Giochi Giochi Android Giochi iPhone/iPad Guide

I migliori giochi di guida per Android, iPhone e iPad: guida all’acquisto

Apr 14, 2014

author:

I migliori giochi di guida per Android, iPhone e iPad: guida all’acquisto

top3

1. Real Racing 3
Real Racing 3 rappresenta su iOS e Android l’apice dell’approccio realistico su un titolo di guida. Evitando in modo intelligete la concorrenza con serie ormai storiche, Electronic Arts ha confezionato un prodotto ricchissimo di contenuti ed aggiornato con grande costanza, adatto ai giocatori hardcore e piuttosto gratificante sul lungo periodo. I meno esperti potranno invece contare su tutta una serie di aiuti di guida che, chiudendo più di un occhio su traiettoria, capacità di frenata e riflessi, renderanno il titolo godibilissimo anche per i loro palati.

realracing3

Il gioco ha – come dicevamo – un’impostazione simulativa, nel senso che disabilitando gli aiuti potremo contare su un certo livello di realismo. Se volessimo valutare questo modello di guida potremmo associarlo a quello dei primissimi Gran Turismo , su PS1. Ciò significa che non avremo a che fare con un simulatore vero e proprio a la Simbin o Assetto Corsa, ma potremo comunque godere di una fisica di buon livello dove la nostra bravura avrà un ruolo determinante.
Il prodotto non è comunque perfetto: per giocare senza troppi problemi è necessario almeno un SoC a quattro core, di cui non tutti dispongono. Il problema principale resta comunque l’intelligenza artificiale dei nostri avversari, fin troppo deficitaria. Nel tempo e con i vari update dobbiamo ammettere che la situazione è andata migliorando, ma è ancora lontana dal garantire un’esperienza realistica. Un altro appunto va fatto alle modalità di gioco, che consistono nel solo campionato, e che non prevedono alcun tipo di gara in multiplayer. Il massimo che ci è concesso è il raffronto dei tempi con le classifiche online.
Le transazioni ingame sono in alcuni casi invasive, ma superati alcuni punti cardine del gioco dobbiamo dire che non si sente troppo l’esigenza di procedere con acquisti addizionali.
In definitiva Real Racing 3 è un titolo imprescindibile per chiunque cerchi su mobile un tipo di approccio più realistico.
Valutazione 8,5/10

2. Sonic & All-Stars Racing Transformed
Esattamente il corrispettivo di Real Racing 3, ma questa volta per il mercato arcade.
Basandosi sullo splendido roster di personaggi made in SEGA, il gioco è un kart racer che ad alcuni potrà ricordare il classico per eccellenza Mario Kart, ma che in realtà si discosta da esso in maniera piuttosto palese.

Sonic-SEGA-All-Stars-Kart-Racing-for-iPhone-iPad-iPod-touch

Affronteremo le varie gare a bordo dei nostri mezzi, su circuiti davvero ispirati e caratterizzati da una natura cangiante nel corso della gara stessa. Potrà quindi accadere di iniziare una gara sull’asfalto per ritrovarsi al secondo giro su sterrato, in acqua o addirittura in aria. Ciò comporta che i nostri mezzi cambieranno in maniera contestuale alle circostanze del tracciato, permettendoci quindi di guidare sui canonici kart o di sfrecciare volando a tutta velocità su improvvisati aeroplani monoposto.
Come ci si aspetterebbe da un gioco di questo tipo sono presenti numerosi power up che potremo attivare e sfruttare nel corso delle gare, e che ci aiuteranno nella competizione con i nostri avversari. Sforzandosi di distanziarsi dai canoni stabiliti dal già citato Mario Kart, Sonic & All-Stars Racing Transformed conta su una serie di potenziamenti molto originali, che non daranno alcuna sensazione di già visto nemmeno a chi sia un veterano del genere.
Trovare reali difetti all’interno di questa produzione non è facilissimo, e dobbiamo anzi dire che l’azienda è riuscita a creare un ottimo bilanciamento un po’ in tutti i campi. Perfino le tanto odiate micro transazioni ingame non sono invasive come accade in altri titoli più famosi, e in linea di massima è possibile godere appieno del gioco senza passare neanche una volta dallo Store. Riteniamo anzi che l’esperienza possa essere molto più gratificante se scandita da tempi lenti, procedendo nello sblocco dei circuiti e delle competizioni man mano che vinceremo le nostre gare. Da questo punto di vista il gioco ricorda l’eccellente Rayman – Fiesta Run, che mette fin da subito tutti i contenuti a disposizione del giocatore che desideri pagare, ma che nel contempo regala una gratificazione notevole a chi procede per gradi all’interno dell’esperienza.
Valutazione 8,5/10

