China Recensioni Smartphone

Elephone P2000: recensione completa dello smartphone cinese con tecnologia FingerPrint

Ago 31, 2014

author:

Elephone P2000: recensione completa dello smartphone cinese con tecnologia FingerPrint

elephone p2000

Elephone fa parte di quella stretta cerchia di brand in grado di distinguersi dal marasma di dispositivi cinesi sul mercato, e che ha saputo conquistare una buona notorietà grazie agli store online che lo distribuiscono anche in Italia. Cosa lo rende diverso dagli altri brand? La capacità di anticipare il mercato anzitutto, come l’ Elephone P2000, il modello che abbiamo provato e oggetto della recensione che vi state apprestando a leggere, tra i primissimi ad offrire l’attesa versione 4.4 (KitKat) di Android, ma anche per la costante ricerca di elementi di spicco da includere nel profilo tecnico.

Stavolta è il lettore di impronte digitali (tecnologia FingerPrint) a catturare l’attenzione di molti potenziali acquirenti, a cui si unisce tutta la potenza di un processore Mediatek octa-core, affiancato da 2GB di RAM, e un ampio schermo da 5.5 pollici volto a massimizzare la visibilità in tutte le attività quotidiane. L’obiettivo è comune a buona parte degli smartphone cinesi di fascia alta sul mercato: quello di offrire il massimo delle performance ad un prezzo contenuto, inferiore non solo alle ultime aggressive proposte dalla Cina (leggasi OnePlus One) ma anche al prezzo online di molti top di gamma dei brand “tradizionali” usciti negli ultimi 12 mesi.

Elephone-P2000-scatola Elephone-P2000-accessori

Il box di vendita riflette la buona qualità dei prodotti dell’azienda, con un box rigido ed altrettanto elegante, che racchiude lo stretto necessario:

– 1 Elephone P2000
– 1 charger da muro
– 1 cavo microUSB-USB
– Un manuale di istruzioni in lingua inglese
– Una pellicola protettiva

 

Design

Elephone-P2000-design

Chi di voi guardando le immagini dell’ Elephone P2000 non ha pensato immediatamente al Lumia 1020? In realtà in un confronto side-by-side le differenze si noterebbero, e la grande somiglianza a primo impatto è dovuta prevalentemente alla colorazione gialla della cornice e del retro della versione che abbiamo provato anche noi (in alternativa disponibile anche con la frame bianca o nera,  che ricordano in maniera più velata il prodotto del noto colosso finlandese).

Elephone-P2000-spessore

 

Dimensioni e peso sono rispettivamente pari a 154 x 79 x 9.2mm e 134g: un risultato che in mano lo rende decisamente più leggero di quanto ci si può aspettare inizialmente da uno schermo di tale ampiezza. I 5,5 pollici dello schermo non sono semplici da maneggiare con una sola mano, tanto da prestarsi ad un utilizzo esclusivamente a due mani. Nessun problema quando siamo seduti ovviamente, ma chi vuole utilizzarlo ad esempio in piedi sulla metro, è costretto a limitarsi ad una blanda navigazione web o alla visione passiva di video o film.

Elephone-P2000-frotne

 

I materiali utilizzati sono ovviamente plastici: difficile pretendere di più a un dispositivo che vuole ridurre all’osso il prezzo al pubblico. La configurazione dei tasti è standard, con il tasto di accensione/blocca schermo sulla destra e i tasti di regolazione del volume sulla sinistra.

Elephone-P2000-lato-dx Elephone-P2000-lato-sx

In alto troviamo la porta microUSB (dotato di supporto OTG) e il jack da 3.5mm per l’ascolto in cuffie, mentre in basso il solo microfono. Segnaliamo anche la piacevole presenza del LED di notifica, assente in molti dispositivi cinesi.

Elephone-P2000-sopra Elephone-P2000-sotto

Sul retro trovano posto la fotocamera, assieme al flash (singolo) a LED, e al di sotto di esso, il lettore di impronte digitali. La posizione dell’altoparlante è standard.

Elephone-P2000-retro Elephone-P2000-fotocamera

Rimuovendo la cover posteriore, è possibile accedere alla batteria e a due slot, una per la microSIM e l’altra per la microSD. E’ possibile inserire anche un’ulteriore SIM (standard), essendo il P2000 uno smartphone dual-SIM.

