Recensioni

HP Omen 17-w102nl: RECENSIONE

Mag 22, 2018

author:

HP Omen 17-w102nl: RECENSIONE

Non ci sono solo ASUS, Alienware ed MSI nel mondo dei laptop dedicati al gaming. Anche HP, dopo l’aggiornamento della gamma Omen, entra di diritto tra le scelte più appetibili per tutti gli appassionati alla ricerca di un notebook adatto per il gaming. Il notebook che ho avuto modo di provare per 3 settimane è l’HP Omen 17-w102nl, il fratello maggiore dell’Omen 15, che porta con sè tutta la potenza della GTX 1070 mobile, affiancata da 8GB di GDDR5 dedicati. L’apprezzabile comparto hardware include anche un processore Intel I7 Skylake 6700HQ, 16GB DDR4 (2400Mhz) e un SSD Samsung PCI Express M.2 da 256GB + hard disk da 1TB. L’hardware è quindi adatto a soddisfare i gamers più esigenti che non vogliono rinunciare alla massima risoluzione con tutti i dettagli (con Anti-aliasing abilitato).

Specifiche tecniche

CPU Intel Core i7-6700HQ a 2,6 GHz
RAM 16 GB DDR4-2133
Storage 256 GB SSD PCIe M.2 NVMe + 1 TB Disco rigido 7.200 rpm
Display IPS 17,3 pollici con supporto G-Sync
Risoluzione 1,920 x 1,080 (127 ppi)
GPU NVIDIA GeForce GTX 1070 (GDDR5 da 8 GB)
Porte 1 HDMI, 1 cuffia, 1 microfono, 3 USB 3.1 Gen 1, 1 DisplayPort 3.0, 1 Mini DisplayPort, 1 RJ-45, lettore di schede SD
Webcam Intel RealSense con supporto Windows Hello
Connettività Wifi 802.11ac, Bluetooth 4.2 e LAN GbE
Batteria 95 Wh, 8300 mAh
Dimensioni 416 x 279 x 33 mm
Peso 3,35 kg
S.O. Windows 10 Home 64

Design

Partiamo dall’estetica. E’ grande ed ingombrante, non ve lo nascondiamo, ma è un compromesso necessario se volete un notebook che vi dia reali soddisfazioni. Sia il processore che la GPU occupano parecchio spazio all’interno, c’è poco da fare, e se consideriamo anche le esigenze dovute ad una dissipazione di calore ottimale, le dimensioni ingombranti sono inevitabili. Considerato però che in questa gamma di notebook ce ne sono di (molto) più pesanti, peso e dimensioni sono più che accettabili. L’altro lato della medaglia è che l’ampio schermo da 17 pollici, di cui parlerò in seguito, consente un’esperienza video-ludica davvero immersiva.

Esteticamente non osa più di tanto: il design è abbastanza semplice, le finiture sono delicate rendendo il look non troppo aggressivo come altri laptop per il gaming. Unica pecca forse le cornici un po’ più spesse del dovuto, così come lo spazio fin troppo abbondante attorno alla tastiera, che appare inevitabilmente piccola rispetto al notebook. Sulla superficie spicca il logo della gamma Omen, unico elemento che dà al notebook un po’ più di personalità e lo rende, a colpo d’occhio, un PC da gaming.

Se volete un notebook gaming da portare sempre con voi, può non essere la scelta ottimale. Oltre al peso anche lo spessore (33mm) non è da sottovalutare. Oltre a questo va aggiunto un alimentatore davvero importante che pesa 808 grammi, e che occuperà parecchio spazio nel vostro zaino. Sempre restando in tema di estetica è difficile rimanere impassibili davanti alla bellezza della tastiera retro-illuminata di rosso, capace di esaltare ogni singolo tasto. Per quanto riguarda i materiali sono nella norma, la plastica è di buona fattura. Assente il lettore DVD, rendendo necessario l’utilizzo di un lettore esterno.

Connessioni

Sulla sinistra troviamo la sola porta USB 3.0 oltre ai foro per il jack audio. Sul lato destro trovano posto invece il lettore di schede SD, il Mini Display Port, 2 porte USB 3.0, una porta HDMI, il connettore per la LAN e l’ingresso per l’alimentazione. Il fatto che la maggior parte delle connessioni siano disposte sulla destra è un po’ scomodo. Per me che sono destro, personalmente preferisco avere meno cavi possibili disposti sulla destra. Manca la porta USB 3.1 di 2a gen., e la porta USB-C.

