Guide News OS

Glossario Termini Tecnici – Android e iPhone

Nov 20, 2011

Glossario Termini Tecnici – Android e iPhone

 

 

Obiettivo di questo glossario è quello di raccogliere il significato dei principali termini tecnici utilizzati nell’ambito di smartphone e tablet. Questo glossario è e sarà sempre un work in progress perché su vostra segnalazione potrà essere aggiornato e completato. Qualora vi siano termini di cui volete conoscere il significato non esitate a chiederci.

 

Android .E’ il sistema operative introdotto da Startup Android e acquisito da Google nel 2005, questo sistema operativo è destinato ai dispositivi mobili come smartphone e tablet, è open source poiché basato su Kernel Linux. Le sue versioni più recenti sono Eclair (2.1), Froyo (2.2), Gingerbread (2.3), Honeycomb (questa dedicata ai tablet 3.*) ed ora Ice Cream Sandwich (4.0).

Apk. Indica un file Android Package, si tratta di pacchetti che si possono esplorare attraverso Winrar, Winzip, 7-Zip e possono essere visti in modo analogo ai file.exe dei PC. Si utilizzano per l’installazione dei componenti Android. Ogni applicazione ha il suo apk di riferimento.

ADB. Android Debugging Bridge, si tratta di uno strumento incluso del SDK di Android che permette di gestire, tramite righe di comando, backup, applicazioni e molto altro ancora.

APN. Access Point Name, è un identificativo che viene comunicato dal dispositivo all’atto del collegamento ad una rete GPRS/UMTS allo scopo di fornire alcuni dettagli sul tipo di connessione richiesta, come il tipo di contratto, il metodo di cifratura o la connessione ad una rete aziendale.

App. Semplice abbreviazione di applicazione per qualsiasi sistema operative. Ogni S.O. ha applicazioni dedicate e possono essere viste come software per dispositivi mobili.

App2sd.  Si tratta di una procedura che può essere effettuata se si sono ottenuti i permessi di root del terminale. Si spostano su memory card esterna tutte le applicazioni in modo da salvaguardare lo spazio di memoria interna del terminale. Alcune applicazioni presenti nel market consentono la stessa procedura delle sole applicazioni che permettono lo spostamento.

Baseband. Software di sistema che gestisce tutti i tipi di connessione del proprio terminale, dal bluetooth al Wi-Fi passando alle reti 3G.

Bootloader. Il Bootloader è un programma che permette il caricamento e l’avvio di un sistema operativo. Un bootloader bloccato implica problemi relativi al caricamento di ROM cooked e operazioni di hack del terminale.

Brick.  Situazione veramente spiacevole in cui il terminale è andato in brick (letteralmente “mattone”). In pratica si tratta di schermo nero. Uscire da una situazione di brick può essere piuttosto complicato. Può accadere nel caso si siano male installate ROM cooked.

Cache. Si tratta di una memoria temporanea che si occupa di memorizzare dati in modo che poi possano essere richiamati molto più velocemente in un secondo momento. Si tratta di una memoria di dimensioni inferiori a quella principale cui è legata, ma proprio per questo richiede un minor tempo di interrogazione e richiesta dati.

Cloud Computing. Nuova frontiera dell’informatica in cui si permette ad utente di utilizzare risorse, applicazioni, hardware in remoto attraverso una connessione dati o Wi-Fi. Letteralmente dal termine “nuvola”, l’utente potrà salvare i propri backup, gestire i propri documenti, visualizzare video e molto altro attraverso una connessione a delle risorse virtualizzate in Rete. Si tratta di una frontiera che sta avendo molto successo anche nel campo smartphone/tablet e che richiede quindi una minor memoria e risorse di questi ultimi.

Dalvik Cache. Dalvik è una macchina virtuale creata da uno degli sviluppatori di Google Android, si tratta di una macchina che ha come scopo quello di aumentare le prestazioni e le performance dei terminali mobili dotati di poca memoria. La cache associata funziona in modo analogo alla cache di cui sopra.

Debug USB. Modalità di Android che si utilizza durante l’esercizio di funzioni particolari come installazioni di ROM personalizzate.

Downgrade. Modalità di Aggiornamento verso il basso. Si tratta di riportare il sistema operativo da una versione più recente ad una meno recente. Può essere utile quando esistono modi di ottenere il root solo per versioni meno recenti.