Elephone-P2000-aperto Elephone-P2000-slot-sim-microsd

Display

Elephone-P2000-display

Lo schermo da 5,5 pollici, nonostante le ampie dimensioni, non è dotato di risoluzione Full-HD, a posto del quale troviamo un pannello da 720p (1280 x 720 pixel). Quello che per molti può apparire un difetto, per noi è un pregio, perchè trattandosi di un dispositivo con processore Mediatek apprezziamo il ridotto carico che CPU e GPU devono supportare con uno schermo a risoluzione più bassa, a favore di un minore impatto sui consumi e di benefici sulla reattività del dispositivo. Nonostante la densità di pixel effettiva sulla carta non eccellente (pari a 267 ppi) il livello di dettagli e più in generale la qualità delle immagini è più che soddisfacente, a testimonianza ancora una volta che il full-HD non è indispensabile per una buona godibilità dei contenuti.

Elephone-P2000-schermo-angolo-di-visione

La riproduzione dei colori è di buon livello, così come l’angolo di visione e il livello massimo di luminosità, tale da consentire una buona usabilità anche all’aperto, grazie alle tecnologie IPS (In-panel switching) e OGS (One Glass solution) di cui spesso abbiamo parlato nelle nostre recensioni.

Elephone-P2000-display-all-aperto Elephone-P2000-display-dettaglio Elephone-P2000-display-buio

L’unico difetto che abbiamo osservato è legato all’interazione touch con lo schermo, che richiede una pressione superiore alla media, dovuta probabilmente alla pellicola protettiva offerta in dotazione, con un coefficiente di attrito che limita la velocità e la fluidità degli swipe, osservabile nelle fasi più concitate di gioco dove è richiesto un controllo di tipo swipe (Stickman Soccer nel nostro caso). Inoltre talvolta il controllo touch si rivela impreciso, come durante la navigazione web, dove tentativi di scroll si traducono in tap, o durante la scrittura di messaggi di testo. Niente di preoccupante, ma è giusto segnalarlo per gli utenti più esigenti.

Hardware e prestazioni

Le prestazioni di Elephone P2000 sono legate al collaudatissimo processore octa-core Mediatek MT6592, clockato a 1.7GHz, utilizzato da tutti i top di gamma dei brand cinesi più conosciuti, che ha saputo elevare le prestazioni grafiche della precedente generazione e rendere funzionante il GPS. Nel particolare caso del P2000 però, l’hardware, che include tra l’altro anche 2GB di RAM, soffre la presenza sporadica di qualche piccolo lag soprattutto nelle sessioni di gaming, cosa che non avevamo notato su altri dispositivi con lo stesso hardware. Non sappiamo dirvi quale sia il motivo alla base di queste piccole imprecisioni, che non sono tali però da condizionare la qualità dei giochi di medio livello. Nessun problema ovviamente con i puzzle game dalla bassa complessità grafica. Piccola nota: il dispositivo tende a scaldare in modo particolare durante le sessioni di gaming più impegnative e prolungate, scaldando la zona poco sotto la fotocamera, dove è montato il processore. Non si tratta di un problema rilevante, dato che il dispositivo non è votato all’utilizzo con una sola mano e quindi non si viene in contatto con tale zona durante il normale utilizzo.

Ottima la riproduzione di video HD, e la navigazione web (2278 punti nel test Velamo), se si escludono le piccole imprecisioni menzionate nella sezione “Display”, caratterizzata da una rapidità di caricamento dele pagine piuttosto convincente. Per curiosità, abbiamo eseguito anche un test tramite il benchmark Antutu, in cui ha totalizzato un punteggio di oltre 24mila punti.

Antutu Antutu-3 memoria-elephone-p2000

La dotazione di memoria interna è da 16GB, suddivisi in un archivio interno da 4GB su cui è possibile installare app e giochi e una memoria del telefono pari a 10GB per l’archiviazione di file altro tipo, come foto o video.

Abbiamo testato il GPS tramit l’app GPS Test ed è riuscito ad agganciare i satelliti in circa 20-30 secondi. Un’ottima notizia questa per tutti coloro che vogliono utilizzarlo come navigatore, sfruttando anche l’ottimo schermo, senza appoggiarsi al Wi-fi.

