Guide News

I migliori smartband e braccialetti Android per il fitness

Set 29, 2014

I migliori smartband e braccialetti Android per il fitness

migliori smartband e braccialetti android

Vuoi per la loro semplicità o per il non sentirli addosso, i braccialetti per il fitness (meglio noti come smartband) stanno entrando di prepotenza nell’equipaggiamento del “malato di tecnologia” (ed in quello di molti altri). L’obiettivo di questi gadget è quello di offrire un monitoraggio completo (più o meno) della performance sportiva e, se ciò non bastasse, di tutta la quotidianità di chi li indossa.

La loro diffusione è anche favorita da costi relativamente bassi rispetto agli orologi per il fitness, il che li rende accessibili ad un pubblico molto più ampio. La classifica che troverete qui sotto si pone l’obiettivo di indirizzarvi alla scelta più consona per il vostro uso, visto che, parlando di oggetti da indossare (tutto il giorno o meno), sono molto soggetti al gusto ed alle esigenze del consumatore.

La classifica sarà in ordine di prezzo, dal più economico al più costoso. Questa scelta è dovuta al fatto che non esiste un oggetto migliore in senso assolto ma, come detto, è tutto legato al tipo di prodotto che si cerca.

 

1. Xiaomi MiBand

Xiaomi MI BAND 2 Activity Tracker, Unisex - Adulto, Nero, Taglia Unica
Prezzo consigliato: 49.99€
Risparmi: 34.52€ (69%)
Prezzo: 15.47€

Questo prodotto è probabilmente il più sorprendente della lista. Non tanto per le funzioni o la qualità costruttiva (assolutamente nella media), ma più che altro per un rapporto qualità prezzo eccellente ed un’autonomia straordinaria.

Come molti altri prodotti del genere, si compone di due parti: la capsula centrale (il cervello del MiBand) ed un bracciale in silicone che, oltre a permettere di indossare il prodotto, ne garantisce l’impermeabilità. La qualità costruttiva di entrambi è buona e, pur non facendo gridare al miracolo, offre delle buone sensazioni al tatto. La chiusura è solida e permette una totale personalizzazione della “calzata”, garantendo un’ottima comodità complessiva. Probabilmente stiamo parlando di uno degli smartband più comodi presenti sul mercato.

I colori disponibili sono molteplici ma in Italia (attualmente) la disponibilità è limitata al nero. Questo è dovuto al fatto che l’azienda non importa direttamente nel nostro paese e quindi bisogna sottostare alle scelte dei distributori nostrani. La confezione è abbastanza standard e, oltre ai componenti già citati, contiene solo il cavo proprietario per la ricarica.

Il MiBand è resistente all’acqua e la certificazione IP67 garantisce in toto questa caratteristica. Non è presente un display, ma sono presenti alcuni LED di stato che permettono al bracciale di comunicarci alcuni dati utili. Quello che impressiona di questo device Xiaomi è l’autonomia. Essa infatti si assesta in circa un mese e può aumentare se il vostro utilizzo è più blando rispetto alla media. Nonostante ciò, il peso è estremamente contenuto, rendendo quasi impercettibile questo smartband.

Le funzioni sono le solite ma, grazie ad alcuni accorgimenti, offrono qualcosa in più rispetto alla concorrenza. Le features principali sono quelle di monitoraggio del sonno e di contapassi. La prima è molto precisa e si avvia automaticamente quando ci corichiamo. Offre anche una sveglia smart che ci farà alzare quando il nostro sonno è più leggero ( in un range di 30 minuti), corroborata dalla funzione “snooze”. Quest’ultima ci permetterà di posticipare la sveglia di qualche minuto con un semplice tocco, proprio come avviene con le sveglie tradizionali. La features può sembrare scontata, ma in realtà questo è l’unico prodotto che l’ha implementata in modo funzionale e completo. La seconda funzione è quella di contapassi che funziona altrettanto egregiamente. L’ultima features è quella relativa alle notifiche e fa si che il bracciale vibri in caso di chiamate in arrivo. E’ anche possibile attivarla solo dopo un certo lasso di tempo (dopo un tot di secondi dall’inizio della notifica). Il software è ben fatto ed è scaricabile nella nostra lingua dal sito del Team Italiano MIUI. I dati sono mostrati chiaramente, grazie anche ad una divisione temporale molto utile. Però essi non sono condivisibili con applicazioni di terze parti. Compatibilità con Android 4.4 in su.

