282 commenti

I migliori smartphone Android cinesi economici del 2014

di del 10/06/2014
 

i migliori smartphone cinesi economici I migliori smartphone Android cinesi economici del 2014

Smartphone cinesi economici: quali sono i migliori?

Quello passato è stato l’anno della consacrazione degli smartphone Android cinesi e il 2014, nonostante la concorrenza sempre più folta nella fascia economica, si conferma come un anno ricco di novità, con l’uscita di numerosi modelli che riescono ancora ad offrire un reale vantaggio in termini di rapporto qualità-prezzo. Case come ThL o Zopo, che erano riuscite ad allontanare dalla nostra mente il ricordo di cloni mal riusciti, destinati all’utenza del “vorrei ma non posso” e che nascondevano dietro l’estetica familiare una user-experience imbarazzante, sono pronte anche quest’anno a confermare il successo degli smartphone cinesi.

Ora modelli come quelli che inseriamo nella nostra guida dei migliori smartphone Android quad-core cinesi, combinano eccellenti caratteristiche tecniche ad un’estetica spesso personalizzata, unite alla comodità del supporto al Dual-SIM, offerto dalla quasi totalità dei modelli cinesi.

La voglia di avere uno smartphone sempre più aggiornato ed innovativo senza spendere cifre elevate, ha portato molti acquirenti a rivolgersi all’interessante tipologia di smartphone prodotti dalle aziende cinesi che a poco prezzo promettono delle specifiche hardware e tecniche simili ai top di gamma o gli altri smartphone dei marchi più famosi. I fattori che hanno favorito l’ascesa degli smartphone cinesi sono due: anzitutto il sistema operativo, Android, che prende il posto degli sconcertanti sistemi operativi proprietari degli smartphone cinesi prima dell’avvento di Android. Il secondo è Mediatek, in grado di sfornare processori con ottime prestazioni a prezzi inferiori, che ha consentito alle case produttrici cinesi di abbassare il costo di produzione.

In questa guida, nata nel 2013, che verrà costantemente aggiornata durante tutto il 2014, abbiamo voluto racchiudere i migliori smartphone cinesi Android con un prezzo inferiore a 200 euro. Molti modelli qui descritti si possono trovare facilmente sul mercato italiano sia attraverso gli store ufficiali dei produttoria sia attraverso negozi online presenti sul nostro territorio senza ricorrere alla spedizione dalla Cina, che richiede solitamente tempistiche superiori. In questo modo potrete avvalervi di smartphone Android cinesi che sfruttano bene il supporto Dual SIM e offrono tutte le funzionalità che il sistema operativo di Google porta in dote.

Chi volesse risparmiare ulteriormente può acquistare direttamente dalla Cina, da noti siti come Aliexpress, dotati di un accurato sistema di feedback degli acquirenti che vi darà una chiara idea dell’affidabilità del venditore in questione. In questo caso però al prezzo di listino va aggiunto il 21% di IVA sul valore del prodotto dichiarato dal venditore (che non potete conoscere a priori) più le spese di sdoganamento, pari 5,50 euro nella stragrande maggioranza dei casi.

Fatta questa premessa, ci chiediamo: quali sono i migliori smartphone Android cinesi economici del 2013? Qual è il vostro preferito? Avete già acquistato un modello tra quelli proposti in questa guida?

1. Jiayu G4S

jiayu g4 s I migliori smartphone Android cinesi economici del 2014

Nonostante sia ormai da anni apprezzato nel panorama degli smartphone cinesi per la qualità dei suoi prodotti, Jiayu è forse tra le case cinesi più conosciute in Europa quella che sforna un minor numero di dispositivi, probabilmente per l’elevata cura e attenzione riposta su ogni nuovo prodotto. Jiayu G4S è senza dubbio tra le proposte più interessanti tra gli smartphone cinesi economici, dato che ad un prezzo di circa 180 euro, offre tutta la potenza del processore octa-core, abbinata ad una configurazione hardware davvero interessante.