L’ascolto in cuffie è soddisfacente, per quasi tutte le tipologie di ascolto, dai suoni rock a quelli dance/pop, con un ottimo livello di profondità dei bassi e di fedeltà dei suoni, con la possibilità di alzare il volume a livelli piuttosto elevati. Non si può dire lo stesso per la qualità dell’altoparlante di sistema, tra i peggiori finora mai provati, con un sonoro a dir poco “piatto” e approssimativo.

Tecnologia Fingerprint

fingerprintTramite questa caratteristica peculiare, da “Impostazioni” –> “Finger Scanner” è possibile sbloccare il dispositivo passando lentamente il dito sopra il lettore di impronte. Una volta registrata l’impronta, attraverso 10 letture differenti, si può infatti decidere di sostituire alla lock-screen tradizionale lo sblocco tramite il dito, o ancora, scegliere di sbloccare una particolare applicazione solo attraverso la lettura della propria impronta digitale. Il più delle volte non abbiamo incontrato particolari problemi di lettura, ma talvolta, ci è capitato che la lettura fallisse per 3 volte consecutive, costringendoci a digitare manualmente una password precedentemente impostata nella medesima sezione. Questo “fail” randomico nella lettura dell’impronta, ci ha portato ad utilizzare metodi di sblocco tradizionali, ma ammettiamo che si tratta di una funzionalità interessante che potrà essere apprezzata da molti utenti.

Connettività

Lato connettività l’Elephone P2000 è completo di alcune opzioni inusuali, come la dotazione dell’NFC. A soffrire è invece il range delle frequenze supportate. Elephone P2000 non supporta infatti la banda UMTS a 900Mhz, assenza questa che potrebbe creare diversi problemi agli utenti TRE nella navigazione tramite 3G. Essendo utenti TIM, non abbiamo riscontrato alcun problema di ricezione. Non supporta le reti LTE.

Fotocamera

La fotocamera è tra gli aspetti da cui ci aspettavamo qualcosa in più. Non che le aspettative fossero alte, trattandosi di un dispositivo economico, ma abbiamo percepito un livello di qualità inferiore ad altri modelli cinesi che abbiamo provato finora. Il sensore da 8MP (13MP interpolati, in realtà) con apertura f/2.0, non ha mostrato particolari difficoltà nelle foto all’aperto con le condizioni di luce ideali per gli scatti fotografici anche se l’assenza di uno stabilizzatore ottico costringe l’utente a restare immobile durante lo scatto.  La riproduzione dei colori è buona e fedele alla realtà. Diverso il discorso in ambienti chiusi, dove nonostante la presenza di un buon livello di luce proveniente dall’esterno, le foto appaiono fin troppo buie e il livello di rumore digitale decisamente elevato. E’ presente anche una fotocamera anteriore per qualche occasionale scatto di selfie all’aperto da condividere sui social. Qui di seguito potete vedere le foto scattate all’Elephone P2000 (cliccate su ciascuna singola foto per ingrandirla e visualizzarla in dimensioni originali):

IMG_20140830_233429 IMG_20140830_233508 IMG_20140830_233529
IMG_20140830_233616 IMG_20140830_233634 IMG_20140830_233927

Sistema operativo

Elephone P2000 è tra i primi modelli cinesi ad essere basato su Android in versione 4.4.2, la versione più recente di Android (alla data di oggi, 31 Agosto 2014) iin attesa dell’uscita autunnale dell’attesissimo Android L, che porta con sè delle piccole novità rispetto alla “vecchia” 4.2: l’accesso alle app in multitasking tenendo premuto il pulsante home, o le Floating App, ovvero le app costantemente visualizzabili sulla schermata.

elephone-p2000-sistema-operativo Elephone-so-2

Navigando tra le impostazioni ci accorgiamo della presenza di qualche ulteriore possibilità di personalizzazione. Oltre alla sezione “Finger scanner“, per la gestione del lettore di impronte di cui vi abbiamo precedentemente parlato, sono presenti:

– La sezione “Gesture Sensing“, per scorrere foto o brani musicali, passando una mano sopra lo schermo. In realtà per un funzionamento corretto e non sporadico è necessario far scorrere la mano sopra al sensore di luminosità (quindi più o meno all’altezza della fotocamera anteriore);

