News Recensioni

Here Maps: Il navigatore made by NOKIA – Recensione

Dic 6, 2012

author:

Here Maps: Il navigatore made by NOKIA – Recensione

Here Maps: Il navigatore made by NOKIA - Recensione

Here Maps: Il navigatore made by NOKIA

Due settimane fa circa è stata rilasciata nell’App Store la nuova applicazione di Nokia, dedicata alla navigazione, Here Maps.
L’applicazione era stata annunciato da Stephen Elop, Presidente e CEO di Nokia, nella conferenza stampa tenuta a San Francisco il 14 novembre, con Here, Nokia punta ad ampliare la propria offerta di servizi per la geolocalizzazione e attraverso l’utilizzo del cloud vuole offrire la migliore esperienza d’uso ad una platea di utenti sempre più vasta, e raggiungere il maggior numero di dispositivi e sistemi operativi.

Infatti al di là, dell’AppStore, Here Maps sarà presente su piattaforma Android, e addirittura nel prossimo Firefox OS al debutto il prossimo anno, ovviamente non manca l’integrazione con Windows Phone 8, sistema operativo proprio dei nuovi top di gamma Nokia Lumia 920, che dovranno rappresentare il punto di svolta per la casa finlandese.

Tornando però ad analizzare Here Maps, in questo caso ci concentreremo sull’App per iOS, provata da noi di Tecnologici in questi giorni, e vediamo di capire se può essere una valida alternativa alle tanto discusse Maps di Apple.

L’applicazione è offerta in versione gratuita, e pesa circa 4 Mb, ma ovviamente sono destinati ad aumentare a seguito dell’archiviazione delle mappe in locale. L’app è compatibile con iPhone, iPod touch e iPad, richiede iOS 4.3 o successive ed è ottimizzata per il Display Retina da 4″ dell’iPhone 5, purtroppo per adesso è localizzata solo in lingua inglese, quindi niente italiano.

Caratteristiche Generali

All’avvio l’applicazione si presenta abbastanza pulita, e molto in stile Maps di Apple, con la presenza della barra ricerca in alto, che ci permette di cercare ogni punto sulla mappa o di ricercare i classici POI (Point of Interest). Il tasto per la localizzazione lo troviamo in basso a sinistra, mentre in basso a destra troviamo il tasto per modificare il Layer della mappe (Map view/Satellite view).

navigatore Nokia: Here Maps 4

Partiamo con analizzare il tasto ricerca, che tanto è stato criticato nelle Mappe di Apple, proprio per la sua non precisione.
In questo caso, l’applicazione risponde abbastanza bene alla ricerca, ma ovviamente è ben lontana dall’accuratezza di Google Maps, soprattuto nella scelta dei POI, infatti in alcuni casi invece di identificare il luogo più importante tra quelli aventi lo stesso nome, ci riporta una lista di tutti i possibili luoghi, con la stranezza che se esempio cerchiamo “Colosseo“, ci riporterà tutti una lista di luoghi che non hanno niente a che fare con il Colosseo: Bar, Ristoranti.. ecc ecc… solo sfogliando la lista arriveremo al “Colosseo“.

navigatore Nokia: Here Maps 1

Ovviamente al di là, di queste considerazioni, la ricerca come detto si comporta abbastanza bene, e una volta identificato il punto di interesse, tramite la lista, funzione molto comoda, le informazioni a supporto sono abbastanza dettagliate, con la contemporanea presenza, oltre che dei dati sulla localizzazione, anche dele foto e dei commenti presi direttamente dalle guide turistiche (Michelin, TripAdvisor). Purtroppo ad oggi le informazioni sono solo in lingua inglese, e quindi anche i commenti delle guide turistiche per il nostro paese sono molto limitate.

navigatore Nokia: Here Maps 3

Test sul campo: Navigazione Turn-by-Turn

Parlando invece di navigazione vera e propria, e quindi della qualità delle Mappe, se dal lato della qualità dei dati possiamo stare tranquilli in quanto l’applicazione Here Maps basa il suo funzionamento sui dati NAVTEQ per il 90%, sull’aspetto grafico, invece, non ci siamo proprio: le mappe sembrano quasi sgranate, o comunque non ottimizzate per una grafica Retina, e quindi decisamente non all’altezza per un software di navigazione che vuole provare a competere con colossi come Google e Apple, anche il rendering delle mappe risulta molto lento, con diversi Lag durante lo zoom in, zoom out.

Per quanto riguarda invece i vari Layer di visualizzazione, abbiamo i classici “Map view” e il “Satellite view”, e poi scelta alquanto strana, abbiamo la visualizzazione del traffico e dei trasporti pubblici su layer separati, denominati rispettivamente “Public transport view” e “Live traffic view”; cosa che invece in Mappe di Apple e Google Maps abbiamo integrato nella visuale “Map”.

