News Recensioni Recensioni smartphone

Huawei Ascend G6: recensione dello smartphone 4G economico

Giu 30, 2014

Huawei Ascend G6: recensione dello smartphone 4G economico

huawei-g6-intro-design

Huawei è un marchio che è da poco diventato il terzo produttore mondiale di smartphone e che, come ha chiaramente detto la sua dirigenza, punta chiaramente alla leadership. Si tratta di un marchio cinese che si sta espandendo sempre più grazie al rapporto qualità/prezzo conveniente e grazie a ingenti investimenti per offrire sempre terminali ottimi a prezzi contenuti: così nasce Huawei G6, lo smartphone economico che andiamo ad analizzare in questa recensione completa.

Si tratta di un interessante smartphone Android, di fascia medio-bassa, che con un esborso di circa 200€, potrete portare a casa un terminale che supporta addirittura la connettività 4G, che se abilitata col proprio operatore telefonico, può garantire una velocità di navigazione davvero eccezionale.

Huawei G6 si dota poi di un interessante comparto hardware che vede come protagonista principale il suo processore quad-core da 1.2 GHz, abbinato ad una interessante fotocamera da ben 8 Megapixel, sicuramente migliore di molti parifascia che vengono venduti nella stessa categoria a prezzo similare. Inoltre tra le interessanti novità di Huawei G6 troviamo un design molto aggraziato che chiaramente ammicca a quello del Huawei P6. Huawei G6 è uno smartphone sicuramente molto interessante, osserviamone i pro ed i contro in questa recensione completa.

 

Design

huawei-g6-in-mano

La volontà di Huawei di dotare i propri dispositivi di un design che si distingua da tutti gli altri, non solo per forma e linee, ma anche, e forse soprattutto, per fabbricazione e materiali, continua la sua affermazione, puntando al massimo della raffinatezza anche con Huawei G6. La “filosofia” della Double C oramai pervade tutte le nuove creazioni Huawei e, nonostante, al primo sguardo, essa possa rendere i devices un po’ tutti uguali, le particolarità inserite nel design di ognuno riescono a contraddistinguere i diversi smartphone e sicuramente punta a creare un brand originale, un po’ come accade per ogni casa che abbiamo avuto modo di testare.

huawei-g6-bordi-design-usb

In Huawei G6, come abbiamo visto già in P7 (di cui vi ricordiamo la recensione), la ricercatezza dei materiali è concentrata nella C “secondaria”, che costituisce la fascia laterale, realizzata in un elegante metallo spazzolato, di diversa colorazione rispetto alla scocca principale. A differenza di P7, invece, la superficie posteriore del Huawei G6 non è protetta da vetro, bensì è realizzata in plastica che seppur tolga un po’ effetto premium ne fa aumentare la resistenza come colpo d’occhio.

huawei-g6-back-design

Per entrare nel dettaglio, in alto a destra di questa superficie troviamo la Fotocamera, incastonata in un riquadro ovale realizzato nello stesso materiale che compone la fascia laterale. Accanto alla Camera, chiaramente, il Flash LED, anch’esso all’interno della rifinitura in acciaio. La restante parte del retro è decorata con il logo Huawei e, in basso, gli altoparlanti. La scocca laterale presenta sulla destra i due tasti standby e regolazione del volume mentre il lato sinistro è lasciato volutamente libero da tasti o slot.

huawei-g6-bordi-design huawei-g6-bordi

La facciata anteriore di Huawei Ascend G6 è protetta, invece, da un pannello di vetro, che ricopre,  oltre al display, anche i tre tasti soft touch presenti nella parte inferiore, non si tratta però del famoso vetro Gorilla Glass di Corning. In alto, al di sopra del logo Huawei, troviamo il secondo altoparlante, cui si affiancano, sulla sinistra, sensori e Camera anteriore. Per quanto riguarda le dimensioni ufficiali, Huawei G6 spicca sicuramente per il suo spessore esiguo, soli 7.85 mm, anche questa prerogativa oramai di tutta la gamma Ascend e dei terminali Huawei in generale. 131 mm di lunghezza e 65.3 mm di larghezza chiudono il quadro delle misure, ospitando un display da 4.5 pollici un design nel complesso equilibrato e, se ovviamente non perfetto, vicino a quella raffinatezza che i produttori ricercano per il pubblico.

huawei-g6-design-laminaato

Colpo d’occhio merita anche a livello di peso, dove il Huawei G6 con batteria inserita (non removibile) pesa solo 115 grammi, dando quindi l’idea di essere molto leggero ma al tempo stesso resistenza grazie ad una scocca in plastica. Ergonomicamente, visto il display non eccessivamente ampio, risulta piuttosto godibile.

