News Smartphone

Galaxy Note 4: PRO e CONTRO. 8 motivi per comprarlo e 8 per non farlo.

Set 4, 2014

author:

Galaxy Note 4: PRO e CONTRO. 8 motivi per comprarlo e 8 per non farlo.

galaxy note 4 tecnologici

[sz-gplus-post]

Il Galaxy Note 4 è stato presentato oggi ed è pronto a debuttare anche sul mercato italiano, forte del successo riscosso dalla gamma Note negli ultimi anni. Superato il comprensibile entusiasmo iniziale, dovuto alla spettacolare presentazione nella splendida cornice del Tempodrom di Berlino, lo abbiamo provato a lungo cercando di cogliere tutti i pregi e difetti del nuovo top di gamma Samsung, e di riassumere tutti i motivi per comprarlo e quelli per non farlo in un unico articolo. Premessa: tutte le considerazioni che facciamo qui derivano da una prova di circa un’ora, tempo di certo non sufficiente per avere una valutazione chiara e completa del dispositivo, cosa che ci auguriamo di poter fare al più presto.

8 motivi per comprare il Galaxy Note 4:

1. La cornice metallica dona un pizzico di sensazione “premium” al predecessore, realizzato interamente in materiali plastici;

2. La risoluzione del display riesce a superare di gran lunga la soglia della reale utilità pratica, con un valore di densità di pixel per pollice superiore a 500; un risultato eccellente, che eleva ai massimi livelli l’impatto grafico nelle attività multimediali;

3. L’incremento nella velocità di ricarica è un fattore da non sottovalutare; in soli 30 minuti è possibile caricare il Note 4 dallo 0 al 50%, mentre con il Note 3 occorrevano 55 minuti;

4. L’autonomia è migliorata (sulla carta) del 7,5%: risultato questo da verificare con test approfonditi ma che fanno sorgere ben poche preoccupazioni sulla durata della batteria, già ottima nelle due versioni precedenti;

5. Le nuove funzionalità associate all’S-Pen sono ben studiate: la possibilità di ritagliare le screen o di utilizzarlo allo stesso modo di un mouse migliora ulteriormente il livello di interazione con il dispositivo;

6. La modalità multi-window consente di sfruttare appieno le potenzialità di multitasking offerte dal potente hardware, oltre alle ampie dimensioni del display;

7. Il sensore della fotocamera è lo stesso apprezzato nel Galaxy S5, tra i migliori modelli in circolazione (senza tirare in ballo il Lumia 1020) in termini di qualità fotografica;

8. Tecnologia Fingerprint per il riconoscimento dell’impronta digitale: non si tratta di certo di una funzionalità primaria, ma apprezziamo l’ulteriore possibilità di blocco del dispositivo e il supporto alle future possibilità di pagamento attraverso l’utilizzo del solo dito;

8 motivi per NON comprare il Galaxy Note 4:

1. La frame metallica non è sufficiente a rendere il design unico ed accattivante. Ci aspettavamo una maggiore innovazione dal punto di vista estetico, in maniera simile a quanto fatto con il Galaxy S3.

2. La qualità costruttiva non riesce ad avvicinare quella offerta da altri concorrenti (HTC e Sony su tutti): ancora troppo abbondante l’utilizzo di materiali plastici;

3. Il Galaxy Note 4 non è dotato di certificazione IP67 e di conseguenza NON è impermeabile. Un’assenza questa che invita l’utente a prestare una buona dose di cautela nell’utilizzo sotto la pioggia o a non farlo cadere in acqua;

4. Lo schermo da 5.7 pollici super ancora una volta le dimensioni limite per la “tascabilità” del dispositivo. Difficile tenerlo nella tasca dei pantaloni senza perdere libertà nei movimenti.

5. Le nuove funzionalità dell’S-Pen e del sistema operativo, sebbene possano rivelarsi utili nella vita di tutti i giorni, non sono così semplici ed intuitive per un utilizzo di “massa”. L’impressione è che saranno pochi gli utenti a sfruttarne appieno tutte le potenzialità software, integrandole realmente nelle abitudini quotidiane;

6. Le modifiche alla TouchWiz sono più estetiche che funzionali; non che ci aspettassimo una profonda rivisitazione di un software ampiamente apprezzato, ma anche qui, non ci sarebbe dispiaciuto assistere a qualche nuova innovazione a favore dell’intuitività e della semplicità d’uso;

7. Il prezzo (729 euro, secondo le prime indiscrezioni) è troppo elevato, o meglio, è troppo alto in confronto al calo di prezzo di mercato che solitamente subiscono i dispositivi Samsung nei primi mesi dall’uscita; Per gli utenti che non sono intenzionati a vincolarsi ad abbonamenti, è forse preferibile aspettare che il prezzo scenda al di sotto dei 500 euro;

8. La versione di prova che abbiamo avuto modo di provare presentava qualche bug nel sensore del battito cardiaco; probabile che saranno stati risolti nella versione definitiva disponibile sul mercato;

Appassionato di tutto il mondo della tecnologia e dell'elettronica, soprattutto consumer. Sogna di non aver più bisogno di dormire per riuscire a dedicare il giusto tempo alle proprie passioni.