News Recensioni Recensioni smartphone Smartphone

NGM Voyager: il Dual SIM per l’avventura – Recensione Completa

Mag 19, 2012

NGM Voyager: il Dual SIM per l’avventura – Recensione Completa

NGM Voyager

 

NGM Voyager: il dual-SIM “rugged” per l’avventura

NGM è un’azienda italiana molto giovane (nata nel 2008) che grazie ad una campagna marketing molto aggressiva basata su numerosi spot pubblicitari è riuscita a farsi conoscere dalla gente: la specialità della casa sono i cellulari dual-sim, ossia che permettono l’utilizzo di due SIM di gestori diversi.

Iniziamo col dire che NGM Voyager utilizza la tecnologia DSDS, vale a dire Dual-Sim Dual Standby (la differenza tra DSDS e DSFA è descritta nella nostra guida ai cellulari dual-SIM). Si tratta della soluzione, più economica, secondo cui durante una chiamata anche l’altra SIM non risulta raggiungibile, mentre in modalità di standby (quando non siamo impegnati in una conversazione) il Voyager sarà sempre disponibile e reperibile su entrambe le SIM.

Ma qual’ è la caratteristica peculiare di questo NGM Voyager? Che è un cellulare per gli avventurosi e fa proprio del suo design rugged (“rozzo, grezzo”) il suo punto di forza. Se volete un cellulare che sia comodo, senza troppi fronzoli e se non volete stare ogni due secondi a pulire il display dei moderni smartphone, allora questo potrebbe essere la soluzione che fa per voi.

 

Per il terminale testato si ringrazia la gentile collaborazione dell’ufficio stampa di NGM.

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.