Emulatore. Si tratta di un programma di emulazione del Prompt MS-DOS da cui si possono scrivere righe di comando. Vi si può accedere come se fosse una applicazione del menù. In alternativa è utilizzato quale strumento di SDK dagli sviluppatori per emulare il sistema operativo Android e quindi sviluppare applicazioni, ecc.

Firmware. Si tratta dell’insieme completo del telefono in quanto contiene il sistema operativo, la baseband, il bootloader. Si tratta del software di base di un dispositivo che gestisce le normali operazioni del dispositivo stesso. Solitamente non è modificabile ed è progettato specificatamente per il dispositivo su cui è installato. In alcuni telefoni, come quelli dotati di Android, il firmware può essere modificato e personalizzato facilmente, rendendolo concettualmente più vicino a un sistema operativo.

Flash. Termine riferito all’installazione di firmware, ROM, ecc. Si intende proprio come “installare”.

GPRS. General Packet Radio Service (GPRS) è una tecnologia di seconda generazione che permette lo scambio dati tra dispositivi mobili. La tecnologia precedente era la GSM e quella successiva è UMTS.

GPU. (Graphics Processing Unit), unità di elaborazione grafica che accelera l’esecuzione di istruzioni a maggiore intensità di calcolo.

HSDPA. Acronimo per High Speed Downlink Packet Access, ossia protocollo per il download nella rete UMTS. Si tratta di un protocollo che ampia la larghezza di banda disponibile fino ad un massimo di velocità teorica di 14.4 Mbps.

HSUPA. Acronimo per High Speed Downlink Packet Access, ossia protocollo per l’upload nella rete UMTS.  Mira al miglioramento delle prestazioni in upload aumentando la larghezza di banda e può raggiungere una velocità massima teorica di 5.76 Mbps.

HSPA. Acronimo per High Speed Packet Access. Si tratta di un insieme di protocolli che contiene I precedent HSUPA e HSDPA, volti a migliorare la velocità delle connessioni mobile UMTS.

HVGA. Fa riferimento alla risoluzione dei display, in particolare alla risoluzione 320x480pixel.

ICS. Abbreviazione di Ice Cream Sandwich, versione 4.0 di Android.

Jailbreak. Si tratta di un’operazione riguardante l’iPhone e i terminali Apple. Permette l’installazione di applicazioni e programmi non derivanti necessariamente dall’App Store, bensì software come Cydia, Icy, Rock e Installer. Si tratta di una operazione volta allo sblocco del terminale.

Jailbreak Tethered/Untethered. Operazione di Jailbreak che è letteralmente “legata” all’uso di un PC/MAC. Con la prima opzione, ogni qualvolta il terminale si spegnerà, saremo costretti a ricorrere al software utilizzato per lo sblocco o al ripristinare le impostazioni di fabbrica. Nel secondo caso invece si supera questo inconveniente e si può accendere e spegnere il proprio terminale senza correre rischi.

Kernel. Costituisce il nucleo o core di un sistema operativo. E’ un software che ha il compito di fornire ai processi in esecuzione sul terminale un accesso sicuro e controllato all’hardware. E’ il kernel che si occupa direttamente di decidere i tempi ed i modi del multitasking.

Launcher. Il launcher è un’applicazione che può essere installata sul proprio terminale che contiene vari software al proprio interno. Si tratta di una sorta di interfaccia che contiene wallpaper, temi per il proprio terminale, widget. Si occupa di gestire tutto ciò che è visibile all’utente una volta acceso il proprio terminale. Ne esiste una versione pura di Android e moltissime altre personalizzate e scaricabili dal market.

Leaked. Letteralmente sta per “sfuggito, trapelato”. Fa riferimento a notizie, foto, video sfuggite prima dell’annuncio ufficiale dell’oggetto in questione.

Lock Screen. E’ la schermata di blocco schermo. In molti terminale è sufficiente uno swype laterale per sbloccare il terminale e utilizzarlo nel pieno delle funzionalità.

Multitasking. Si tratta della possibilità di gestire più operazioni contemporaneamente, come navigare sul web mentre si ascolta musica o guardare un video mentre in background abbiamo un gioco.

Nandroid. Si tratta di un applicazione che si trova all’interno della recovery modificata, questa crea una immagine del terminale che viene utilizzata per backup o ripristini-

Open Source. Il software è definito open source quando il codice sorgente dedicato allo sviluppo è libero, vale a dire che è disponibile gratuitamente in Rete e si può modificare secondo le proprie esigenze.

