News Smartphone

I migliori smartphone dual-sim del 2012: prezzi, specifiche e date di uscita in Italia

Apr 29, 2012

author:

I migliori smartphone dual-sim del 2012: prezzi, specifiche e date di uscita in Italia

E’ passato un po’ di tempo da quando vi abbiamo parlato di come funzionano gli smartphone dual-sim e della differenza tra DSDS e DSFA e oggi vogliamo aggiornare la lista degli smartphone dual-sim con quelli usciti (o in procinto di uscire) nel 2012.

Com’è possibile che nel 2012, tra processori quad-core, display con risoluzioni HD e fotocamere sempre più qualitative non si possano utilizzare due schede, di due gestori diversi, con lo stesso smartphone? Sarebbe comodo tenere separati i contatti di lavoro da quelli privati, senza necessariamente andare in giro con due smartphone, o anche semplicemente scegliere il gestore a seconda di quello utilizzato dalla persona che si vuole chiamare.

Evidentemente a frenare la diffusione di massa degli smartphone dual-sim c’è la tendenza sempre più diffusa di acquistare smartphone sfruttando abbonamenti convenienti,  che vincolano l’utente ad utilizzare un determinato gestore.

Prima di illustrarvi la lista dei migliori smartphone dual-sim del 2012 è bene sottolineare che quelli che vi proponiamo sono di tipo DSDS (Dual SIM Dual Standby): cosa significa?

Significa che le due SIM sono attive contemporaneamente ma nella sola modalità standby, ovvero che sono entrambe abilitate alla ricezione della chiamata, ma durante una conversazione con una SIM l’altra risulterà non raggiungibile.

Si tratta quindi di un dual-sim con dei limiti rispetto alla modalità DSFA (Dual SIM Full Active), che consente invece di mantenere due conversazioni attive contemporaneamente, grazie alla presenza di due moduli ricetrasmittenti indipendenti. E’ solo su dual-sim di questo tipo che possiamo decidere di lasciare in attesa una delle due chiamate e continuare la conversazione.

Fatta questa doverosa premessa vediamo quali sono i migliori smartphone dual-sim DSDS del 2012.

Nokia Asha 202

 

Il nuovo Nokia Asha 202 è uno smartphone dual-sim dalle dimensioni piuttosto compatte dotato di tastiera fisica numerica destinato ad uscire anche in Italia al prezzo di soli 60€.

E’ il modello dual-sim del Nokia Asha 203 ed è stato presentato al Mobile World Congress 2012. Le due slot per la SIM si trovano una al di sotto della batteria (rimovibile ovviamente) e l’altro sul lato dello smartphone. Per passare da una SIM all’altra non è ovviamente necessario spegnere e riaccendere il telefono dato che le due SIM rimangono attive in ricezione entrambe contemporanemente (DSDS). Le operazioni delle due SIM possono essere settate tramite le impostazioni, in grado di memorizzare fino a 5 settaggi della SIM differenti.

Non vi aspettate specifiche altisonanti, dato che si tratta di uno smartphone che fa del supporto al dual-sim il suo punto di forza. L’estetica del Nokia Asha 202 è comunque piacevole, con la plastica lucida che gli dona anche un tocca di eleganza che a prima vista non fanno pensare ad un prezzo così basso. E’ disponibile in 4 colorazioni differenti: nero, grigio scuro, rosso e bianco.

E’ leggero e sufficientemente piccolo da entrare comodamente in tasca. La tastiera è di tipo alfanumerico e non QWERTY e questo implica una scrittura più macchinosa e meno immediata della tastiera full QWERTY. Lo schermo è di soli 2.4 pollici e di tipo resistivo. Niente pimch-to-zoom o swipe quindi, come siamo abituati con i moderni smartphone, ma un semplice schermo che riconosce la sola pressione dei tasti. Buona la reattività del sistema (ereditato dalla serie 40 di Nokia), dotato di interfaccia leggermente diversa da quella vista nello schermo quadrato dell’ Asha 201. L’interfaccia è limitata, ma piuttosto immediata, e basterà qualche tocco per accedere a tutte le funzionalità dello smartphone come contatti, giochi e applicazioni.