Display

Lo schermo è un pannello da 17 pollici, antiriflesso, per la gioia di tutti quelli che odiano (me copreso) i pannelli lucidi, con retro-illuminazione WLED. Tra le note positivo dello schermo sono da segnalare il refresh a 75Hz e livelli di input lag davvero bassi, che rendono il notebook adatto anche ai giocatori più esigenti (e più bravi aggiungo).

La risoluzione del display è Full-HD (1080p), cosa che potrebbe far storcere il naso a tutti gli appassionati del gaming a 4K. Su una diagonale da 17 pollici ne risulta una densità di pixel di 127 ppi, che si presta comunque ad una buona giocabilità, senza impattare troppo sui consumi e sulle risorse hardware. Per chi volesse esiste anche una versione del laptop a 4K, con un prezzo ovviamente superiore. La qualità visiva è comunque superba, capace di ottimi contrasti, che non si priva nemmeno del supporto alla tecnologia NVIDIA G-Sync, e che sfrutta appieno le potenzialità della GPU dedicata, a cui si affiancano, vi ricordo, ben 16GB di memoria.

Hardware

Le prestazioni del laptop sono di altissimo livello, capaci di soddisfare un pubblico esigente. La GTX 1070 è equiparabile alle prestazioni della versione equivalente per PC desktop. Anche i nostri test (3D Mark, GeekBench 4) confermano le prestazioni eccellenti, che consentono senza problemi di impostare il massimo livello di dettaglio anche con i giochi più avidi di risorse, con punte di 130 fps a seconda dei giochi. Chiaramente le frequenze si abbassano in caso di connessione con un monitor esterno, ma nel mio caso lo schermo da 17 pollici è risultato pienamente sufficiente.

Il rumore del sistema di raffreddamento è sopportabilissimo anche a pieno carico, aspetto da non trascurare se intendete giocarci in un luogo pubblico (es. sul treno). Sarebbe stato interessante testare il laptop con il VR, date le specs invitanti, ma non avendone un Oculus Rift a disposizione non ho potuto provarlo. Le qualità sonore sono ottime, grazie all’esperienza HP Audio Boost di Bang & Olufsen. Questo vantaggio però l’ho sfruttato poco dato che gioco sempre in cuffie. Un difetto da segnalare è il touchpad, che ho trovato piuttosto impreciso al limite dell’utilizzabilità. C’è però da dire che io ODIO il touchpad, e inoltre sarei curioso di sapere quanti dei gamers che giocano con il notebook utilizzano il touchpad al posto del mouse.

Tastiera

La tastiera SteelSeries è indubbiamente tra i punti di forza del notebook. La retroilluminazione è solo rossa, non RGB, ma la digitazione è precisa, molto comoda e gradevole, con i tasti ben isolati tra loro, minimizzando le possibilità di errore anche durante le fasi più concitate di gioco. Sicuramente alla base dell’ottima tastiera ci sono anche le ampie dimensioni che ne favoriscono la comodità.

Batteria

L’unica nota dolente che mi sento di segnalare è la ridotta autonomia. Complice gli elevati consumi associati all’hardware, l’autonomia è risultata pari a poco più di 3 ore e mezza. C’è anche da dire però che raramente mi capita di giocare senza la possibilità di collegare il notebook ad una fonte di alimentazione.

Conclusioni
HP - 17-w102n è un'ottima scelta per tutti coloro che vogliono avvicinarsi al mondo del gaming su notebook. Le dimensioni e l'ingombro sono importanti ma vale la pena dotarsi di uno zaino leggermente più grande per godere dell'esperienza immersiva che uno schermo da 17 pollici è in grado di offrire. Considerato l'hardware di cui è dotato e la longevità che può offrire nel tempo, il rapporto qualità-prezzo è decisamente favorevole. I difetti che abbiamo osservato, come la ridotta autonomia o la poca precisione del touchpad, sono trascurabili nella pratica, e sono trascurabili rispetto all'esperienza immersiva e le prestazioni di altissimo livello che è in grado di offrire.
Design8.2
Display8.8
Prestazioni9
Autonomia7
PRO
Prestazioni di altissimo livello
Tastiera comoda e piacevole al tatto
Ampio schermo anti-riflesso
CONTRO
Autonomia non del tutto soddisfacente
8.3

Appassionato di tutto il mondo della tecnologia e dell'elettronica, soprattutto consumer. Sogna di non aver più bisogno di dormire per riuscire a dedicare il giusto tempo alle proprie passioni.