Honor 6X: la mia recensione. Un ottimo smartphone ad un prezzo accessibile.

2
CONDIVIDI

Honor 6X è il primo smartphone Honor ad uscire in questo 2017, dopo un 2016 che ha visto il successo dell’Honor 5X e dell’Honor 8. Questa recensione esce un po’ in ritardo, dato che Honor 6X è uscito in Italia il 4 Gennaio. Un po’ perchè l’ho ricevuto a distanza di settimane dall’uscita ma anche perchè ci tengo a riportare la mia esperienza solo dopo una prova quotidiana di almeno un paio di settimane. Ho usato Honor 6X come smartphone principale, rinunciando per un po’ al mio fidato Mate 9. Se cercate uno smartphone con una spesa massima di 250 euro, state leggendo la recensione giusta. Se siete indecisi se comprare l’Honor 6X o il P9 Lite, state leggendo la recensione giusta. Se volete sentire un parere sincero di un utente Honor/Huawei da almeno due anni (dal Mate 7 in poi), state leggendo la recensione giusta. Ecco tutto quello che penso dell’Honor 6X.

Honor 6X: ottimi materiali ma l’estetica è un po’ anonima

honor 6x

Partiamo dall’estetica. E’ piacevole a vedersi, ma non ha nulla di innovativo. L’Honor 8 in questo non ha rivali. Inoltre è un po’ scivoloso: mi è anche caduto sul pavimento, senza alcuna conseguenza, a garanzia dell’ottima qualità costruttiva. Con una semplice cover in silicone (che consiglio SEMPRE!) risolvete il problema.

honor 6x retro

Il retro è in metallo e trovate la doppia fotocamera (con i sensori in verticale anzichè in orizzontale) e il lettore di impronte circolare. I tasti sono a schermo, non manca il sensore di luminosità. Lateralmente trovate lo slot per inserire 2 nano-SIM o 1 Nano-SIM + una scheda microSD. Il modello che ho provato è la colorazione Silver.

honor 6x slot microsd

Grey è la versione più bella secondo i miei gusti, gold invece è quella che mi piace di meno. E’ un po’ grande in mano, come dimensioni forse preferisco l’Honor 8 che è leggermente più piccolo. Quanto allo spessore, è sottile quanto basta (8.3mm): non è un mattone, nè una sottiletta. La porta USB non è type-C ma una USB standard.

honor 6x microUSB

Lo schermo dell’Honor 6X è ben visibile anche all’aperto

La risoluzione Full-HD basta ed avanza su uno schermo da 5.5 pollici. La tecnologia è IPS, non è AMOLED. Neri meno profondi ma più luminoso. Sempre sul fronte luminosità c’è un’opzione tra le impostazioni che sulla EMUI vedo per la prima volta: “Aumenta la leggibilità sotto il sole“. In effetti sotto la luce del sole la luminosità è davvero buona: magari la batteria non durerà molto se utilizzato d’estate in spiaggia ma in generale ho apprezzato molto la leggibilità all’aperto. L’altro vantaggio è che, come già visto sugli smartphone con la EMUI, potete modificare la temperatura dei colori a vostro piacimento. Non manca l’opzione “Protezione degli occhi” che filtra la luce blu, da attivare durante una lettura prolungata (es. di un e-book). Piccola nota: rispetto al Mate 9 il sensore di luminosità è un po’ lento. Però ho notato che è lento più ad abbassare la luminosità (4-5 secondi) che ad alzarla (un paio di secondi), e quindi dal punto di vista pratico non crea alcun problema. Altro appunto: il vetro tende a trattenere le impronte. E’ un aspetto comune a tutti i vetri 2.5D. Anche qui, basta applicare una pellicola adatta ed il problema è risolto.

Honor 6X è potente quanto basta

Honor 6X si affida al processore HiSilicon Kirin 655, affiancato dalla GPU Mali-T830. Le prestazioni nel gaming sono ottime, anche Real Racing 3 gira in maniera fluida. La cosa buona è che non surriscalda. Non mi è mai capitato che le app crashassero o altro, segno che 3GB di RAM sono sufficienti. La RAM forse avrei preferito fosse LPDDR4, invece è di tipo LPDDR3: un po’ più lenta ma veloce abbastanza per un utilizzo impeccabile delle app.

Lo spazio disponibile nella memoria interna, a meno dello spazio occupato dal sistema, è di circa 21 GB. Se. Potete anche sfruttare una microSD aggiuntiva fino a 128GB (importante: Honor 6X non supporta microSD da 256GB). Se volete più RAM, per stare sicuri, o se vi serve più memoria interna, vi consiglio la versione Honor 6X Premium a 299 euro, che ha 4GB di RAM e 64GB di memoria interna.

Il lettore di impronte è preciso e reattivissimo. Non è possibile però premere il lettore per associare una qualche azione (es. attivare la fotocamera), come nell’Honor 8. Presente la radio FM (finalmente!), che l’Honor 8 non ha.

Quanto alla connettività la pecca è che non supporta il Wifi a 5GHz. Cosa implica? La rete Wi-fi a 5Ghz può essere utile come connessione alternativa nelle reti particolarmente affollate, dove disturbi ed interferenze possono dar fastidio al segnale a 2,4GHz. Quanto al dual-SIM invece sappiate che non è full-active. Potete usare il 3G/4G solo su una delle due SIM (selezionabile tramite le impostazioni), l’altra invece è solo per le chiamate.