Nonostante sia assente la connessione Wi-fi non priva l’utente della possibilità di navigare. La navigazione web è comunque limitata alle sole applicazioni, come Facebook. Inoltre per i primi due mesi di utilizzo sarà possibile scaricare gratis ben 40 giochi dell Electronic Arts come Monopoly, Tetris o SIMCity Deluxe. La memoria interna è da 10MB, ma è espandibile tramite microSD fino a 32GB.

Non manca la fotocamera, da 2 megapixel. Il Nokia Asha 202 si rivolge ad un pubblico davvero ampio. Da chi è interessato esclusivamente al supporto della dual-sim, a chi vuole uno smartphone con le funzioni essenziali: chiamate, messaggi intervallate da qualche momento videoludico. Il Nokia Asha 202 uscirà in Italia nel secondo trimestre del 2012 ad un prezzo, come già indicato, di circa 60 euro.

Alcatel One Touch Duet App!
(Alcatel One touch 918D)

 

Vi ricordate il successo di Alcatel quando il telefono veniva utilizzato solo per chiamare o mandare messaggi? L’azienda francese sembra abbia deciso di puntare nel settore degli smartphone dual-sim, con il nuovo Alcatel One Touch Due App! (il punto esclamativo non vuole mostrare il nostro entusiasmo per questo smartphone, ma fa parte del nome). A differenza del Nokia Asha 202 di cui vi abbiamo parlato prima, si tratta di uno smartphone Android (2.3 Gingerbread per la precisione). Il design ci riporta indietro alla moda delle cover intercambiabili (di colore rosso e blu quelle contenute nella confezione), testimone di un target indirizzato principalmente ad un pubblico giovane, ma anche aperto a tutti coloro interessati al supporto dual-sim. E’ piccolo e leggero (123 grammi il suo peso), con uno schermo da 3.2 pollici LCD (capacitivo, supporta il pinch-to-zoom) con risoluzione HVGA (320 x 480), di ottima fattura se consideriamo la fascia di prezzo a cui è destinato questo smartphone.

Basato su un processore da 650 MHz affiancato da 256 MB di RAM, consente una gestione piuttosto fluida e reattiva del sistema. L’ Alcatel One Touch Duet App! è di livello superiore rispetto al Nokia Asha 202, differenza apprezzabile soprattutto nella navigazione web che sebbene sia lontana dagli standard degli smartphone di alta fascia non vincola l’utente ai soli siti mobile.

Il comparto hardware include una fotocamera posteriore da 3 megapixel, utile per fare qualche scstto occasionale da condividere sui social network.
La memoria interna è di soli 150MB ma è espandibile tramite microSD fino a 32GB. Buona anche la connettività, che comprende il supporto all’ HSPA (tutte le differenze tra le connessioni), il Bluetooth 4.0, il Wi-fi (non presente invece nel Nokia Asha 202) che fa anche da hotspot, aGPS e porta microUSB.

Alcatel One Touch Duet App! è uscito in Italia a Marzo 2012 ad un prezzo compreso tra 129€ e 149€.

Galaxy Y Duos

 

E’ la versione dual-sim del Samsung Galaxy Y. Non è un capolavoro di tecnologia ma si tratta di uno smartphone Android economico adatto ad un pubblico di ogni età, e che ha come valore aggiunto il supporto alla doppia SIM. E’ piccolo ed ergonomico, con un display da soli 3 pollici e basato su Android 2.3.5 Gingerbread.

L’estetica riprende lo stile della serie Galaxy, e nonostante l’utilizzo di materiali plastici, risulta sufficientemente rigido e compatto, anche se la sensazione al tatto è lontana dalla robustezza dei modelli high-end. Le dimensioni sono racchiuse in soli 104 mm di lunghezza ed un peso di circa 100 grammi. La presa è comoda e sicura, grazie alla cover pèosteriore leggermente ruvida che faicilita l’impugnatura.