Il prezzo in Italia è tra i 30 ed i 40 Euro, a seconda che sia di importazione asiatica od acquistato da un distributore italiano.

PRO E CONTRO

PRO

– Autonomia
– Precisione e completezza delle funzioni

CONTRO

– Notifiche poco implementate
– Il produttore non vende direttamente in Italia

 

2. Sony Smartband SWR10

Sony SWR10 SmartBand, 1 GB RAM, Android 4.4, Bluetooth 4.0, Nero
Prezzo consigliato: 89€
Risparmi: 66.13€ (74%)
Prezzo: 22.87€

Lo smartband SWR10 è il primo prodotto di questo tipo di Sony. L’oggetto in se è molto semplice ed è composto da: un bracciale di silicone ed una capsula, il Sony Core, il vero cuore del dispositivo. La confezione di vendita prevede: la capsula, manuali vari e 2 braccialetti (neri) di diverse misure. Quest’ultimo punto permette di acquistarlo senza doversi curare della misura, vista anche la chiusura in alluminio a “bottone”, che consente di personalizzare (ancor di più) la “calzata”. Attualmente sono disponibili (a 25 Euro) le band in silicone di diversi colori: nero, bianco, lilla, giallo, rosa, viola, arancione, blu e verde scuro. Il cavo di collegamento microUSB, per ricaricare il prodotto, non è incluso nella confezione.

La qualità costruttiva è molto buona. La chiusura in alluminio dona un tocco di classe in più e il bracciale in silicone è ben ben fatto. Questo materiale permette anche di garantire la resistenza all’acqua della capsula, fino ad un metro di profondità per mezz’ora (IP58). Purtroppo questa resistenza non è garantita senza il bracciale, visto che il cuore del dispositivo lascia scoperta la porta microUSB, che entrerebbe a contatto diretto con i liquidi. Visti i soli 25 grammi di peso, il comfort è straordinario, tanto da non far sentire il dispositivo addosso. Il device è anche dotato di NFC e Bluetooth 4.0, per permettere un pairing rapido ed un basso consumo energetico. Se il vostro smartphone non dovesse avere NFC, non preoccupatevi, è possibile effettuare un classico accoppiamento bluetooth. Ovviamente, per sincronizzare lo smartband con il vostro device, è necessaria l’applicazione dedicata di Sony (gratuita), disponibile per tutti gli smartphone Android, con versione 4.4 in su. Completano l’hardware: 3 led per le notifiche, un tasto fisico e la vibrazione. La batteria integrata garantisce 4-5 giorni di autonomia, con un uso 24 ore su 24.

Le funzionalità di questo SWR10 sono abbastanza standard. Il bracciale, grazie anche all’app, traccerà un quadro completo della vostra giornata, segnalandovi: calorie bruciate (in relazione ai vostri dati fisici inseriti ), km camminati o corsi (riconosce il tipo di movimento che effettuate), ore di sonnotempo e modo d’uso dello smartphone (minuti spesi su Facebook, fotografie scattate ed altro ancora). Non essendo dotato di GPS, la precisione non è altissima, ma è comunque accettabile. Il monitoraggio non si fermerà però al giorno. Anche la notte verrete “controllati” e potrete avere un resoconto del vostro sonno, visto che sarà in grado di riconoscere le diverse fasi dello stesso (leggero, profondo e la veglia immobile). Grazie a queste features, è anche in grado di attivare automaticamente la “modalità notte” e di risvegliarvi in modo intelligente (con una piccola vibrazione) in un intervallo di tempo stabilito da voi, quando il vostro sonno sarà più leggero. Sono anche presenti le notifiche degli eventi del telefono ed il controllo del lettore musicale. I suoi dati non si possono interfacciare con applicazioni di terze parti.

