News Recensioni

Misfit Ray: recensione dell’activity tracker con 6 mesi di autonomia

Mar 26, 2017

author:

Misfit Ray: recensione dell’activity tracker con 6 mesi di autonomia

L’attenzione sempre crescente che la società di oggi ha nei confronti dell’attività fisica, e di quali siano i suoi benefici per mente e spirito, ha portato nel mercato una nuova tipologia di apparecchi, nati con lo scopo diretto di monitorare i nostri sforzi: gli activity trackers. Come tutti i prodotti a sfondo tecnologico, ne esistono le più varie tipologie, i più vari modelli con le più varie funzionalità.

Oggi, vi proponiamo uno dei fitness trackers di Misfit: il modello Ray. Innanzitutto, inquadriamo l’Azienda. Misfit è una società, che fa parte del gruppo Fossil, nata nel 2011. I suoi prodotti riguardano fondamentalmente accessori tecnologici da accompagnare alla vita di tutti i giorni, primi fra tutti smartwatch e, appunto, activity trackers.

Misfit Ray, di cui vi proponiamo la recensione in questo articolo, è il più piccolo ed economico della sua famiglia e, con un prezzo di 100€, può sicuramente risultare interessante per tutti coloro che esercitino in modo amatoriale una disciplina sportiva. Innanzitutto, dico “amatoriale” perché, se si pratica un certo sport in modo esperto, esistono tantissimi dispositivi ad hoc nati per specializzati campi sportivi, come l’escursionismo.

Gli activity trackers, in generale, hanno lo scopo di monitorare la propria attività in termini di calorie bruciate, passi compiuti e prestazioni fisiche e Misfit Ray, per questo scopo, soddisfa le esigenze di chi voglia controllare i propri obiettivi quotidiani.

Questo braccialetto, infatti, è dotato di contapassi, contachilometri, contacalorie ed è in grado di monitorare il sonno, in termini di quantità e qualità. Non è possibile, con esso, controllare il battito cardiaco durante l’attività.

Per conoscerlo meglio, però, entriamo nel vivo della recensione completa.

Design

_DSC1237

Il cuore pulsante di Misfit Ray è la struttura cilindrica in cui sono posti i sensori per il monitoraggio. Questa struttura, in alluminio e disponibile in diverse colorazioni, è dotata anche di un piccolo LED in grado di illuminarsi in modo differente a seconda delle funzionalità che si decidono di utilizzare, come vedremo in seguito.

A rendere particolare e personalizzabile questo tracker è il cinturino, che, oltre ad essere intercambiabile, è anche ricco di varietà di colori e materiali. Il cinturino “standard” è realizzato in gomma, ma, nella versione in prova, abbiamo potuto provare il modello in pelle. Effettivamente, tenere al polso Misfit Ray è come avere un braccialetto. Personalmente, sono stata sempre intollerante a dormire con orologi, bracciali o qualsiasi cosa mi potesse intralciare nel sonno, per cui ero scettica e non credevo che sarei riuscita a sopportare il Ray durante la notte. Invece, la situazione non è stata tragica come pensavo. Questo braccialetto è molto leggero, il cilindro orizzontale si posiziona comodamente lungo il polso e non dà nessun tipo di fastidio. Anche il cinturino in pelle è comodo, si apre e chiude proprio come un orologio.

La struttura è “rotonda” e quindi non piatta lungo il polso, ma, nonostante questo, mi sento di promuovere a pieni voti Misfit Ray, dal punto di vista del design.

_DSC1244

Misfit Ray è dotato di certificazione IP67 ed è quindi resistente all’acqua (massima profondità di un metro). Potrete quindi farci la doccia, ad esempio, o andare in piscina senza paura di rovinarlo.

Monitoraggio dell’attività e funzionalità

Innanzitutto, non essendo dotato di uno schermo proprio, Misfit Ray non può essere utilizzato senza uno smartphone o tablet su cui riportare i risultati misurati dai suoi sensori.

Screenshot_20170321-092507

L’applicazione necessaria a questo scopo è Misfit App, disponibile gratuitamente su Play Store, Apple Store e Store di Microsoft. Una volta installata l’applicazione, per mettere in contatto il vostro smartphone con il Ray dovrete accendere il Bluetooth. E’, infatti, tramite Bluetooth che il Ray comunica.

L’applicazione è molto facile da usare e sincronizzare. Una volta scaricata, dovete seguire i passaggi per sincronizzare il vostro Misfit Ray e soprattutto settare i vostri obiettivi, sia per quanto riguarda l’attività diurna, sia per le ore di inattività (ore in cui dormite). Queste “mete” possono essere semplicemente cambiate tramite le Impostazioni, quindi potrete modificare in ogni momento sia l’obiettivo passi che l’obiettivo sonno che l’obiettivo peso.

Screenshot_20170321-093048

L’App Misfit si compone fondamentalmente di 4 schermate: la Home, dove potrete verificare i vostri progressi quotidiani, monitorare distanza percorsa, calorie bruciate e ore di inattività; la schermata Social, per entrare a far parte della community Misfit e condividere le proprie attività; la schermata Dispositivo, da cui si sincronizza il Ray e il Profilo, da cui potete gestire il vostro account.

Partendo da “Dispositivo”, fondamentalmente da qui potete completamente gestire il vostro tracker, innanzitutto selezionando la sua posizione sul vostro corpo (polso, caviglia, vita, petto, ecc). Inoltre, da cui potete modificare l’attività da monitorare, per rendere più veritiere le rilevazioni: state nuotando? Basterà impostare il nuoto per avere monitorare in modo più preciso lo sforzo.

