Guide Guide tecniche News

Guida per Samsung Galaxy S2: come effettuare il backup ed il ripristino della cartella EFS

Lug 9, 2012

author:

Guida per Samsung Galaxy S2: come effettuare il backup ed il ripristino della cartella EFS

Guida per Samsung Galaxy S2: come effettuare il backup della cartella EFS

 

Siamo arrivati alla seconda parte del nostro viaggio del modding del Galaxy S2: il terminale Samsung che ha venduto oltre 20 milioni di terminali nel mondo grazie ad un hardware fantastico (processore dual core, display Super AMOLED Plus, fotocamera da 8 Megapixel). La grande quantità di terminali venduti ha permesso alla community di crescere e sviluppare una infinità di ROM e molto altro. Il modding è sempre complesso? Noi abbiamo cercato di rendervelo più chiaro e semplice possibile. Adesso che avete ottenuto i permessi di root attraverso la nostra guida dovreste effettuare il backup della cartella EFS. Questa procedura è molto importante da eseguire poiché permette il ripristino del codice IMEI e delle impostazioni iniziali in caso di eventuale brick del nostro Samsung Galaxy S2. Se avete dubbi su qualche termine tecnico controllate in fondo alla guida precedente per evitare di perdervi.

Adesso che avete ottenuto i permessi di root attraverso la nostra guida dovreste effettuare il backup della cartella efs. Questa procedura è molto importante da eseguire poiché permette il ripristino del codice IMEI e delle impostazioni iniziali in caso di eventuale brick del nostro Samsung Galaxy S2. Se avete dubbi su qualche termine tecnico controllate in fondo alla guida precedente per evitare di perdervi.

Attenzione! Prima di procedere con il backup ed il ripristino della cartella EFS controllare che il terminale non si colleghi al computer come memoria di massa altrimenti l’operazione non andrà a buon fine. Per verificare ciò potete andare su: Impostazioni -> Impostazioni USB.

 

PREREQUISITI:

  • Ottenuti i permessi di root del Galaxy S2 e quindi avere sullo smartphone l’applicazione Superuser;
  • Modalità memoria di massa disattivata;
  • Microsoft .Net Framework 4 scaricabile gratuitamente a questo  link.

Esistono diverse applicazioni per effettuare questo tipo di backup. In questa guida ne vedremo 2 delle principali: EFS PRO e ANDROID TERMINAL EMULATOR, entrambe gratuite e disponibili rispettivamente a questi link: EFS PRO  e Android Terminal Emulator direttamente sul terminale dal Play Store. Mi raccomando, se proprio non volete usare nessuna di queste due applicazioni, evitate di copiare e incollare la cartella EFS ottenuta con Root Explorer poiché l’applicazione non assicura di avere tutti i permessi necessari per copiare e poi ripristinare i file desiderati.

 

BACKUP E RIPRISTINO CON EFS PRO:

Questa procedura necessita obbligatoriamente dell’utilizzo di un computer. Come sempre per queste procedure è altamente consigliato un portatile, come vi avevamo spiegato, per evitare che ci siano sbalzi di corrente o cali di tensione e che quindi il vostro PC si spenga durante le operazioni. La procedura da seguire è piuttosto semplice, ecco i passi:

  1. Scaricare  EFS PRO .
  2. Salvare il tool in “C:\” ed estrarre i file zippati in una cartella con nome a nostro piacimento;
  3. Abilitare la modalità DEBUG sul Galaxy S2. Per verificare se attiva andate su: Impostazioni->Opzioni Sviluppatore-> Debug Usb (mettere il segno di spunta).
  4. Collegare lo smartphone al computer tramite il cavo USB.
  5. Avviare l’applicazione EFS PRO sul vostro portatile.
  6. Scegliere il formato di salvataggio del backup ( .img o .tar).E’ consigliato di creare un file compresso .tar come metodo di backup, in modo da proteggere al meglio l’integrità della cartella.
  7. Scegliere dove salvare il backup. Per sicurezza fatene due copie: una la salvate sulla memoria del dispositivo ovvero  ”/sdcard” e un altro nella memoria del vostro computer.
  8. Premere ora “BACKUP EFS”. Il vostro backup avrà inizio ed in pochissimo avrete a disposizione la cartella EFS che contiene tutte le informazioni principali del vostro Galaxy S2.