Online il prezzo è intorno ai 65 Euro.

PRO E CONTRO

PRO

– Applicazione ben fatta;
– Rapporto qualità prezzo

CONTRO

– Troppo vincolato al dispositivo
– Senza display la funzione “notifica” non è molto comoda

3. Polar Loop

Polar Loop Activity Tracker, Nero
Prezzo consigliato: 99.9€
Risparmi: 60.9€ (61%)
Prezzo: 39€

Il prodotto in questione si distingue dai precedenti perché, oltre ad avere un display, si caratterizza per le spiccate doti di “fitness tracking”. Nella confezione, oltre al bracciale, troverete un cavo di ricarica USB. In questo caso, l’attacco è proprietario e, in caso di smarrimento, non potrete sostituirlo con un cavo generico micro USB. C’è da dire che, avendo un contatto magnetico, è molto più comodo e pratico della concorrenza. Avendo un display integrato, non è possibile sostituire il cinturino ed è necessario scegliere il colore prima dell’acquisto (nero, viola o blu).

La qualità costruttiva è in pieno standard Polar ed offre un’assemblaggio di altissimo livello, come quasi tutti i prodotti dell’azienda. La chiusura deployante regolabile (taglierete il cinturino in eccesso e riposizionerete la chiusura a vostro piacimento) offre un eccellente comfort ma, a differenza dei precedenti, contribuisce ad appesantire un po il dispositivo, che comunque rimane abbastanza leggero. Ovviamente il Loop è resistente all’acqua, persino alle attività sportive all’interno di essa (nuoto ecc). Il bluetooth supporta il protocollo 4.0 ed offre un consumo ridotto di batteria. A pieno regime, il dispositivo ha un’autonomia di 4-5 giorni; un ottimo risultato se consideriamo il display. E’ presente un unico tasto per visualizzare i diversi dati.

Le funzioni di questo Polar Loop sono molto estese e, come detto, offrono un monitoraggio completo dell’attività fisica, con un’altissima precisione. Il bracciale, durante il vostro allenamento, raccoglierà dati su: passi percorsi, calori bruciate e, ovviamente, il tempo trascorso. Sono disponibili anche programmi predefiniti per focalizzare il monitoraggio su alcuni aspetti dell’attività. Sarà inoltre possibile integrare i dati con le fasce cardio dell’azienda, a partire dalla base di gamma da 70 Euro. Oltre alle funzione fitness, il bracciale offre un monitoraggio completo della vostra giornata, segnalandovi anche l’eccessiva sedentarietà della stessa (se starete troppo tempo fermi il device vi avvertirà). Non manca il monitoraggio del sonno, ma è assente una funzione di sveglia intelligente. Nonostante non sia presente un sistema di notifiche, è presente un’app dedicata (non compatibile con molti smartphone) che servirà a scaricare dati ed a visualizzare i vostri dati. Il device è comunque autonomo e permette di registrare fino a 12 giorni di attività, senza alcuna sincronizzazione. Sono presenti anche degli obiettivi da raggiungere, che vi verranno segnalati tramite display. Sono disponibili anche software per PC e Mac e la funzione orologio. Piccola pecca è la presenza dell’interfaccia esclusivamente in inglese, che limita molto l’uso da parte di quelli che non “masticano” molto la lingua.

Prezzo online intorno ai 75 Euro.

