News Recensioni Smartphone

InFocus M512: recensione del nuovo smartphone cinese quad-core a basso costo

Ott 18, 2014

author:

InFocus M512: recensione del nuovo smartphone cinese quad-core a basso costo

infocus-m512

Quest’oggi vi presentiamo le nostre impressioni relative ad oltre una settimana di utilizzo di uno degli ultimi smartphone arrivati in casa InFocus, l’InFocus M512 del quale vi avevamo già accennato le specifiche tecniche ed il prezzo in questo nostro articolo di Agosto. Sicuramente stiamo parlando di un prodotto che è stato pensato e successivamente realizzato con l’intento di andare ad aggredire i mercato entry level visto e considerato il suo prezzo di vendita che al momento si aggira attorno ai 127 Euro.

Stiamo dunque parlando di uno smartphone che non può essere paragonato nè ai classici top di gamma nè ai migliori dispositivi realizzati dalle sempre più emergenti compagnie cinesi ma che senza dubbio può essere tenuto in considerazione da chi non vuole spendere cifre folli per entrare in possesso di un dispositivo dallo schermo ampio, sono ben 5 pollici come vedremo insieme, che può comunque fornire un buon livello di prestazioni medie. Non ci rimane dunque altro da fare se non il passare all’analisi dettagliata delle sue principali specifiche tecniche in base a quella che è stata la nostra esperienza quotidiana di utilizzo. Buona lettura. Non dimenticate subito dopo le conclusioni, la presenza della nostra videorecensione completa!

infocus-m512-accessori

Design

infocus-m512-design

Partiamo subito dal versante estetico ovvero da quello che possiamo considerare il vero e proprio primo impatto visivo che abbiamo avuto con questo InFocus M512. Ci siamo trovati davanti ad uno smartphone dalle ampie dimensioni dello schermo, come detto si tratta di 5 pollici, con angoli lievemente smussati e fotocamera anteriore posta nella parte alta del device stesso. Sul lato destro abbiamo invece il più classico dei tasti di accensione che, in realtà, consente di accedere rapidamente ad un ampia serie di funzioni quali, oltre all’accensione o spegnimento dello smartphone, il riavvio, la modalità aerea, lo screenshot rapido (senza dunque dover premere in contemporanea proprio il tasto in oggetto ed il tasto per abbassare il volume del device) ed in particolare i comandi per gestire con rapidità la suoneria mettendo il telefono in modalità silenziosa, a pieno volume od in vibrazione.

m512-lato-destro

Sul lato opposto, quindi il mancino, abbiamo invece il solo tasto di regolazione del volume mentre nella parte bassa dello smartphone troviamo la presa per il cavetto USB e nella parte alta l’attacco per l’auricolare.

m512 lato sinistro m512-porta-microusb infocus-m512-jack-auricolari

Infine nel posteriore del nuovo InFocus M512 troviamo sia la fotocamera posteriore, l’altoparlante e la firma del produttore in grigio su sfondo nero. Se invece cercate il vano per la sim, precisando che si tratta di un telefono mono e micro-sim, dovete aprire la cover posteriore (che dunque è rimovibile).

m512-aperto P1040738

Piacevole dunque l’impressione che ci ha fatto a prima vista, piacevolezza che poi ci viene confermata sia al tatto sia nel momento in cui andiamo a pesare questo smartphone visto che si tratta di un prodotto davvero leggero, se si considera l’ampio schermo, dato che pesa circa 155 grammi. Per concludere questa nostra carrellata sul versante estetico dobbiamo solo aggiungere le seguenti dimensioni: 178 x 105 x 63 grammi (7.0 x 4.13 x 2.48 pollici).

Display

P1040744

Passiamo ora all’analisi dello schermo che è stato montato su questo nuovo prodotto di casa InFocus. Stiamo parlando come già detto di un 5 pollici LTPS dotato della famosa protezione Gorilla Glass 3 e di una risoluzione HD pari a 1280 x 720 pixel. L’impatto con le caratteristiche tecniche non è dunque del tutto esaltante ma dobbiamo ammettere che una volta utilizzato questo device l’impressione che se ne ricava è che visto nel complesso il suo schermo supera di gran lunga la sufficienza.

P1040746

In particolare la presenza di uno schermo protetto con Gorilla Glass 3 ci tranquillizza contro ogni tipo di urto o di piccolo graffio mentre l’ampiezza dello schermo stesso non penalizza affatto la qualità delle immagini su di esso riprodotte. Test passato con successo anche per quello che concerne la fluidità del touch screen che non ci ha dato alcun problema di sorta. Piccola pecca che abbiamo riscontrato invece è quella relativa alla sensibilità del sensore di luminosità e, per allargare il discorso, la luminosità in genere visto e considerato che ci è sembrato andasse leggermente troppo in sofferenza se utilizzato in presenza di una forte fonte di luce come in particolare può accadere trovandosi in ambienti aperti.

