Smartphone

Galaxy S6 vs S6 Edge vs S6 Active: tutte le differenze

Apr 2, 2015

author:

Galaxy S6 vs S6 Edge vs S6 Active: tutte le differenze

galaxy s6 vs s6 edge vs s6 active

Le caratteristiche dei due top di gamma di Samsung e del nuovo Galaxy S6 Active

E’ davvero tanta l’attesa per i due top di gamma firmati casa Samsung. Il Galaxy S6 ed S6 Edge promettono di incantare gli utenti di tutto il mondo. Già campioni di preordini in queste settimana i due smartphone mostrano di poter conquistare il mercato delle telefonia mobile mondiale rilanciando la casa madre di Seul alle prese, nei mesi scorsi, con una situazione finanziaria non proprio delle migliori. La presentazione dei due prodotti non poteva non scatenare un’ondata di confronti con gli altri competitor. Ma quello che vi proponiamo oggi è un paragone del tutto particolare e che risponde ad una domanda che molti appassionati del settore si sono posti già al momento dell’annuncio della commercializzazione dei due smartphone: Quali sono le differenze tra il Samsung Galaxy S6 ed S6 Edge?

Il display curvo di Galaxy S6 Edge: i vantaggi

Un elemento di difformità che si nota immediatamente è nell’aspetto dei due device. Il Galaxy S6 Edge mostra, infatti, un display con una forma curva su un lato. Una particolare conformazione che porta lo schermo ad estendersi sui bordi del dispositivo. Una novità davvero sorprendente che rende la forma del device davvero piacevole e per certo aspetti “futuristica”.

Le dimensioni divergenti dello schermo portano anche a differenti estensioni del bordo inferiore che appare più “spesso” per S6. Questa caratteristica porta lo schermo del Galaxy S6 Edge ad occupare il 71,7% della parte frontale mentre del 70,7% nel “normale” S6.

L’aspetto rende il design del Galaxy S6 Edge davvero intrigante anche se i vantaggi, per quanto riguarda l’utilizzo, si limitano, per ora, ad alcune funzionalità aggiuntive: ad esempio quella di visualizzare con uno swipe i contatti e le ultime chiamate da qualsiasi schermata, o l’illuminazione di notifica personalizzabile sulla barra laterale.

Dimensioni e peso: le differenze sono minime

Altre minime differenze tra i due dispositivi riguardano le dimensioni: 143.4 x 70.5 x 6.8 millimetri per quanto riguarda il Samsung Galaxy S6, 142.1 x 70.1 x 7 millimetri per l’S6 Edge, differenza che si traduce in una differenza di soli 6 grammi. 138 grammi il peso del Galaxy S6, 132 quello dell’S6 Edge.

Batteria: il Galaxy S6 Edge, un’ora in più di autonomia

Un dato che ha destato sicuro scalpore tra gli utenti è quello proprio relativo all’autonomia. Sia il Galaxy S6 che S6 Edge rappresentano, almeno sulla carta, un passo indietro, seppur minimo, rispetto al predecessore: il Galaxy S5. Se la capacità della batteria di quest’ultimo infatti è di 2.800 mAh, quella del Galaxy S6 Edge è di 2.600 mAh mentre quella del Galaxy S6 si ferma a 2.550 mAh.

E’ ancora presto però per fare considerazioni sull’autonomia, che dipende da molti altri fattori oltre alla specifica tecnica relativa alla capacità della batteria (l’interazione tra hardware e firmware o l’efficienza del processore, solo per citare qualche esempio).

Prezzo: il Galaxy S6 Edge costa in media 150 euro in più

Ultimo aspetto, sicuramente non di secondaria importanza, è il prezzo: 739 euro per la versione da 32 GB di memoria e 849 da 64 GB per il Galaxy S6 mentre 889 euro per S6 Edge da 32 GB e 999 per quella da 64 GB. I dispositivi saranno presenti sul mercato dal 10 aprile. Tre le colorazioni tra le quali è possibile scegliere entrambi gli smartphone: Bianco Perla, Nero Zaffiro, Oro Platino mentre Blu Topazio, solo per Galaxy S6 e Verde Smeraldo, solo per Galaxy S6 Edge.

Galaxy S6 Active, la scelta differente. Cosa ha in più rispetto al Galaxy S6 ed S6 Edge?

Il Galaxy S6 Active è la variante “rugged” dei due dispositivi S6 ed S6 Edge. Infatti secondo le ultimissime anticipazioni è dotata di un telaio resistente agli urti e all’acqua. Molte le novità che riguarderanno la composizione del device destinato ad un’utenza “sportiva”. Un telaio molto più resistente capace di essere utilizzato anche in condizioni meteorologiche estreme; queste caratteristiche renderanno il device probabilmente diverso esteticamente rispetto al Galaxy S6. L’S6 Active sarà inoltre dotato di una batteria removibile, ma non del lettore delle impronte digitali né del contatore dei battiti cardiaci, mancanza non da poco per un dispositivo destinato a simili attività. Ritornando al tema dell’autonomia questo dispositivo si discosta dall’S6 per la capacità della batteria che con 3.500 mAh, garantirebbe una durata di gran lunga maggiore. Altra differenza con S6 ed S6 Edge sarà la fotocamera. Caratteristiche notevolmente inferiori quelle dell’Active S6 il cui comparto fotografico si baserà su sensori diversi rispetto a quelli montati sull’S6, sacrificando l’ottima qualità degli scatti.

Galaxy S6, S6 Edge ed Active S6: quale comprare?

Quando parliamo di prodotti ancora non commercializzati è sempre difficile analizzare i vantaggi e gli svantaggi di un determinato smartphone rispetto agli altri. Autonomia e funzionalità sono elementi che si discostano ben poco nei due device; le differenze tra S6 ed S6 Edge riguardano, infatti, soprattutto l’aspetto estetico. Un design particolare quello di Edge che costa all’utente centocinquanta euro. Insomma il Galaxy S6 Edge è adatto per i “cultori” della linea curva e delle forme innovative o semplicemente per i curiosi delle novità, dato che per ora le funzionalità aggiuntive non sembrano giustificare la differenza di prezzo. Se non vi interessano più di tanto questi elementi allora la scelta potrebbe ricadere su S6. La casa madre, consapevole di questi aspetti, ha in programma di immettere in mercato un numero notevolmente maggiore di Galaxy S6. Per quanto riguarda il nuovo Galaxy S6 Active, le caratteristiche conosciute sono ancora insufficienti per paragonarlo efficacemente ai due top di gamma. Resistenza maggiore del materiale che lo compone e un’autonomia notevolmente superiore fanno da contraltare ad una minore capacità della fotocamera per un dispositivo destinato essenzialmente a chi ama l’avventura.