 

Display

huawei-g6-display-focus

Entrando nel vivo della recensione ed andando ad analizzare il display del Huawei G6 possiamo confermarvi in primis le specifiche tecniche che parlano di una diagonale da 4.5 pollici, supportata da una risoluzione qHD da 960 x 540 pixel: questo significa incontrare una densità di pixel pari a 245 ppi. Il primo vero limite, almeno ad occhio, è proprio nella risoluzione che, fosse stata almeno HD da 720p, avrebbe portato ancora di più la lente di ingrandimento dei consumatori su questo interessante modello.

Huawei G6 poi sfrutta un display LCD che si dimostra molto buono nella resa cromatica dei colori, andando a rappresentare questi ultimi in modo fedele e naturale, senza però esagerare nella saturazione come avviene con i display AMOLED. In questo senso si può vedere che il nero non è eccessivamente nero, ma non diventa nemmeno grigio.

Il display di Huawei G6 si fa rispettare con una buona visibilità all’aria aperta, anche con angoli di visione che sono più che adeguati rispetto soprattutto ai parifascia. Il display quindi si difende nonostante una definizione eccezionale, ma per diventare un must buy (ndr: uno smartphone da comprare per forza) si poteva passare anche da questa scelta.

 

Hardware e connettività

Il nucleo portante di Huawei G6 è rappresentato dall’interessantissimo processore quad-core Snapdragon 400 che opera alla frequenza di 1.2 GHz e che riesce a rendere ogni operazione quotidiana più che fattibile: per chi non ha particolari aspettative, soprattutto in termini di spesa, può chiaramente orientarsi su questo modello che riesce a farsi rispettare nella navigazione web (anche e soprattutto per via della connettività 4G che rende la navigazione molto piacevole).

Abbiamo già avuto modo di provare questo processore in passato ed è uno di quelli montati su smartphone di fascia medio-bassa che ci ha dato più soddisfazione perché, in questo caso, è abbinato anche ad una memoria interna da 4 GB, di cui circa 1 GB è dedicato all’installazione di applicazioni e giochi. A questo proposito non si tratta di uno spazio troppo importante, ma se il vostro utilizzo non prevede giochi pesanti e dedicate più tempo ai social network allora potrebbe fare al caso vostro. Sarà importante comunque dotarvi di una microSD aggiuntiva per poter salvare i vostri dati, come foto o documenti, su di essa. La memoria RAM di Huawei G6 è invece da 1 GB, in linea con gli smartphone di questa fascia e prevede in caso di necessità, la possibilità di chiudere tutte le app in background in modo da aumentare la fluidità dello smartphone in sé e, al tempo stesso, favorire il multitasking. Vi basterà tenere premuto il tasto Menù in basso a destra.

La GPU è invece molto interessante perché si tratta dell’Adreno 305, poiché seppur non recentissima può offrire buoni momenti di svago agli utenti che cercano qualche gioco passatempo, che possa essere il runner game di turno, come ad esempio Temple Run o Subway Surfers, oppure giochi più classici come la serie Quell o il più recente 2048. Lo abbiamo stressato poi con Dead Trigger 2 per osservare la reazione di Huawei G6 e qui siamo rimasti piacevolmente stupiti notando che il gioco è girato in modo fluido interrompendosi solo di rado con dei microlag quasi estemporanei e davvero veloci, incapaci di intaccare l’esperienza di gioco su Huawei G6.

Importante attenzione poniamo poi anche sui test al benchmark, poiché possono fornirvi qualche indicazione sulle reali capacità prestazioni del processore e del Huawei G6: in particolare su AnTuTu Benchmark si raggiungono circa 16.500 punti, coincidenti con il modello quad-core MTK 6582 di molti smartphone cinesi, ma che non risente in generale dei famigerati problemi GPS. Su Vellamo Browser invece sono misurate le prestazioni del browser web (ndr: otterrete diversi risultati se utilizzate browser differenti come Opera, Chrome, ecc) e in questo caso si ottengono praticamente 1.850 punti, notevoli se paragonati ai parifascia. Sul fronte della scheda grafica invece abbiamo ottenuto un rassicurante punteggio di quasi 60 fps con Epic Citadel che ha confermato quanto osservato anche nel videogaming all’atto pratico, confermando ancora una volta quanto a volte le risoluzioni più basse possono essere un fattore positivo quanto si parla di fluidità di interfaccia, apertura applicazioni ed ovviamente giochi.

huawei-g6-vellamo huawei-g6-antutu-ranking huawei-g6-antutu

La connettività rappresenta un punto forte di Huawei G6 perché questo smartphone economico ha l’indubbio pregio di supportare il 4G e questo significa poter navigare in modo veramente rapido rispetto ai parifascia, con tempi che possono quasi competere con gli smartphone di fascia alta. Huawei G6 difatti supporta la connettività 4G, ma che è disponibile sul mercato anche nella versione con solo 3G (magari più allettante per chi non vuole spendere soldi in più con il proprio operatore). Niente da dire sul versante GPS che si dimostra veloce ed affidabile, come anche il Bluetooth 4.0 e il Wi-Fi che è risultato stabile e veloce anche quando lontano dal modem stesso.