OTA. Letteralmente Over-The-Air. Si parla di aggiornamenti OTA quando si può aggiornare il proprio terminale attraverso una connessione dati o Wi-Fi senza necessità di collegare il terminale a un PC/MAC.

Overclock.  Operazione di aumento della frequenza di clock di processori o GPU utilizzato per ottenere un aumento delle prestazioni del terminale a fronte di un aumento del consumo della batteria. Esistono applicazioni, che una volta ottenuti i permessi di root in Android, permettono la gestione del clock del S-o-C sia in overclock che l’operazione opposta.

Partizioni Ext.  Si tratta di partizioni della memoria esterna del terminale, solitamente microSD, che permettono di installare le applicazioni su di essa e non nella memoria interna. Ext fa riferimento al file system associato.

Ppi. (Pixel per Inch) Pixel per pollice, misura della densità di pixel (quindi della risoluzione) del display.

qHD.  Risoluzione del display di 960 x 540 pixel, pari ad un quarto del Full HD 1080p.

Upgrade.  Si tratta del passaggio da una versione meno recente ad una più recente del sistema operativo, del firmware o della baseband.

Recovery. Si tratta di una sorta di sistema operativo che si occupa di gestire operazioni particolari come l’installazione di nuove ROM personalizzate, effettuare il wipe delle cache, uscire da situazioni di brick e via discorrendo. Questa recovery può essere modificata e ampliata dagli sviluppatori e prende appunto il nome di recovery modificata. Tra le più famose citiamo la Clockworkmod Recovery.

ROM. Si tratta del sistema operativo. Spesso si usa il termine di ROM cooked o cucinate quando si tratta di varianti create da sviluppatori non professionisti con differenze rispetto alla ROM originale (o stock di fabbrica) del terminale. Esistono molti tipi di ROM personalizzate e tra le più famose citiamo la MIUI e la CyanogenMod.

Root. Ottenere I privilegi di amministratore sul proprio terminale Android. Vi consigliamo di leggere questo articolo.

SDK. Acronimo per Software Development Kit. Si tratta di una raccolta software necessario allo sviluppo di applicazioni e similia.

Sistema Operativo. Si tratta del software di base di un terminale senza il quale non sarebbe possibile l’utilizzo di altre applicazioni o librerie. Esistono diversi tipi di O.S. (dall’inglese operating system), come Android, iOS di Apple, Windows Phone di Microsoft, Symbian di Nokia, ecc. Gestisce le normali operazioni del dispositivo e consente all’utente di avviare in modo semplice altre applicazioni. Spesso è modificabile ed è progettato per funzionare su vari dispositivi.

S-o-C. Acronimo per System-On-Chip. Si tratta di chip integrati che contengono sia il processore che la scheda grafica detta GPU.

Swap.  Parte della memoria fisica che viene utilizzata come se fosse memoria RAM.

Swype.  Si tratta dello scorrere il dito su touchscreen.

Tap. Azione che corrisponde al click su un PC. Si “tappa” quando si clicka il dito su un dispositivo touchscreen.

Tethering. Questa operazione consiste nell’utilizzare un dispositivo mobile (tablet o smartphone) come modem per la connessione alla rete di altri dispositivi. Questo tipo di connessione tra i due terminali può avvenire via Bluetooth, Wi-Fi o USB.

Unlocking.  Operazione di sblocco del terminale quando questo è legato ad un solo operatore. Si pensi agli iPhone venduti in contratto con la 3. Operazione che permette lo sblocco di questo terminale e l’utilizzo di altre SIM.

VGA.  Fa riferimento alla risoluzione di un terminale ed è l’acronimo di Video Graphics Array. Si tratta di uno standard destinato alla risoluzione dei display.

WVGA. Fa riferimento alla risoluzione di un display e si tratta della risoluzione da 800×480 pixel.

Widget. Si tratta di alcuni pulsanti o oggetti che compongono l’interfaccia grafica di un terminale. Si tratta spesso di scorciatoie o di quelle applicazioni che permettono l’utilizzo direttamente dalle finestre principali del terminale.

Wipe. Letteralmente si utilizza il termine wipe per intendere la cancellazione, in particolare è spesso associato alla cancellazione della cache, della dalvik cache, ecc.

 

Come fonti sono state utilizzate principalmente Wikipedia e la Rete.

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.