– La sezione “Off Screen Gestures“, attraverso il quale è possibile non solo sbloccare il dispositivo tramite un doppio tap sullo schermo o uno swipe verso l’alto, ma anche associare ciascuna gesture riconosciuta dal dispositivo ad una qualsiasi app installata sul dispositivo;

gesture-offscreen gesture

– La sezione “Notification Light” per impostare il colore del LED di notifica a seconda del tipo di notifica (chiamate, messaggi, notifiche generali);

Batteria ed autonomia

Elephone-P2000-batteria

La batteria di cui è dotato l’Elephone P2000 è un’unità da 2650mAh. Sulla carta, considerando lo schermo da 5.5 pollici si tratta di una capacità sufficiente, anche se abbiamo provato modelli di dimensioni simili con batterie da 3000mAh e oltre. Nonostante questo l’autonomia è stata inferiore alle aspettative. Impostando la luminosità dello schermo ad un livello medio, è stata sufficiente la visione di un video su Youtube per circa 30 minuti per constatare la riduzione di circa all’80% e circa 90 minuti di gaming (Stickman Soccer) per far scendere la percentuale della batteria a circa il 10%. Un risultato questo che lo pone su un livello inferiore rispetto a molti altri concorrenti cinesi, e che può rappresentare un ostacolo per chi intende utilizzarlo intensamente durante l’arco della giornata senza la possibilità di ricarica.

Disponibilità e prezzo

Elephone P2000 è disponibile sul distributore ufficiale italiano al prezzo di 240 euro (tasse e spedizione inclusi), in tutte le colorazioni esistenti (giallo, nero e bianco). Qui di seguito il link per acquistarlo: http://www.elephones.it/

Valutazioni finali

Elephone P2000 è una buona proposta all’interno dell’affollato mercato cinese, frutto di un’azienda che ha saputo negli ultimi tempi offrire prodotti dall’ottimo rapporto qualità-prezzo. Stavolta si aggiunge anche un buon grado di innovazione grazie alla tecnologia FingerPrint, che può rappresenta per molti una valida alternativa alle modalità di sblocco tradizionali. La presenza del LED di notifica, del supporto all’NFC e della dotazione di Android 4.4 completano un profilo di spicco all’interno del panorama dei dispositivi cinesi. Se non siete utenti TRE, non avete particolari pretese nella qualità fotografica e avete la possibilità di connettere il dispositivo a qualche fonte di alimentazione durante l’arco della giornata, Elephone P2000 è senza dubbio tra i modelli da prendere in considerazione.

 

Appassionato di tutto il mondo della tecnologia e dell'elettronica, soprattutto consumer. Sogna di non aver più bisogno di dormire per riuscire a dedicare il giusto tempo alle proprie passioni.
  • Forza Roma

    Salve io ho un problema con il mio p2000,quando mando in standby lo schermo e poi lo riaccendo questo non risponde al touch solo dopo tanti tentativi in cui spengo e riaccendo lo schermo.Che devo fare? Non só neanche dove si trova l’assistenza Elephone qui a Roma.

  • Nicola

    Salve, vista la recensione e il basso costo, anch’io ho acquistato il P2000. Funziona benissimo ma mi sono accorto che non si spegne quando si telefona, cioè quando è vicino all’orecchio. E’ qualche funzione disabilitata oppure è difettoso? Visto che l’ho acquistato on-line dove trovo i centri di assistenza? Grazie a tutti.

  • Bruno

    Ho appena ricevuto il P2000. Noto, sul lato dx del cristallo, ca. 3cm sotto la camera frontale, poco sopra il tasto laterale, un piccolo cerchio di ca. 3mm di diametro – poco più piccolo della camera; sembra essere “sotto/dentro” il vetro.
    Non capisco di cosa si tratta: un sensore o un difetto? Sugli altri è presente?
    Grazie per la risposta.

