News Recensioni Smartphone

HTC Desire C: budget phone – Recensione completa

Lug 29, 2012

HTC Desire C: budget phone – Recensione completa

HTC Desire C: avere l’interfaccia Sense e Android ICS in fascia bassa

Si può avere uno smartphone Android con l’interfaccia all’avanguardia di HTC, Sense 4.0, e magari pure Ice Cream Sandwich senza spendere oltre 200€? Ebbene, questo è possibile con HTC Desire C: l’ultimo arrivato di fascia economica da parte del famoso produttore taiwanese. L’azienda è, ad oggi, conosciuta per l’alta qualità e la cura con cui produce i propri smartphone ed è per questo che molti consumatori dirigono le proprie attenzioni sui loro terminali di alta fascia (come il potente HTC One X). HTC Desire C potrebbe rappresentare la scelta giusta per chi vuole qualità, cura ed un ottimo software. Se avete mai avuto tra le mani un Wildfire o un Wildfire S possiamo affermare che questo Desire C rappresenta un importante passo in avanti, soprattutto in performance generali. La C del nome richiama la compattezza ed il comfort: noi non possiamo che concordare con questo nome in quanto si tratta di un terminale robusto e ben disegnato, caratteristiche superiori ai parifascia.

Che cosa lo caratterizza? Un processore Snapdragon single core (Cortex A5), non molto nuovo, su cui riesce a girare fluidamente la versione 4.0 di Sense ed Ice Cream Sandwich, un display da 3.5 pollici, una fotocamera da 5 Megapixel, una batteria da 1.230 mAh,tutto accuratamente predisposto in un bel design che fa da cornice alla varie fuznionalità. Vediamo nel dettaglio cosa è venuto fuori dalla prova di oggi. Se, come vi abbiamo sempre  detto, dalla fascia bassa non bisogna aspettarsi grandi prestazioni, questo HTC Desire C è invece in grado di stupire e offrire prestazioni di livello superiore?

Cerchiamo di rispondere a questa domanda!

Si ringrazia l’ufficio stampa di HTC per questa versione di prova.

 

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.