P1040743 P1040741

Hardware

Screenshot_2014-10-01-15-47-23 Screenshot_2014-10-01-15-47-05 Screenshot_2014-10-01-15-46-46

L’hardware di questo nuovo InFocus M512 ruota attorno ad un processore quad-core Qualcomm Snapdragon MSM8926 400 da 32 bit e 1.2 Ghz (per la precisione si va dai 300 ai 1190.4 MHZ) e da una GPU Adreno 305 con frequenza a sua volta pari a 200 MHz450 MHZ. Il tutto è sorretto poi da una architettura ARM Cortex – A7.

Screenshot_2014-10-01-15-46-57Come impostazione iniziale non sarebbe nemmeno malvagia, sempre se si decidere di tenere bene a mente il fatto che si sta parlando di uno smartphone il cui prezzo supera di poco i 100 euro e che dunque non sarebbe corretto pretendere troppo da lui, ed anche alla prova pratica questo complesso hardware non ci ha creato particolari difficoltà anche vista e considerata la presenza di 1 GB di RAM e di 4 GB di memoria interna (di cui circa la metà disponibili per l’installazione di app e giochi).

Ovviamente però il nostro giudizio abbastanza positivo sulla CPU di questo InFocus M512 non può essere del tutto esteso alla piena funzionalità di questo device. Infatti prima di tutti la ROM ci sembra decisamente troppo ridotta anche se al giorno d’oggi i limiti di storage possono essere superati grazie all’utilizzo di un qualche cloud, ma per di più alcune prove pratiche svoltesi sul device, in particolare sia con dei giochi basilari come Candy Crush Saga sia con giochi più pesanti e complessi da reggere come Sherlock, ci hanno lasciato l’impressione che per giocare, e non solo, esistono davvero device decisamente migliori di questo M512.

Screenshot_2014-10-01-15-46-12Un’ulteriore conferma viene dal test AnTuTu, test che ha riportato un punteggio finale pari a 17251 punti, ben distante dagli oltre 20000 mila punti totalizzati da smartphone quali lo Xiaomi MI3 o il Sony Xperia Z2 (di certo invece non pensavamo di dover confrontare questo InFocus con gli oltre 42000 punti messi a segno dal nuovo HTC One M8t o dai 42000 punti esatti del Samsung Galaxy S5). Buona invece l’impressione che abbiamo avuto dal comparto sonoro di questo smartphone dato che sia la riproduzione di brani musicali sia le conversazioni vocali che per il suo tramita abbiamo effettuato ci hanno sempre dato dei riscontri ben positivi.

Connettività e sensori

In termini di connettività di questo M512 dobbiamo subito dire che, a livello di specifiche tecniche, esso è equipaggiato con LTE (FDD-LTE Band 1, 3, 7 TD-LTE Band 38,39.40, 41) e che, in tema di reti, supporti la 2G GSM 850/900/1800/1900MHz, la 3G  WCDMA 850/1900/2100MHz e la 4G FDD-LTE  Band 1 / Band 3 / Band 7. Per quel che riguarda l’atto pratico non possiamo negare che il WIFI 802.11 b/g/n non ci ha dato particolari problemi così come la connessione dati anche se di certo non si brilla in termini di velocità. Sempre su questo smartphone è poi disponibile la tecnologia Bluetooth nella sua versione 4.0. Questo dato ci è poi confermato dal browser benchmark test effettuato per il tramite di Vellamo Browser che ha messo a segno solo 1300 punti, ben pochi se rapportati  a device anche abbastanza anziani come ad esempio il Samsung Galaxy S3 che ha totalizzato 1706 punti. Giunti a tal punto procediamo poi con l’elencare i sensori per i quali è presente il supporto su questo telefono quali il sensore di direzione, il G-Sensor, il sensore di luminosità del quale già vi abbiamo parlato, l’accelerometro, l’E-Compass, il sensore di prossimità ed il Gyro Sensor. Risultano invece essere assenti sensori quali quello di temperatura, di pressione o di umidità.

Fotocamera

Passiamo ora ad uno dei punti lievemente dolenti di questo ultimo arrivato in casa InFocus, ovvero la fotocamera ed in particolare la qualità degli scatti. Per quel che concerne le specifiche abbiamo una fotocamera principale con sensore da 8 mega-pixel dotata di auto-focus e capace di scattare sino a 4096 x 3072 pixel di definizione e girare video a 1080P ed una secondaria (quella frontale ovviamente) con sensore da 2 mega-pixel con definizione a 1600 x 1200 pixel. Sulla carta dunque si tratterebbe di una fotocamera posteriore (quella principale ovviamente) dalle buone prestazioni e di una fotocamera frontale appena decente. Nei fatti però va detto che, soprattutto la fotocamera principale, da un lato si esalta in quanto a definizione degli scatti ma dall’altro riscontra non poche difficoltà quando deve affrontare situazioni di luce precaria o di converso di forte luminosità al punto che scattare contro luce ci riesce quasi impossibile. Tutto sommato però vista e considerata la fascia di riferimento di questo InFocus M512 non dobbiamo poi lamentarci troppo del suo comparto camera anche perché alcuni suoi concorrenti mettono a segno scatti decisamente di qualità peggiore.

