China News Recensioni

Oukitel A58: la recensione dello smartwatch da 35€

Lug 22, 2016

Oukitel A58: la recensione dello smartwatch da 35€


Oukitel A58 (1)

A volte, appena usciti, i prodotti hanno una marcia in più se gli viene assegnato un prezzo più che aggressivo. E’ così che navigando su internet mi è venuta voglia di provare uno smartwatch che si evolve rispetto al modello dello scorso anno, ma mantiene alcune caratteristiche: Oukitel A58, che si ispira, almeno nel design, a modelli come ZenWatch di Asus. La principale caratteristica riguarda il sistema operativo: non è Android Wear ma è qualcosa di personalizzato da Oukitel stesso, ma risulta utile e intuitivo nella prova quotidiana.

La video recensione di Oukitel A58

 

Come è Oukitel A58?

Oukitel A58 punta su linee squadrate, con un display rettangolare dagli angoli smussati. Le misure ufficiali sono 25.60 x 3.50 x 1.20 cm, comprensivo ovviamente del cinturino, ed il peso totale è di 54 grammi: praticamente un po’ più grande dei modelli blasonati, ma grazie alla presenza del cinturino di pelle (sembra eco-pelle ma ci fidiamo delle dichiarazioni del produttore cinese) e all’uso anche del metallo compensa le dimensioni con una buona raffinatezza nello stile.

E’ abbastanza solido e non sono stati ravvisati problemi di assemblaggio: lo stile è chiaramente quello di un orologio classico. Io ho puntato sul cinturino nero e la cassa in color acciaio.

Oukitel A58 (4) Oukitel A58 (6) Oukitel A58 (2)

Come funziona Oukitel A58?

Il sistema operativo non è Android Wear, questo implica un po’ meno personalizzazione rispetto allo standard attuale dei wearables, ma le funzioni principali sono tutte molto attuali ed interessanti, soprattutto per quanto riguarda salute e attività fisica. Per utilizzarlo in accoppiamento con le app, si deve scaricare Fundo Wear (rilevata tramite QR Code e compatibile con Android e iOS).

L’accoppiamento tra i device è molto semplice: si attiva il Bluetooth su smartwatch e sullo smartphone da abbinare, in un paio di tap si accoppiano i due device e si inizia a sfruttare la comodità dello smartwatch, soprattutto per quanto riguarda la possibilità di visionare le notifiche direttamente sul display. Le notifiche possono essere sia con suoneria, sia con vibrazione o con entrambi. Personalmente ho apprezzato la vibrazione, in modo da non essere interrotti durante una riunione ed avere un uso più discreto nella vita quotidiana. Ci sono poi quattro temi tra cui scegliere per cambiare volto all’interfaccia.

Posteriormente alla cassa principale troviamo lo scanner biometrico per rilevare la frequenza cardiaca: il funzionamento non è dei migliori perché effettivamente alla prima rilevazione mi andava fuori range (molti più battiti di quelli reali), mentre con le successive siamo andati un po’ meglio ma comunque impreciso. Purtroppo i risultati non si possono archiviare e rendere disponibili tramite un software di statistiche.

Il pedometro è un’altra funzione dedicata al fitness e all’attività sportiva,  in questo caso devo dire che coglieva bene il numero dei passi ma è stato molto più impreciso nelle distanze, con scarti di 2/300 metri sulle distanze rilevate. Chiaro che se cercate qualcosa di più preciso, magari per attività di fitness amatoriale, ma quasi professionista, dovete orientarvi su prodotti più in stile Garmin con GPS e affini incorporati.

Si può anche conversare o usare lo smartwatch per riprodurre l’audio, ma onestamente il volume è alto ma la qualità del sonoro non è molto buona. E’ comodo forse per chi va a correre, ma a quel punto lo stile classico mal si sposa con la tenuta sportiva (eh lo so, la dura vita del blogger corridore ehehehe…).

Oukitel A58 (8) Oukitel A58 (7)

Una comodità che ho indubbiamente apprezzato riguarda però è la resistenza all’acqua, mi è capitato più volte di bagnarlo (molto con schizzi, ma non con immersione completa!) e non ho notato alcun tipo di difetto o problema conseguente: una certificazione provata sul campo.

 

Cosa va in Oukitel A58?

Oukitel A58 (3)

Oukitel A58 convince nell’uso da “feature-smartwatch” se mi passate il termine. Le funzioni principali, come quella di osservare le notifiche o avere uno smartwatch che mi consente di guardare le notifiche, mi fornisca le info basiche per evitare di utilizzare lo smartphone, specie durante l’attività fisica.

Di base si possono scegliere le watch-face, quindi i vari quadranti che ci piacciono di più tra un numero limitato (circa una decina), successivamente con uno swype si entra nelle funzioni molto in stile Android Wear. E’ fortemente intuitivo nell’utilizzo.

L’acquisizione remota, ereditata dai precedenti modelli, permette di vedere cosa sta inquadrando la fotocamera dello smartphone direttamente sullo smartwatch: una funzione ben riuscita ed efficace.

Ottima la gestione del Bluetooth e la localizzazione dello smartphone che si regola e si calibra in base alla potenza del Bluetooth e alla distanza tra i due: gestito benissimo!

Cosa non va in Oukitel A58?

Per la ricarica dovrete far affidamento ad un sistema che prevede una base dove c’è effettivamente la porta USB, quindi se siete in giro in pratica dovrete portare, oltre al cavo di ricarica, anche questo alloggiamento che si aggancia alla parte in metallo. Non è particolarmente oneroso in dimensioni, ma in termini di portabilità si fa sentire.

Di tanto in tanto il touchscreen ha perso qualche tocco, dando un po’ fastidio. Mi sono reso conto che è veramente più sensibile al polpastrello che alla punta del dito.

Si può chiamare dallo smartwatch (che lancia e si aggancia alla rete dello smartphone), ma la qualità audio è un po’ bassa:non tanto il volume che si sente bene quanto la qualità del microfono che impatta sull’audio in uscita e su come ci sentono i nostri interlocutori.

 

Conclusioni

Oukitel A58 (5)

Parliamoci chiaro: chi cerca uno smartwatch perfetto non va a considerare Oukitel A58, ma se consideriamo invece il fatto che costa appena 35€ può diventare un piacevolissimo sfizio per non perdersi alcuna notifica (che può essere gestita tramite app) e avere le funzioni base di uno smartwatch economico.

Noi lo abbiamo comprato su GearBest.com, utilizzando la spedizione Italy Express (spedisce tramite corriere DHL e si evitano i dazi doganali). Si deve considerare come uno sfizio piacevole, nulla più perché il valore di mercato è assolutamente allineato al prodotto in sé.

 

 

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.