News

OnePlus 3: lo smartphone che sognavamo, ad un prezzo shock

Giu 15, 2016

OnePlus 3: lo smartphone che sognavamo, ad un prezzo shock

OnePlus 3 è sicuramente lo smartphone che più ha stupito in questa prima metà del 2016.
In primis per delle specifiche da togliere il fiato ed in secondo luogo per un prezzo difficilmente battibile dai competitor.

Stiamo parlando, ad oggi, dello smartphone più potente sul mercato.

Design

OnePlus-3-immagini-2

Lo stile con cui si presenta OP3 è certamente in linea con altri prodotti: nulla di rivoluzionario.
La scocca unibody in alluminio, ricavata da un unico blocco di metallo, ricorda lo stile dei recenti honor con uno spessore ridottissimo ed una fotocamera quadrata (ad angoli smussati) leggere sporgente.

Sul fronte giganteggia il display da 5.5″ ed il lettore di impronte digitali, capace di sbloccare il device in 0.2 secondi.
Quest’ultimo è inoltre dotato di una tecnologia di apprendimento che permetterà di diminuire gli errori di lettura nel corso del tempo.
Come abbiamo visto sul OnePlus 2, anche in questo caso non abbiamo un click fisico ma una superficie fissa.
Ai suoi lati i due canonici tasti softouch con una flebile illuminazione azzurrina.

Lo speaker è posto inferiormente (ricordando lo stile di iPhone), affiancato da una USB C centrale e, sul lato opposto, da un jack audio da 3.5 mm.

OnePlus-3-immagini-3

Sul lato sinistro, incastonati nei 7.35 mm di spessore, abbiamo il bilanciere del volume e lo switch delle notifiche come sul modello precedente.
Il tasto in questione permette di cambiare profilo audio tra i 3 diversi disponibili su Android: Standard, Vibrazione e Solo Notifiche Prioritarie.

Sulla destra completano il quadro il tasto power e lo slot per le 2 Nano Sim (Micro SD non presente).

Dimensioni: 152.7 x 74.7 x 7.35 mm, per 158 grammi

Hardware

OnePlus-3-immagini-1

Il vero punto di forza è però l’hardware, con componenti mai visti prima (almeno in questa configurazione).
Il cuore pulsante è un Qualcomm Snapdragon 820, supportato da una scheda grafica Adreno 530: il top attualmente sul mercato.
Se ciò non bastasse, OnePlus ha deciso di condire il tutto con 6 GB di Ram DDR4, per permettere una gestione estrema del Multitasking e migliorare le performance in game, con caricamenti delle texture sempre pronti e rapidi.
La memoria interna è da ben 64 GB (non espandibile come detto) realizzata in tecnologia UFS 2.0, sviluppata e prodotta da Samsung.
Questo genere di memorie, già viste sui top di gamma Galaxy, permetto di raggiungere delle velocità eccellenti in lettura/scrittura, surclassando le eMMC di nuova generazione (parliamo di 350MB/s e 150MB/s teorici).

Tutta questa potenza viene alimentata da 3000 mAh di batteria, forse l’unico dubbio che nutriamo su questo OnePlus (le prime review sembrano confermare un’autonomia nella media, ma se non vediamo non crediamo).
La tecnologia di ricarica di questo componente è totalmente sviluppata in casa e sfrutta un’alimentazione a 5V 4A, per raggiungere il 60% in soli 30 minuti.
Il produttore garantisce un minor surriscaldamento rispetto alla Quick Charge 2.0 (che prevede voltaggi crescenti ed amperaggi decrescenti) e maggior costanza nell’erogazione (anche in game ad esempio).
Il contro è che ogni singolo accessorio (dal cavo, al caricabatterie da auto) dovrà essere acquistato direttamente da OnePlus, per evitare danni o ricariche particolarmente lente.

OnePlus-3-immagini-19

Il display è un altro aspetto che farà discutere alcuni.
L’unità da 5.5″ AMOLED è Full HD, non raggiungendo le risoluzioni dei top di gamma attuali.
Secondo noi questa scelta potrebbe pagare in termini di autonomia e carico sulla CPU, senza inficiare l’esperienza d’uso.

Anche le fotocamere non sono state lasciate al caso.
La posteriore da 16MP f/2.0, realizzata da Sony (IMX298), è dotata di una stabilizzazione combinata Ottica/Elettronica, che promette miracoli anche in situazioni di scarsa luminosità.
La frontale da 8MP , sempre di casa Sony (IMX179), con la sua apertura f/2.0 ci fa presagire dei selfie sempre all’altezza.

Chiudiamo l’hardware con: supporto dual Sim LTE Cat.6, Wi-Fi dual band, Bluetooth 4.2, NFC  e GPS.

Software

L’interfaccia, basata su Android 6.0.1 Marshmallow, è la classica OxygenOS.
In tradizione OP avremo un sistema molto vicino ad Android Stock, con qualche personalizzazione ad hoc per migliorare la costruzione della UI attorno alle esigenze dell’utente.
Ci appare molto curata anche l’interfaccia della fotocamera, altamente votata ai controlli manuali ed alla fotografia ragionata, senza però disdegnare il punta e scatta.

Disponibilità

Disponibile senza inviti sul sito OnePlus a 399€.
Il prezzo è proprio l’aspetto che più ci ha sorpreso: raramente abbiamo visto upgrade di tale livello senza variare il costo.

Malato di smartphone, tablet e gadget tecnologici. Alla spasmodica ricerca di qualcosa di nuovo che possa catturare la mia attenzione.