Controlliamo infine se effettivamente la procedura è andata a buon fine. Tramite il computer o da terminale scompattare la cartella appena creata e verificare la presenza di questi file: nv_data.bin e nv_data.bin.md5

 

BACKUP CON ANDROID TERMINAL EMULATOR:

  1. Scaricare da Google Play l’applicazione gratuita ANDROID TERMINAL EMULATOR  sul vostro S2.
  2. Avviare l’applicazione.
  3. Digitare “su” nel terminale e premere invio. Tutti i comandi verranno scritti a mano.
  4. Ora Superuser vi chiederà di consentire o negare i diritti di root. Ovviamente date il consenso.
  5. Digitare la seguente stringa e premere nuovamente invio:

busybox tar zcvf /sdcard/efs-backup.tar.gz /efs

  1. La procedurà di backup ha ora inzio. Compariranno una serie di istruzioni, aspettate quel secondo e quando terminerà di scriverle avrà creato una cartella di backup chiamata “efs-backup.tar.gz” nell’SD card del vostro Galaxy S2. Anche questa cartella è in formato zippato. Consigliamo di copiarla sul vostro computer per sicurezza.
  2. Controlliamo anche qui se effettivamente la procedura è andata a buon fine. Tramite il computer o da terminale scompattare la cartella appena creata e verificare la presenza di questi file: nv_data.bin e nv_data.bin.md5

Se presenti, COMPLIMENTI avete effettuato il backup alla perfezione! Se non la trovate provate a fare una ricerca sul telefono di questi file e in caso ripetere la procedura dall’inizio prestando attenzione ad aver abilitato la modalità DEBUG.

 

RIPRISTINO CARTELLA EFS CON EFS PRO

Nel caso in cui vogliate rimettere il backup della cartella EFS sul vostro Galaxy S2, solo se assolutamente necessario e indispensabile, dovete:

  1. Controllare se avete attivato la modalità DEBUG e in caso attivarla.
  2. Disattivare la lettura del vostro smartphone come memoria di massa.
  3. Collegare il terminale al vostro computer e avviare EFS PRO. Ci penserà in automatico il programma a chiudere tutti i processi di Kies aperti.
  4. Nel caso in cui SuperUser vi chieda i permessi di root condeteli.
  5. Il programma rileverà in automatico all’avvio i backup della cartella efs presenti sul vostro S2. Nel caso in cui non dovesse trovarlo selezionare Re-Scan.
  6. Mettere il segno di spunta alla voce “Format ‘/efs’ Folder Befor Restore” e infine fare click su Restore EFS.
  7. Il ripristino ha così inizio. Al termine della procedura il terminale si riavvierà.

Per rendere il procedimento più semplice e chiaro potete vedere l’immagine qui sotto. Naturalmente nome del backup potrebbe non essere lo stesso. Se non lo trovate fate una ricerca, includendo anche i file nascosti, della cartella EFS nel dispositivo in cui avete salvato il backup per verificare che effettivamente sia presente. Se la cartella dovesse essere stata salvata come file nascosto togliere questa impostazione:

  • Cliccare con il tasto destro sulla cartella e selezionare Prioprietà.
  • Nella scheda “Generale” levare il segno di spunta alla voce “Nascosto”.

 

Cercate di seguire la procedura con attenzione: come tutto ciò che riguarda il modding non sempre si va a buon fine (99% delle volte si ha esito positivo), però purtroppo eventuali problemi al vostro dispositivo non dipendono da questa guida, ma da problemi intrinsechi del vostro Galaxy S2. Leggete e ponderate bene l’operazione, la nostra guida è stata ovviamente testata sul nostro smartphone.


Vera amante di Android, le piace smanettare con ROM e Flash ogni volta che ne ha la possibilità. Modder nell'animo alla ricerca della funzionalità perfetta.