PRO E CONTRO

PRO

– Spiccate funzionalità fitness
– Display

CONTRO

– Assenza della sveglia
– Assenza delle notifiche nonostante il display

4. Fitbit Flex

Fitbit Flex 2 Braccialetto Ultrasottile Monitoraggio Sonno e Attività Fisica, Nero
Prezzo consigliato: 79.99€
Risparmi: 10.19€ (13%)
Prezzo: 69.8€


Come il precedente prodotto, anche in questo caso ci troviamo di fronte ad uno smartband composto da: capsula e bracciale in silicone. La confezione di vendita è però più ricca: due bracciali neri in silicone regolabili (uno S ed uno L), capsula, cavo di ricarica ed un dongle per la sincronizzazione wireless con il PC o Mac. Anche qui, i cinturini in silicone sono sostituibili con colori diversi, acquistabili in post vendita o direttamente in confezione, in sostituzione del nero. I colori sono: Nero, Ardesia, Viola, Lime, Rosa, Blu Marino, Mandarino e Verde Acqua. Il costo, se acquistati successivamente, è relativamente contenuto, visto che il bundle con 3 differenti colorazioni costa 20-25 Euro online.

La qualità costruttiva è molto buona ma la percezione della stessa è leggermente peggiore rispetto al bracciale Sony. Nel complesso comunque non sono rilevabili problemi di sorta, nè nell’assemblaggio della capsula, nè nel comfort generale, favorito dalla chiusura a “bottone” che permette una calzata perfetta e senza fastidi. Anche in questo caso, per la ricarica è necessario sfilare la capsula dal bracciale ed il produttore non garantisce l’impermeabilità della stessa. L’impermeabilità è invece garantita per il bracciale (dovrebbe essere IP58, ma il produttore non la dichiara ufficialmente). Sono presenti anche 5 led che, vista la loro sensibilità al tocco, offrono diverse funzionalità (percentuale della batteria e raggiungimento degli obiettivi). La batteria dura tra i 4 ed i 5 giorni (di uso h24), offrendo performance in linea con i concorrenti. Un plus in più del dispositivo è che esso garantisce la registrazione di 7 giorni di dati, senza alcun pairing con lo smartphone. Dispone inoltre di bluetooth low energy, ma non è provvisto di NFC.

Questo smartband non offre un sistema di notifiche del vostro smartphone. Offre però tutte quelle funzioni relative al monitoraggio dell’attività fisica, del sonno e della giornata (in generale). Calcola infatti i passi e le calorie bruciate, riuscendo a distinguere la camminata e la corsa. Non essendo disponibile un segnale GPS, il prodotto non è preciso al 100%, ma offre comunque una buona precisione. Il monitoraggio del sonno è molto completo. Il Flex riconosce lo stato dello stesso (leggero, pesante ecc) e vi offre un quadro completo della sua qualità (come avete dormito, se vi siete svegliati ecc) . E’ disponibile anche la funzione “sveglia intelligente”, che permette di svegliarvi con una leggera vibrazione quando il vostro sonno è meno pesante, nel lasso di tempo da voi indicato. Il vero punto di forza è però l’app (per Android, iOS, PC e Mac) che, oltre ad esse un raccoglitore dei vostri dati, vi offre la possibilità di inserire i cibi ingeriti, calcolando la quantità di calorie assunte nella giornata. Il bracciale si può interfacciare con moltissime app di terze parti.

Prezzo online intorno ai 90 Euro.

PRO E CONTRO

PRO

– Applicazione molto completa e con estesa compatibilità
– Ottima precisione

CONTRO

– Assenza di notifiche
– Prezzo

5. LG Lifeband Touch

Questo prodotto è il primo del genere di casa LG. La confezione è ben fatta ed al suo interno troviamo: bracciale, cavo usb- micro usb ed una dock, necessaria per ricaricare il device. Purtroppo l’unico colore disponibile è il nero e non è possibile sostituire il cinturino, visto che il bracciale è un monoblocco.

