News Smartphone

iPhone 6, il primo teardown raccolto in immagini e video

Set 20, 2014

author:

iPhone 6, il primo teardown raccolto in immagini e video

iphone6-ifixitUna della “prove” più importanti ed allo stesso tempo interessanti alle quali viene spesso e volentieri sottoposto uno smartphone top di gamma appena uscito sul mercato è quella che, con un anglicismo, chiamiamo gergalmente teardown. Stiamo parlando di un vero e proprio smontaggio del dispositivo oggetto delle nostre attenzioni, nel caso di specie si scrive del nuovo arrivato in casa Apple, l’iPhone 6, portato avanti passo dopo passo con lo scopo di scoprire nel dettaglio l’interno del device sia per capirne la struttura tecniche sia per poter valutare il c.d. grado di riparabilità del prodotto in questione. Questa volta vi proponiamo sia il video (in lingua inglese) sia le conclusioni alle quali sono giunti sul portale internazionale iFixit (che come si evince dal nome si occupa proprio di valutare se e quanto è riparabile un device).

Svolgimento del test

Prima di raccontarvi brevemente quello che è accaduto durante questo test ci teniamo a precisare che un operazione del genere può e deve essere svolta solo da esperti del settore altrimenti il rischio di rendere inutilizzabile il prodotto sarebbe davvero elevato.  Per prima cosa va detto che sembra essere risultato abbastanza semplice a chi ha effettuato tale test il processo di rimozione della batteria (che teoricamente non potrebbe essere rimossa) sia il processo di rimozione dello schermo. Questo, in poche parole, significa che un eventuale danno subito proprio dalla batteria o dallo schermo, od un loro difetto congenito, potrebbero essere riparati in breve tempo e senza dover affrontare eccessive difficoltà cosa che invece non avveniva nei modelli precedenti. Inoltre va sottolineato come il cavo del sensore per rilevare le impronte digitali è stato deviato nel suo percorso rispetto all’iPhone 5S ed in tal modo si tende a garantire un apertura più sicura dello smartphone stesso. A livello di curiosità tecniche non possiamo poi esimerci dal notare come questo teardown ci mostri il “main logic board” del nuovo iPhone 6 che consiste un system on a chip Apple A8 (APL1011) con accanto la dotazione di una RAM SK Hynix da 1GB. Infine sul dorsale di questo nuovo arrivato di casa Apple troviamo la chip flash NAND da16 GB ideata e realizzata dalla Sandisk. Va infine detto che, almeno ad un primo sguardo, il sistema di vibrazione per le chiamate, messaggi o notifiche in genere sembra essere stato potenziato in modo da poterne garantire una maggiore e più immediata fruibilità.

 

Giudizio Finale

Al termine di questa complessa opera di smontaggio e di analisi di quanto trovato all’interno del nuovo iPhone 6 gli stessi esperti di iFixit hanno valutato, su di una scala da 1 a 10, con un buon 7 il grado di riparabilità di questo nuovo arrivato in casa Apple ed un identico risultato è stato raggiunto anche dal suo fratello maggiore, l’iPhone 6 Plus. Soddisfatti di questi dati o vi aspettavate qualcosa in più da uno smartphone dal costo decisamente importante? Diteci la vostra opinione e raccontateci le vostre esperienze, positive e negative, in ambito di riparazione di smartphone e tablet. Vi aspettiamo numerosi, anche all’interno della nostra pagina Facebook ed invitate i vostri amici a seguirci.

Via

Si divide tra Roma e Londra, sempre alla ricerca del modo migliore per fare soldi senza lavorare, si dedica all'alchimismo nutrizionale e alla costante ricerca della dieta magica che gli consenta di mangiare chili di gnocchi ai 4 formaggi senza ingrassare. Nel tempo libero appassionato di smartphone, PS3, diritto, finanza, ogni tipo di sport e... Snoopy.