Perchè comprare il Jiayu G4S? Semplice, perchè è la dimostrazione di come non sia necessario estendere le dimensioni del display oltre i 5 pollici per supportare capienti batterie. La caratteristica di spicco del Jiayu G4S è infatti la durata della batteria, da ben 3000mAh, capace di assicurare quell’esperienza di utilizzo spensierata tanto ambita da tutti gli utenti che ne fanno un utilizzo prolungato durante l’arco della giornata, senza possibilità di ricarica. A questo si aggiunge la comoda possibilità di sostituirla (in dotazione però non è offerta la seconda batteria), essendo la back-cover rimovibile. L’altra particolare caratteristica del Jiayu G4S è nelle dimensioni del display, pari a 4,7 pollici, dimensioni che riescono ad offrire una comoda visione dei contenuti senza per questo rinunciare ad un ingombro ridotto. A pagarne le conseguenze è lo spessore, che si attesta intorno al centimetro, di poco superiore allo spessore medio degli altri smartphone cinesi sul mercato. Per finire, quello che apprezziamo del Jiayu G4S è il supporto hardware basato sulla più recente versione di processore Mediatek (octa-core MT6592 a 1,7Ghz), tra l’altro affiancato da ben 2GB di RAM, con un display di risoluzione HD (1280 x 720 pixel). All’impatto visivo e al livello di dettaglio offerti dagli schermi Full-HD infatti, preferiamo di gran lunga una maggiore reattività dovuta alla minore attività computazionale richiesta al processore. A protezione dello schermo troviamo poi l’ottimo Gorilla Glass di seconda generazione.

Le altre caratteristiche includono la dotazione della versione 4.2 di Android (la stessa di cui sono dotati attualmente quasi tutti gli smartphone cinesi), una memoria interna da 16GB (di cui 4 disponibili per l’installazione di applicazioni) e un comparto fotografico formato da un sensore posteriore da 13MP, ovviamente con flash a LED e autofocus, e una frontale da 3MP, frutto probabilmente dello stesso fornitore della precedente generazione quad-core. Sul fronte della connettività segnaliamo, oltre ad un perfetto funzionamento del GPS (fattore tutt’altro che scontato in passato), anche il pieno supporto WCDMA a 900/2100MHz, offrendo la piena compatibilità con gli operatori nostrani. Tra i difetti ci sentiamo di segnalare la mancata retro-illuminazione dei tasti.

Jiayu G4S è disponibile nelle colorazioni tradizionali al prezzo eccellente di circa 180 euro che lo pone tra le primissime scelte per chi è alla ricerca di uno smartphone economico.

PRO E CONTRO

PRO

- Eccellente autonomia grazie alla batteria da 3000mAh
- Schermo protetto dal Gorilla Glass 2
- Binomio processore octa-core (+2GB di RAM) e display con risoluzione HD
- Dimensioni “umane” del display (4.7 pollici)

CONTRO

- Tasti soft-touch non sono retroilluminati
- Solo 4GB a disposizione dell’utente per l’installazione di app (contro i 6GB del ThL W200S)

2. THL W200S

ThL W200S in mano I migliori smartphone Android cinesi economici del 2014

ThL è tra i primi brand cinesi a sapersi distinguere per l’affidabilità e il profilo tecnico dei suoi prodotti, e, a differenza di altri produttori cinesi, ha saputo proporre con costanza un gran numero di modelli aggiornati con le ultime novità di casa Mediatek e con caratteristiche tra loro differenti, offrendo agli acquirenti la possibilità di scegliere il modello adatto alle proprie esigenze e al proprio budget.

Dopo l’uscita del processore octa-core MT6592, ThL non ha perso tempo, e oltre a proporre un nuovo dispositivo di punta (T100S), ha aggiornato il suo modello di maggior successo nella fascia sotto i 200 euro, il ThL 200, dando vita al nuovo ThL W200S dotato del nuovo processore octa-core da 1.7GHz di Mediatek, affiancato da 1GB di RAM. Si tratta di un passo in avanti notevole, dato che i maggiori limiti del predecessore erano le prestazioni nel gaming di alto livello e la scarsa precisione del GPS, davanti ai quali il nuovo processore offre tutta la potenza di calcolo della GPU Mali-450 e la possibilità di utilizzarlo come navigatore senza alcun problema.