  • Martina

    Ciao, ho un problema con il mio elephone P2000. E’ da quasi tre mesi che ne ho uno, e non mi ha dato mai nessun problema, la fotocamera funziona bene all’aperto, il suono della musica non è eccezionale, sbalza un po’ ma si può risolvere con le cuffiette. Il mio problema è che da qualche giorno quando metto in standby il telefono (blocco lo schermo) e dopo provo a riaccenderlo non si sblocca. E’ come se si spegnesse da solo o qualcosa del genere. Se è collegato alla corrente non si spegne ma riamane sempre acceso anche se blocco lo schermo. Ma quando metto la musica e blocco lo schermo, il telefono continua a riprodurre, ma se clicco il tasto di accensione lo schermo rimane nero come descritto sopra. Inoltre se lo uso anche solo per una chiamata, dietro inizia a diventare molto caldo, tanto che più volte mi sono anche bruciata, ma non è un problema grave, quello che mi preoccupa di più è: il mio telefono quando lo blocco si spegne o è solo uno standby da cui non riesce ad uscire? Per riaccenderlo devo riavviarlo dal pulsante di blocco. Ho anche provato un hard reset e da qui ho visto qualche cambiamento.. Finalmente riesco a bloccarlo e non si spegne, ma solo per un tempo di 30 minuti, credo.
    Ho pensato che il problema provenisse da qualche applicazione scaricata ma dopo il primo reset ne ho scaricate pochissime, tra le quali Whatsapp, Instagram, Youtube, Vsco cam e Picsart.
    Qualcuno mi puo aiutarmi? Cosa dovrei fare? Grazie a tutti.

    • Fabrizio Migliorato

      Guarda il problema del display da quel che vedo è diffuso, ne ho preso uno per mio padre che ha avuto il medesimo problema, dopo poco tempo che gliel’ho preso il touch ad un certo punto non rispondeva più e non si riusciva più a sbloccare lo schermo (e non è dovuto alla pellicola protettiva).
      L’abbiamo mandato all’assistenza e dopo un mese lo abbiamo riavuto, hanno sostituito il display ma volevano farci pagare l’intervento perché davano la colpa a noi perché secondo loro era caduto e dentro si era rotto (falso), mio padre non ha pagato solo perché ha protestato visto che il Cell è stato portato all’assistenza poco dopo l’acquisto!
      Fossi in te farei sostituire il display all’assistenza e se ti vogliono “fregare” fai notare che lo stesso difetto in rete l’hanno avuto anche altri, ciao!!!

  • Martina

    Ciao, ho un problema con il mio elephone P2000. E’ da quasi tre mesi che ne ho uno, e non mi ha dato mai nessun problema, la fotocamera funziona bene all’aperto, il suono della musica non è eccezionale, sbalza un po’ ma si può risolvere con le cuffiette. Il mio problema è che da qualche giorno quando metto in standby il telefono (blocco lo schermo) e dopo provo a riaccenderlo non si sblocca. E’ come se si spegnesse da solo o qualcosa del genere. Se è collegato alla corrente non si spegne ma riamane sempre acceso anche se blocco lo schermo. Ma quando metto la musica e blocco lo schermo, il telefono continua a riprodurre, ma se clicco il tasto di accensione lo schermo rimane nero come descritto sopra. Inoltre se lo uso anche solo per una chiamata, dietro inizia a diventare molto caldo, tanto che più volte mi sono anche bruciata, ma non è un problema grave, quello che mi preoccupa di più è: il mio telefono quando lo blocco si spegne o è solo uno standby da cui non riesce ad uscire? Per riaccenderlo devo riavviarlo dal pulsante di blocco. Ho anche provato un hard reset e da qui ho visto qualche cambiamento.. Finalmente riesco a bloccarlo e non si spegne, ma solo per un tempo di 30 minuti, credo.
    Ho pensato che il problema provenisse da qualche applicazione scaricata ma dopo il primo reset ne ho scaricate pochissime, tra le quali Whatsapp, Instagram, Youtube, Vsco cam e Picsart.
    Qualcuno mi puo aiutarmi? Cosa dovrei fare? Grazie a tutti.

  • Debora Guzzo

    ciao, io ho un problema con il mio p2000…. a volte dalle icone il cellulare sembrerebbe prendere bene le due linee telefoniche, in realtà non c’è campo…. come posso fare??

    • Ciao Debora,

      Talvolta in molti dispositivi Android può capitare che venga segnalata erroneamente la ricezione di un campo, soprattutto in zone in cui la ricezione del segnale alterna stati differenti in poco tempo. Si tratta di un problema del firmware a cui non si può porre rimedio purtroppo.
      L’importante è che non abbia reali problemi di ricezione.
      Hai provato a fare un confronto simultaneo con altri dispositivi dotati di SIM dello stesso operatore che utilizzi con il tuo P2000?