La nonostante il design sia molto curato, qualità costruttiva è buona ma non eccellente. Questo perché i materiali usati non offrono un “touch & feel” pari alla concorrenza, trasmettendo una percezione “economica” del dispositivo.  In generale il comfort è buono e, nonostante il peso superiore alla media (circa 50 grammi), non si sente più di tanto addosso. La pecca principale (in questo settore) è la presenza di 3 misure standard (S, M e L) e dell’assenza di un sistema di regolazione. Questo potrebbe causarvi delle problematiche se il vostro polso non dovesse rientrare nelle misure prestabilite. Infatti per indossare il device dovrete inserire il polso nell’apertura laterale, rischiando di non poterlo calzare, se troppo piccolo, oppure rischiando di averlo poco fermo, se troppo grande. Ovviamente questi rischi sono abbastanza remoti, ma è necessario segnalarveli per correttezza. Il consiglio è quindi quello di verificare bene prima dell’acquisto. Punto di forza del Lifeband è certamente il display OLED touch da 0.91″ (128 x 32 pixel), che offre un’ottima visualizzazione. Sotto la luce diretta del sole la visualizzazione è scarsa. L’attivazione dello schermo (che in genere rimane spento per risparmiare batteria) può avvenire in due modi: con il tasto fisico dedicato, oppure attivando l’accensione automatica, tramite la quale il device capirà autonomamente quanto accendere il display. Il prodotto è water proof (ma non è garantito per l’immersione completa) ed è dotato di bluetooth 4.0 low energy. La compatibilità è estesa a smartphone Android (da 4.3 in su) ed iOS (da 6 in su). La batteria garantisce un paio di giorni con bluetooth acceso (ma anche meno se doveste ricevere molte notifiche) e circa 4 con bluetooth spento.

Le funzioni del prodotto sono le “classiche”, ma è completamente assente il monitoraggio del sonno e, di conseguenza, la sveglia. La feature principale è quella di conteggio dei passi (nel corso della giornata), che permette di verificare, oltre alla distanza percorsa, le calorie bruciate. La precisione purtroppo non è altissima, il che lo colloca un gradino sotto rispetto a fitbit e jawbone. Il monitoraggio dell’attività sportiva, attivabile tramite il tasto fisico, è buono ed offre un quadro completo della performance: distanza, passi, velocità, tempo dell’attività, calorie bruciate e dislivello “percorso” (grazie all’altimetro incluso). E’ disponibile anche il pairing con varie fasce cardio (come polar ad esempio) per ottenere anche dati relativi all’aspetto cardiaco. Sono presenti anche le notifiche delle chiamate e dei messaggi (con vibrazione), ma per adesso non sono incluse quelle di applicazioni di terze parti (tipo what’s app). E’ possibile anche controllore la musica del vostro smartphone (grazie all’interfaccia touch dedicata) e visualizzare l’ora. Ovviamente LG mette a disposizione un’app dedicata, che vi permetterà di visualizzare un quadro completo dei vostri dati. Funziona bene anche con: MyFitnessPal e RunKeeper.

Prezzo online intorno ai 130 Euro.

PRO E CONTRO

PRO

– Design
– Display

CONTRO

– Assenza di notifiche di app di terze parti
– Peso eccessivo

6. Jawbone UP24

Il Jawbone UP24 è l’evoluzione di uno dei più famosi bracciali sul mercato. La confezione è abbastanza scarna e, oltre al device, è presente solo il cavo di ricarica. In questo caso il cavo termina con una sede per il jack da 2.5 mm, presente su una delle estremità del Jawbone (e coperto da un cappuccio). Anche in questo caso, come avviene per il polar loop, il bracciale è un corpo unico e quindi è necessario scegliere in anticipo il colore. Attualmente quelli disponibili sono: Rosso, Lemon Lime, Antracite, Arancione e Rosa.