Le altre caratteristiche sono rimaste invariate. Con un peso di circa 150 grammi batteria inclusa e un design squadrato interamente realizzato con materiali plastici, è caratterizzato da un ottimo display da 5 pollici con risoluzione HD (1280 x 720 pixel), risoluzione questa che riesce ad offrire un buon livello di dettagli ma senza sovraccaricare il processore oltre il necessario, riducendo in questo modo l’impatto del display sui consumi totali. Gli angoli di visione sono ottimi, così come l’intensità massima della retro-illuminazione, anche se la profondità dei neri è leggermente inferiore rispetto ad altri modelli della concorrenza, mostrando una lieve tendenza ai colori bluastri.

La fotocamera posteriore da 8 Megapixel, nonostante una lieve tendenza a perdere la fedeltà dei colori in condizioni di luminosità non ottimali, è in grado di produrre immagini decisamente superiori rispetto alla media dei prodotti venduti nella stessa fascia di prezzo, ed è capace di registrare video a 720p. Quella frontale, da 5 Megapixel non è dotata di autofocus e registra a 640 x 480, ma assicura una buona qualità agli autoritratti, senza dover per forza ricorrere al sensore posteriore.

Il software è quello di Android 4.2.2, offerto in versione stock, senza particolari personalizzazioni se si esclude qualche aggiunta nelle opzioni, come l’impostazione per il risparmio di energia, capace di estendere l’autonomia. Quest’ultima, nonostante la dotazione di una batteria da 2000mAh (pari a quella del precedente W200), può contare su una risoluzione limitata a 1280 x 720 pixel, che gli consente di offrire una durata della batteria superiore al T100S, il quale non era riuscito a brillare nei nostri test di autonomia. Dei 32GB di memoria interna, 6GB sono quelli messi a disposizione dell’utente per l’installazione di app e giochi, e 22 quelli adibiti al salvataggio di file multimediali.

Le opzioni di connettività sono standard, che include il supporto alle classiche frequenze in 2G e 3G (ad esclusione del 3G a 900Mhz), il Wi-fi e il Bluetooth. Assenti sia l’NFC che l’LTE.

Il prezzo di ThL W200S è di 199 dollari se acquistato presso gli store cinesi, ma è possibile acquistarlo in Italia a partire da soli 150 euro, un prezzo questo che fa del W200S una scelta eccellente sotto i 200 euro.

PRO E CONTRO

PRO

- Ben 32GB di memoria interna, con 6GB disponibili per l’installazione di app e giochi
- E’ tra gli smartphone octa-core più economici

CONTRO

- 1GB di RAM (il Jiayu G4S è dotato di 2GB di RAM)
- Non supporta il 3G a 900MHz
- Autonomia non eccellente a causa della batteria da 2000mAh (contro quella da 3000mAh del Jiayu G4S)
- Qualità fotografica inferiore agli smartphone cinesi di alta fascia

3. Cubot X6

cubot x6 I migliori smartphone Android cinesi economici del 2014

Seppur meno conosciuto rispetto ad altri brand cinesi, Cubot è tra quelli in grado di realizzare smartphone dalla buona personalizzazione estetica, volti a distinguersi prepotentemente in un mercato ancora oggi ricco di cloni. Il Cubot X6, lo smartphone octa-core tra i più economici sul mercato, rispecchia pienamente questa filosofia, grazie ad un’estetica accattivante e distintiva arricchita da una cornice in alluminio capace di coadiuvare la dissipazione del calore, riuscendo a mantenere costantemente la superficie del dispositivo a temperature più che accettabili. Non si tratta di una scocca monoblocco, contrariamente a quanto potrebbe far pensare l’indubbia bellezza estetica del dispositivo, dato che la batteria è rimovibile ed è inoltre possibile espandere la memoria con una microSD esterna. Lo schermo è simile a quanto già visto su molti altri dispositivi: dimensioni “standard” da 5 pollici, con una risoluzione HD (1280 x 720 pixel) e realizzato con tecnologia OGS (One Glass Solution), minimizzando la distanza dal pannello touch a favore di un miglior livello di contrasti e un’ampiezza ancora maggiore dell’angolo di visione.

