News

Galaxy Nexus e il barometro

Ott 21, 2011

Galaxy Nexus e il barometro

 

Il nuovo Galaxy Nexus, presentato pochi giorni fa, sta facendo discutere su tutti i fronti per le molteplici nuove caratteristiche sia hardware che software. Ovviamente tutto questo parlare di un terminale non può che far piacere al produttore, ma nascono anche domande, ad esempio: il Galaxy Nexus ha il barometro.
barometro è lo strumento di misura per la pressione atmosferica. È usato per determinare l’altitudine di un luogo e nell’ambito dellameteorologia per rilevare dati utili per le previsioni del tempo.  A questo punto è lecito chiedersi quale sia lo scopo e l’utilizzo in uno smartphone?

Da Google la prima risposta è arrivata: è stato installato per rendere il fix del GPS del Galaxy Nexus ancora più veloce. La risposta ufficiale è la seguente:

The primary purpose of the barometer is (at least, I’ve been told) to make GPS lockons faster. Locking on to a GPS involves numerically solving a 4-dimensional set of linear equations — 3 dimensions in space, and time. (Yes, you get accurate time for free if you lock on to GPS.) Because of the way GPS works, this can take a few minutes.This goes much faster if you already have an estimate of your location. This is why “aGPS” (assisted GPS) services are so popular: by starting with a rough city-level coordinate fix through something like cell-tower network location, you can reduce the amount of math you have to do to lock on. This is where the barometer comes in.The 3 dimensions in space are latitude, longitude… and altitude. The barometer gives you a reasonable first-cut estimate for altitude. This gives you a bit of a leg up on one of the dimensions — especially combined with “2D” aGPS — which can help speed up lock-on in general.Now of course, the barometer can also be used for things like, well, determining atmospheric pressure (although I’m not sure it’s really weather grade.) But the main reason it’s in your phone is to help with GPS. 

 

Come si evince dalle righe, lo scopo è quello di facilitare il lock on dei satelliti del Galaxy Nexus attraverso una serie di informazioni in più che derivano dall’utilizzo del barometro. Senza entrare nel merito delle equazioni lineari che deve risolvere il terminale, avviene che effettivamente per il fix dei satelliti vengono calcolate le tre dimensioni, vale a dire anche longitudine e latitudine che possono essere fornite dal barometro.
I ragazzi di Google le pensano veramente tutte!

 

via

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.