News Recensioni

Powerbank Solare Aukey PB-P8: Un pieno continuo di energia

Lug 26, 2016

Powerbank Solare Aukey PB-P8: Un pieno continuo di energia

DSC00860

L’ennesimo powerbank direte voi, ma questa volta abbiamo una caratteristica unica: la ricarica solare.
L’Aukey PB-P8 è infatti un powerbank da 12’000 mAh che ha installato superiormente un pannello solare.

Partiamo però dalla costruzione.
L’assemblaggio è ben fatto e tutta la struttura è solita e resistente.
Tralasciando la zona del pannello, il resto è rivestito da una gomma dura che dovrebbe proteggere in modo migliore dagli urti e che dona un look rugged.
Frontalmente troviamo delle protezioni anti-polvere per le porte (2 usb e una micro per la ricarica del powerbank), vincolate alla struttura per evitare di perderle.

DSC00857

Il funzionamento “classico” è molto buono.
Le due porte erogano massimo 1A (quella di destra) e 2.4A (quella di sinistra), riconoscendo sempre correttamente il device collegato.
I mAh complessivi si assestano sugli 8000, in linea con prodotti simili sul mercato.

DSC00858Una volta completata la carica, la ricarica si interromperà in automatico, mentre per farla partire sarà necessario cliccare il pulsante posto sul lato.
Questo bottone serve anche per attivare i LED di stato, che segnaleranno il livello di carica della batteria.

DSC00859

Quella che non ci ha convinto al 100% è però la velocità di ricarica solare.
Se per la ricarica via MicroUSB ci vogliono circa 5-6 ore, per la prima si sale a tempi lunghissimi a causa del “rate di carica” di soli 200 mAh.

Per questo motivo la funzione “solare” può essere vista come una ricarica di emergenza, nel caso in cui non disponiate di corrente per alimentare il powerbank.
L’ideale per una vita nella natura in cui è possibile lasciare per 8-10 ore il pannello solare esposto alla luce.

Sconsigliato invece se il vostro interesse è quello di avere una ricarica solare efficiente e sempre pronta all’uso.

Malato di smartphone, tablet e gadget tecnologici. Alla spasmodica ricerca di qualcosa di nuovo che possa catturare la mia attenzione.