Guide Guide all'acquisto TV

Migliori TV da 55 pollici | Guida 2018

Ago 8, 2018

author:

Migliori TV da 55 pollici | Guida 2018

Al giorno d’oggi la fascia delle TV da 55 pollici è quella più affollata, complice la richiesta sempre più alta dei consumatori di Tv di queste dimensioni. Se una volta le TV da 55 pollici avevano prezzi spesso inavvicinabili, ora invece sono quelle per cui si trovano le offerte più interessanti e di conseguenza quelle con un miglior rapporto qualità-prezzo. Per tutti coloro che dispongono di un ampio soggiorno, o semplicemente vogliono un’esperienza visiva di buon livello, proponiamo questa guida delle migliori TV da 55″.

Samsung Poll Flat UHD Serie KU6050


E’ la TV Ultra HD di Samsung pensato per la fascia bassa di mercato che strizza l’occhio a tutti gli utenti alla ricerca di una TV Samsung da 55 pollici di buona qualità e al tempo stesso economica. Cosa ha in meno rispetto alle TV Samsung di fascia alta? Le prestazioni in HDR, lontane da quelle che i modelli top possono offrire. Inoltre è da segnalare la mancata possibilità di registrare su supporto esterno (es. USB). Per il resto la serie KU6050 mantiene tutte le caratteristiche che ci si aspetta da una buona TV: immagini nitide e dettagliate, colori brillanti e un’interfaccia rapidissima e completa di tutte le applicazioni più comuni. Scegliete questa TV se cercate una TV Samsung con il miglior rapporto qualità-prezzo, non intendete collegare un box esterno, e non vi interessano nè le prestazioni in HDR, nè la possibilità di registrare su chiavetta USB.

Samsung UE55MU6500UXZT


Se volete una TV Samsung e avete la possibilità di spendere qualche centinaio di euro in più potete valutare l’acquisto della serie MU6500, che rispetto alla serie KU6050 descritta in precedenza supporta l’HDR a 10 bit con prestazioni decisamente migliori (permane però l’impossibilità di registrare su supporto esterno). Se siete alla ricerca di una TV HDR10 capace di tirar fuori il massimo dagli Ultra HD Blu-Ray e dai contenuti 4K, sempre più comuni, è questa la TV su cui puntare.

Si tratta di una TV curva, e pertanto si presta ai gusti personali. C’è chi apprezza le linee moderne ed eleganti di una TV con schermo curvo, altri ancora preferiscono una visione più comoda da tutte le angolazioni. Non è quindi una TV adatta per la visione contemporanea insieme a più persone, dato che offre il meglio di sè guardandola frontalmente. Tra l’altro il pannello LED di tipo VA non aiuta, e contribuisce a ridurre la qualità dell’immagine da posizioni angolate. Tecnicamente, nonostante monti un pannello LED di tipo Edge e l’assenza del local dimming, luminosità e colori sono di ottimo livello. Anche i livelli di nero sono molto buoni, aspetto spesso critico negli schermi a LED. Non manca la possibilità di riprodurre contenuti da USB, NAS o altri dispositivi DLNA, assenti invece, come già detto, la registrazione e il time shift. Le altre qualità di questa TV includono l’ottima interfaccia Tizen OS, come tutte le TV Samsung, tra le più complete come disponibilità di app e tra le più reattive. Da annoverare anche la buona qualità audio, che non rende indispensabile l’utilizzo di una soundbar o di un impianto esterno.

Samsung UE55MU6400


E’ la versione “flat” della serie MU6500, con cui condivide tutte le caratteristiche tecniche ad eccezione del design, che nel caso della serie MU6500 è curvo. Valgono quindi le medesime considerazioni già fatte in precedenza per la serie MU6500. Il principale vantaggio di uno schermo piatto è nell’angolo di visione più ampio, che consente una comoda visione anche guardando la TV da posizioni angolate. Questo è tanto più vero se si considera che il pannello è di tipo VA, fattore questo che peggiora ulteriormente la visibilità laterale in uno schermo curvo. E’ particolarmente indicato per le famiglie quindi, o per chi ha posizionato la TV a ridosso del divano o in generale per chi ha un cattivo rapporto con gli schermi curvi.

