News

Google brevetta le “smart lenses”, le lenti a contatto smart

Mag 1, 2016

author:

Google brevetta le “smart lenses”, le lenti a contatto smart

Google smart contact lens: monitor glucose level without needles

Google ci riprova. Dopo i Google Glass – progetto che, se non abbandonato, al momento è stato messo in stand-by – l’azienda di Mountain View ha brevettato le “smart lenses”, delle speciali lenti a contatto dalle numerose funzionalità tecnologiche.

Per installare nell’occhio umano questo dispositivo – che sul brevetto è definito “intra-ocular device” – bisognerebbe rimuovere chirurgicamente il cristallino ed iniettare un fluido che, una volta solidificato, andrà a costituire la nuova lente artificiale.

Si tratta di lenti elettroniche dotate di sensori, una memoria, una batteria e dei componenti radio che comunicano con un secondo dispositivo, esterno, che agisce da elaboratore ed alimentatore. La batteria interna, quella integrata nelle lenti e che sarà quindi a contatto coi nostri occhi, verrà infatti alimentata da un’apposita antenna, che le trasmetterà l’energia necessaria.

Google ha iniziato a ragionare sul progetto delle “smart lenses” nel 2014, anno in cui registrò un brevetto per delle lenti a contatto dotate di un minuscolo microchip senza fili che sarebbero in grado di monitorare i livelli di glucosio di chi le indossa. In seguito Google siglò una partnership con la multinazionale farmaceutica Novartis con lo scopo di sviluppare la tecnologia, e si fu molto vicini a passare dal brevetto alla realizzazione del prodotto. C’è infine da dire che, in questo particolarissimo segmento di mercato tecnologico, Google non è sola: anche Sony, infatti, ha brevettato delle lenti a contatto dotate di fotocamera e zoom.