Screenshot_20170321-092622

Misfit Ray può essere sfruttato anche come sensore di notifiche. Ogni volta che riceverete un messaggio o una chiamata, infatti, Ray vibrerà per avvisarvi. Quello che però ho trovato davvero utile in questo senso è la modalità “Sveglia“, che permette di impostare la vibrazione del Ray ad una certa ora proprio come fosse una sveglia. Ancora, grazie alla funzionalità “Misfit Move“, potete settare la vibrazione del Ray dopo un certo tempo che state seduti. In questo caso la rilevazione non è precisissima: io ho impostato un intervallo temporale di un’ora e più di una volta il Ray ha vibrato nonostante mi fossi alzata durante questo tempo.

Entrando, però, nel merito delle prestazioni di Misfit Ray, come detto, dalla schermata Home potete monitorare i vostri progressi. Il mio obiettivo quotidiano è stato di 1000 punti, che corrispondono a un po’ meno di 10000 passi. Fondamentalmente, Ray assegna un punto ogni circa 9-10 passi e la rilevazione è abbastanza veritiera. Ho potuto fare il confronto con il contapassi dello smartphone e ho trovato sicuramente più realistico il conteggio fatto dal Ray, che forse “sottostima” leggermente l’attività ma si avvicina di più alla realtà. Il conteggio delle calorie avviene invece in base al fabbisogno specifico della persona, calcolato a partire dalle informazioni di altezza e peso del singolo. Questo aspetto mi è sembrato molto accurato perché fa realmente affidamento sulle esigenze caloriche dell’individuo. Si parte dalle calorie “base” che ogni di noi brucia quotidianamente, anche senza attività fisica, per poi incrementare il valore a seconda del movimento che si pratica.

Sul monitoraggio del sonno di Misfit Ray, invece, ho avuto qualche perplessità. Non avendo un cardiofrequenzimetro al suo interno, il Ray non riesce a rilevare l’inattività legata, ad esempio, ad un cambiamento nel battito cardiaco, ma semplicemente rileva l’assenza di attività, se state sdraiati, ad esempio. Le ore di inattività, infatti, sono suddivise in tre categorie: in base all’intensità del sonno, leggero o pesante, o in base ai minuti passati svegli. In molte occasioni ho riscontrato una sovrastima delle ore di inattività e spesso, se magari ero a letto ma sveglia, quei minuti sono stati erroneamente conteggiato come “sonno leggero”. In generale, il monitoraggio delle ore di inattività sono utili per capire quante ore sono sottratte all’attività quotidiana, ma tralascerei i dettagli associati al “tipo di inattività” che si è eseguita.

Screenshot_20170321-093206

I dati che Misfit rileva sono estraibili su altre App, come Google Fit. In questo modo, potrete gestire la vostra attività da applicazioni e piattaforme terze, anche se i dati rilevati saranno comunque quelli del vostro Ray.

Batteria

_DSC1242

Il vero vantaggio di Misfit Ray è la durata della sua batteria. La mia prova è durata circa due mesi e non ho mai dovuto cambiare le batterie.

Innanzitutto, specifichiamo che Misfit Ray funziona tramite batterie a bottone removibili, da sostituire quando esauste. All’interno della confezione di vendita, le tre batterie necessarie al funzionamento del fitness tracker sono presenti e vi permetteranno di coprire un utilizzo fino a 6 mesi. Questo è un vantaggio sicuramente economico, perché non richiede un dispendio di denaro eccessivamente superiore a quello base di acquisto. Inoltre, la lunga autonomia permette quasi di scordarsi di averlo al polso, senza paura che smetta di funzionare o di monitorare la vostra attività (quando vi avvicinate ai 6 mesi di utilizzo, però, vi conviene controllare).

Le batterie vanno inserite all’interno della struttura cilindrica in alluminio, che va “aperta” con poche semplici mosse, seguendo le istruzioni riportate nella confezione.

L'activity tracker per tutti
Misfit Ray è un activity tracker adatto a chi pratichi sport in modo amatoriale e/o voglia monitorare la propria attività di tutti i giorni. Tracciare i proprio movimenti è sicuramente uno sprone a muoversi sempre più, a non restare inattivi e fare attività fisica. Questo dispositivo è un'alternativa interessante per chi voglia seguire il proprio fitness in tal senso. Come ho già detto, non lo consiglierei ai più esperti, che magari richiedono accuratezze e funzionalità differenti. I punti di forza di questo braccialetto sono sicuramente il suo design, che lo rende pratico (ci si scorda quasi di averlo al polso), e la batteria, che dura moltissimo. Il fatto di non avere un display proprio sicuramente aiuta molto l'autonomia e la gestione dell'attività tramite la App Misfit è pratica. Non c'è necessità di sincronizzare ogni giorno il Ray perché i dati restano nella memoria dei sensori per molti giorni. In definitiva, Misfit Ray è una valida alternativa per tutti coloro che vogliano seguire i propri progressi quotidianamente, con un dispositivo non ingombrante, ben costruito e ben pensato. La sua compatibilità con tutti i sistemi operativi certamente amplia il bacino di utenza. Se state cercando un modo per controllare i vostri movimenti e vincere la pigrizia anche solo facendovi una camminata all'aperto, Misfit Ray può fare al caso vostro!
Design7
Prestazioni6.5
Autonomia8
Sistema7
PRO
Bel design
Autonomia fino a 6 mesi
Adatto al nuoto (IP67)
Ottima App Misfit per la gestione
CONTRO
Sovrastima l'inattività
Non adatto ai più esigenti
7.1

Sempre in cerca di qualcosa di nuovo da scoprire, trova nella tecnologia un'eterna fonte di ispirazione. Attenta all'ambiente e al mondo che la circonda, è determinata a seguire le sue passioni.