News Tablet

iPad Mini: impatto del nuovo tablet nel mercato dei 7 pollici

Ott 4, 2012

author:

iPad Mini: impatto del nuovo tablet nel mercato dei 7 pollici

iPad Mini: il possibile tablet killer da 7 pollici

Come da noi rivelatovi pochi giorni addietro, la Apple è in procinto di lanciare sul mercato una nuova e ridimensionata versione dell’iPad: l’iPad Mini. Il 10 Ottobre la casa di Cupertino distribuirà gli inviti per la presentazione del suo ultimo tablet, presentazione durante la quale sarà annunciata la data ufficiale di uscita sul mercato americano, data che secondo rumors insistenti dovrebbe essere quella del 16 o del 17 Ottobre. Il nuovo iPad in versione ridotta dovrebbe esser dotato di  un display  da 7.85 pollici e risoluzione di 1024×768 pixel, di una memoria RAM da 512 MB ed il tutto dovrebbe costare circa 250-300 $ a seconda della versione acquistata.

 

Cosa accadrà al mercato dei tablet dopo l’uscita dell’iPad Mini?

Difficile a dirsi, ma tentiamo comunque di dare una risposta esauriente, e per far ciò riteniamo opportuno fare una premessa di ordine storico: la situazione attuale, in termini di sviluppo ed espansione del mercato dei tablet, è profondamente diversa da quella che era circa due anni e mezzo fa quando la Apple lanciò sul mercato il suo primo l’iPad è uscito. Alla fine del 2012 le cose sono cambiate, passando da una situazione in cui l’iPad è stato un precursore del mercato di categoria, ad una realtà in cui il numero dei concorrenti, Samsung in primis,  cresce di mese in mese, e la qualità dei prodotti offerti tende a livellarsi verso l’alto. Se da un lato dunque l’iPad rimane per numero di pezzi venduti il leader incontrastato dei tablet da 10 pollici, dall’altro la concorrenza si fa sempre più serrata, soprattutto nella fascia di dimensioni inferiori, quella dei 7 pollici. E’ proprio in questa fascia che il nuovo iPad Mini si andrà ad inserire, visti i suoi 7.85” di dimensione del display trovando come contender prodotti di pregevole fattura e prezzo mediamente contenuto come il Kindle Fire HD 7 (che vi avevamo presentato in questo articolo) ed il Google Nexus 7 (di cui vi ricordiamo la recensione completa). Ed sotto il profilo del prezzo che si deve ben valutare il potenziale impatto che la casa di Cupertino otterrà sul mercato lanciando la nuova e ridotta versione dell’iPad, perché se da un lato dovrebbe essere chiaro come l’iPad Mini non sarà un prodotto dal costo eccessivo, critica spesso mossa agli iPhone, dall’altro è chiaro come per la Apple che l’iPad non rappresenta nell’immaginario collettivo quello “status symbol” che rappresenta l’iPhone anche se si tende a identificare un tablet semplicemente come un iPad anche se monta Android.

Il mercato dei tablet ha spesso dimostrato di ritenere maggiormente conveniente orientarsi su tablet dal prezzo ridotto e dalle prestazioni eccellenti. Par dunque opportuno analizzare quali saranno i contender da 7” dell’iPad Mini sotto il profilo del prezzo; in questa categoria rientrano senza ombra di dubbi il Kindle Fire HD da 7” che sarà in vendita in Italia a 199 Euro a partire dal 25 Ottobre ed il Nexus 7 vede il suo prezzo aggirarsi sui 249€, offerta più o offerta meno, già disponibile in Italia dai primi di Settembre. Se fossero confermati i rumors che vedono l’iPad Mini apprezzarsi intorno ai 250-300 $, (che al cambio con la nostra valuta, maggiorato della tassazione italiana equivarrebbero a 220 – 270 Euro, ma siamo più propensi ad ipotizzare una conversione euro-dollaro 1:1 e quindi 250-300€) allora l’impatto del nuovo iPad Mini sul mercato dei tablet da 7” potrebbe essere importante, se invece il prezzo dovesse superare i 300 Euro, si possono legittimamente nutrire dubbi sulla sua capacità di penetrare il mercato alla stregua di ciò che di converso ha fatto qualsiasi “creatura” della Apple negli ultimi anni.