Il comparto hardware è basato sul processore octa-core di Mediatek, il chip MT6592 utilizzato dagli smartphone cinesi di primissima fascia, che sfrutta le ottime capacità grafiche della nuova GPU Mali-450 come supporto alle attività più impegnative. Da segnalare qui, ancora una volta, come uno schermo di risoluzione HD riduca il carico sul processore, offrendo all’utente la massima reattività possibile nelle operazione quotidiane. La pecca qui è nella dotazione di 1GB di RAM, che limita le capacità di multitasking, ma che non rappresenta un limite per le esigenze della maggior parte degli utenti. La memoria ROM è da 16GB, espandibile, come già accennato, tramite una scheda microSD.

Sul lato multimediale, la fotocamera da 8MP (con apertura f/2.4) offre, a sorpresa, una qualità fotografica superiore a quella di molti altri smartphone cinesi, dotati di sensori di pari risoluzione, allineandosi alla concorrenza in condizioni di scarsa luminosità. Per quanto riguarda invece la connettività, segnaliamo da un lato la buona precisione del GPS, dall’altro l’assenza del supporto alle reti WCDMA a 900Mhz (dato che supporta le sole reti 850/2100 Mhz), che potrebbero causare problemi di connessione con operatori che utilizzano tale frequenza a copertura di alcune zone.

Per finire la batteria da 2200mAh non può di certo competere con la straordinaria autonomia offerta dal Jiayu G4S (3000mAh), ma riesce a garantire una giornata di utilizzo con una singola carica, grazie alla risoluzione HD del display. Il prezzo di Cubot X6 è di circa 150 euro, allineandosi a quello del ThL W200S, che lo precede in questa nostra classifica dei migliori smartphone cinesi economici solo per l’affidabilità che negli ultimi anni il brand ThL ci ha saputo dimostrare.

PRO E CONTRO

PRO

- Estetica accattivante e utilizzo di materiali metallici
- Schermo con tecnologia OGS: buoni contrasti, luminosità e angolo di visione
- Scatti fotografici di qualità superiore a molti altri sensori da 8MP

CONTRO

- 1 solo GB di RAM
- Non supporta le reti WCDMA a 900Mhz

avatar1 I migliori smartphone Android cinesi economici del 2014

Hiroshi Andrea

Appassionato di tutto il mondo della tecnologia e dell'elettronica, soprattutto consumer. Sogna di non aver più bisogno di dormire per riuscire a dedicare il giusto tempo alle proprie passioni.

Leggi tutti gli Articoli

  • mr.k

    volevo comprare un nuovo cellulare ma sono indeciso tra un cellulare cinese e il motorola moto g, potreste aiutarmi?
    grazie in anticipo…

    • http://www.tecnologici.net/ Stefano_Admin

      Ciao Mr. K, dipende moltissimo dalle tue esigenze, da quanto sei smanettone, dal budget e dalle alternative che hai in mente.
      Facci sapere questo e ti aiutiamo ;)
      Magari supportaci su FB, Twitter o Google+ ;)

      • mr.k

        lo uso per giochi, messaggi(compreso whatsapp) e per ascoltare musica. della fotocamera me ne frega poco (non vuol dire che non lo uso). fin’ora ho guardato il motorola moto G, zopo zp780 e zp600+3D, ho ammirato il c2 platinum ma non mi è permesso spendere più di 200 €.
        p.s dell marca non me ne potrebbe fregare di meno ansi voglio far vedere ai miei amici che la marca non è tutto :)

        • http://www.tecnologici.net/ Redazione Tecnologici.net

          Diciamo che se sei più smanettone puoi orientarti su qualche modello cinese più prestante (come il THL W200 o Zopo ZP820, per entrambi trovi le recensioni sul sito direttamente da search); altrimenti puoi orientarti sul Moto G che rappresenta una soluzione stabile, sicura ed affidabile.

