News Smartphone Video

Huawei Mate S: anteprima e funzionalità del prodotto di punta

Set 5, 2015

Huawei Mate S: anteprima e funzionalità del prodotto di punta

In questo IFA 2015 non poteva mancare un produttore importante come Huawei che, seguendo la linea aziendale recente, presenta due smartphone di alto livello con scocca in metallo, parliamo di: Mate S e G8. La precisa scelta su cui vertono i nuovi smartphone di Huawei è il fashionology: un mix tra fashion/moda e tecnologia.

Huawei Mate S

Huawei Mate S

L’erede del fortunato Mate 7, si rimpicciolisce rispetto al predecessore, equipaggiando un display da 5.5 pollici Full-HD (1920 x 1080 pixel) con tecnologia Corning Gorilla Glass 2.5D (che dona un lieve effetto di profondità dato dalla piccola curvatura del vetro). Visto il prezzo (che conoscerete qui di seguito), fa storcere il naso la CPU Kirin 935 octa-core (Cortex A53) che, pur essendo molto prestante, abbiamo già visto sull’Honor 7, smartphone di fascia ben più bassa. Tralasciando questo, il SoC dovrebbe essere adeguato, anche grazie al supporto di 3GB di Ram (LPDDR3). La potenza, anche se la scelta di un processore non di punta di Huawei, non dovrebbe mancare e il primo impatto è di uno smartphone privo di lag o rallentamenti tra un passaggio di schermata e l’altro.

IMG_9524

Nutriamo altri dubbi sulla batteria da soli 2700mAh che sembra essere sottodimensionata rispetto alla grandezza del display (e del device). Ma la prova quotidiana di Huawei Mate S ci risponderà in merito a questi dubbi. Ovviamente si tratta di una batteria integrata.

IMG_9525

Sul comparto “fotocamera” non nutriamo invece alcun dubbio. Il sensore posteriore RGBW (maggiormente sensibile dei canonici rosso, verde, blu) è da 13MP con stabilizzazione ottica ed apertura massima f/2.0. L’anteriore è altrettanto buona (a primo impatto), grazie ad 8MP e ad un flash frontale LED, per scattare selfie in notturna o riempire meglio l’immagine nelle situazioni di luce particolare. Se ciò non bastasse, l’azienda ha anche aggiunto una modalità completamente manuale, per i fotografi più esperti. Il tutto è ovviamente inserito nella EMUI 3.1 proprietaria, basata su Android Lollipop 5.1.1. Huawei Mate S introduce quindi nuove funzionalità legate alla tecnologia Fingerprint 2.0, alla Force Touch Technology e al Knucle 2.0.

IMG_9522 IMG_9521

Ovviamente non manca il sensore di impronte digitali tanto apprezzato sul Mate 7, che si aggiorna alla versione 2.0, migliorando ancora di più l’affidabilità e la velocità di sblocco.
Il componente dovrebbe essere quello già collaudato sul P8 e quindi possiamo stare tranquilli sul funzionamento. Oltrettutto sono state implementate nuove funzionalità, come lo scatto con un tap sul lettore o addirittura lo scorrere delle foto in galleria. Funzionalità decantate durante la presentazione dal colosso cinese, ma che, a nostro avviso, troveranno difficile riscontro nella realtà quotidiana.

Ma la vera novità è nel nuovo Force Touch di Huawei (7 giorni in anticipo rispetto al nuovo iPhone 6S): il pressure-sensitive. Il sistema permetterà al display di riconoscere il livello di pressione esercitato dal dito e, di conseguenza, mettere in atto azioni diverse a seconda dell’intensità. Purtroppo non tutti i Huawei Mate S avranno a disposizione questa funzione, ma solo alcuni modelli in specifici mercati. Ad Ottobre sapremo tutto a riguardo.

L’ultimo punto da toccare riguarda i materiali e le dimensioni.
Come detto, il metallo la fa da padrone, offrendo un effetto eccezionale alla vista, grazie anche ai bordi fresati lucidi ed al design posteriore leggermente bombato.
Le misure sono: 150 x 75,3 x 7.2 mm, per 156 grammi di peso.

Huawei-Mate-Edge

Dal 3 settembre sarà possibile preordinare il Huawei Mate S (nella versione senza Force Touch) nei colori grigio e champagne. La versione da 32GB costerà 649€, mentre 699€ quella da 64GB, entrambe sul sito ufficiale vmall.eu. Tutte le versioni saranno espandibili e dotate di Dual SIM e LTE Cat6.

Huawei-Mate-S_Colors

Malato di smartphone, tablet e gadget tecnologici. Alla spasmodica ricerca di qualcosa di nuovo che possa catturare la mia attenzione.