News Smartphone

I migliori smartphone low-cost del 2011: guida all’acquisto (fino a 199€)

Dic 14, 2011

I migliori smartphone low-cost del 2011: guida all’acquisto (fino a 199€)

Quest’anno la scelta sul mondo della telefonia ed in particolare degli smartphone è veramente ampia, per tutte le fasce di prezzo. Proprio per questo vi vogliamo proporre degli articoli che non vi diano tanto una scelta univoca, ma puntino di più sul darvi una panoramica di quello che la fascia vi offre. Questo articolo verterà sulla fascia di prezzo più bassa, ossia entro i 200€. Successivamente vi proporremo articoli per le altre due fasce.

Il mercato è molto ampio, ma fino a poco tempo fa comprare uno smartphone entro quella cifra significava portare a casa un terminale con hardware molto ridotto e prestazioni non eccezionali. Ora, complice l’ascesa e la notevole frammentazione di Android, questo mercato è molto più ampio.

 

Vodafone Sonic. Questo nuovo smartphone importato da Huawei viene venduto al prezzo di listino di 129€. Per quella cifra potrete avere uno smartphone basato su Android 2.3.4, con display touchscreen capacitivo da 3.5 pollici, una fotocamera priva di flash a 3 MP, un processore di ridotta potenza (600MHz) ma che assicura prestazioni davvero ottimali per questo smartphone. E’ definito entry level, ossia un primo modo per conoscere il mondo degli smartphone e Android in particolare. A quella cifra è impossibile non pensarci su. Se volete leggere la recensione completa cliccate qui.

 

 

 

HTC Explorer. HTC ha deciso di proporre un nuovo smartphone sotto la soglia dei 200€, in particolare a 199€ potrete portare a casa questo Explorer, dotato di Sense, la famosa interfaccia della casa taiwanese capace di legare i social network in modo semplice e sfruttare un numero ingente di widgets. A livello hardware non troviamo molto di più rispetto a quanto offerto dal precedente telefono: display da 3.2 pollici, 378 MB di memoria RAM, processore da 600MHz che assicura prestazioni di buon livello. Forse prezzo un po’ troppo elevato, nonostante sia in parte giustificato anche dalla buona qualità delle scocche e della costruzione. Per la recensione cliccate qui.

 

LG Optimus Net. Designato come primo erede dell’Optimus One che tanto fece la felicità di molti acquirenti, si prospetta come un piccolo upgrade del predecessore: display da 3.2 pollici, processore da 800MHz, poca memoria interna che va ampliata sicuramente con una microSD, connessione HSDPA da 3.6 Mbps. Il prezzo di partenza era di 199€, mentre dopo l’uscita di Hub il prezzo si sta assestando tra i 165 ed i 180€. Si tratta di un buon prodotto, economico e con prestazioni in linea a quelli della fascia in cui è inserito. Se siete interessati ad un confronto tra LG Optimus Net e Optimus Hub vi consigliamo di leggere questo articolo.

 

LG Optimus Hub. Questo smartphone è il “reale” successore di Optimus One, stavolta la proposta di LG è per un terminale che monta un display da3.5 pollici (come gli altri matrice classica TFT), ma aggiungendo una fotocamera da 5 MP (a differenza di quelle da 3 MP degli altri terminali) priva di flash ma con autofocus. Come connessione supportatala HSUPA a 7.2 Mbps, Bluetooth 3.0 e tutte gli altri tipi di connessioni standard per questo genere di smartphone. A livello di caratteristiche tecniche è evidente che abbiamo un prodotto leggermente migliore dei precedenti, nulla che faccia gridare al miracolo ma con una spesa non esagerata (si trova intorno ai 199€) si porta a casa un terminale con display di buone dimensioni, processore che non supporta Flash Player ma ha buone prestazioni. Per il confronto confronto tra LG Optimus Hub e Optimus Net vi consigliamo di leggere questo articolo.

 

 

 

LG Optimus 7. Questo terminale è uscito al prezzo di listino di 399€ durante l’anno in corso, ma nonostante assicuri la possibilità di provare Windows Mango (7.5) si trova alla metà del prezzo di partenza. Questo dispositivo monta un processore single core snapdragon da 1 GHz che assicura estrema fluidità e pochissimi impuntamenti, un display da3.8 pollici con matrice TFT e fotocamera da 5 MP con flash e capacità di registrare video in HD. Come si evince si tratta di un terminale di fascia media che potrete acquistare in una fascia di prezzo tra i 180€ e poco più di 200€ se acquistate online.

 

 

Galaxy Next. Smartphone low cost Samsung che offre una linea giovane, un display da 3.15 pollici e dal design compatto. Vi consigliamo di non perdervi la recensione completa.

Citiamo anche il Galaxy Giò , smartphone Android che si assesta rispettivamente intorno ai 160/170€. Si tratta di uno smartphone entry level con caratteristiche molto simili all’ Optimus Net, ma dotato di Touchwiz, l’interfaccia caratteristica proposta da Samsung.

Infine chiudiamo l’articolo parlando di terminali dotati di tastiera qwerty fisica per chi non può fare a meno di questa, si tratta di Blackberry 8520, smartphone di base per entrare tra i prodotti RIM, che però può collegarsi solo WiFi ma fa della sua tastiera il punto forte in assoluto. Sempre tornando su Android segnaliamo LG Optimus Pro (purtroppo penalizzato da scarse prestazioni e da un display molto piccolo), Motorola Fire XT con Android 2.3, tastiera fisica e fotocamera da 3 MP. Purtroppo il problema di questi terminali con tastiera fisica che ripercorrono le orme dei Blackberry è che non sempre associano le prestazioni ad un buon rapporto qualità/prezzo.

 

Ciò che si evince da questo articolo è sicuramente la maggior offerta di Android in questa fascia di prezzo, ma sicuramente sfruttando qualche buona offerta può uscire il regalo giusto per voi.

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.