CONDIVIDI

Di recente ho sostituito il mio smartphone personale e sono passato ad un device con USB Type C, che supporta la ricarica rapida Quick Charge 3.0. Ho dovuto quindi aggiornare il mio “parco accessori” per poter sfruttare al 100% questa tecnologia. I due gadget che ho scelto rientrano in questo “aggiornamento” e sono tra i migliori per qualità/prezzo sul mercato.

 

Il caricatore da auto Aukey CC-T7

16062017-DSC01147Il primo è il caricatore da auto Aukey CC-T7, che mi consente di caricare alla massima velocità il mio device in macchina. La costruzione è identica alla versione 2.0 e, nonostante sia costituito da plastica, risulta molto solido. In più di un anno d’uso, il suo predecessore non mi ha mai dato problemi e la plastica lucida maschera bene i graffi.

61na3z3ki-L._SL1500_
Il funzionamento è ineccepibile e non mi sento di sollevare particolari appunti. Inoltre, nonostante il caldo, non sono mai incorso in surriscaldamenti anomali.
La potenza erogata è di 34.5W ed è in grado di caricare qualsiasi device mobile sul mercato, arrivando a caricare anche i nuovi Macbook (non in uso però).

16062017-DSC01149Per la precisione abbiamo la certificazione Quick Charge 3.0 nello slot arancione (3A da 3.6V a 6.5V, 2A da 6.5V a 9V e 1.5A da 9V a 12V). La seconda porta supporta invece 3A a 5V. In entrambi i casi il chip interno consente il riconoscimento del device collegato, erogando la giusta quantità di corrente al perfetto voltaggio (se utilizzate cavi di buona qualità).

 

Il caricatore da muro PA-T16

16062017-DSC01150

Il secondo accessorio è rivolto invece a chi viaggia molto e/o vuole un caricabatterie compatto da casa. Aukey PA-T16 è una versione domestica e potenziata del precedente.

16062017-DSC01151

Anche in questo caso abbiamo 2 porte, che però erogano complessivamente 39.5W. Entrambe supportano la QC 3.0 e vengono gestite da un chip interno. Questo vuol dire che, con un cavo di qualità, potrete collegarci qualsiasi device senza incorrere in problemi. Anche in questo caso la costruzione è buona ed il suo form factor consente di mantenere un basso livello di ingombro (10 x 6 x 2.6 cm). Tale caratteristica lo rende l’ideale da portare in viaggio, senza utilizzare ingombranti caricatori con 5-6 porte. La finitura satinata è abbastanza resistente e non ho notato scricchiolii di sorta. Promossa anche la gestione termica, che tutto sommato appare adeguata rispetto alla potenza erogata. Ovviamente non aspettatevi che il caricabatterie rimanga freddo quando carica in QC 3.0 due device.

Prezzo

Il rapporto qualità prezzo è molto buono e complessivamente non credo si possa trovare di meglio a meno. Se anche voi volete passare alla QuickCharge 3.0 spendendo poco, questi dispositivi rappresentano un ottimo upgrade del vostro materiale. In vista dell’estate, il PA-T16 è anche un’ottima soluzione per i viaggiatori.