Recensioni Video

Filo: Il portachiavi smart per ritrovare tutto [Update]

Giu 27, 2016

Filo: Il portachiavi smart per ritrovare tutto [Update]

DSC00400

Filo è un portachiavi smart, prodotto da una startup italiana, che vi permetterà di ritrovare gli oggetti a cui è attaccato, come un mazzo di chiavi, o, in alternativa, il vostro smartphone.

Video recensione di Filo

 

Costruzione

DSC00402

Il prodotto è un piccolo quadratino di plastica dalle dimensioni molto ridotte: 38 x 38 x 6 mm. La finitura superficiale è satinata, ad eccezione della scritta “lo” e dei bordi, rifiniti con una colorazione lucida. Questa lavorazione opaca è molto soggetta ai graffi, soprattutto se collegherete Filo a chiavi od altri oggetti metallici.

DSC00401

Il resto della costruzione è ottima, senza scricchiolii o particolari flessioni (nei limiti di un prodotto così piccolo i policarbonato).

Il tasto frontale circolare (contenuto nella “o”) ha un click molto solido, così come la chiusura posteriore (forse anche troppo). Questo perché Filo è apribile, allo scopo di sostituire la batteria CR2016 integrata (quella piatta da orologio). Essa è indicata per 4-10 Mesi, anche se dalle nostre proiezioni potrebbe anche raggiungere 11-12 mesi di autonomia. E’ pertanto facilmente sostituibile in totale autonomia.

 

Pairing e Funzionamento

Screenshot_20160405-212822

In abbinamento con questa “scatolina” avrete un’app per Android o iOS.
L’applicazione richiede i seguenti requisiti:

  • iPhone 4S e Successivi | iPad Mini, iPad 3a Generazione e successivi per iOS
  • Android 4.4 e successivi

Se per i device Apple vediamo rispettati al 100% questi presupposti, per il sistema di casa Google la situazione si complica. Ci è infatti capitato di riscontrare qualche problema anche con dispositivi che rispettassero (sulla carta) le specifiche richieste (come il Wiko Fever). Il problema è probabilmente da ricondursi all’alta frammentazione di Android, che non permette spesso di garantire questo genere di accessori.

Il consiglio è quello di informarsi prima dell’acquisto, anche attraverso la pagina Facebook del produttore.

Screenshot_20160405-212824Noi abbiamo comunque effettuato con successo i nostri test su: Samsung Galaxy S6, Motorola Nexus 6, LG Nexus 5 e Honor 5X. Questo vuol dire che, tendenzialmente, non avrete problemi con device recenti di grandi marchi.

Tralasciando la questione compatibilità, l’applicazione è ben funzionante ed ottimamente disegnata. Rispetta le linee guida di iOS e Android in termini di design, andando ad integrarsi perfettamente nei rispettivi ecosistemi.

Una volta avviata, il pairing è molto semplice e verrete guidati nell’accoppiamento passo passo (in italiano).

Completata la procedura Filo sarà operativo al 100% e vi permetterà di sfruttare le seguenti features:

  • Far suonare Filo dal’app
  • Far suonare lo smartphone da Filo (cliccando il tasto)
  • Rilevare la distanza approssimativa da Filo (vicino, lontano), verificando quindi l’avvicinamento o meno alla posizione dello stesso
  • L’ultima posizione di Filo su Google Maps
  • Verificare lo stato (batteria, segnale, seriale, firmware) di Filo

Screenshot_20160405-212844Tutto funziona correttamente, anche se ci vuole qualche secondo per valutare la distanza dal portachiavi e farlo suonare. I tempi sono però molto più che accettabili.

L’unica critica che possiamo muovere riguarda il volume dello speaker integrato: un po’ troppo basso. Capiamo però che si sia cercato un giusto compromesso tra peso, batteria e volume.

La portata nominale del Bluetooth 4.0 integrato è di 80 m in caso di assenza di ostacoli, mentre scende a circa 20m in caso di loro presenza (come le pareti di casa).

Conclusioni

Filo ci è piaciuto molto perché è un gadget utile e funzionale. Il difetto dello speaker è forse l’unico vero punto debole, abbinato alla compatibilità confusionaria con Android (più colpa dell’OS che del produttore).

Complessivamente Filo Tracker è un gadget che promuoviamo senza remore.

Disponibile sullo Store Ufficiale.

Ulteriori informazioni sul Sito Ufficiale.

Aggiornamento del 27/06/2016

Come molti accessori che proviamo, anche in questo caso stiamo seguendo la sua evoluzione nel corso del tempo.

Nel caso di Filo abbiamo notato un netto miglioramento delle performance sui dispositivi Android, abbinato ad un cambio di stile dell’app (ora più tendente allo scuro).

L’incidenza sul consumo di batteria dello smartphone (già minima) è diventata quasi nulla, non comparendo più tra le statistiche di Android. Ciò è segno di una buona ottimizzazione dell’applicazione.

Il riconoscimento della distanza è stato inoltre velocizzato, permettendo un collegamento quasi istantaneo con il portachiavi.

L’azienda ci ha promesso ulteriori miglioramenti in futuro e continueremo ad aggiornarvi in caso di ulteriori novità corpose.

Malato di smartphone, tablet e gadget tecnologici. Alla spasmodica ricerca di qualcosa di nuovo che possa catturare la mia attenzione.