IMG_20141005_152849 IMG_20141005_152821
IMG_20141003_151718 IMG_20141003_164536

Sistema Operativo

Screenshot_2014-10-05-15-26-43 Screenshot_2014-10-05-15-26-39

Il sistema operativo è un altro punto di forza di questo InFocus M512, visto e considerato che si sta parlando di Android 4.4.2 Kit Kat. Ovviamente è garantita anche la presenza del Play Store di Google e questo vi consentirà di accedere al sempre più vasto ed ampio mondo della app e delle funzionalità di casa Google e non solo. L’interazione di questo smartphone con il mondo Android è dunque sinonimo di un telefono che nel tempo con un software aggiornato (per ora) all’ultima versione disponibile, anche se è impossibile sperare in aggiornamenti a versioni successive. Da non dimenticare è la chiara analogia con l’interfaccia Huawei Emotion UI poiché il menù non è presente e tutte le app saranno disponibili direttamente nelle finestre di Home.

Batteria

Passiamo poi all’analisi di quello che invece sembra a tutti gli effetti essere uno dei punti di forza di questo M512 ovvero la sua batteria da 2500 mAh che già solo a livello di specifica tecnica ci sembra idonea a reggere per un’intera giornata di lavoro o di svago con una sola carica. Nel tentativo di verificare tale intuizione preliminare abbiamo deciso prima di usare il dispositivo per un paio di giorni ponendo estrema attenzione a collegarlo principalmente al Wi-Fi e attivando la connessione dati solo in caso di necessità impostando la luminosità automatica, con il piacevole risultato di aver visto la batteria stessa terminare la giornata senza necessità di essere ricaricata (in particolare avevamo ancora il 30% circa di carica per i giorno seguente).

Terminato questo primo test poi abbiamo usato lo smartphone in modo meno accorto lasciandolo spesso e volentieri con la connessione dati attiva e giocandoci ad intervalli regolari. In questa seconda ipotesi ovviamente la batteria è risultata essere, in termini di durata, meno performante ma comunque siamo riusciti ad arrivare a sera senza necessità di ricarica durante la giornata. Nel complesso dunque la nostra opinione iniziale relativa ad un comparto batteria di ottimo livello è stata in pieno confermata.

Disponibilità e prezzo

Occhio al prezzo perché per nessuna ragione al mondo dovete acquistare un InFocus M512 pagandolo più di 150 euro. Diciamo questo perché buttando un occhio nel web ci siamo accorti che taluni rivenditori stanno vendendo proprio questo M512 a circa 200 euro, un prezzo decisamente fuori mercato e soprattutto fuori di ogni logica. Potete acquistarlo su TinyDeal, un ottimo store da cui acquistarlo con un prezzo aggressivo, pari a 123€. Qui di seguito il link per l’acquisto: http://www.tinydeal.com/it/infocus-m512-5-ips-on-cell-qualcomm-4-core-android-4g-lte-phone-p-135326.html

Inoltre per gli utenti di Tecnologici.net è disponibile un codice sconto di 1,5%, per la tutti gli smartphone Android, valido fino al 23 Febbraio se pagherete con PayPal, utile anche per essere tutelati durante la vendita.

Conclusioni

Il giudizio complessivo che possiamo dare di questo InFocus M512 non può che essere positivo se andiamo a rapportare il complesso delle sue specifiche e delle sue funzionalità con quello che è il suo prezzo. Certamente utilizzandolo quotidianamente abbiamo potuto riscontrarne sia i pregi che i limiti come ad esempio la presenza di un solo slot per la scheda SIM oppure la scelta di equipaggiare questo smartphone con una CPU di seconda fascia.

Ottima invece la scelta di utilizzare una versione aggiornatissima del SO di Android e soprattutto quella di offrire il supporto alla connessione LTE anche su un modello di fascia bassa. La dotazione di 1GB di RAM inoltre ci permette di utilizzare al meglio il multitasking e di rendere l’uso del telefono sufficientemente fluido e privo di sostanziali intoppi.

Se avete ogni tipo di dubbio, domanda o curiosità da togliervi relativamente a questo InFocus M512 non esitate a porcele e non dimenticatevi di seguirci anche all’interno della nostra pagina Facebook.

Videorecensione di InFocus M512

Si divide tra Roma e Londra, sempre alla ricerca del modo migliore per fare soldi senza lavorare, si dedica all'alchimismo nutrizionale e alla costante ricerca della dieta magica che gli consenta di mangiare chili di gnocchi ai 4 formaggi senza ingrassare. Nel tempo libero appassionato di smartphone, PS3, diritto, finanza, ogni tipo di sport e... Snoopy.