News Smartphone

Nexus 5 vs. Nexus 6: conviene veramente comprare il nuovo?

Dic 14, 2014

author:

Nexus 5 vs. Nexus 6: conviene veramente comprare il nuovo?

2014-10-05-09_18_38-Google-Nexus-6_-Size-Comparison-To-Other-Smartphones-Mockup-YouTube-e1412461626453

Del nuovo Nexus 6, che come ben saprete, viene prodotto da Motorola in collaborazione con Google, si è detto e scritto davvero di tutto ed anche noi di Tecnologici.Net abbiamo partecipato ad approfondire la questione grazie ad una nostra serie di articoli nei quali prima vi abbiamo iniziato a parlare delle sue specifiche tecniche trapelate grazie ad alcuni benchmark test, per poi darvi l’ufficialità dell’uscita dello smartphone stesso ed infine dirvi sia del ritardo della sua messa in vendita e del suo primo unboxing con conseguente hands-on.

Al termine di questo lungo percorso ci siamo però voluti porre una domanda che in molti crediamo si siano posti mentre leggevano o commentavano i nostri articoli: vale davvero la pena, se si possiede un Nexus 5, passare al nuovo Nexus 6? E soprattutto quali sono le differenze sostanziali alle quali bisognerebbe prestare attenzione nel decidere se procedere o meno all’upgrade?

Nei paragrafi che seguono abbiamo cercato di confrontare i due dispositivi mobili su diversi piani in modo da potervi fornire un quadro completo della situazione. Ovviamente non abbiamo preso in considerazioni questioni basiche come quella del prezzo visto e considerato che da un lato che vorrebbe procedere ad un upgrade dovrebbe comunque investire dei soldi nell’operazione e che dall’altro lato chi volesse invece scegliere tra i due ben saprebbe,in partenza, che il Nexus 5 è ormai da considerarsi fuori produzione e neppure questioni troppo legate al lato hardware visto che ovviamente il nuovo Nexus 6 ha in dotazione delle specifiche più aggiornate rispetto al suo predecessore.

 

Dimensioni e peso

Ovviamente non possiamo non partire subito dal mettere al confronto due degli elementi di maggiore impatto che contraddistinguono e differenziano i due smartphone come le loro dimensioni ed il loro peso. Da un lato infatti abbiamo il “vecchio” Nexus 5 con display da 4.95 pollici mentre dall’altro lato abbiamo il nuovo Nexus 6 con schermo da 5.95 pollici.

Ora la questione è molto semplice, abbiamo 1 pollice di differenza e questo può far piacere a chi ama avere un smartphone che possa essere catalogato tra i phablet mentre infastidisce tutti coloro che, come ad esempio accade allo scrivente, desiderano un dispositivo più piccolo per ragioni di comodità e praticità. A questo considerazioni va poi aggiunto il fatto che anche a livello di peso abbiamo una seppur piccolo differenza dato che il Nexus 5 pesa circa 134 grammi mentre il Nexus 6 pesa circa 184 grammi. Anche qui il discorso rimane del tutto soggettivo e logico, se voglio un telefono con schermo ampio dovrò aspettarmi un suo maggior peso e viceversa.

 

Saturazione e colori

Un altro fattore che dobbiamo ad ogni modo considerare e che è ovviamente una diretta conseguenza dello schermo da quasi 6 pollici del quale è dotato il Nexus 6 è quello relative alla qualità dei colori e della saturazione dello stesso. Infatti come avrete potuto leggere nei nostri articoli nei quali parliamo delle specifiche dei due telefoni da un lato abbiamo il nuovo phablet con display AMOLED con risoluzione Quad HD (2560×1440 pixel) mentre dall’altro invece abbiamo in IPS con risoluzione  a 1920 x 1080 pixel.