3. Need for Speed: Shift
Il brand di Need for Speed è uno dei più famosi sul mercato PC e console, quando si parla di titoli di guida arcade. Need for Speed: Shift è una conversione abbastanza fedele dell’originale, che porta su mobile una qualità e una quantità di contenuti capaci di accontentare quasi tutti i tipi di palato.

unnamed (1)

La serie è celebre per la sua impostazione arcade, quindi dimentichiamo la riproduzione della fisica di Real Racing o lo sfruttare i punti di corda all’interno di una curva. Il modello di guida è tuttavia molto solido, e si adatta bene sia ad un approccio hardcore da esperti, che ad uno da casual gamer con poca esperienza. Questo è possibile grazie a tutta una serie di aiuti che è possibile abilitare o disabilitare a piacimento, tra cui l’assist in frenata, la trasmissione e le indicazioni a schermo che ci indicano la migliore traiettoria da seguire con la nostra vettura. Avremo la possibilità di usare quattro diverse visuali, tra cui una interna al veicolo dove potremo ammirare l’ottima riproduzione grafica dello stesso. Ciascun bolide si comporterà inoltre in maniera diversa dagli altri, elemento da non dare per scontato quando di parla di giochi arcade.
Il punto di forza di questo prodotto sta a nostro parere nella profondità della modalità single player, strutturata in maniera intelligente e per certi versi associabile a un gioco di ruolo.
Partecipando a gare ed eventi guadagneremo infatti punti esperienza, che dipenderanno sia dalla sola partecipazione, che dal nostro piazzamento, che dalla maniera in cui ci comporteremo durante la gara. Innumerevoli obiettivi potranno venire sbloccati nel corso della nostra carriera, permettendoci di proseguire tra le varie competizioni, e regalandoci una forte sensazione di accomplishment. Da questo punto di vista è indubbio che Need for Speed Shift sia il gioco più gratificante di questa top 5, grazie a un senso di progressione che manca in ciascuno dei suoi concorrenti.
Se amate i titoli di guida arcade questo gioco è assolutamente consigliato.
Valutazione 8.3/10

4. GT Racing 2 – The Real Car Experience
Non un reale aspirante al trono di Real Racing 3, ma un titolo assolutamente da rispettare e da prendere in considerazione, se lo stile arcade non è ciò che cercate.

