibile della garanzia del proprio smartphone.
2) Maggiore esposizione ai rischi di essere infettti da malware. I virus presenti su uno smartphone “rootato” hanno infatti libero accesso a tutti i dati e file presenti sul device.
3) Incompatibilità con alcune applicazioni. Se avete effettuato il ROOT del vostro smartphone non meravigliatevi se un’app scaricata dal Play Store non si aprirà.
4) Rischio di “brickare” il dispositivo: se qualcosa va storto durante la procedura di root, lo smartphone non potrà che tramutarsi in un costoso mattoncino inutilizzabile;

Siete ancora sicuri di volere disinstallare le app predefinite ottenendo i permessi di ROOT?

Un’alternativa valida: la disabilitazione

Se questo elenco di rischi vi ha fatto cambiare idea ecco un’alternativa valida alla disinstallazione delle applicazioni: la disabilitazione.

Il primo passo è recarsi nelle “Impostazioni” per poi cliccare su “Gestione delle applicazioni”, dopo basta cercare l’opzione che permette la visualizzazione dell’elenco completo delle app.

IMG-20150318-WA0010IMG-20150318-WA0009

A questo punto basterà cliccare sull’applicazione che si desidera disabilitare cliccando su “Disattiva” e poi confermare al messaggio di avviso. L’app ora sarà disattivata e cancellati tutti gli aggiornamenti.

rimuovere-app-sistema-android

La scelta delle app da disabilitare non è così semplice come può sembrare: molte sono quelle che forniscono dei servizi essenziali allo smartphone e magari condizionano il funzionamento di altre app.

Per conoscere le funzioni di ogni singola applicazione basta cliccare sopra l’icona e leggere la descrizione che apparirà. Un sistema efficace per verificare le conseguenze della disabilitazione di una determinata applicazione è quella di cliccare su “Termina” e verificare per un determinato periodo di tempo il funzionamento del proprio device; se tutto procede normalmente si può procedere alla disabilitazione.