La qualità costruttiva è molto buona ed il silicone ipo-allergenico garantisce un ottimo comfort del dispositivo. Purtroppo non è possibile regolare la calzata e quindi dovrete selezionare la vostra taglia fra le 3 disponibili. Questo punto è forse il più critico del bracciale, che potrebbe diventare un po scomodo se il vostro polso non avesse dimensioni “standard” (o vicine ad esse). Il peso è comunque molto ridotto (23 grammi) e quindi è molto difficile sentire questo smartband addosso, anche se non dovesse calzarvi a pennello. Il prodotto resiste agli schizzi d’acqua, ma non è garantito per l’immersione completa. Vista la sua sottigliezza, è anche consigliabile non piegarlo troppo, per evitare spiacevoli problemi. E’ presente il bluetooth 4.0, che offre una connessione stabile e poco energivora. Sono presenti anche due led di stato monocolore che indicano lo stato del Jawbone UP24 e ed il livello della batteria, nonché un motore per la vibrazione. Il tasto fisico per controllare il prodotto rimane uno solo e serve per selezionare le diverse modalità. L’autonomia si assesta sui 5-6 giorni di uso h24.

Le funzioni sono le solite, già viste in molti altri device, ed operano egregiamente. Tutte le features si possono riassumere in 4 modalità, che si adattano ai diversi usi: giorno, notte, attività fisica e riposino. Le prime due monitorano la giornata e la nottata, registrando i passi e la qualità del sonno (profondo, leggero e veglia immobile). La terza modalità analizzerà a vostra attività sportiva (con possibilità di scegliere sport e caratteristiche della stessa), rendendo il Jawbone più preciso e più “sveglio” al recepimento dei dati. Infine l’ultima permetterà di impostare un “pisolino” ottimale, facendo si che il bracciale vi risvegli, grazie alla vibrazione, dopo un tempo prestabilito. Sono presenti anche le funzioni “sveglia” (intelligente, come già spiegato per altri device) e “allarme” per l’eccessiva inattività. L’applicazione (per Android ed iOS) garantisce un ottimo quadro d’insieme de nostri dati, offrendoci la possibilità di inserire i cibi inseriti, tramite i quali il bracciale ricaverà l’apporto calorico assunto. Il bracciale funziona anche “stand-alone” e permette di registrare fino a 9 mesi di dati. Funziona anche con molte app di terze parti.

Prezzo online intorno ai 140-150 euro.

PRO E CONTRO

PRO

– Molte funzioni molto precise;
– Molto sottile e discreto

CONTRO

– Prezzo
– Scarsa personalizzazione della grandezza del bracciale

7. Nike+ Fuelband SE

Sony SWR10 SmartBand, 1 GB RAM, Android 4.4, Bluetooth 4.0, Nero
Prezzo consigliato: 89€
Risparmi: 66.13€ (74%)
Prezzo: 22.87€

Questo prodotto è l’evoluzione del Nike+ Fuelband e si focalizza, com’è tipico dell’azienda americana, sul fitness. La confezione comprende: il bracciale, un cavo USB maschio-USB femmina, un’estensione (a distanziale) per regolare la lunghezza del bracciale (a seconda del polso) ed una sorta di graffetta per installare e disinstallare l’estensione stessa. Per ricaricare il bracciale, basterà sganciare la chiusura, lasciando così scoperto l’attacco USB (maschio), da collegare al computer (con o senza la prolunga in dotazione), integrato nel prodotto. Il bracciale è un corpo unico e quindi non è possibile separare il nucleo centrale dal bracciale. Per questo, la scelta sul colore va effettuata all’acquisto, scegliendo tra: Giallo, Rosso, Rosa, Nero e Oro . Comunque il colore dominante è il nero e solo alcune rifiniture colorate caratterizzano il Fuelband.