      Facci sapere.
      A presto! 😉

  • Andrea Donatini

    Salve, grazie per la recensione, ottima, dopo averla letta mi sono deciso ad acquistare il telefono in questione avendo trovato i punti sfavorevoli poco importanti per me. Devo dire che dopo circa 15 giorni sono contento del mio acquisto a parte aver sostituito subito il launcher stock con Nova perchè la versione senza tasto per il drawer non mi piace.
    Giusto per la cronaca io utilizzo lo smartphone con l’operatore 3 e non ho problemi, ma questo può essere dovuto al tipo di copertura della mia zona anche se per lavoro e per famiglia mi sposto molto tra Toscana,Umbria e Campania e non ho riscontrato problemi di linea e di utilizzo internet. Guardando su gsmworld risulta che la 3 in Italia utilizza quasi esclusivamente la banda da 2100 Mhz che è supportata dal P2000, non so quanto sia diffusa quella da 900 Mhz che invece non è supportata.
    Ho utilizzato per qualche mese anche un THL W200S anche questo con le stesse bande UMTS del P2000 ed è andato benissimo anche in Irlanda!
    Il mio telefono però, ha purtroppo una pessima partizione della memoria interna, poco più di 1Gb per le app e tutto il resto per i dati, veramente troppo poco, dovrò metterci mano!

    • Ciao Andrea,

      Grazie per aver condiviso la tua esperienza.
      Non abbiamo capito però perchè sul tuo modello sia disponibile solo poco più di 1GB per l’installazione di app (noi ne avevamo circa 4).

      Facci sapere!
      A presto 😉

    • antonio

      ciao mi chiamo toni mi dici la sim se e la grade o piccola grazie

      • Andrea Donatini

        ciao toni ha 2 slot, uno piccolo ed uno standard. quello piccolo se non ricordo male è quello 3G.

  • luca

    Ciao e complimenti per la recensione, mi sembra equilibrata. Nonostante i punti a sfavore ho comprato questo telefono per via dell’economicità e delle specifiche tutto sommato buone. In ogni caso, vorrei chiederti una cosa visto che il terminale ancora non mi è arrivato. L’ho ordinato su etotalk e li, mi sono accorto solo dopo che al momento dell’acquisto di chiedono se vuoi preinstallate nel terminale un certo numero di apps. Vengo al punto, dopo aver ordinato (e pagato) mi rendo conto che tra queste ci sono anche google play e multilanguage OS! beh, la mia domanda da profano è semplice: Mi arriverà un telefono che parla cinese e che non ha google play? e se fosse, c’è un modo per rimediare in italia? cosa dovrei fare?
    grazie a tutti… un poco tecnologico 🙂

    • Ciao Luca,

      A noi il telefono è arrivato completo con Google Play installato ovviamente, ma non l’abbiamo acquistato ma ricevuto in prova dal distributore ufficiale italiano.
      Il fatto di pagare la pre-installazione di app ci è nuovo.
      Essendo Android in versione stock non dovresti avere alcun problema con la lingua.

      Tienici aggiornati!
      A presto.

  • Piereligio Di Sante

    Questa recensione è comica. Cominciate con paroloni per un telefono che è invece la solita cinesata. Non è che siccome ha un sensore per le impronte digitali sia diverso, eh. Nemmeno funziona bene, quel sensore. La batteria non dura un cavolo, il che evidenzia che la specifica dei mah è falsata, dato che in genere quel soc non consuma molto. Dicendo che android L porta solo “qualche novità” tra cui le app floating (cosa non vera) avete vinto tutto.

    • Ciao,

      I difetti di cui parli (insieme ad altri) sono stati tutti indicati all’interno della recensione 😉
      Il discorso invece relativo alle “poche novità” (e delle floating app), è invece relativo alla 4.4 rispetto alla 4.2.

      A presto 😉

      • Piereligio Di Sante

        Non si può dire all’inizio che sia innovativo quando l’hardware è vecchio di due anni. È contraddittorio. Android 4.4 non ha le floating app. Android stock ste cosette qua non le ha.

        • L’innovazione è unicamente nella dotazione della tecnologia FingerPrint, discorso limitato al mercato cinese ovviamente. L’hardware non è vecchio di due anni, i modelli octa-core con processore Mediatek MT6592 sono usciti solo a partire da Gennaio di quest’anno.
          Android 4.4 installato sui dispositivi cinesi ha la possibilità di visualizzare qualche floating app (come la calcolatrice ad esempio).