GTRacing2-10

La natura di questo GT Racing non si discosta in effetti troppo dal già citato Real Racing, ma in questo caso gli sviluppatori hanno scelto di optare per un modello di guida ibrido: niente velleità simulative, ma piuttosto un sistema che cerca l’equilibrio tra l’arcade e il realismo, distanziandosi dai vari Asphalt, Need for Speed o Ridge Racer, ma senza comunque avvicinarsi troppo a quanto offerto da Real Racing.
Si tratta in effetti di un modello che funziona, e il risultato potrà essere apprezzato da più tipi di utenza, forse senza entusiasmare nessun tipo di giocatore, ma permettendo al titolo di lasciarsi approcciare senza intoppi.
Uno degli elementi più riusciti della produzione è la gestione degli avversari, che non si affidano ad un sistema canonico per l’intelligenza artificiale, basandosi invece su una riproduzione su pista del comportamento di altri giocatori.
Diversamente da Real Racing, questo non significa che solo i tempi saranno gli stessi di giocatori reali, ma che anche la maniera di affrontare il tracciato replicherà quanto fatto da avversari in carne ed ossa, con risultati simili a quanto fatto grazie al cloud in Forza Motorsport 5, su Xbox One. Questo eviterà il crearsi dei fastidiosi trenini tipici di molti titoli di guida (Real Racing e Gran Turismo su tutti), ed offrirà una qualità di gameplay davvero onvincente.
Il problema fondamentale del prodotto sta però nel brutto bilanciamento applicato al modello free to play. Le microtransazioni saranno una presenza fastidiosa più o meno da subito, e molti giocatori potranno venire scoraggiati da una simile invadenza. La soluzione per chi non vuole spendere sarebbe di dedicarsi fin da subito al grinding e alla ripetizione delle gare per accumulare denaro, oppure di effettuare sessioni di gioco brevi evitando di incappare nei classici tempi di attesa.
Un vero peccato, perché per il resto si tratta di un prodotto eccellente, a partire dalla componente tecnica, passando per il buon modello di guida e finendo con la grande quantità di contenuti.
Valutazione 8.0/10

5. Need for Speed: Hot Pursuit
Un altro Need for Speed in classifica, è vero, ma si tratta pur sempre di un titolo a nostro parere più meritevole degli altri, e sarebbe ingiusto inserire in questa posizione un prodotto inferiore solo per dare spazio a più franchise.

1320661486_20111107160150

Così come il suo fratellino nella posizione più in alto, anche questo Hot Pursuit è un titolo tipicamente arcade nel modello di guida, non certo la scelta ideale per chi cerchi il realismo. Eppure, anche in questo caso si tratta di un titolo ben confezionato, a partire da una componente estetica di buon livello che richiederà l’utilizzo di SoC quad core per girare senza intoppi.
Avremo a nostra disposizione una mappa intera, su cui verrà segnalato quali eventi stanno accadendo in ogni momento. Nei panni di un poliziotto potremmo dunque decidere di prendere parte ad un inseguimento multiplo, ad uno singolo, e potremo vedere dove stanno avvenendo delle gare di velocità tra i nostri colleghi.
Nei panni delle forze dell’ordine, il nostro compito primario sarà di fermare i trasgressori della legge a furia di speronamenti e incidenti più o meno spettacolari, mettendo di fatto fuori uso la vettura del nostro avversario. Si riprende in pratica lo stile dei primi Need for Speed, in controtendenza con quanto fatto di recente dall’ottima (e a nostro parere migliore) sottoserie Shift.
Ad aiutarci nel nostro tentativo di far rispettare la legge ci saranno un paio di power up, nella fattispecie uno shock elettrico e delle trappole da far cadere sull’asfalto per colpire chi sta alle nostre spalle. Alternativamente avremo la possibilità di ordinare un posto di blocco, cosa che difficilmente darà buoni risultati, in quanto il centro della strada resterà sempre libero.
La progressione del nostro personaggio funziona, di nuovo, su punti esperienza che otterremo nel corso dei vari inseguimenti. Tuttavia, in questo caso si tratta di un’implementazione meno riuscita di quanto visto in Shift, senza riuscire a soddisfare in maniera altrettanto piena.
Valutazione 7.7

Classe '84 e da sempre innamorato di tutto ciò che è videogaming, tech e cinematografia, Naares trascorre la propria vita da vero geek tra uno Zelda e uno Star Wars. Gli piacciono i giochi di qualità e chiunque sappia innovare. E' un noto e pericolosissimo troll sia in rete che in real life.
  • Nicola Sabatino

    Quello è need for speed most wanted -.-“

    • Filippo Dardi

      Bravo