Il punto di forza di questa TV è nelle prestazioni in HDR (HDR a 10 bit), da cui sarà possibile trarre vantaggio con gli Ultra HD Blu-Ray e man mano che aumenteranno i contenuti a 4K. Da un punto di vista della qualità dell’immagine la serie MU 6400 è ottima, tra le migliori in questa guida: buona profondità dei neri, nonostante si tratti un pannello a LED, riproduzione eccellente dei colori e ottima luminosità. Da non sottovalutare anche la qualità dell’interfaccia, reattivissima e completa nella disponibilità delle app. Grazie all’ottima qualità audio non è indispensabile collegare una soundbar o un impianto esterno. E’ quindi un’ottima TV pronta all’uso.

Sony KD55XE7005


Il brand Sony è senza dubbio sinonimo di qualità ed affidabilità, e lo è ancor di più in un settore, quello delle TV, su cui può vantare un lunghissimo know-how. Sony KD55XE7005 è forse l’unica TV di questa guida che può essere apprezzata sotto tutti i fattori di merito con cui si valuta la qualità di uno schermo: immagini definite e luminose, riproduzione dei colori impeccabile e livello di contrasti convincente per essere una TV retro-illuminata a LED. Tutto questo si traduce in un’esperienza videoludica di altissimo livello (grazie anche a livelli di input lag bassissimi), film godibilissimi, con contorni ed ombre ben definiti anche nelle scene più buie. Tutto questo senza local dimming, di cui non si sente la mancanza.

Tra i vantaggi di questa TV anche il design, robusto ed elegante, frutto di materiali premium. Quali sono le pecche? Sotto il lato visivo, le prestazioni in HDR mostrano qualche limite in termini di luminosità e brillantezza rispetto ai modelli Samsung citati in questa guida. Lato funzionale il software è da rivedere, essendo decisamente meno completo rispetto alla Tizen OS utilizzata dalle TV Samsung non solo in termini di funzioni ma anche, e soprattutto, di app installabili. Troverete comunque app pre-installate quali Netflix, Amazon Prime Video, Infinity e YouTube, con YouTube e Netflix direttamente accessibili tramite tasti dedicati sul telecomando. Mancano le app della Rai, Mediaset e Sky. Valutate bene quindi anche quest’aspetto prima di acquistarla, o in caso includete nel costo totale anche l’acquisto di un Android TV box da collegare alla TV.

HISENSE H55U7A


Hisense è un brand cinese sempre più conosciuto anche in Italia, distribuita in molte catene commerciali a prezzi allettanti. Il principale punto di forza dei prodotti Hisense è, nemmeno a dirlo, il prezzo. E’ sbagliato però pensare che ai prezzi aggressivi corrisponda una scarsa qualità dato che questa TV Hisense è capace di offrire una qualità dell’immagine davvero convincente, in primis nella profondità dei neri e nei contrasti, per una visione ottimale di film e serie TV. L’unica pecca è che l’opzione “Ultra Smooth Motion“, attiva di default, rende le immagini estremamente “burrose” ed artificiali, ma è sufficiente disabilitare questa opzione per tornare ad una visione più naturale e realistica.