In sostanza l’architettura hardware, considerato il prezzo, si dimostra una delle più affidabili in commercio e Huawei G6 si rivela uno smartphone molto robusto in questa tematica. Peccato solo per la memoria interna, un po’ limitante se vi piace installare molte applicazioni.

 

Fotocamera

huawei-g6-fotocamera

A dispetto delle altre occasioni, la presenza di una fotocamera anteriore da 5 Megapixel è quella che mi ha destato maggior interesse, soprattutto perché solitamente sotto ai 200 euro si trovano smartphone che si la montano ma è di qualità veramente bassa. Se vi piace fare “selfie” (ndr: i famosi autoscatti) allora potrebbe essere il terminale giusto per voi.

Posteriormente invece troviamo una fotocamera da 8 Megapixel, che rappresenta la principale differenza rispetto al suo competitor naturale, il Moto G. Questa fotocamera sfrutta l’aiuto del Flash LED per gli scatti in notturna, anche se non sempre è sufficiente, ed in aggiunta ha una apertura f/2.0 che garantisce l’ingresso di moltissima luce nelle foto (rischiando però di riempire le foto di luce, specie nelle giornate assolate) ma grazie a diverse modalità riesce ad offrire scatti davvero buoni.

Il sensore, a conferma della qualità di Huawei G6 nel comparto fotografico, è di marca Sony e si fa rispettare, anche se i tempi di scatto con HDR, la famosa modalità che migliora la gestione dei colori, è un po’ troppo lento e richiede una buona mano ferma. La qualità delle immagini, anche negli interni, conferma la bontà di questo fotocamera che non dispiace affatto come resa complessiva. L’app, inoltre, è piuttosto standard come funzionalità e come interfaccia, permettendo sia di scegliere modalità tipo quella automatica, quella intelligente, quella HDR oppure le opzioni di bilanciamento del bianco, degli ISO, ecc. Huawei G6 segue la linea di G700 in questo particolare campo.

IMG_20140629_123837 IMG_20140627_210449 IMG_20140627_195240
IMG_20140627_195150 IMG_20140627_194428 IMG_19700225_001607
IMG_19700225_001531 IMG_20140627_195117 IMG_20140627_195129

Si possono anche registrare video in HD da 720p, tutto sommato più che sufficienti per chi ama fare qualche video ogni tanto con il proprio smartphone.

 

Sistema Operativo

Abbiamo già imparato a conoscere l’ultimissima versione dell’interfaccia Emotion UI di Huawei, che si fonde con Android anche in Ascend G6 per regalare all’utente la massima ottimizzazione del proprio smartphone. In realtà, però, per i più affezionati ad una interfaccia semplice, fluida e intuitiva, nelle Impostazioni si può switchare alla modalità Simple UI.

Emotion UI dona, anche in Huawei G6, molte applicazioni nuove e altre migliorate rispetto alla versione precedente, ma non siamo ancora alla versione più recente presente su Huawei P7. Tornando alle app di Huawei G6, la maggior parte di esse è finalizzata all’ottimizzazione del consumo, come Phone Accelerator, Storage Cleaner, Power Saving, che controllano lo spreco di batteria chiudendo e limitando le App più invasive, ma troviamo anche molte funzionalità in grado di controllare al meglio ogni azione del device, a partire dalle notifiche che si vogliono ricevere (Notification Manager) fino al blocco di chiamate e messaggi non graditi (Harassment Filter).

huawei-g6-temi huawei-g6-sistema-operativo huawei-g6-info-telefono

Tutto questo viene fatto con il solo scopo di monitorare costantemente l’efficienza di Huawei G6, cercando di valorizzare al massimo il comparto hardware a disposizione, e garantire al fruitore un’esperienza in grado di soddisfare ogni tipo di volontà. La scelta dei moltissimi temi messi a disposizioni da Huawei non fa che conferire un valore aggiunto all’interfaccia, che apparirà colorata e organizzata come più vi piace.