La qualità costruttiva è eccellente e questo Fuelband SE offre una bella sensazione di solidità. La chiusura è ben salda e la USB integrata per la ricarica (nella parte terminale del device) è una scelta intelligente. Il bracciale pesa solo 27 grammi ed è abbastanza comodo ma, rispetto ai rivali, si poteva fare qualcosa di meglio. Infatti, la sua rigidità può risultare fastidiosa. La calzata è comunque buona, grazie alle 3 diverse misure ed ai distanziali inclusi, che permettono delle regolazioni “di fino” all’interno delle varie taglie . Il display a led è ben visibile anche alla luce diretta ed offre le informazioni in modo molto intuitivo. Il tasto fisico è l’unico modo per interagire con il prodotto e selezionare le informazioni da visualizzare. Il Fuelband è resistente agli schizzi d’acqua, ma non è garantito per l’immersione. Inoltre sono presenti: bluetooth 4.0 low energy ed il sensore di luminosità ambientale, che permette di calibrare al meglio la luminosità del display.

Il bracciale punta tutto su un uso fitness. Infatti, oltre a calcolare i passi (in modo non precisissimo) e le calorie bruciate, utilizza una particolare unità di misura, utile per calcolare i nostri obiettivi giornalieri: i NikeFuel. Questi punti rappresentano un sistema facile per stabilire e raggiungere i nostri obiettivi, rappresentandoli con un dato univoco. Infatti questi Fuel sono generati con un algoritmo proprietario e tengono conto di vari fattori (ovviamente non dichiarati da Nike), per offrire allo sportivo, amatore o professionista, un facile punto di riferimento per la sua attività. Per sostenere ancor di più l’utente, sono presenti sul bracciale una serie di led, dal rosso al verde, che si accendono man mano che il “goal” quotidiano viene raggiunto. Quest’ultimo può essere impostato a piacimento dall’utente. Purtroppo la pecca fondamentale del prodotto è che non offre un monitoraggio completo dell’attività sportiva (mancano molti dati quali: velocità media dell’attività, picchi massimi etc). Quindi esso rappresenta, più che altro, uno strumento motivazionale per raggiungere i propri fini. Comunque offre i dati essenziali (passi percorsi, calorie bruciate e tempo), che è possibile scorrere grazie al tasto fisico. Inoltre, grazie all’upgrade SE, è stato introdotto il monitoraggio del sonno (anche se non distingue i livelli di sonno) e delle notifiche motivazionali durante le ore di riposo. L’applicazione per smartphone e tablet è ben fatta ed è compatibile con iOS 6 (in su) ed Android 4.3 (in su). Su Android l’app è meno ottimizzata ed è offerta solo in lingua inglese. Non funziona con app di terze parti.

Prezzo online intorno ai 150 euro.

PRO E CONTRO

PRO

– Ottimo strumento motivazionale
– Ottima qualità costruttiva

CONTRO

– Precisione dei dati non molto alta
– Monitoraggio non completo dell’attività

8. Samsung Gear Fit

Il Samsung Gear Fit è stato il primo smartband con display curvo e, ancora oggi, è uno dei migliori del settore. La confezione è abbastanza ricca ed offre, oltre al prodotto, un alimentatore da parete ed una dock, necessaria per la ricarica. Il bracciale è composto, come avviene in altri casi, da due parti distinte: l’unità centrale ed il bracciale in silicone. La prima è il vero cuore del dispositivo ed include tutti i componenti “vitali” (display compreso); la seconda è cinturino “proprietario” che funge da sede per la prima. Il colore “stock” è il nero, ma sono disponibili numerosi colori per il bracciale in silicone, che permettono una buona dose di personalizzazione. I colori attualmente in commercio, al costo di 25 Euro circa, sono: Nero, Marrone Scuro, Blu, Verde, Arancione e Rosa.

