Guide Guide tecniche Smartphone Video

Le migliori app per lo streaming video: Meerkat VS Periscope

Mag 6, 2015

author:

Le migliori app per lo streaming video: Meerkat VS Periscope

streaming-video-Meerkat-VS-Periscope

Il live streaming è tornato di gran moda grazie alla crescente popolarità di Meerkat e Periscope, due app gratuite – per iPhone e smartphone Android la prima, per iPhone la seconda (ma presto arriverà anche sul Play Store)  – che consentono di registrare un video e trasmetterlo in diretta ai nostri followers. Questi ultimi, oltre a vedere in tempo reale dove ci troviamo e cosa stiamo facendo, possono anche commentare, sempre in diretta.

Meerkat è uscito già a metà febbraio 2015 mentre Periscope, di proprietà di Twitter, a fine marzo. Vediamo le analogie e le differenze tra questi due programmi che, riuscendo a trasmettere l’emozione della diretta, potrebbero rivoluzionare il mondo della comunicazione sui social network.

MEERKAT

Meerkat

Il funzionamento di Meerkat risultò semplice fin dalla sua uscita: se un utente che seguiamo su Twitter inizia un live streaming su Meerkat, noi riceveremo una notifica; cliccandoci, accederemo subito alla diretta video. Allo stesso modo, nel momento in cui inizieremo uno “stream” (una registrazione video in diretta), i nostri followers potranno accedervi immediatamente.

Meerkat homepage

Durante uno stream potremo inoltre vedere quanti utenti lo stanno visualizzando (grazie a delle piccole icone nella parte superiore dello schermo), mettere un “mi piace” e scrivere commenti che appariranno in sovraimpressione. Meerkat permette inoltre di programmare uno stream da trasmettere in un secondo momento: i nostri follower riceveranno una notifica che li informerà dell’orario in cui partirà il video.

Meerkat profilo

Verso metà marzo Twitter acquistò Periscope e dispose immediatamente delle restrizioni su Meerkat, limitando l’accesso al Twitter social graph (il sistema che sostanzialmente collega il nostro account Twitter con altre applicazioni). Ciò significa che le notifiche non saranno più totalmente affidabili, perciò dovremo controllare le notifiche sullo stesso Twitter per vedere uno stream.

Meerkat leaderboard

 

PERISCOPE

Periscope

Ad oggi le limitazioni su Meerkat hanno più senso. Con il lancio di Periscope da parte di Twitter ed il conseguente coinvolgimento della sua massa di utenti, c’è un costante afflusso di nuovi stream, perché gli utenti aprono l’app ed iniziano a riprendere e trasmettere filmati. E la differenza è notevole: su Periscope non vediamo solo i video delle persone che seguiamo (come su Meerkat), ma qualsiasi streaming stia andando in onda in quel momento, indipendentemente dall’autore.

Periscope homepage

Mentre Meerkat ha solo una pagina bianca quando non ci sono attività da parte delle persone che seguiamo, Periscope ci dà una lista costantemente aggiornata dei video che stanno andando in onda. Nella schermata principale vedremo i tre live stream “più interessanti” e, subito sotto, un’enorme lista di tutte le altre dirette da tutto il mondo. Questa grandissima possibilità di scelta significa che sarà molto probabile trovare un video che ci interessa e dei nuovi utenti da seguire, e ciò si traduce in un maggiore coinvolgimento rispetto a Meerkat.

Periscope stream

Le differenze non finiscono qui. Su Periscope c’è infatti anche un pulsante “People” che ci permette di seguire più utenti. Ovviamente anche su Periscope potremo mettere un “mi piace” e commentare i video, ma Periscope ha anche una funzione (opzionale) di localizzazione GPS che ci mostrerà su una piccola mappa dove si trova l’autore del video.

Periscope people

 

CONCLUSIONI

Ma quindi, alla fine dei conti, qual è la migliore app di live streaming tra Meerkat e Periscope? Anche se probabilmente l’avrete già capito, vi diamo il nostro responso dopo aver analizzato le due applicazioni punto per punto.

Interfaccia

Periscope, quando la apriamo, ci mostra tre video “principali” in diretta ed una lista di altri stream, provenienti sia da persone che seguiamo che da sconosciuti. L’app ha inoltre la sezione “People”, in cui troviamo gli utenti che seguiamo già ma anche tutti gli altri; in un attimo quindi potremo decidere chi seguire, proprio come su Twitter.

Su Meerkat invece, se quando la apriamo non c’è nessuno che sta registrando non potremo fare nient’altro che registrare il nostro stream o programmarne uno da trasmettere più tardi. Possiamo anche vedere i broadcaster più popolari, ma nulla di più.

Localizzazione GPS

Su Periscope il broadcaster (l’autore del video) può integrare la localizzazione GPS e mostrare quindi ai suoi followers da dove sta riprendendo. C’è inoltre un’icona a forma di freccia che indica la direzione in cui si sta muovendo. Meerkat invece non dispone della localizzazione GPS.

Video live privati

Quando impostiamo un nostro stream su Periscope possiamo decidere di mostrare il video solo ad alcuni utenti, mentre su Meerkat qualsiasi video facciamo apparirà a tutti i nostri followers.

Salvataggio dei video

Su Periscope, anche se ci perdiamo uno stream potremo ritrovare i video recent e rivederli. Ovviamente non potremo interagire con i like o i commenti, ma almeno potremo vedere il video.
Su Meerkat, quando lo stream finisce possiamo salvarlo nel rullino del nostro smartphone ma non c’è modo di rivedere i video già andati in onda.