Vi specifichiamo che si tratta della versione 4.3 Jelly Bean di Android, purtroppo però non siamo a conoscenza dei piani di aggiornamento da parte della casa cinese, comunque molto attenta a questo fattore fino a questo momento. Inoltre è possibile utilizzare la memoria esterna per installare le app, che però si apriranno in modo leggermente più lento. Se arriveranno nuovi aggiornamenti, Huawei G6 dimostra di essere un terminale molto interessante.

 

Batteria ed autonomia

huawei-g6-batteria

Huawei Ascend G6 viene supportato nella gestione quotidiana da una batteria da 2.000 mAh, però in modo davvero insolito rispetto al solito è una unità non removibile, almeno rispetto agli smartphone che si trovano in questa fascia. Se da un lato la batteria non estraibile rappresenta un limite, possiamo dire che questa si comporta in modo onesto. Se utilizzate il Huawei G6 in 4G la batteria non assume contorni eccezionali, ma traghetta l’utente per il consumo medio della giornata, richiedendo di tanto in tanto qualche caricamento verso le 20 della sera (dalle 6.30 del mattino).

Viceversa, se usato in 3G con diversi account email configurato ed un utilizzo misto, questo smartphone invece allunga abbastanza la sua autonomia riuscendo a farsi ricaricare solo di notte. A favore di questo smartphone possiamo dire che tra le app più interessanti c’è il Power Saving che punta a migliorare la gestione (e soprattutto il dispendio) energetico.

 

Disponibilità e prezzo

huawei-g6-unboxing-2

Huawei G6 si configura come uno dei pretendenti al trono dei migliori smartphone Android da 200€ grazie ad una ottima configurazione, infatti il prezzo di listino è molto aggressivo: 199€ per la versione 3G e 249€ per la versione 4G. In realtà è possibile trovarlo già a qualcosa in meno in entrambe le versioni grazie alle offerte presenti negli store online.

All’interno della scatola, molto elegante e rifinita in stile top di gamma, troverete la dotazione standard:

  • Smartphone,
  • Alimentatore,
  • Cavo microUSB-USB,
  • Guida rapida,
  • Auricolari
huawei-g6-unboxing

Conclusioni

Se avete avuto la pazienza di leggere tutta la nostra recensione di Huawei G6 sarete sicuramente in grado di anticipare le nostre conclusioni, che a tutti gli effetti fanno ritenere questo nuovo smartphone Android una importante sorpresa in questa fascia di prezzo, confermando quindi quanto di buono fatto in passato da Huawei da un lato e dall’altro invece il notevole miglioramento che stanno riscontrando i dispositivi di questa fascia. Volendo riepilogare in modo breve i pro ed i contro, ve li proponiamo qui di seguito.

PRO E CONTRO

PRO

– Processore Snapdragon 400 affidabile e veloce;
– Connettività 4G;
– Fotocamera anteriore insolitamente prestante;
– Dimensioni molto confortevoli ed ergonomiche;

CONTRO

– Risoluzione un po’ bassa, si sarebbe preferito almeno quella HD;
– Batteria non removibile;
– Spazio dedicato alle app un po’ limitato;

Videorecensione

Chiudiamo con la nostra videorecensione, non mancate di iscrivervi al nostro canale YouTube RedazioneTecnologici!

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.
  • Ilaria Briolini

    ma dove posso trovare la versione 4g? In Italia sembra in vendita solo la versione 3g.., sapete dirmi?

  • Nico

    Questo g6 4g è dotato di radio FM? per me è essenziale!

  • JYC

    Ciao, il fatto che in questo huawei ascend g6 4g non ci sia java e nemmeno flash player è grave? Vorrei comprare questo smartphone ma sono molto incerta per questi motivi

  • martinop

    Ciao!
    ho comprato da un mesetto questo apparecchio e mi posso dire sufficientemente soddistatto…certo sono passato da un Iphone 4 che è deceduto dopo 4 anni di quasi onorevole servizio….
    L’apparecchio tutto sommato è abbastanza buono e resistente….
    Ho però trovato un grosso bug: il telefono non riconosce il controllo del volume dalle cuffie. Né gli auricolari di serie (non dotati di controllo volume) né altri auricolari anche costosetti riescono in questa impresa.
    Utilizzo molto i mezzi pubblici e non poter aumentare o diminuire il volume dalle cuffie ma solo dal corpo del telefono è una tragedia.
    Dall’assistenza mi dicono che non è un problema loro perché non riguarda il telefono ma degli accessori….
    Se non riesco a risolvere questo problema…questo telefono farà una brutta fine….(passato alla donna!) 🙂

  • Paolo Joshua Confalonieri

    Ma è normale che ogni volta che lo spengo e lo riaccendo mi va a togliere tutte le personalizzazioni fatte? Tipo icone dei programmi ecc? Ogni volta devo rimettere tutto a posto?