Passando invece ad un analisi sui contenuti offerti dal nuovo iPad Mini possiamo senza dubbio affermare che la Apple ha di che vantarsi, non tanto per il nuovo setting del mini iPad, che al momento non è conosciuto, bensì perché l’evoluzione in termini di contenuti, funzionalità ed applicazioni che ha avuto nel corso degli anni l’iPad è nettamente superiore rispetto a quanto sviluppato e prodotto dai sui competitors. Questo punto gioca decisamente a vantaggio dell’iPad Mini, soprattutto se la tendenza di portare a scuola la tecnologia viene confermata. Ci riferiamo alla scelta di molti istituti di istruzione che stanno optando per consigliare od addirittura adottare i tablet al posto dei libri e degli eserciziari o per affiancarli ad essi. Uno strumento di piccole dimensioni come il nuovo iPad da 7” sembra corrispondere perfettamente con queste nuove esigenza, soprattutto perché da anni sviluppa applicazioni che potremmo definire “educative”, come ad esempio i corsi di lingua touch-screen (arabo, cinese e giapponese su tutti). Ovviamente speriamo che in Italia venga intrapresa con più decisione questa tendenza.

Terzo ed ultimo punto della nostra analisi è la data di uscita sul mercato del nuovo iPad Mini. Pare saggia la scelta della Apple di far uscire i rumors sulla sua uscita proprio nel mese in cui il Kindle Fire HD 7 verrà immesso sul mercato, una ottima manovra di “disturbo”. Ad essa dobbiamo poi aggiungere che la stessa Apple potrà sfruttare l’ondata pubblicitaria e di entusiasmo derivante dalla recentissima uscita dell’iPhone 5 (di cui vi ricordiamo la nostra dettagliata recensione completa). In quanto a tempistica la casa americana ha fatto decisamente bingo.

 

Valutazioni finali

A nostro parere, il Mini iPad seppur molto difficilmente ripeterà in termini di pezzi venduti  l’enorme successo del iPad, sarà comunque il dominatore del mercato dei mini tablet  nei prossimi mesi.  Naturalmente  sia il  Kindle Fire che il 7 Nexus potranno dire la loro, soprattutto se la Apple dovessi optare per una politica dei prezzi elevata. Fondamentalmente il mercato reagisce a due tipologie di stimoli, la prima relativa al costo di un bene, la seconda relativa alla tipizzazione di un marchio. Da anni pare ormai evidente come la Apple batta su questo secondo punto, affiancando ad esso, soprattutto in tema di tablet, un prodotto di elevata qualità. Par dunque chiaro che se da un lato il prezzo sarà il discriminanate, dall’altro per la Apple il lancio dell’iPad Mini sarà un successo, le cui dimensioni potrebbero però esser ridotte rispetto a quelli degli ultimi anni. Se poi riusciranno ad assicurare una fotocamera oppure la connessione 3G oltre a quella Wi-Fi potrebbe essere chiaramente un tablet killer.

Fateci sapere il vostro punto di vista sul nuovo tablet della casa americana scrivendoci sulla nostra pagina Facebook e sul nostro nuovissimo Forum.

Si divide tra Roma e Londra, sempre alla ricerca del modo migliore per fare soldi senza lavorare, si dedica all'alchimismo nutrizionale e alla costante ricerca della dieta magica che gli consenta di mangiare chili di gnocchi ai 4 formaggi senza ingrassare. Nel tempo libero appassionato di smartphone, PS3, diritto, finanza, ogni tipo di sport e... Snoopy.