          • Piereligio Di Sante

            I dispositivi cinesi dovrebbero avere la versione aosp di android, che di suo NON ha le floating app. Se poi qualche produttore cinese ha aggiunto la funzionalità, è un discorso diverso. Ma dire che android 4.4 ha introdotto le floating app è completamente sbagliato. I processori mediatek che sono in questo dispositivo sì, sono nuovi, ma sono mediatek, che come al solito fa credere di avere creato una CPU bestiale, ma poi in realtà non ha niente a che vedere con snapdragon..
            E fingerprint sarebbe innovativo? IPhone 5s, galaxy s5, HTC one max e altri nuovi già hanno le impronte digitali, e funzionano meglio (eccetto nell’htc). Da molto questa delle impronte digitali non è innovazione.

            “Uno dei primi ad avere l’attesa versione di android 4.4″.. Ma se tra un mese esce android L! Si parla di dispositivi cinesi? Beh.. Ce ne stanno tanti che già lo hanno! ” elementi di spicco ” io non ne vedo. Vedo che ha una scheda tecnica mediocre, che poi rende pure molto male. A me sembra un catorcio. Con meno euro spesi si può avere di più..

          • Si esatto, si tratta di una funzionalità introdotta in molte ROM basate su 4.4, su dispositivi Mediatek. Provvederemo a specificarlo nella recensione per evitare equivoci 😉

            Il discorso dell’innovazione del FingerPrint, come già detto, è da limitare al solo mercato cinese. Difficile, se non impossibile, aspettarsi reali innovazioni tecniche da produttori che puntano ad abbattere i costi.

            Android 4.4 è stato introdotto da poco sui dispositivi cinesi. Fino a pochi mesi fa erano ancora tutti basati sulla 4.2. Elephone P2000 è stato tra i primi ad uscire con 4.4 nativo. Subito dopo, a seguire, c’è stata l’ondata di dispositivi cinesi con Android 4.4 😉

          • Piereligio Di Sante

            Ah, ok.. Vabbè, è solo da specificare che limitatamente al mercato cinese è una novità, KitKat. Sinceramente non capisco come mai abbiano impiegato tanto.

          • Andrea

            cit. “Con meno euro spesi si può avere di più..”
            mi daresti qualche consiglio in merito? io stavo per acquistare il P2000 di cui sopra, ma sono frenato proprio perchè per me la fotocamera ha un ruolo importante..
            grazie 🙂

          • Piereligio Di Sante

            Se la fotocamera ha un ruolo importante, non so se troverai quel che cerchi a 200 euro (forse qualche lumia, ma non so, sono ignorante, riguardo WP). Il “di meglio” a cui mi riferivo è il Motorola moto G. Se ti interessa la fotocamera, il 2014, che su amazon costa 185 euro, ha 8 mpx, se non sbaglio. Ovviamente non basta sapere il numero dei megapixel. Vedi le recensioni, ma non le opinioni di chi ha scattato le foto, che magari è abituato al top: cerca le recensioni dedicate alla fotocamera, nelle quali puoi trovare le foto originali in allegato. Immagino e spero ce ne siano.

          • Andrea

            grazie mille.. non pensavo mi avresti risposto 🙂
            non mi interessa che la fotocamera abbia prestazioni da reflex, ma quella del p2000 qui sopra mi sembra davvero pietosa..
            ho sentito parlare molto bene anche io del motorola moto G, anche per quanto riguarda lo “sfruttamento” di android.
            Ci avevo già fatto un pensierino ma mi preoccupa un po’ il fatto che non abbia memoria espandibile.
            Grazie ancora!

          • Piereligio Di Sante

            Il Motorola moto g 2014 ha memoria espandibile 😉
            Lo riconosci bene dal fatto che ha un 5″. Il 2013 aveva un 4.5″

          • Ciao Andrea,

            Moto G 2014 è uno smartphone affidabile e con buone caratteristiche in tutti i settori. Trovi qui le sue caratteristiche: http://www.tecnologici.net/i-migliori-smartphone-android-economici-del-2014-max-200-euro/2/

            Facci sapere! Seguici anche su Facebook, Twitter e Google+ e sul nostro canale YouTube RedazioneTecnologici 🙂