          Noi la consigliamo sempre a chi ha un budget di questo tipo. Ecco la recensione:
          http://www.tecnologici.net/moto-g-la-recensione-completa-dello-smartphone-economico-motorola/

    • Lorenzo Bianchi

      se riesci a prendere Moto G con android kitkat…

  • marco

    Salve a tutti, io ho avuto modo di provare il Goophone i5s da 16gb, certo è un prodotto che supera abbondantemente i 200 euro, però ne sono pienamente soddisfatto, è da paura!!! confrontato con l’Iphone originale è identico anche nella qualità dei materiali, con l’unica cosa sostanzialmente diversa che è il sistema operativo (che a mio giudizio è anche un vantaggio) in quanto ha Android anzichè IOS. Io l’ho acquistato tramite l’importatore ufficiale italiano http://www.goophoneitalia.it , il telefono ti arriva comunque direttamente dalla fabbrica in Cina ma acquistatndolo tramite l’importatore sei tutelato per qualsiasi tipo di problema anche post vendita.

  • Valerio

    Buongiorno a tutti, sono interessato ad acquistare uno smartphone dual sim, mi sono orientato sulla marca Zopo, più volte citata da voi come preferita,precisamente il modello ZP980, ma girovagando su diversi forum, ho notato che i terminali Zopo sono afflitti da diversi bugs, quello che più mi ha bloccato nell’acquisto è il problema al 3G, che nonostante fix e rom varie nessuno è riuscito mai a risolvere definitivamente, uso il telefono per lavoro quindi sarebbe limitante per me questo problema.Potreste consigliarmi un telefono che non abbia questo problema?.

    Grazie per la vostra disponibilità

    • http://www.tecnologici.net/ Redazione Tecnologici.net

      Ciao Valerio,

      Che intendi con problema al 3G?

      L’unico problema che abbiamo riscontrato, comune a tutti i dispositivi cinesi con processori Mediatek, è quello del GPS utilizzato in modalità offline ;)

      In generale Zopo è tra le migliori marche cinesi che abbiamo avuto modo di provare ;)

      Facci sapere!

      • Valerio

        Intendo perdita del segnale e di conseguenza connessione internet,da ciò che ho letto su diversi forum (androidiani, xda e lo stesso zopomobile) è un problema comune a diversi modelli zopo, tra cui appunto lo ZP980, le possibili soluzioni sono togliere e rimettere la batteria, o fix vari che però non hanno mai risolto il problema definitivamente, in quanto si ripresenta sempre, ecco perchè vi chiedevo di indicarmi, data la vostra esperienza, uno smartphone che non avesse questo fastidioso problema.
        Grazie ancora.

        • http://www.tecnologici.net/ Redazione Tecnologici.net

          Se hai intenzione di rivolgerti sempre ai cinesi, allora può essere una buona idea orientarti sul THL W8s. In alternativa, puoi orientarti su un validissimo Moto G (trovi la recensione all’interno del sito) ;)

        • Silvio

          Ho da qualche mese comprato uno ZOPO C2 PLATINUM, che in una certa misura è il fratello povero dello ZP980 e ti posso assicurare che non ho, ad oggi, riscontrato alcun problema di navigazione internet o di GPS. Lo consiglio vivamente per chi ha due SIM e non vuole portarsi appresso una cabina telefonica. Compatto, leggero, intuitivo e funzionale.

  • Fabrizio

    Salve,
    tra iNew V3 e Iocean x7 Young Turbo, ambedue quad core, quale scegliereste e per
    quale motivo (il primo ha anche NFC ed una buona ottica ma il secondo un
    display migliore)? Sono marche affidabili (anche la Zopo)? Qualcuno conosce il
    rivenditore 1949deal.com da voi citato in una recensione?