La conseguenza di queste scelte può essere riassunta nel fatto che il nuovo schermo garantisce un nero più limpido e soprattutto una luminosità più adatta a situazioni di poca luce (come ad esempio l’utilizzo notturno del dispositivo) mentre il vecchio Nexus 5 garantisce dei colori migliori o per meglio dire più realistici. In particolare il rosso, a livello di saturazione, risulta essere, sul Nexus 6, particolarmente saturo e denso e più di qualcuno se ne è lamentato.

 

Qualità

Come molti di voi sapranno una delle ragioni per le quali il prezzo del nuovo Nexus 6 non è basso tanto quanto lo furono quelli dei suoi predecessori consta nel fatto che il nuovo prodotto realizzato, come detto, in collaborazione tra Google e Motorola, è il primo della serie Nexus ad essere dotato di materiali di ottima qualità, soprattutto se comparati con quelli utilizzati per i suoi predecessori.

Dunque per chi proviene da un Nexus 5 non sarà difficile apprezzare la qualità superiore del nuovo Nexus 6 che sia alla vista che al tatto darà l’impressione di essere maggiormente solido e resistente rispetto al suo predecessore. L’unico problema che possiamo segnalare per quell che concerne la qualità costruttiva del Nexus 6 è quello relative alla “scivolosità” del material con il quale è costruita la sua cover posteriore che risulta infatti essere decisamente senza grip. Basterà però un poco di attenzione in più nell’usare il nuovo telefono ed il problema si risolverà da se.

 

Fotocamera

Chi ha la memoria lunga e sopratutto una innata curiosità per faccende simili non può non ricordarsi che una delle principali critiche che veninvano mosse ai device Nexus era quella di avere un comparto fotocamera di bassa lega. Proprio per questa ragione già con il Nexus 5 si era passati ad una  fotocamera di miglior livello dotata di un sensore da 8  MP e flash LED (si tratta ovviamente di quella posteriore) mentre con il nuovo Nexus 6 dobbiamo dire che Motorola ha deciso proprio di fare le cose in grande equipaggiando quest’ultimo con un sensore posteriore griffato Sony IMX214 CMOS a 13 MP dotato di autofocus, flash dual-LED e stabilizzatore ottico d’immagine. Decisamente un bel salto in avanti in termini di qualità.

 

Sistema Operativo

Andando a concludere questo nostro confronto non possiamo non sottolineare come il più grande upgrade che si incontra passando dal Nexus 5 al Nexus 6 è legato al sistema operative visto e considerate che il nuovo arrivato della serie Nexus viene rilasciato con in dotazione Android 5.0 Lollipop. In realtà va però aggiunto il fatto che il Nexus 5 stesso è destinatario dell’aggiornamento al nuovo sistema operativo di Google come vi abbiamo anticipato noi di Tecnologici.Net in questa nostra news del mese scorso. La differenza la farà semplicemente il fatto che il Nexus 6 avrà ancora due aggiornamenti importanti mentre il 5 solo uno. In questo senso la differenza si fa molto più sottile.

In conclusione dunque possiamo solo dire che il passaggio da un Nexus 5 ad un Nexus 6 deve essere consigliato a tutti coloro che necessitano di una fotocamera migliore e soprattutto di uno schermo ampio per motivi di lavoro o di svago mentre nei restanti casi si può benissimo rimanere con in mano il proprio Nexus 5 in attesa magari del prossimo smartphone griffato Google.

 

Se siete interessati a contribuire al dibattito oggetto di questo nostro articolo vi invitiamo a commentare lo stesso nell’apposita sezione sottostante aggiungendovi le vostre idee e le vostre esperienze personali, oppure a scrivercene all’interno della nostra pagina Facebook o sul nostro account Twitter. Vi aspettiamo numerosi.

Via

Si divide tra Roma e Londra, sempre alla ricerca del modo migliore per fare soldi senza lavorare, si dedica all'alchimismo nutrizionale e alla costante ricerca della dieta magica che gli consenta di mangiare chili di gnocchi ai 4 formaggi senza ingrassare. Nel tempo libero appassionato di smartphone, PS3, diritto, finanza, ogni tipo di sport e... Snoopy.