News Recensioni Recensioni smartphone

Nokia 8: la recensione

Dic 19, 2017

Nokia 8: la recensione

Era attesissimo da tutti perché è il primo Nokia che torna a montare lenti Zeiss per la fotocamera e, al tempo stesso, monta anche il sistema operativo Android: Nokia 8 era giustamente tra gli smartphone più attesi di fine 2017. Finalmente ho avuto modo di provarlo per diversi giorni per rendermi conto dello stato attuale e di quanto sia vicino ad essere un top di gamma. Nokia 8, distribuito da HMD Global, parte dal sistema operativo di Google in versione pura, con una personalizzazione ridotta all’osso, e aggiunge alcune componenti di primissima qualità.

 

Design e Display

Nokia 8 riprende le linee che avevano caratterizzato la serie Lumia, utilizzando materiali premium e con un design raffinato. Non è uno smartphone leggero perché parliamo di 160 grammi, ma soprattutto perché i bordi sono molto fini e un po’ taglienti: in mano si tiene bene ma la stondatura posteriore sui bordi diminuisce un po’ la presa. Il mio consiglio rimane sempre quello di utilizzare una cover per evitare danni in caso di cadute accidentali. Il design non mi ha entusiasmato come “disegno”, ma paga dal momento in cui lo chassis è in metallo, c’è un vetro Gorilla Glass 5 a protezione del display e c’è una buona sensazione quando si usano i tasti laterali. Va segnalata l’assenza del LED di notifica, sopperita dal Glance Display che segnala le notifiche a disposizione (anche se talvolta mi segnalava qualche notifica in meno). Non mi sono trovato bene con il lettore di impronte digitale: più volte non mi ha riconosciuto l’impronta.

Il display è invece un piacere da osservare e da utilizzare: risoluzione 2K, diagonale da 5.3 pollici con una resa dei colori leggermente fredda. Cosa mi ha colpito di questo display? La capacità di trattenere poco le impronte, ma soprattutto la capacità di adattare la luminosità agli ambienti: di notte è perfetta perché non affatica, all’esterno e con la luce del sole si fa vedere benissimo. Forse il display è il punto migliore di questo Nokia 8!

 

Hardware e prestazioni

Nokia 8 punta a conquistare il mercato dei top di gamma con il processore Snapdragon 835 con 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna: una dotazione di effettivo spessore e che nella vita quotidiana non mi ha portato rallentamenti o momenti di imbarazzo con freeze improvvisi. Nokia 8 infatti sfrutta bene il sistema Android puro perché viaggia tra le app senza alcun impuntamento e convince in ogni situazione. Che facciate un uso smodato di social, di messaggistica istantanea o che vi piaccia sperimentare app particolari dal Play Store, Nokia 8 convince molto nella vita quotidiana.

Sul lato telefonico abbiamo una ottima ricezione, come era anche nei ricordi dei Nokia users degli anni passati, ma soprattutto troviamo un ottimo comparto audio in merito ad altoparlante e capsula. Nokia 8 è quindi uno smartphone che si può sfruttare benissimo per la multimedialità.

 

Fotocamera

La grande attesa riguardava la fotocamera Zeiss: qui troviamo una doppia fotocamera posteriore, entrambi i sensori da 13 MP ma uno a colori e uno in B/N. Ero partito con i piedi di piombo perché le aspettative erano altissime, invece nonostante una app fotocamera ridotta all’osso con poche funzionalità in più rispetto a quella base, la resa delle foto è stata davvero convincente. In primis c’è una ricchezza dei dettagli che regalano foto molto nitide, ma soprattutto la resa dei colori è stata interessantissima con una leggera saturazione per rendere le foto più accattivanti e da social.

Nokia 8 foto 1

Cosa mi ha deluso? L’app fotocamera è davvero scarna, mi aspettavo qualcosa di più da Nokia dato che dal lato hardware c’è sicuramente molta carne al fuoco per le componenti. L’app è invece disegnata in modo fin troppo semplice, ci sono poche opzioni e pochi filtri.

 

Sistema operativo

Sono un purista: premetto questo per dire che apprezzo molto la scelta nell’uso di Android puro in Nokia 8. Sicuramente come sviluppo futuro sarà apprezzabile osservare qualche personalizzazione o funzionalità aggiuntiva (in primis nell’app fotocamera), però già ora Nokia 8 è usabile bene e sfrutta Android Nougat 7.1.1. Qualche bug è presente, ad esempio Gmail mi segnala ancora oltre 6.000 email da leggere nonostante fossero archiviate e già lette, oppure il Glance Display mi segnalava una notifica di un tipo ed in realtà era un SMS. Poco male, il funzionamento serio è da top di gamma e con qualche aggiornamento si risolveranno anche queste.

 

Batteria e autonomia

La batteria è una unità da 3900 mAh, purtroppo non removibile. La resa in termini di autonomia permette di arrivare a sera nonostante un importante impegno nel sostenere la risoluzione 2K, il display molto luminoso e un processore molto importante. L’impatto più importante è stato il 4G abbinato ai giochi online che mi hanno consumato più batteria e, in quelle giornate, sono arrivato alle 22 con qualche difficoltà in più. In generale la durata media è stata sempre simile: sveglia alle 6.30/7, momento di spegnimento alle 23/23.30 con ancora autonomia residua. Considerati gli standard attuali, mi è sembrato un buon risultato generale per Nokia 8.

Nokia 8 è un top di gamma
Nokia 8 sfida i top di gamma del mercato proponendosi con una architettura hardware di alto profilo e un sistema operativo Android puro come cornice. Il prezzo di mercato è inferiore ai 500 euro, il che lo rende in competizione con LG G6, Galaxy S8 e OnePlus 5T. La sfida è dura, questo è sicuro e probabilmente ora siamo ancora un passo indietro, ma gli ingredienti per ottenere grandi soddisfazioni sul mercato ci sono tutti.
Design7
Display8.8
Prestazioni8
Autonomia8
Fotocamera8.3
Sistema8.5
PRO
Il display è davvero un plus: si vede bene, non si sporca ed è risoluto
Prestazioni al top senza impuntamenti
La fotocamera rende bene in moltissime circostanze
CONTRO
Il design è anonimo
Lo smartphone è pesante e con una presa non molto comoda
Qualche bug software
8.1

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.