    Ultimo
    quesito, ho letto del Zopo Z980 Plus octa core in offerta a poco meno di
    200 euro in rete. Servono davvero ben otto core? Lavorano assieme? E’
    meglio avere più core o più Ram?
    Preciso che non gioco sullo smart (tranne Ruzzle) e che lo adopero più per foto ed applicazioni in generale (Runastic etc etc).

    Grazie.

    • http://www.tecnologici.net/ Redazione Tecnologici.net

      Ciao Fabrizio,

      iNew è una marca che non abbiamo avuto modo di provare quindi preferiamo non esprimere giudizi. iOcean sforna ottimi prodotti: il Young Turbo ha un ottimo display, supportato dal processore quad-core di punta di Mediatek, ma 4GB di memoria interna sono pochi.

      Zopo è tra i brand che preferiamo ;) Puoi dirci in quale recensione abbiamo citato il rivenditore da te menzionato?

      Per quanto riguarda la tua domanda sull’utilità degli octa-core stiamo aspettando con ansia di provare i primi modelli. In teoria dovrebbe l’utilizzo dei core dovrebbe essere gestito dal firmware a seconda del carico di lavoro richiesto ma nella pratica questo non è sempre vero.

      Sinceramente quello che ci aspettiamo dagli octa-core è una migliore performance nella grafica 3D, dato che il punto debole dei Mediatek quad-core era nella GPU non troppo performante, che aveva ripercussioni nel gaming ;) Continua a seguirci perchè presto testeremo tutti questi aspetti ;)

      A presto!!

  • Giovanni

    Buongiorno, mi consigliereste per favore un buon sito dove trovare questi telefoni spediti già dall’Italia? Grazie mille!

  • Max

    Salve a tutti. Guida eccellente veramente. E’ la prima volta che scrivo su questa piattaforma. Volevo sapere una cosa… fino a qualche giorno fa mi ero deciso ad acquistare uno star N9500 che comunque viene spesso segnalato per problemi al gps, ma dopo aver letto questo pagina e dopo aver letto la recensione sullo smartphone thl w200 volevo sapere quale mi consigliate per fare un buono acquisto. Il thl w200 ha presentato ai vari acquirenti problemi al gps . e’ anch esso un ottimo telefono?

  • Alessandro

    Ciao, ottima guida! Vorrei avere solo un consiglio…sono indeciso tra il Jiayu G3S Turbo e il thl w200. Voi quale mi consigliereste?
    Grazie.

    • http://www.tecnologici.net/ Matteo Sucameli

      Ciao Alessandro! Il mio consiglio è: se preferisci schermo grande, w200; viceversa se preferisci lunga autonomia, g3s! ;)

  • marco

    Ciao sono indeciso tra il thl w100 e il jiayu g3s.. quale mi consiglieresti??

    • http://www.tecnologici.net/ Matteo Sucameli

      Ciao Marco! Tra i due sicuramente g3s per lo schermo più definito e la batteria più capiente! ;)

  • RICCARDO

    avete sempre parlato di prestazioni ma MAI di assistenza. per eventuali anomalie, difetti, garanzia come e dove ci si rivolge?

    • http://www.tecnologici.net/ Matteo Sucameli

      Ciao Riccardo! Se acquisti da negozi italiani, se ne dovrebbero occupare loro. Tuttavia, un utente ha avuto un problema con uno smartphone cinese e in 10giorni dalla spedizione in Cina, lo smartphone gli è tornato funzionante. Oltretutto, alcuni marchi stanno aprendo centri assistenza in tutto il mondo, come zopo che ne ha aperto uno in Italia! ;)

    • Lorenzo Bianchi

      il sito di Xiaomi italia e anche lludos danno assistenza sui loro prodotti

  • simone

    perchè avete messo il thl w100 al primo posto quando il thl w200 ha un quadcore turbo?? io comunque devo scegliere tra questi due. Quale preferite? Mi dite pro e contro per tutti e due i cellulari, perfavore…