Rispetto ai modelli di altre marche, e venduti a prezzi più alti, il livello di luminosità massima è un po’ basso, cosa questa che peggiorerà l’esperienza visiva durante il giorno, in caso la TV fosse posta in una zona del soggiorno particolarmente illuminata. Inoltre il pannello è di tipo VA, che se da un lato va a vantaggio dei contrasti dall’altro peggiora di molto l’angolo di visione, rendendo meno piacevole la visione da posizioni più angolate. L’altra pecca è nel software, che non può competere con le interfacce LG o Samsung. L’interfaccia proprietaria Vidaa U di Hisense è altamente personalizzabile ma scarna dal punto di vista di app e funzionalità, che costringerà gli utenti più tecnologici ad acquistare un box Android o di una Apple TV. I limiti lato smart TV sono osservabili anche nel telecomando tradizionale, privo di funzioni touch, gesture o comandi vocali.

 

Hisense H55N6600


Per questa TV Hisense valgono le considerazioni simili a quelle fatte per il modello H55U7A, con la differenza che si tratta di una TV con il design curvo. Questa caratteristica, che potrà non essere apprezzata da tutti, fa lievitare il prezzo della TV a livelli comparabili con quelli di altri brand, facendogli perdere il vantaggio principale delle TV Hisense: il prezzo. Come il H55U7A la qualità delle immagini è più che soddisfacente, caratterizzato da un’ottima profondità dei neri, ottimi contrasti e una buona riproduzione dei colori. La pecca anche qui è nella luminosità, che non è altissima e che perde di uniformità. Anche qui è presente di default l’opzione “Ultra Smooth Motion” che vi consiglio di disabilitare se non volete trovarvi di fronte ad immagini frutto di una fluidità irreale ed innaturale. Vi ricordo che le funzioni smart su questa TV sono molto limitate, per questo si tratta di una TV indicata per tutti coloro che intendono collegare la TV ad un box Android esterno o ad un Apple TV. E quella del box potrebbe non essere l’unica aggiunta “esterna”, dato che la scarsa qualità del sonoro, inferiore alla media, potrà costringervi a collegare una soundbar. In generale vi consiglio di acquistare questa TV solo in caso di offerte e promozioni lampo, o se siete già dotati di box Android o soundbar, o ancora se siete alla ricerca di una semplice TV senza troppi fronzoli.

Samsung The Frame 55” UE55LS003AUXZT


Ho incluso il Samsung “The Frame” in tutte le guide delle migliori TV da acquistare nel 2018 solo perchè si tratta di una delle principali novità introdotte recentemente da Samsung nel suo catalogo delle TV. Il nuovo Samsung “The Frame” è frutto di un’idea interessante: quello di trasformare la TV in un quadro quando non è utilizzata. Attivando la modalità Arte, è possibile infatti utilizzare la TV a mo’ di quadro scegliendo tra oltre 100 opere di 37 noti artisti. Sicuramente indicato per chi ama l’arte e i quadri, meno per chi predilige l’esperienza visiva di una TV. Il design minimal è caratterizzato da una cornice in legno, che si aggancia magneticamente alla TV per donargli un aspetto da quadro. La qualità dell’immagine è di buon livello: un pannello LCD LED Edge a 10-bit con risoluzione Ultra HD e supporto HDR. Considerato però l’elevato prezzo di vendita era lecito aspettarsi qualcosa di più. Il livello di luminosità massimo non è agli stessi livelli di altre TV Samsung di fascia alta ed è assente lo strato di Quantum Dot (tecnologia presente in molte TV Samsung) che avrebbe ampliato la gamma cromatica, migliorando anche le prestazioni in HDR. Anche l’angolo di visione non è del tutto convincente. Da segnalare a suo favore la buona qualità con tutte le sorgenti (SH, HD e 4K) e un basso livello di input lag che lo rende ampiamente godibile anche per i gamer più esigenti. Il prezzo di vendita è davvero elevato, e se non vi interessa il lato artistico di questa TV il mio consiglio è quello di scegliere altri modelli Samsung a prezzi inferiori e capaci di una qualità dell’immagine più alta.

 

Appassionato di tutto il mondo della tecnologia e dell'elettronica, soprattutto consumer. Sogna di non aver più bisogno di dormire per riuscire a dedicare il giusto tempo alle proprie passioni.