Gli speaker posti in basso. Con lo smartphone in orizzontale (es. quando giocate o guardate film) può capitare di coprire il sonoro con le dita. Anche questo è un falso problema, dato che già con una cover in silicone limitate molto il problema. Inoltre nella modalità orizzontale l’audio non è stereo: il suono uscirà solo dagli speaker. Il volume massimo è di buon livello, ma il suono è un po’ piatto e privo di bassi.

Fotocamera: effetto bokeh a poco prezzo

honor 6x fotocamera

Allo stesso modo degli ultimi modelli Huawei/Honor, anche Honor 6X è dotato di una doppia fotocamera sul retro. Serve a scattare foto con effetto bokeh: soggetto in primo piano a fuoco e sfondo sfocato. Il risultato non è nemmeno troppo artificiale: puntando bene il fuoco si evita anche che gli oggetti in primo piano vengono “scontornati”, dando un effetto innaturale alla foto. L’effetto finale è piacevole, ed è apprezzabile che Honor abbia incluso questa funzionalità anche sia su uno smartphone di fascia medio-bassa. Ottimo!

La qualità delle foto mi è piaciuta meno invece. La qualità è inferiore anche all’Honor 8 (che già non mi aveva entusiasmato), soprattutto nelle foto a bassa luce: troppo rumore e poco dettagliate. La situazione migliora solo con la modalità PRO, in cui potete impostare tempo di esposizione lunghissimi, ma avrete bisogno di un cavalletto ovviamente, e dubito che vi capiterà di avere un cavalletto a portata di mano.

dav dav
sdr dav
mde dav

 

Sistema operativo: aspetto l’update!

L’interfaccia è la EMUI 4.1 (il Mate 9 monta la EMUI 5.0), basato sul vecchio Android Marshmallow 6.0. Perchè non è uscito direttamente con Android Nougat? Nonostante questo, Huawei è migliorato molto sul fronte degli aggiornamenti, quindi è lecito aspettarsi l’update (confermato). La pecca più grande è l’assenza dell’app drawer: tutte le app sono disposte sulle schermate (come su iOS per intenderci). Inoltre non è possibile splittare lo schermo in due, e notifiche e scorciatoie sono su due schermate diverse e non sullo stessa schermata. Apprezzabile il fatto che non ci siano troppi bloatware (giusto Twitter, FB e qualche gioco).

L’autonomia di Honor 6X non vi deluderà

La batteria dell’Honor 6X mi ha dato tante soddisfazioni. Non c’è alcun problema ad arrivare a sera, anche con un utilizzo ossessivo dello smartphone. Questi i risultati del mio solito test (Wi-fi acceso, 4G disabilitato, luminosità dello schermo al 50%):

– 120 minuti di navigazione web –> batteria scesa dal 100% all’89%
– 120 minuti di gaming –> batteria scesa dal 89% al 59%
– 120 minuti di riproduzione video –> batteria scesa dal 59% al 41%

Con l’Honor 8 ero arrivato a fine test con il 35% di batteria. Posso confermarvi quindi che Honor 6X ha un’autonomia davvero soddisfacente. La ricarica è veloce (a 2A), ma non ha è Super-Charge (che per ora solo il Mate 9 ha): servono circa 2 ore per una ricarica completa.

Honor 6X Smartphone 4G LTE, Diplay 5.5 pollici FHD, 32 GB ROM, 3 GB RAM, Dual Camera 12 Megapixel, Sensore Fingerprint, Android, Grigio
Prezzo consigliato: 249.9€
Risparmi: 35.91€ (14%)
Prezzo: 213.99€

Design7.5
Display8.5
Prestazioni8
Autonomia9
Fotocamera7.5
Sistema7
PRO
Display ben visibile anche all'aperto
Autonomia elevatissima
Doppia fotocamera per l'effetto bokeh
Ottima qualità costruttiva
Prezzo di lancio invitante
CONTRO
Design un po' anonimo
Non supporta il Wifi a 5Ghz
Android Nougat non presente (aggiornamento in arrivo)
7.9
Cosa ne penso
Honor 6X è un gran bel telefono se pensiamo al prezzo a cui è venduto, destinato a scendere ancora nei prossimi mesi. L'alternativa allo stesso prezzo è P9 Lite. Se volete uno smartphone più comodo e maneggevole ci consiglio quest'ultimo, ma se non è il vostro caso mi sento di consigliarvi l'Honor 6X. Honor 6X ha una memoria più capiente, è più performante, ha un'autonomia leggermente superiore e la possibilità di fare foto più creative con effetto bokeh.
  • Cicciput77

    Si può dividere in due lo schermo. Occorre tenere premuto il tasto del multitasking. Non tutte le applicazioni però sono compatibili.
    Altra cosa di rilevo secondo me è la presenza della funzione OTG.

    • Grazie per la segnalazione! 🙂 Tu lo stai usando come tuo smartphone principale? Che altro ci puoi dire come tua esperienza personale? Seguici anche sui nostri social 🙂