Guide Guide tecniche News

Guida al root di Motorola RAZR

Feb 14, 2012

author:

Guida al root di Motorola RAZR

 

Guida al root di Motorola Droid RAZR

 

La guida è davvero semplice, si tratta di ottenere i privilegi di amministratore del vostro terminale in meno di cinque minuti  grazie al nuovo software PC MotoFail di Dan Rosenberg. Prima di procedere vi ricordiamo che questo tipo di operazione, almeno nel caso di Motorola, implica la perdita della garanzia e pertanto ponderate bene la vostra scelta. Solitamente non comporta rischi, ma qualora decidiate di ottenere il root e ci siano problemi è una responsabilità da tenere in considerazione. Dopo questa doverosa premessa ecco i passi da seguire:

  1. Controllare se i drivers Motorola 5.4.0 sono installati sul proprio sistema.
  2. Scaricare MotoFail file sul proprio desktop e procedere all’unzip.
  3. Sul proprio terminale andare su Impostazioni/Applicazioni e controllare le “Origini sconosciute”.
  4. Abilitare il check su “USB Debug”.
  5. Connettere il terminale al PC e selezionare “Carica solamente” sullo smartphone (potrebbe essere possibile attraverso la barra delle notifiche).
  6. Dopo la connessione verranno cercati (e trovati) i drivers USB Motorola, a quel punto aprire la cartella MotoFail sul pc e cliccare sul file “run.bat”.
  7. A questo punto inizierà il processo di rooting del terminale e lo smartphone si riavvierà un paio di volte.
  8. Quando la procedura sarà terminata, il programma dirà che il processo di rooting è completato e potrai scollegare il terminale dal PC.
A quel punto potrete utilizzare sul vostro smartphone Superuser, BusyBox, AdsGone, Titanium Backup, Root Explorer e ogni altro terminale che sfrutta il root.
Questa procedura per il root è valida per i seguenti terminali: Motorola DROID 4, DROID 3, DROID RAZR, DROID RAZR MAXX, e DROID BIONIC. Come potete osservare si tratta di terminali americani, ma per il Droid RAZR non ci dovrebbero essere problemi anche nella nostra versione italiana. Ancora una volta vi ricordiamo che questo tipo di procedura comporta qualche rischio e se volete testarla vi consigliamo di prepararvi copie di backup e leggere accuratamente la guida per non sbagliare i passaggi. Infine vi ricordiamo la nostra recensione completa di Motorola RAZR.