Il display LCD da 3 pollici ha una risoluzione di soli 240 x 320 pixel (inferiore all’ Alcatel One Touch Duet), ma che riesce ancora a garantire una discreta visualizzazione dei menu, immagini e testi con una luminosità accettabile. Anche la navigazione web è piacevole, anche se lo schermo piccolo ci costringe a frequenti pinch-to-zoom. Per questo motivo il consiglio è quello di limitare la navigazione web ai soli siti in versione mobile o alle applicazioni, come Facebook o Twitter.

Il processore del Galaxy Y Duos da 830MHz (con 290MB di RAM), è sufficiente ad offrire una buona risposta del sistema e delle applicazioni ma non a supportare una navigazione web “desktop”, applicazioni più avide di risorse, un mutitasking impegnativo (ovvero tenere più attività aperte in background contemporaneamnete) o i giochi di ultima generazione. I test al bechmark lo pongono comunque sopra a smartphone come l’HTC Wildfire S.

E’ dotato anche di fotocamera da 2MP, priva di Flash. E’ anche possibile registrare video con risoluzione QVGA a 15 fps, utile solo nei casi in cui vogliate catturare un particolare momento da rivedere.

Il Galaxy Y Pro non è ancora disponibile nei negozi fisici, ma è acquistabile online ad un prezzo inferiore ai 150 euro.

Galaxy Y Pro Duos

Il Galaxy Y Pro Duos è la versione dual-sim del Galaxy Y Pro e si differenzia dal Galaxy Y Duos per la presenza della tastiera full-QWERTY, davvero comoda nella scrittura dei messaggi.
Accanto al prezzo contenuto e al supporto al dual-sim, si fa apprezzare per le sue dimensioni, che con uno schermo di soli 2.6 pollici, risulta poco ingombrante nella tasca dei pantaloni.

Nonstante i materiali plastici diano una sensazione al tatto lontana dagli standard degli smartphone di prima fascia non presenta flessioni o scricchiolii in ogni suo punto. Tra la tastiera QWERTY ed il display sono posti i tasti Android fisici, che non sono purtroppo retroilluminati. La sensibilità ai tasti è molto buona, così come la sensibilità del trackpad ottico, con cui è possibile navigare tra i menu di Android.

Il processore del Galaxy Y Pro Duos è lo stesso del Galaxy Y Duos, con frequenza di clock a 830MHz con 160MB di RAM. Non è presente la memoria interna ma si affida alla microSD, tramite il quale si può usufufruire fino a 32GB di spazio di memoria. L’interfaccia risulta fluida ma anche qui valgono le stesse considerazioni fatte per il Galaxy Y Duos. Se le vostre attività con lo smartphone si limitano ad una navigazione web limitata ai siti in versione mobile o all’utilizzo di applicazioni comuni com Viber o Whatsapp allora non avrete problemi ma di certo non si presta al gaming o ad una navigazione web di qualità, dove è assente il supporto al Flash e lo zoom tramite tasti virtuali “zoom+” e zoom – posizionati in basso non è immediato.

La fotocamera da 3.2 Megapixel, posta sul retro del dispositivo, non è uno dei punti di forza ma tra tutti gli smartphone dual-sim che vi abbiamo proposto è forse la migliore, nonostante sia priva sia di autofocus che di flash, e le performance siano buone solo in condizioni di luce particolarmente favorevoli.

E’ possibile anche registrare video con risoluzione 320 x 240 pixel a 24 fps. Il risultato è un video di buona qualità per essere uno smartphone entry-level, ma lotano da ogni paragone con uno smartphone di fascia medio-alta è azzardato.

Anche il Galaxy Y Pro Duos non è ancora uscito nei negozi italiani ma è disponibile online ad un prezzo inferiore ai 200 euro.

Appassionato di tutto il mondo della tecnologia e dell'elettronica, soprattutto consumer. Sogna di non aver più bisogno di dormire per riuscire a dedicare il giusto tempo alle proprie passioni.
  • Maurizio Deidda

    aggiornamenti su altri modelli dual sim? grazie