    • martinop

      stessa cosa….sorry

  • Ely707

    Ciao, seguo da un po’ il vostro blog e vorrei chiedervi un consiglio:
    voglio acquistare il mio primo smartphone, con un budget di circa 250
    euro. Ciò che cerco è un telefono con schermo grande, internet veloce, batteria
    decente, una memoria interna abbastanza ampia (vorrei una certa libertà nello
    scaricare app, ma tra quelle che considero indispensabili ci sono sicuramente
    il navigatore, fb e whattsapp) ; reputo importante anche la fotocamera, mentre
    non mi interessano grandi prestazioni per giochi. Tra le vostre recensioni i
    telefoni che più attirano la mia attenzione ci sono gli Huawei Ascend G6 e G700
    (anche se non mi interessa granchè il fatto che sia dual sim); mi sembra di
    capire che quest’ultimo sia migliore in termini di memoria e display, mentre
    per la velocità di navigazione sembra superiore il G6, non riesco tuttavia a
    comparare le rispettive fotocamere. Ho interpretato correttamente le vostre
    recensioni?quale tra i due cellulari ha una fotocamera migliore? Quale mi
    consigliereste tra questi due, o in generale quale smartphone credete sia
    adatto a me? Ho letto la classifica dei vostri migliori 3 low coste, ma sono
    riluttante all’acquisto di quei cell per via della fotocamera.

    • Ciao Ely, direi che hai interpretato molto bene le nostre recensioni e ti posso dire che tra quegli smartphone che hai citato tendiamo ad escludere il P6 che, seppur buono, risente un po’ dell’età e di qualche problemino. Considera che sia il Huawei G700 che il Huawei G6 monta la fotocamera da 8 Megapixel, purtroppo l’azienda cinese non ha detto molto a riguardo e potrebbe essere anche la stessa, ma non lo sappiamo (come sensore si intende). All’interno delle nostre recensioni trovi però le foto in dimensioni originali, le hai già valutate? Secondo noi sono entrambe di ottimo livello (praticamente alla pari) e forse al posto tuo, dando per assunto che sono simili, decideremmo appunto in base al display e alla memoria oppure all’estetica e al processore più recente. Cosa ne pensi?

      Possiamo chiederti di supportarci sui social? Siamo su FB, Twitter, Google+ e YouTube, sarebbe un ottimo contributo per noi 😉

      • Ely707

        Ci ho rimuginato un po’ su e ho deciso di cercare qualcos’altro che possa soddisfare tutte le mie esigenze..Ho rispolverato la vostra guida dei migliori under 200 e ho notato l’lg g2 mini, su cui prima non mi ero soffermata e che mi pare sia davvero una valida opzione in termini di memoria,connettività e processore: anche la fotocamera posteriore sembra davvero ottima! Leggerò ancora qualcosina in merito, ma credo di aver trovato lo smartphone per me 🙂
        Ps: messo mi piace su fb, vi seguirò con piacere! 😀

  • Marco

    Mi intriga molto questo g6, ma sono tremendamente combattuto tra questo ed il g700… a parità di prezzo cosa è più prestante?

    • Ciao Marco, posso dirti che sono due smartphone ottimi entrambi e il marchio Huawei ci sta convincendo sempre di più. Dipende dalle tue priorità: sicuramente il G6 ha dalla sua un form factor più bello, una linea più elegante e in linea di massima un processore migliore per consumi e prestazioni. Mentre per quanto riguarda il G700 avresti invece dalla sua un display HD molto bello, ben 2 GB di RAM che non dovrebbero dare problemi in caso di multitasking 🙂 Come batteria e fotocamera siamo più o meno lì 😉

      Possiamo chiederti di supportarci sui social? Siamo su FB, Twitter, Google+ e YouTube, sarebbe un ottimo contributo per noi 😉

  • ciccio

    Credo che a questi livelli di prezzo il Moto G sia ancora superiore. Comunque complimenti ad Huawei, sta sfornando una serie di device davero interessanti

    • Ciao Ciccio. Effettivamente troviamo che Huawei abbia alzato nettamente il tiro con un po’ di smartphone a questa parte e con una buona cura dei dettagli, anche nei device più economici. Questo Huawei G6 ci ha convinto parecchio direi 🙂 Moto G sarà superiore in aggiornamenti e display, questo per fotocamera. 🙂
      Grazie e continua a seguirci sui social 🙂