Giochi Giochi iPhone/iPad

Fifa 12 – recensione (iPhone, iPad)

Dic 1, 2011

author:

Fifa 12 – recensione (iPhone, iPad)

Genere: Sportivo
Sviluppatore: Electronic Arts
Disponibile per:  iOS

[slider_pro id=”40″]

 

L’attesissimo FIFA 12 in versione console, grazie allo straordinario Impact Engine in grado di rivoluzionare l’approccio alla fase difensiva, ha compiuto un altro passo decisivo verso la perfetta simulazione calcistica. Ma la Electronic Arts ha da poco rilasciato nell’App Store la versione mobile di Fifa 12 in 2 versioni separate (iPhone, iPad) compiendo, in maniera decisamente più silenziosa, solo piccoli e timidi passi in avanti su piattaforma iOS, frutto di uno sforzo e di un’attenzione da parte degli sviluppatori nemmeno lontanamente paragonabile a quella impiegata nello sviluppo della ben più importante versione console.

Dal comparto grafico ci si aspettava qualcosa di più. Se ancora può ritenersi buona quella della versione iPhone, complice le dimensioni ridotte dello schermo in grado di mascherare qualche approssimazione generosa, lo stesso non si può dire dell’iPad, dove le inquadrature ravvicinate scoprono, senza pudore, un comparto grafico che ci porta parecchio indietro nel tempo. Se da una parte comprendiamo come l’hardware sia ancora poco adatto ad un supporto di questo genere di giochi con un elevato numero di poligoni da gestire, dall’altra l’uscita di titoli dal comparto tecnico eccellente come Modern Combat 3 e Shadowgun aveva fatto sperare che anche il genere calcistico potesse compiere quel passo in avanti verso un realismo più credibile.

Ma tralasciamo le questioni squisitamente tecniche. in Fifa 12 alla ricchezza del numero di squadre (22 campionati per un totale di più di 500 squadre) si affianca la novità più interessante introdotta in questa versione, che consiste nella modalità Allenatore. In quest’ultima si prende in gestione una società, controllandone tutti gli elementi, sia tecnici che finanziari: il calciomercato, gli allenamenti infrasettimanali, il rinnovo dei contratti, lo staff ecc… che lo rendono un gioco anche manageriale, con la possibilità di giocare le partite o simularle.

Per quanto riguarda il sistema di controllo di Fifa 12, che consiste nel tradizionale pad virtuale sulla sinistra e e tre pulsanti sulla destra, si hanno a disposizione due modalità: una contestuale all’azione, in cui a seconda se si è in fase di attacco o difesa, ogni tasto ha funzioni diverse. L’altra invece si basa su una logica simile alle console che risponde ad una serie di combinazioni dei tasti, rinominati in questo caso in ABC. Tale sistema però risulta decisamente più ostico, non tanto per la difficoltà di memorizzazione delle combinazioni, quanto piuttosto per gli evidenti limiti  legati ad un controllo mediante touchscreen. La reattività dei giocatori non è eccellente, ma consente un gameplay fluido e godibile, anche se di contro rende decisamente più impegnativa la giocabilità ai livelli più difficili.

Un difetto non trascurabile di Fifa 12 risiede invece nell’assenza del multiplayer, soprattutto se si considera che su Fifa 11 era possibile efffettuare una partita in locale sia tramite wi-fi che bluetooth. L’unico modo per effettuare una partita in modalità multiplayer è tramite un ipad, accedendo all’applicazione gratuita Ea Sports Gamepad, e utilizzando due iphone come controller e l’ipad come display. Decisamente scomodo. Il comparto audio supera di poco la sufficienza e non è disponibile la telecronaca in italiano.

In definitiva Fifa 12, rappresenta il miglior titolo calcistico nel panorama del gaming mobile, ma, allo stesso modo del rivale PES 2012, lascia delusi tutti gli utenti che si aspettavano un decisivo salto di qualità. La modalità allenatore, e i piccoli passi in avanti nel gameplay, non compensano la delusione dell’assenza della modalità multiplayer, oltre ad un’intelligenza artificiale e un sistema di controllo touchscreen ancora lontani dalla perfezione.

Fifa 12 è per ora disponibile solo su iOS (iPhone e iPad).

 

 



Appassionato di tutto il mondo della tecnologia e dell'elettronica, soprattutto consumer. Sogna di non aver più bisogno di dormire per riuscire a dedicare il giusto tempo alle proprie passioni.