In questa prima versione manca ancora il supporto alle mappe 3D, ma Nokia ci ha assicurato che a breve sarà implementato una nuova tecnologia chiamata LiveSight, che permetterà un’accurata mappatura in 3D del pianeta attraverso innovative esperienze d’uso della realtà aumentata (tecnologia alla base di Nokia City Lens).

Per quanto riguarda la navigazione, abbiamo avuto modo di testare sul campo il turn-by-turn, ma purtroppo i risultati non sono stati soddisfacenti, o comunque al livello delle Mappe di Apple, infatti in alcuni casi non siamo riusciti ad effettuare la navigazione, in quanto l’applicazione ci forniva semplicemente le indicazioni delle via da seguire, senza il supporto vocale, mentre, quando siamo riusciti ad avere il pieno supporto, erano molte le imprecisione, sia a livello vocale, che a livello grafico, quindi è risultato abbastanza difficile arrivare a destinazione.

A nostro avviso la funzione di Navigazione Turn-by-Turn è decisamente in fase Beta, e Nokia dovrà lavorare ancora parecchio per riuscire ad imporsi nei confronti di Google ad Apple, ma comunque le premesse sono buone, infatti abbiamo l’integrazione, non solo con le indicazione per gli automobilisti, ma anche per i pedoni ed eventualmente per i trasporti pubblici, funzione non ancora presente nelle mappe di Apple.

navigatore Nokia: Here Maps 2

Mappe Offline

Altra funzione interessate è la possibilità di salvare le Mappe Offline, funzione introdotta anche da Google nell’ultima revisione di Google Maps.
Tale feature risulta essere davvero utile, infatti attraverso semplici tap, avremmo la possibilità di salvare offline una porzione della Mappe, per poter poi essere utilizzata completamente offline, con una comodità ed un risparmio di dati e batteria non indifferente; ovviamente di contro avremmo che il peso dell’app aumenterà notevolmente, rispetto ai soli 4 Mb iniziali.

Nella Mappe di Apple tale funzione non è presente esplicitamente, in quanto non abbiamo nessun tasto che ci permette di selezione l’area di mappa da salvare, ma iOS automaticamente salva i dati dell’ultima porzione di mappa che stiamo utilizzando, così da poterne usufruire in modalità offline, soluzione a mio avviso alquanto dubbia, soprattutto per l’impossibilità di capire quale porzione di mappa iOS ha deciso di salvare.

Social

Facendo un’ultima carrellata di funzioni non possiamo non citare la forte l’implementazione in ambito social che questo software ha: infatti al di là delle funzioni di condivisioni tramite Twitter e Facebook della posizione in cui ci troviamo, Nokia ha voluto creare in Here un sistema di Community View, in cui ogni utente avrà la possibilità di modifica le mappe e condividere con tutti gli altri utenti le proprie modifiche, un po’ come avviene adesso con l’app Waze (software di navigazione sociale, in cui ogni utente contribuisce alla costruzione delle mappe). Ad oggi la community è ancora tutta da costruire, ma ovviamente è ancora troppa acerba la cosa per poter dare un giudizio definitivo su questa scelta; scelta completamente trascurata sia da Google che da Apple nei propri software di navigazione.

CONCLUSIONI

Possiamo concludere la nostra recensione dicendo che sicuramente Here Maps allo stato attuale non può essere ancora considerata un app di navigazione matura, e comunque ancora nemmeno paragonabile all’applicazione Mappe di Apple, che seppur con molte lacune, si comportano decisamente meglio.

Ma la sostanza di fondo c’è, e sicuramente per Nokia questa rappresenta una sfida molto importante, sia per dimostrare al mercato di essere ancora in grado di sviluppare dell’ottimo software, visto che dal lato S.O. per ora si avvale della partnership con Microsoft per i suoi attuali smartphone, sia perché si pone in competizione diretta con i proprio competitors, Google da un lato, leader del settore con GoogleMaps, e Apple dall’altro, nuova entrante, ma con delle potenzialità assolutamente di altissimo livello.

Per adesso possiamo solo consigliarvi di tenere sotto d’occhio l’app, in quanto sicuramente i prossimi update potranno riservare delle ottime sorprese, in primis la lingua italiana.

Se avete provato già l’app e volete dire la vostra, vi aspettiamo sul nostro Forum o sulla pagina ufficiale di Facebook e Twitter.

Studente di Economia, vivo la mia vita tra gadget e gingilli tecnologici, non riesco a starne senza, negli ultimi anni il mondo della mela mi ha letteralmente rapito, ma sempre con un occhio critico. Profondamente Fan della giornata da 36 ore per riuscire a fare tutto ciò di cui mi occupo, non mancano le mie passioni per il Calcio, i motori e in particolare le 2 ruote.