La qualità costruttiva è ineccepibile. L’assemblaggio è perfetto ed i materiali offrono ottime sensazioni al tatto. Anche il design è molto curato, grazie anche al fantastico display curvo contornato da una cornice cromata. Peccato per il feeling “cheap” del cinturino in silicone che, nonostante sia comodo ed abbia una solida chiusura in alluminio, non è al livello del “cuore” del fit. C’è da dire, che su un prodotto molto focalizzato sul lato “fitness”, un cinturino in silicone “ci può stare”. Il comfort è molto buono e, grazie ai soli 27 grammi di peso, non avrete mai fastidio ad indossare questo smartband. Il display touch AMOLED (curvo) da 1.84″ è di ottima qualità ed offre una buona visualizzazione, grazie anche alla risoluzione da 128 x 432 pixel. Anche sotto la luce diretta la qualità della visualizzazione è buona. L’attivazione dello schermo (solitamente spento per risparmiare batteria) avviene in due modi: automaticamente, quando muoviamo il polso per visualizzare il display, oppure con il tasto fisico. L’attivazione tramite movimento non è precisissima e poteva essere migliorata. Il Fit è certificato IP67  quindi è garantito in acqua per mezz’ora ad un metro di profondità. Questo è sicuramente un punto di forza per un dispositivo del genere. Il vero “plus” è però il sensore per i battiti cardiaci, che offre un dato importante della prestazione sportiva. Non poteva mancare il bluetooth 4.0, ma, come avviene per quasi tutti i prodotti del genere, non è presente il GPS. La compatibilità è riservata ai device Samsung con Android 4.4 in su, anche se è possibile scaricare l’apk “Gear Fit Manager” su qualsiasi smartphone (con KitKat), dovendo però rinunciare all’applicazione S-Health. La batteria offre 2 giorni circa di autonomia ma, in questo caso, è molto dipendente dalla mole di notifiche che riceverete, anche a causa della vibrazione integrata.

Le funzioni sono moltissime, rendendo il device molto più completo rispetto alla concorrenza. Le features principali riguardano, ovviamente, il fitness. In questo ambito, il Fit ha varie possibilità d’uso: contapassi (che può essere lasciato attivo anche tutto il giorno), un sistema di monitoraggio degli esercizi (corsa, camminata, escursionismo e ciclismo) e frequenza cardiaca (anche durante i vari esercizi). Ovviamente, se usato senza smartphone, il calcolo delle distanze verrà effettuato attraverso l’accelerometro, perdendo un po di precisione. E’ anche possibile impostare degli obiettivi da raggiungere durante la performance. La ricezione delle notifiche è buona e permette di visualizzare tutte quelle che riceverete sullo smartphone, nessuna esclusa. L’applicazione S-Health è ottima e permette di avere un controllo completo della vostra vita quotidiana (calorie assunte e “spese” ecc), con un’interfaccia semplice e piacevole. Grazie ad S-Healt sleep è possibile anche monitorare il sonno, andando però a diminuire la durata della batteria del dispositivo. Un’altra funzione molto utile è quella di ricerca dello smartphone smarrito, facendolo suonare (nel raggio del bluetooth ovviamente). Altre features secondarie sono: cronometro, timer e controllo del lettore musicale. Non supporta lo scambio di dati con app di terze parti.

Prezzo Online 170 Euro circa.

PRO E CONTRO

PRO

– Qualità eccellente del software e del prodotto
– Design

CONTRO

– Prezzo che lo pone in competizione con gli smartwatch
– Scarsa compatibilità

Malato di smartphone, tablet e gadget tecnologici. Alla spasmodica ricerca di qualcosa di nuovo che possa catturare la mia attenzione.
  • Massimiliano

    ciao il Xiaomi MiBand per caso ha il gps? poi secondo voi della redazione,qual’è il migliore per lo sport? non m’interessa che abbia le notifiche per il telefono ma mi piacerebbe che si potesse tracciare anche la mappa ,esempio di una uscita in montagna,attraverso la app grazie

    • fede232

      Ciao, il MiBand non ha il GPS. Basa il calcolo esclusivamente tramite l’accelerometro. Il Gear Fit ti può dare una mappa del percorso se lo abbini allo smartphone ed a S Health. Se vuoi qualcosa di “isolato” rispetto allo smartphone ti conviene orientarti su uno smartwatch.

  • kadath74

    manca il Xiaomi MiBand, che si pone per me al primo posto come rapporto qualità/prezzo…